WSR – Monaco, gara: Ricciardo vince ancora nel principato davanti a Wickens e Hartley

0

Come Edoardo Mortara, due volte vincitore nel tracciato cittadino di Macao, Daniel Ricciardo si è ripetuto oggi in quel di Montecarlo dopo la vittoria dell’anno passato. Impeccabile la condotta dell’alfiere Red Bull, che ha curiosamente preceduto due ex compagni del programma giovani del team di F1. Wickens e Hartley stanno infatti ripetendo le ottime prestazioni anche dopo l’appiedamento da parte di Helmut Marko, rimendiando così anche alle uscite di pista di cui sono stati protagonisti a Monza.

La cronaca

Al via Ricciardo tiene saldamente la pole. Non parte bene Hartley, che deve difendersi da Rossi e Wickens, quest’ultimo che riesce a sopravanzarlo. Mentre Ricciardo tenta la fuga, Wickens, secondo, precede Hartley, Costa, Rossi, Korjus e Panciatici. Negrao intanto ha bucato il musetto in un contatto.  Hartley inanella giri veloci cercando di recuperare quanto perso, ma va lungo alla staccata del porto e perde il contatto con i primi due.

Dopo l’ottimo scatto, Albert Costa non ha più un ritmo impressionante, e Rossi gli è vicinissimo. Nebilitsky intanto preme su Charouz per l’ottavo posto. Dietro di lui Pic jr. Doppio errore intanto per Costa che spiattella le gomme alla staccata del porto e alle piscine. Rossi aspetta l’attimo decisivo. Pasticcio di Nebilitsky che si butta all’interno dell’angusto tornantino agganciandosi con Charouz. La vettura del ceco salta pericolosamente vicino al guardrail. Le vetture si fermano al Portier e per la loro rimozione entra la Safety car.

Alla ripartenza Oliver Webb sbaglia la staccata di St Devote. Groviglio contro le barriere di Rosenzweig ed i due piloti Draco, Negrao e Richelmi, tutti contro le barriere in maniera autonoma. Dopo due giri Rossi va a sbattere a Massenet per un contatto con Webb doppiato. Safety car. Dolorante Rossi nell’uscire dalla vettura.

Al penultimo giro, Ramos dopo aver superato Move e Pentus si butta all’interno di Canamasas al Mirabeau. La macchina dello spagnolo salta e va a sbattere pesantemente contro le barriere. Entrambe le macchine rimangono ferme in traiettoria nella discesa del tornantino della vecchia stazione. Vittoria quindi per Ricciardo, la seconda su due partecipazioni a Montecarlo, davanti a Wickens e Hartley. Bene gli esordienti Korjus (5°), Pic (7°) e Tambay (8°). Sette piloti nelle retrovie sono invece stati penalizzati per il taglio della prima variante nel corso del primo giro.

Monaco, gara

1 – Daniel Ricciardo – ISR – 30 giri
2 – Robert Wickens – Carlin – 0″403
3 – Brendon Hartley – Charouz – 11″474
4 – Albert Costa – Epic – 13″921
5 – Kevin Korjus – Tech 1 – 15″168
6 – Nelson Panciatici – KMP – 16″069
7 – Arthur Pic – Tech 1 – 16″662.
8 – Adrien Tambay – Pons – 22″484
9 – Chris Van der Drift – Mofaz – 23″233
10 – Nathanael Berthon – ISR – 25″360
11 – Sten Pentus – Epic – 26″906
12 – Jean Eric Vergne – Carlin – 28″596
13 – Walter Grubmuller – P1 – 34″306
14 – Daniel Zampieri – BVM Target – 34″816
15 – Daniel McKenzie – Comtec – 36″651
16 – Stephane Richelmi – Draco – 37″222
17 – Daniil Move – P1 – 1’00″445
18 – Jake Rosenzweig – Mofaz – 1’00″909
19 – Daniel De Jong – Comtec – 1’13″177

Ritirati
15° giro – Jan Charouz
15° giro – Anton Nebilitskiy
19° giro – Andre Negrao
20° giro – Oliver Webb
21° giro – Alexander Rossi
28° giro – Sergio Canamasas
28° giro – Cesar Ramos

Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image