WTCC – Facciamo il punto sul mercato piloti

0

A poche settimane dall’inizio del mondiale, che scatterà il 20 marzo sul circuito brasiliano di Curitiba, si va delineando sempre più l’entry list dei protagonisti che animeranno la stagione 2011. Analizziamo, costruttore per costruttore, quali sono gli ultimi movimenti di mercato tra conferme, attese e novità assolute, sia tra coloro che gareggeranno per il titolo iridato sia per tutti gli altri che andranno alla caccia del trofeo riservato agli indipendenti.

Chevrolet. Squadra che vince non si cambia. I campioni in carica continueranno a schierare tre Cruze gestiste dalla struttura di Ray Mallock per il campione iridato Yvan Muller, Rob Huff e Alain Menu. Non è esclusa la presenza di una quarta vettura gestita dalla filiale svedese da schierare di gara in gara come wild-card per i piloti locali, come avvenuto lo scorso anno con Radermecker a Zolder e Pernia a Monza. Ancora da annunciare i due piloti che gareggeranno con il team privato Bamboo Engineering che da quest’anno sosituirà le vecchie Lacetti con le nuove Cruze. Uno dei due sarà quasi sicuramente Harry Vaulkhard.

Seat. Il costruttore di Martorell, dopo un 2010 agrodolce vissuto non in veste uffiale, affiderà al team SR-Sport la gestione in pista delle sei Leon semi-ufficiali. Confermati i due esperti Tarquini e Monteiro, vere punte di diamante della squadra spagnola, ai quali si andranno ad aggiungere Michel Nykjaer e Fredy Barth e i due debuttanti assoluti Alexander Dudukalo e Pepi Oriola, entrambi provenienti dalla Seat Leon Eurocup.

BMW. Per il primo anno la casa di Monaco non sarà presente in veste ufficiale ma affiderà le sue 320TC ai team privati, alcuni dei quali di notevole spessore. Innanzitutto c’è da registrare il rientro della Roal Motorsport di Roberto Ravaglia che affiderà l’unica vettura schierata a Tom Coronel, vero asso della categoria che punterà ad occupare costantemente i piani alti della classifica. Sarà ancora della partita anche il Liqui Moly Engstler Team, con il titolare Franz Engstler alla guida della prima delle tre 32oTC insieme a Kristian Poulsen, che abbandona il programma con il suo team privato, e probabilmente Marchy Lee, cinese di Honk Kong proveniente dai campionati asiatici riservati alle gran turismo. Tre vetture anche per il Proteam Motorsport di Valmiro Presenzini che ha già confermato Fabio Fabiani, anche se la sua presenza non è garantita per tutte le tappe del mondiale, al quale si andrà ad affiancare quasi certamente un pilota con esperienze importanti nei campionati turismo e un giovane proveniente dalle formule. Alcuni rumors sostengono che potrebbe trattarsi di Giorgio Pantano o Andrea Bellicchi. Un’altra Bmw privata potrebbe essere schierata dal team Zengo Motorsport, lo scorso anno vincitore del trofeo riservato ai rookie con Norbert Michelisz, in procinto di lasciare la Seat per le vetture bavaresi, una delle quali sarà affidata al forte pilota ungherese. Infine si attendono conferme dal Wiechers Sport, lo scorso anno al via con una sola vettura per Mehdi Bennani.

Volvo. Dopo alcune brevi apparizioni nello scorso campionato gli svedesi parteciperanno a tempo pieno al mondiale. Il team Volvo Olsbergs Green Racing, alias Polestar, proporrà una nuova C30 per Robert Dahlgren. Non è da escludere anche la presenza in qualche gara di James Thompson, uno dei piloti più esperti del panorama delle corse riservate alle S2000, quest’anno impegnato sempre con il Polestar Racing nel STCC.

Honda. Nel 2010 circolavano alcune voci circa un possibile impegno della casa giapponese con due Accord gestite da un team argentino da affidare a Leon Pernia e ad un altro pilota da definire. La cancellazione della tappa argentina a Buenos Aires ha probabilmente dissuaso questo team alla partecipazione. A breve ne sapremo di più.

Silvano Taormina

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image