Superstars – Il giovane talento Andrea Boffo si racconta.

0

a cura di Alessandro Roca.

E’ uno dei piloti del momento. Dopo aver trionfato nel challenge della F. Renault 2.0 con il team Torino Motorsport, è passato alle pesanti e potenti V8 della Superstars International Series. Cambia tutto per lui, ma i talenti s’adattano, ed è così che ha esordito in maniera egregia nella prima stagionale a Monza. Due gare con il coltello tra i denti e nessun timore verso gli avversari ben più esperti, ed ora la classifica rookie è nel mirino.

– Come nasce la tua passione per le corse? “Me l’ha trasmessa mio padre. E’ da sempre stato un grandissimo appassionato di corse.”– Come e quando hai mosso i primi passi nel motorsport? “All’età di nove anni ho cominciato a correre con il kart, poi più in là ci siamo interessati al mondo delle formula. Dopo tre test con la F. Renault 2.0 è iniziata la grande avventura!”– Pensi che l’esperienza di guida di una formula ti abbia potuto avvantaggiare nella guida delle vetture turismo? “A mio avviso è un mondo completamente diverso da quello delle ruote coperte.” – Come mai la tua scelta non è ricaduta in un altro campionato propedeutico a ruote scoperte? “Il Superstars ha una visibilità mediatica incredibile ed è un’ottima vetrina ed è molto seguito in tutto il mondo. Penso che tutto questo per un pilota giovane possa essere molto positivo, soprattutto se riesci a stare davanti.”– Qual’è stata la difficoltà maggiore incontrata nel passaggio dal formula alle potenti V8 del Superstar? “La cosa più difficile è sicuramente la staccata. Si arriva a forte velocità e la macchina pesa decisamente molto di più di quelle a cui ero abituato e questo la rende più faticosa e difficile.”– Come ti trovi nel Roma Racing Team e con il tuo compagno di scuderia Caldarola? “Mi trovo abbastanza bene con lui e con la squadra. Con Nico siamo molto in sintonia. Lui è un ottimo pilota ed io posso solo che imparare da uno in gamba come lui.”– Cosa ti aspetti da questa stagione da rookie? “L’obiettivo sarebbe vincere la rookie e arrivare nella top ten della generale. Può ovviamente succedere di tutto, il campionato è lungo e difficile, ma quello è l’obiettivo a cui ambisco.”

Senza ombra di dubbio continueremo a sentir parlare di lui, speriamo di vederlo presto sul gradino più alto del podio.

Twitter: @alessandroroca

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image