Tag: Bacheta

F2

F2 – Zeltweg, libere 1: Bortolotti suona la carica

a cura di Marco Borgo

Anche in Austria Mirko Bortolotti non ci ha messo molto a scrivere il suo nome in cima alla classifica. Il pilota trentino ha preceduto tutti nelle prime libere sul tracciato di proprietà della Red Bull, battagliando per la leadership con Christofer Zanella. Lo svizzero si è ripreso dal week end storto di Brands Hatch, dove l’italiano ne approfittò allungando clamorosamente in campionato con due vittorie secche.

Dietro ai primi due troviamo Jack Clarke che ha avuto la meglio su Marinescu e Piniero. Nella top ten anche Lariche, Hegewald e Brundle, mentre Bacheta all’esordio su di una vettura di F2 si installa in ottava posizione.

Zeltweg, libere 1

1. Mirko Bortolotti – 1’23.312 – 21
2. Christofer Zanella – 0.221 – 20
3. Jack Clarke – 0.289 – 24
4. Mihai Marinescu – 0.313 – 24
5. Ramon Pineiro – 0.575 – 24
6. Benjamin Lariche – 0.669 – 22
7. Tobias Hegewald – 0.679 – 23
8. Luciano Bacheta – 0.729 – 24
9. Alex Brundle – 0.848 – 26
10. Julian Theobald – 1.038 – 24
11. Sunghak Mun – 1.132 – 22
12. Mikkel Mac – 1.236 – 21
13. James Cole – 1.243 – 26
14. Johannes Theobald – 1.264 – 23
15. Miki Monras – 1.323 – 19
16. Armaan Ebrahim – 1.349 – 23
17. Parthiva Sureshwaren – 1.384 – 22
18. René Binder – 1.407 – 21
19. Kelvin Snoeks – 1.423 – 18
20. Plamen Kralev – 1.559 – 20
21. Thiemo Storz – 1.607 – 22
22. Max Snegirev – 1.896 – 21
 

GP3 – Daniel Mancinelli a Spa e Monza col team Mucke

a cura di Marco Borgo

Daniel Mancinelli intende riscattare la stagione 2011, e per farlo ha deciso di disputare le tappe conclusive della GP3 a Spa e Monza. Il pilota marchigiano al secondo anno di F3 Italia sta vivendo una stagione da incubo, dopo l’ottimo esordio dell’anno passato in cui per metà stagione comandò la classifica assoluta.

In vista di un possibile approdo in pianta stabile nella categoria che affianca la GP2 e la F1 dal 2012, Mancinelli sarà al via degli ultimi due round della stagione, a Spa il 27-28 agosto per cercare di rimediare a quanto appena vissuto sulle Ardenne, e a Monza il 10 e 11 settembre quale passerella casalinga. Il pilota attualmente schierato dal team RP, in GP3 correrà col team Mucke Motorsport, realtà altrettanto consolidata e blasonata del motorsport europeo che gli permetterà così di sondare il terreno di una delle categorie più in salute, nonchè di conoscere la nuova Dallara GP3.

Il marchigiano ha così dichiarato: “Speravo di risollevare le sorti della stagione a Spa ma non è andata proprio come speravo. Ora ho raggiunto un accordo con il Team Mücke Motorsport, sicuramente uno dei più competitivi e conosciuti a livello europeo, per correre le ultime due gare della GP3 a Spa e Monza, due tracciati che amo. So che sarà difficile arrivando a campionato già iniziato senza conoscere la vettura ma spero di riuscire ugualmente a far bene e concludere il 2011 meglio di come è iniziato”.

Fino all’appuntamento di Budapest, il team tedesco che si avvale della collaborazione tecnica di Ralf Schumacher schierava in pista un trio di piloti composto da Luciano Bacheta, Nigel Melker (in foto) e Michael Christensen. Il primo proviene direttamente dall’Eurocup di Formula Renault, mentre gli altri due sono due vecchie conoscenze di Mucke che li ha già schierati in F BMW e F3 Euroseries. Resta da capire chi dei tre abbandonerà la squadra.

