GP2 – Monaco, gara 1: ancora Cecotto imprendibile sulle strade del Principato

0
a cura di Alessandro Roca.
Prove libere, qualifica e gara 1. Questo, per ora, il bottino del venezuelano Johnny Cecotto che tenta di seguire le ombre del connazionale Pastor Maldonado, recente trionfatore in F.1 e vincitore qui a Montecarlo quando correva in Gp2.
Non ha avuto vita facile l’alfiere della Barwa-Addax, in quanto Marcus Ericsson oggi era in splendida forma. Alla partenza lo svedese si è portato in seconda posizione allo start ed ha pressato il battistrada sino alla sosta anticipata al 22esimo giro. Il momento clou è arrivato sul finale, quando il pilota della iSport ha provato il tutto e per tutto insidiando come meglio poteva il leader che non ha ceduto ed ha passato in prima posizione il traguardo.
Ha rischiato di più, invece, Giedo van der Garde che ha spento la vettura al giro di ricognizione, per poi riuscirla ad accendere in extremis prima che venisse penalizzato. L’olandese è partito bene bruciando Chilton ed andandosi a prendere la terza posizione che ha mantenuto sino alla fine non senza problemi. Infatti l’italiano Davide Valsecchi, trionfatore lo scorso anno, ha cercato di sopravanzare il pilota della Caterham che non ha mollato la posizione. Davide che partiva settimo dalla griglia, ha mantenuto la posizione badando bene a non stressare le gomme che l’hanno ricompensato con circa tre giri di durata in più che ha saputo ben sfruttare con pista libera per scalare sino alla quarta piazza in griglia. Ora è sempre più il leader della classifica.
Chilton ha pagato l’esuberanza del pilota di Erba che lo ha sopravanzato, e si è dovuto accontentare di un quinto posto e di una gara non impeccabile. Il britannico è stato seguito sul traguardo da Palmer e Calado. Quest’ultimo partito ben 13esimo e domani pomeriggio partirà in prima fila nella seconda manche. Stephane Richelmi farà gli onori di casa perché domani partirà primo avendo conquistato l’ottavo posto quest’oggi. Chiudono la top ten Berthon e il monegasco Stefano Coletti.
Male Onidi fermato da un problema e Crestani che non è stato lucido nelle fasi di doppiaggio.
Classifica
1 Johnny Cecotto Barwa Addax 42 giri
2 Marcus Ericsson iSport + 0″5
3 Giedo van der Garde Caterham + 5″0
4 Davide Valsecchi DAMS + 16″3
5 Max Chilton Marussia Carlin + 17″3
6 Jolyon Palmer iSport + 21″8
7 James Calado Lotus + 25″6
8 Stéphane Richelmi Trident + 42″2
9 Nathanael Berthon Racing Engineering + 45″3
10 Stefano Coletti Scuderia Coloni + 47″0
11 Tom Dillmann Rapax + 51″2
12 Simon Trummer Arden + 1’04″0
13 Rodolfo Gonzalez Caterham + 1’21″3
14 Rio Haryanto Marussia Carlin + 1’23″5
15 Luiz Razia Arden + 1’23″6
16 Victor Guerin Ocean + 1 giro
17 Felipe Nasr DAMS + 1 giro
18 Fabio Leimer Racing Engineering + 1 giro
19 Fabrizio Crestani Lazarus + 1 giro
20 Ricardo Teixeira Rapax + 1 giro
21 Julian Leal Trident + 2 giri
22 Giancarlo Serenelli Lazarus + 2 giri
Ritirati
Esteban Gutierrez Lotus 37° giro
Nigel Melker Ocean 32° giro
Fabio Onidi Scuderia Coloni 26° giro
Josef Kral Barwa Addax 1° giro
Giro veloce Stefano Coletti Scuderia Coloni 1’22”667

Twitter: @alessandroroca

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image