GP2 – Monaco, gara 1: Valsecchi trionfa dopo le penalità del pre gara

0

A trionfare nel principato è stato Davide Valsecchi. Il lombardo ha cresciuto il team AirAsia fino a mostrare loro la strada verso al vittoria, ottenuta nel prestigioso palcoscenico di Montecarlo. Da evidenziare come nel pre gara fosse stata ritoccata la griglia di partenza con tre piloti oggetto di penalità per il comportamento tenuto nelle qualifiche, molto serrate e con molti, forse troppi incidenti. I commissari stanno quindi usando le maniere forti, e hanno retrocesso il poleman Van der Garde per essersi reso responsabile di un contatto con Turvey, Ericsson per essere finito addosso al compagno Bird e Grosjean per avere fatto lo stesso su Varhaug. Comportamenti inaccettabili e pericolosi, per lo più in una pista quale Montecarlo è stato il commento del direttore di gara.

La cronaca

Il nuovo poleman, Bird, al via non si muove, e viene sfilato da tutti. E’ Valsecchi che prende il comando della corsa dalla seconda posizione di partenza. Dietro di lui si installano Parente, Coletti, Van der Garde, Kral e Bianchi. Quest’ultimo in breve passa quinto ai danni del bulgaro Kral. Valsecchi e Parente, rimpiazzo di Vietoris, allungano su Coletti. Al settimo giro chi vuole giocare d’anticipo sulla sosta ai box va al cambio gomme. Si fermano quindi Herck, Mirocha, Palmer, Clos e Pic.

Bianchi sbaglia la frenata dopo il tunnel e danneggia l’ala anteriore contro Van der Garde. Il francese si ferma subito ai box per cambiare gomme e musetto, ma non riuscirà ad uscire dalla pit lane per problemi tecnici. Ritiro anche per Varhaug che va lungo alla penultima curva. Costretto invece ai box dai commissari Van der Garde, che si vede esporre la bandiera nera con disco arancio. A distanza di due giri l’olandese sarà ai box per il suo cambio gomme , ma la cosa inevitabilmente rovinerà la sua gara.

Si fermano intanto Coletti e poi Parente. Valsecchi è ai box al giro successivo, lasciando la leadership a Filippi che inizia a volare sul tracciato monegasco davanti a Grosjean, partito ultimo. Fauzy e Turvey intanto devono scontare un drive through per partenza anticipata. Al comando Filippi guida un gruppetto di piloti che ancora non ha effettuato la sosta, quali Grosjean, Leal e Ceccon. Il rookie si fermerà per primo, mentre al giro successivo Filippi e Grosjean si marcheranno da vicino anche in pit lane.

Altri ritiri intanto ad opera di Gonzales e Clos, contro le barriere. Ceccon perde un paio di posizioni. Al comando vi sono di nuovo Valsecchi, seguito da Parente e Filippi, Grosjean e Coletti. Si riaccende la battaglia tra i due piloti iSport (presumibile che nel team sia ormai spaccatura vera!). Bird, dopo il pessimo avvio ha recuperato fino alle spalle del compagno e gli finisce addosso nella curva che immette sul rettilineo d’arrivo. Ericsson perde poi dei detriti che causeranno il ritiro per foratura del compagno. Entra la safety car per la pulizia della pista. Dopo due giri è fuori Leal. Valsecchi terrà quindi il comando fino al traguardo, siglando pure il giro veloce che gli vale un punto aggiuntivo nel finale della corsa. Secondo Parente, sempre ottimo nei suoi ritorni di fiamma in GP2, terzo Filippi. Termina al quarto posto la rimonta di Grosjean, davanti a Coletti, pilota locale. Da sottolineare la prova di Ceccon, che alla prima esperienza in GP2, a Montecarlo si è ben comportato, non compiendo colpi di testa come invece ha fatto qualche “big”, ma consegnando il compito, pardon la macchina, così come richiesto: intatta.

Monaco, gara 1

1 – Davide Valsecchi – Air Asia – 41 giri in 1.00’23″857
2 – Alvaro Parente – Racing Engineering – 1″4
3 – Luca Filippi – Super Nova – 2″1
4 – Romain Grosjean – Dams – 4″2
5 – Stefano Coletti – Trident – 14″0
6 – Josef Kral – Arden – 14″4
7 – Oliver Turvey – Carlin – 15″0.
8 – Max Chilton – Carlin – 16″0
9 – Charles Pic – Addax – 19″5
10 – Fabio Leimer – Rapax – 19″9
11 – Kevin Mirocha – Ocean – 26″6
12 – Kevin Ceccon – Coloni – 27″3
13 – Esteban Gutierrez – Lotus ART – 33″4
14 – Michael Herck – Coloni – 44″2.
15 – Fairuz Fauzy – Super Nova – 1 giro
16 – Jolyon Palmer – Arden – 8 giri

Giro veloce: Davide Valsecchi 1’23″011

Ritirati
10° giro – Pal Varhaug
11° giro – Jules Bianchi
17° giro – Johnny Cecotto
19° giro – Luiz Razia
19° giro – Rodolfo Gonzalez
21° giro – Dani Clos
22° giro – Giedo Van der Garde
30° giro – Marcus Ericsson
30° giro – Sam Bird
35° giro – Julian Leal

Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image