DTM

DTM – All’Estoril la Mercedes ha provato cinque giovani piloti

Sull’onda di quanto fatto dall’Audi, con l’ufficializzazione di tre giovani piloti tra le file della squadra ufficiale dopo mesi di smentite, anche la Mercedes ha deciso di dare un’occhiata ai giovani emergenti. Nei giorni scorsi infatti i team Mücke e Persson si sono dati appuntamento sul tracciato dell’Estoril, dove hanno fatto provare le proprie vetture a cinque giovani provenienti dalle formule. Stiamo parlando di Valtteri Bottas, già ufficializzato in GP3 (anche se molti si aspettavano qualche cosa in più), Luciano Bacheta (Eurocup F Renault 2.0), Tomas Kostka (già in DTM nel 2008 con Audi), Alberto Valerio (ex GP2) e Renger Van der Zande, brillante nell’Euroseries F3, e nel 2010 nella GP3.

In pista hanno girato anche Jamie Green e Susie Stoddart che hanno fatto da tutor ai cinque piloti anche se non sono stati diramati tempi cronometrati della giornata di prove. Da sottolineare che per Bottas si è trattato di un test premio da parte della Mercedes per essere stato il miglior pilota classificato nel campionato di F3 Euroseries a disporre dei motori Mercedes. Si è inoltre fatto vedere anche Winkelhock, che ha appena rescisso il proprio rapporto con Audi.

Marco Borgo

Eurocup F Renault 2.0 – Magny Cours, gara 2: Venturini conquista la prima vittoria italiana

Dopo dieci anni un italiano c’è riuscito. Stiamo parlando di Giovanni Venturini, giovane pilota vicentino, che in sella alla vettura realizzata e messa in pista dall’Epsilon Euskadi ha firmato la prima vittoria di un italiano nell’Eurocup di Formula renault 2.0, la sorella minore della World Series Renault, fondata nel 2000.

Partito dalla seconda piazzola in griglia, Giovanni ha avuto uno scatto migliore del poleman Arthur Pic, che ha dovuto cedere anche a Luciano Bacheta. A causa di un incidente nel primo giro, la Safety car aveva fatto temere che Bacheta ne potesse approfittare, ma Venturini al restart non si è fatto sorprendere neanche dopo l’ingresso della seconda safety car.

Come in World Series, anche nell’Eurocup la pioggia ha complicato le cose nelle fasi finali della gara. Davvero difficile tenere la vettura in pista, come testimoniano le uscite di De Jong, Pic e olive all’ultimo giro, mentre i due davanti sono stati abili a mantenere i nervi saldi. La gara è stata poi conclusa con bandiera rossa per le proibitive condizioni meteo.  Brillante vittoria quindi per Giovanni che ha guidato gli ultimi giri con gomme slick sotto il diluvio.

Dopo il primo anno in monoposto la passata stagione nella serie italiana, quest’anno Giovanni si sta cnfrontando con molti piloti esteri in una categoria che ha sfornato molti campioni, e corre in quel team di Joan Villadelprat, ex tecnico di Schumacher in Benetton, che ora tenta l’ingresso nel mondiale di F1.

Sarebbe ora che la Ferrari cominciasse a recepire questi messaggi anzichè correre dietro a pur promettenti kartisti undicenni (con genitori sbruffoni) per rimpolpare il suo Driver Academy, prestando magari più attenzione a quei piloti che corrono senza grossi supporti raccogliendo però ottimi risultati. E a ben guardare in Italia ce ne sono!

Magny Cours, gara 2

1 – Giovanni Venturini – Epsilon Euskadi – 12 giri 22’50″660
2 – Luciano Bacheta – Interwetten – 0″519
3 – Kevin Korjus – Koiranen – 2″649
4 – Jukka Honkavuori – Koiranen – 5″429
5 – Daniel De Jong – MP – 6″224
6 – Arthur Pic – Tech 1 – 6″701.
7 – Genis Olive – Epsilon Euskadi – 7″755
8 – Bart Hylkema – Koiranen – 8″285
9 – Andre Negrao – Cram – 10″659
10 – Miki Weckstrom – Koiranen – 12″952
11 – Kalle Kulmanen – MP – 17″020
12 – Henrique Martins – Cram – 19″178
13 – Brice Bosi – Boetti – 1’14″552.

Giro veloce: Luciano Bacheta 1’38″769

Ritirati
0 giri – Aaro Vainio
0 giri – Alex Riberas
1° giro – Jakub Knoll
2° giro – Miguel Otegui
4° giro – Hugo Valente
6° giro – Sandro Lukovic

Marco Borgo