GP2 – Barcellona, gara 1: Van der Garde beffa Calado. Ottimo terzo posto di Coletti.

0

a cura di Alessandro Roca.

E’ stato un round piuttosto noioso e poco movimentato quello che è andato in scena al Montmelò questo pomeriggio, di certo non come siamo abituati dalla serie cadetta. Alla fine chiudono nelle prime tre posizioni Van der Garde su Caterham, Calado su Lotus GP e Stefano Coletti su una vettura del team Coloni. Proprio quest’ultima compagine ha saputo trovare il bandolo della matassa e riportare nelle posizioni di vertice i suo piloti, permettendo ad Onidi di chiudere in sesta posizione.

Tutto tranquillo alla partenza con alcune vetture che scattano piuttosto male dalla griglia. Bene Davide Valsecchi che guadagna subito due posizioni portandosi in quinta piazza. Grande lotta tra Calado e Leimer che fanno le prime tre curve affiancati. A quel punto l’elvetico ha dovuto desistere anche a causa degli attacchi di Van der Garde che dietro di loro sperava in un errore. Il pilota della Racing Engineering, dopo aver tentato di superare l’inglese al terzo giro, viene penalizzato con un drive through decisamente esagerato per essersi affiancato a Calado nella corsia dei box in uscita dal pit stop alla 20esima tornata. Lo svizzero è stato quindi relegato alle posizioni di rincalzo. Una gara quella di Valsecchi priva di acuti considerevoli, fatta eccezione dei due giri veloci consecutivi nel corso del quinto e sesto giro. Tuttavia porta a casa un quarto posto che sono punti preziosi in previsione del campionato, considerando che anche i suoi diretti avversari non hanno brillato quest’oggi. In ombra Felipe Nasr che prova a contenere i danni di una qualifica disastrosa con una gara poco incisiva e chiude 11esimo. Il sorpasso al vertice che ha garantito a Van der Garde è stato in occasione del valzer dei pit stop, degna conseguenza di una gara particolarmente noiosa.

In generale buona la prestazione per gli italiani: come già detto, ottimo il lavoro del team Coloni e di Fabio Onidi. Onesta e consistente la prestazione di Valsecchi. Chiude 17esimo Crestani con il team Lazarus che non riesce a trovare l’exploit che tutti si augurano. Male Trident e Rapax, relegate nelle ultime posizioni.

Classifica

1. Giedo van der Garde – Caterham – 37 giri
2. James Calado – Lotus – + 0”8
3. Stefano Coletti – Scuderia Coloni – + 3”8
4. Davide Valsecchi – DAMS – + 11”8
5. Nathanael Berthon – Racing Engineering – + 15”7
6. Fabio Onidi – Scuderia Coloni – + 19”3
7. Max Chilton – Marussia Carlin – + 19”7
8. Luiz Razia – Arden – + 20”0
9. Jolyon Palmer – iSport – + 27”6
10. Esteban Gutierrez – Lotus – + 36”6
11. Felipe Nasr – DAMS – + 45”2
12. Fabio Leimer – Racing Engineering – + 46”5
13. Marcus Ericsson – iSport – + 47”0
14. Nigel Melker – Ocean – + 47”3
15. Rodolfo González – Caterham – + 53”5
16. Rio Haryanto – Marussia Carlin – + 1’00”8
17. Fabrizio Crestani – Lazarus – + 1’06”7
18. Johnny Cecotto – Barwa Addax – + 1’11”1
19. Victor Guerin – Ocean – + 1’11”3
20. Josef Kral – Barwa Addax – + 1’14”8
21. Stéphane Richelmi – Trident – + 1’15”8
22. Tom Dillmann – Rapax – + 1’20”0
23. Simon Trummer – Arden – + 1’20”3
24. Julian Leal – Trident – + 1’28”9
25. Giancarlo Serenelli – Lazarus – + 1 giro

 Twitter: @alessandroroca

 

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image