GP2 – La parola a Julian Leal: “Non vedo l’ora che Davide ritorni a correre”

1

A due giorni di distanza dall’incidente cha ha messo fuori combattimento Davide Rigon in gara 2 a Istanbul, eracemotorblog.it ha sentito la versione dei fatti di Julian Leal, pilota che ha innescato la carambola. Il pilota colombiano ci ha espresso tutto il suo rammarico per quanto successo, in particolare per le conseguenze riportate da Davide Rigon nell’impatto contro il muro box.

“In questi due giorni me ne sono sentito dire di tutti i colori, e da più parti. Questo mi ha fatto molto male perchè io ci tengo a far sapere che mi dispiace moltissimo di quanto successo a Davide nell’incidente. Stimo molto Davide Rigon, è un pilota di esperienza. Ammiro quello che ha fatto finora. Confrontarmi in pista con lui è stato esaltante!

Da parte mia sono sempre stato molto corretto in pista, basta che si guardi alle mie passate esperienze: è la prima volta che mi succede una cosa così. Stavo battagliando con lui come avrete certamente visto nelle immagini, sono uscito dall’ultima curva con molta più trazione e ho subito tentato l’attacco prendendo l’interno, ma anche lui ha fatto lo stesso. Mi sono quindi buttato all’esterno, ma qui è successo il disastro. Ero molto veloce, più di quel che pensavo, ho preso male le misure e i nuovi telai in questo non aiutano. Ho toccato Davide che è andato a muro. Anch’io ho sbattuto, ma sto bene. Mi fa star male quello che ha subito Davide. Non aspetto altro che si rimetta e torni presto tra noi.”

Julian Leal (20 anni) vanta anch’egli una carriera di tutto rispetto nelle monoposto (F Renault 2.0, Euro3000, WSR, GP2, AutoGP), e il suo atteggiamento toglie ogni dubbio circa quanto successo in pista: un incidente di gara. Difficile da digerire, ma è così.

Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

1 commento

  1. gonzarodriguez il

    Con Leal si è esagerato. Non si può giudicare un incidente solo con l’esito di quest’ultimo. In passato si sono viste manovre ben più pericolose che solo per fortuna non si sono rivelate fatali. E’ andata male. Per il buon Davide non ci voleva ma queste sono le corse.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image