GP2 – Sepang, gara 2: Calado fa saltare il banco. Doppietta Lotus.

0

a cura di Alessandro Roca.

James Calado, alla sua seconda gara in GP2 dopo l’apparizione dello scorso anno ad Abu Dhabi, parte dalla pole e vince senza troppi indugi. E’ stata una gara di sostanza la sua: al pronti via scatta bene e tiene dietro il suo compagno di squadra, Esteban Gutierrez, e Felipe Nasr. Quest’ultimo è insidiato da Stefano Coletti, ma il monegasco della Scuderia Coloni va largo alla curva 8 in un tentativo di sorpasso sbagliato cha fa tirare un sospiro di sollievo al brasiliano. Rientra in pista al sesto posto davanti Davide Valsecchi che all’ultima staccata del secondo giro si tocca con l’altro italiano Fabrizio Crestani che perde una bandella dell’ala anteriore. Crestani pagherà questo errore con un drive through, anche se è stato un errore involontario, conseguenza di una frenata errata. Drive through anche per l’alfiere del team italiano Trident, Richelmi, per partenza anticipata. Nel corso della 13esima tornata, Valsecchi prova l’attacco a Razia, ma sbaglia e viene sopravanzato da Chilton. Poco dopo arriva il contatto con Marcus Ericsson che fa fare un brutto volo all’italiano e mette K.O. entrambi i piloti. Bene anche oggi Luiz Razia, il brasiliano si difende dagli attacchi di Max Chilton e sopravanza Coletti e al penultimo giro anche Fabio Leimer, stabilendosi in quinta posizione.

Gara 2 poco fruttuosa per gli italiani: Valsecchi e Crestani sono stati protagonisti di episodi che hanno condizionato le loro gare, Onidi non riesca ad andare oltre la 13esima piazza con la Dallara-Renault della Scuderia Coloni e il suo compagno di squadra attardato di due giri dopo una gara animata ma non brillante. Il team Rapax piazza Dillmann in 11esima posizione e Texeira a “soli” 3 giri di distacco. Non meglio il team Trident che non fa meglio del 15esimo posto con Leal.

Gara 2 ha messo in risalto il talenti più puri: Calado, Gutierrez e Nasr. Tre piloti con pochissima, se non addirittura nessuna, esperienza nella serie cadetta che sono riusciti ad imporsi con il sapiente uso del loro pesante piede destro. Attenti a quei tre…

La classifica di Gara 2:

1. James Calado – Lotus – 22 giri in 41’08”048
2. Esteban Gutierrez – Lotus – 2”0
3. Felipe Nasr – Dams – 3”4
4. Giedo Van Der Garde – Catheram – 10”7
5. Luiz Razia – Arden – 11”4
6. Fabio Leimer – Racing Engineering – 14”6
7. Max Chilton – Carlin – 15”6
8. Nathaneal Berthon – Racing Engineering – 16”5
9. Josef Kral – Addax – 18”1
10. Rio Haryanto – Carlin – 24”0
11. Tom Dillmann – Rapax – 1’27”8
12. Jolyon Palmer – iSport – 25”5
13. Fabio Onidi – Coloni – 32”2
14. Nigel Melker – Ocean – 34”5
15. Julian Leal – Trident – 34”6
16. Simon Trummer – Arden – 35”2
17. Jon Lancaster – Ocean – 40”3
18. Rodolfo Gonzalez – Catheram – 44”7
19. Stephane Richelmi – Trident – 47”1
20. Giancarlo Serenelli – Lazarus – 1’10”4
21. Fabrizio Crestani – Lazarus – 1’21”0
22. Johnny Cecotto – Addax – 1 giro
23. Stefano Coletti – Coloni – 2 giri
24. Ricardo Teixeira – Rapax – 3 giri

Giro più veloce – Fabrizio Crestani (Lazarus GP) – 1’50”690

Ritirati : Valsecchi ed Ericsson

Il campionato:
1. Razia 31 punti; 2. Valsecchi 24; 3. Calado 19; 4. Gutierrez 18

Twitter: @alessandroroca

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image