WTCC – Marrakech, Gara 2: Tutto facile per Muller e la Chevrolet, D’Aste trionfa ancora tra gli indipendenti

0

a cura di Silvano Taormina

I regolamenti sportivi potranno pure imporre l’inversione della griglia di partenza, ma di sicuro non possono invertire i valori in campo. E’ uno strapotere quasi imbarazzante quello messo in mostra dalla Chevrolet, condito fortunatamente da un’accesa, a tratti oltre i limiti, rivalità tra i suoi tre alfieri. Partiti tra la quarta e la quinta fila, Muller, Huff e Menu hanno iniziato sin dal primo giro una poderosa rimonta che li ha portati a regalare l’ennesima tripletta alla casa americana. Agli avversari sono rimasti le briciole, incapaci di tener dietro le Cruze che sbucavano da ogni dove. Sorpassi facili, senza un minimo accenno alla lotta corpo a corpo. Nessuno ha provato ad opporre resistenza.

Il primo degli altri è risultato ancora una volta il recidivo Tom Coronel, quarto con la sua BMW 320TC del ROAL Motorsport e autore anch’egli di una bella rimonta. Nel finale l’olandese ha dovuto faticare non poco per avere la meglio sula vettura gemella di D’Aste, vincitore tra gli Indipendenti, e Nash. Il giovane talento di casa Ford, ritrovatosi in pole grazie all’inversione dei primi dieci in qualifica, ha condotto la gara per i primi sei giri, salvo voi dover cedere il passo alle Chevrolet e alle due BMW citate poc’anzi. Il potenziale della Focus è apparso in crescita, i risultati non tarderanno ad arrivare. Chiudono la top-ten Pepe Oriola, grintoso ma con una Leon inferiore agli avversari, Engstler, Monteiro e O’Young.

Poca gloria per i colori italiani. Di Sabatino ha condotto una gara onesta che lo ha visto concludere al dodicesimo posto. Cerqui è stato costretto al ritiro dopo aver subito una toccata mentre Tarquini si è ritirato ancor prima del semaforo verde rientrando ai box al termine del giro di formazione. Delusione anche per Chilton, ostruito da Monteiro in partenza, e per il Proteam, con l’idolo locale Bennani solo tredicesimo e Tutumlu rimasto fermo ai box dopo l’incidente nella prima manche.

POS. PILOTA AUTO DIST.
1 Yvan Muller Chevrolet Cruze 1.6T 11 giri
2 Robert Huff Chevrolet Cruze 1.6T +0.381
3 Alain Menu Chevrolet Cruze 1.6T +0.970
4 Tom Coronel BMW 320 TC +2.153
5 Stefano D’Aste BMW 320 TC +2.641
6 James Nash Ford Focus S2000 TC +5.052
7 Pepe Oriola SEAT Leon WTCC +5.589
8 Franz Engstler BMW 320 TC +5.610
9 Tiago Monteiro SR Leon 1.6T +7.374
10 Darryl O’Young SEAT Leon WTCC +12.861
11 Aleksei Dudukalo SEAT Leon WTCC +13.587
12 Pasquale Di Sabatino Chevrolet Cruze 1.6T +14.273
13 Mehdi Bennani BMW 320 TC +18.629
14 Charles Kaki NG BMW 320 TC +29.173
15 Andrea Barlesi SR Leon 1.6T +31.619
Non classificati
Tom Chilton Ford Focus S2000 TC
Norbert Michelizs BMW 320 TC
Alberto Cerqui BMW 320 TC
Alex MacDowall Chevrolet Cruze 1.6T


Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image