GP2 – Silverstone, gara 1: Leimer vede sfumare la vittoria. Trionfa Gutierrez seguito da Cecotto e Palmer

0

a cura di Alessandro Roca

Una gara dettata dal maltempo, dalla safety car e dagli azzardi impossibili mal riusciti. Uno sfortunatissimo Fabio Leimer fa la stessa fine di James Calado: perde la prima posizione nelle fasi finali a causa degli ingressi in pista della safety car. Vince Gutierrez che festeggia sul podio con Cecotto e Palmer. Sesto e settimo dopo una bella rimonta le due DAMS, rispettivamente di Nasr e Valsecchi. Ottima la gara anche di Nigel Melker che contiene sul finale Luiz Razia.

Gara che parte dietro la safety car a causa della pioggia incessante. Il pilota della Rapax, De Jong, lascia il gruppo al primo giro che frena in ritardo e tampona Gonzalez, rompendo sospensione anteriore sinistra e l’ala anteriore. Al sesto giro la gara entra nel vivo con la vettura di sicurezza che rientra ai box. Nonostante la visibilità critica non ci sono incidenti. Razia inizia la sua gara sorpassando Max Chilton ed è settimo. Van der Garde è protagonista di un bellissimo sorpasso all’esterno ai danni dell’italiano Fabio Onidi. All’undicesimo giro problemi tecnici per l’altra vettura del team Coloni, quella del monegasco Stefano Coletti, a causa di un’uscita di pista e il relativo relativo “tuffo” nelle pozzanghere adiacenti al tracciato. Ottima la gara di Felipe Nasr che continua a sorpassare avversari con una costanza invidiabile. Problemi tecnici anche per James Calado che dopo il pit stop non riesce a far camminare la sua vettura come dovrebbe. La sua vettura non riesce ad essere spostata, e rientra la safety car. Azzardo in casa iSport che provano a montare le gomme slick sulla vettura di Ericsson. Azzardo anche per Stefano Coletti che monta le slick morbide. Sfrutta l’occasione Davide Valsecchi che si porta in ottava posizione. La safety car rientra, e lascia la pista per gli ultimi nove minuti di ostilità. Grande bagarre alla ripartenza con Razia che viene attaccato, ma riesce a mantenere la posizione. Gara consistente di Crestani che riesce a risalire in decima piazza. Stefano Coletti lascia la vettura a bordo pista a causa di un urto dovuto all’impossibilità della guida con le gomme slick e rientra la vettura di sicurezza. Anche Marcus Ericsson gira più lento, a dimostrazione che l’azzardo non ha pagato. Leimer, che era rientrato ai box quando la safety car è entrata in pista, ha dovuto lasciare il comando della gara a Esteban Gutierrez. Razia forza il ritmo attaccando Nigel Melker per accumulare punti pesanti sul diretto rivale Davide Valsecchi, senza però riuscire a sopravanzarlo. La gara si chiude per aver raggiunto il tempo limite.

Gara 1:

1 Esteban Gutierrez Lotus
2 Johnny Cecotto Barwa-Addax
3 Jolyon Palmer iSport
4 Nigel Melker Ocean Racing
5 Luiz Razia Arden
6 Felipe Nasr DAMS
7 Davide Valsecchi DAMS
8 Giedo van der Garde Caterham
9 Max Chilton Marussia Carlin
10 Rio Haryanto Marussia Carlin
11 Fabrizio Crestani Lazarus GP
12 Nathanael Berthon Racing Engineering
13 Fabio Onidi Scuderia Coloni
14 Stéphane Richelmi Trident
15 Fabio Leimer Racing Engineering
16 Simon Trummer Arden
17 Josef Kral Barwa-Addax
18 Victor Guerin Ocean Racing
19 Ricardo Texeira Rapax
20 Giancarlo Serenelli Lazarus GP
21 Julian Leal Trident
22 Marcus Ericsson iSport
23 Rodolfo Gonzalez Caterham

Twitter: @alessandroroca

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image