WSR – Monza, gara 1: Korjus di forza, gran rimonte di Vergne e Ricciardo

0

 

L’esordiente Kevin Korjus coglie un’altra fantastica vittoria in WSR. Il pilota lituano è riuscito a scattare molto bene, superando subito Wickens. Pressato Ramos, ha preso il comando per non lasciarlo più fino alla bandiera a scacchi.

La cronaca

Allo spegnersi dei semafori Ramos tiene la prima posizione, mentre Wickens, terzo, viene sopravanzato da Korjus. Al primo giro Vergne passa Van der Drift e Richelmi. Davanti Ramos conduce su Korjus, Wickens, Move e Canamasas. Al terzo giro Canamasas è il primo a salutare la compagnia insabbiandosi alla parabolica. Cambia il leader della corsa, con Ramos che viene superato da Korjus.

Comincia la rimonta di Vergne, che dalla dodicesima posizione di partenza terminerà secondo. Il francese passa Move che finirà terzo. Korjus allunga, mentre Ramos sotto pressione spiattella le gomme. Alla prima staccata contatto tra Berthon e Grubmuller, mentre al giro successivo Ramos viene urtato da Wickens. Il brasiliano si gira, ma riprenderà subito la corsa.

Gravi difficoltà per Ramos che continua a perdere posizioni. Costa tampona Zampieri alla prima variante. Ricciardo intanto sta compiendo la sua rabbiosa rimonta dall’ultima posizione. Al quattordicesimo giro Ramos cambia le gomme ai box, mentre Ricciardo sopravanza Zampieri. Costa sostituisce il muso danneggiato nel contatto con Zampieri. Rossi intanto si vedrà aggiungere 10″ per troppi tagli di chicane.

Colpo di scena quando al diciassettesimo giro Korjus sbaglia la prima staccata e arriva lungo venendo superato da Wickens. La situazione si ripete al contrario alla Roggia. Problemi però rallentano Wickens che parcheggierà la sua vettura dopo il traguardo. Korjus quindi si ritrova nuovamente indisturbato al comando. Zampieri invece è costretto al ritiro per noie meccaniche. Dopo aver a lungo difeso la quinta posizione, Richelmi è costretto a cedere la quinta posizione a Hartley. A breve anche Ricciardo supererà il monegasco.

All’ultimo giro utile Negrao entra nella top ten superando Webb. Vittoria quindi per Kevin Korjus, la seconda in tre appuntamenti della WSR. Con lui sul podio anche Vergne e Move. Ottimo secondo posto di Vergne, pupillo del team Red Bull, capace di guadagnare dieci posizioni. Tre posizioni guadagnate invece da Move, da sesto a terzo. Ancor più bravo Ricciardo, che ha rabbiosamente rimontato 20 posizioni. Chissà che ora la Toro Rosso non lo porti subito in F1!

Monza, gara 1 

1 – Kevin Korjus – Tech 1 – 28 giri in 46.33.880
2 – Jean Eric Vergne – Carlin – 1″611
3 – Daniil Move – P1 – 3″908
4 – Chris Van der Drift – Mofaz – 12″962
5 – Brendon Hartley – Charouz Gravity – 16″178
6 – Daniel Ricciardo – ISR – 17″126
7 – Stephane Richelmi – Draco – 24″226.
8 – Walter Grubmuller – P1 – 25″929
9 – Oliver Webb – Pons – 37″448
10 – Andre Negrao – Draco – 38″496
11 – Alexander Rossi – Fortec – 40″743
12 – Jake Rosenzweig – Mofaz – 40″855
13 – Jan Charouz – Charouz Gravity – 41″167
14 – Daniel McKenzie – Comtec – 41″225.
15 – Daniel De Jong – Comtec – 41″281
16 – Filip Salaquarda – Pons – 42″033
17 – Sten Pentus – Epic – 42″897
18 – Albert Costa – Epic – 1’05″000
19 – Anton Nebilitskiy – KMP – 1’07″730

Giro veloce: Robert Wickens 1’38″627

Ritirati
3° giro – Sergio Canamasas
7° giro – Arthur Pic
8° giro – Nathanael Berthon
18° giro – Robert Wickens
19° giro – Daniel Zampieri
24° giro – Cesar Ramos

Non partito
Nelson Panciatici

dall’inviato Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image