WSR – Alcaniz, gara 1: Rossi vince di forza su Wickens e Move

0

Va a finire nelle mani di Alexander Rossi la prima gara stagionale della World series by Renault. Sul tracciato del Motorland Aragon, l’americano partiva dalla seconda posizione, e si è portato al comando a metà gara sorpassando di forza Move. Secondo Wickens che partiva dalla pole, terzo Panciatici. Gara anonima per Hartley, Charouz, Richelmi, Berthon e Rosenzweig.

La cronaca

Nel giro di formazione Williamson rimane fermo sulla piazzola e sarà costretto a prendere il via dalla coda del gruppo. Allo spegnimento dei semafori subito si accende la bagarre: Wickens che aveva compiuto un’ottimo avvio arriva largo alla prima curva permettendo a Move, Rossi e Canamasas di infilarsi. Contatto tra Nebilitsky e Pic che carambola. Entra subito la Safety car.

Al quarto giro si riprende con il seguente ordine: Move primo davanti a Rossi, Wickens, Costa, Panciatici, Grubmuller, Korjus, Pentus, Van der Drift e Zampieri. Al giro successivo Korjus sbaglia una staccata perdendo due posizioni, così come Hartley che agevola la progressione di Zampieri.

Si accende la lotta per la leadership della corsa, con Move intento a rintuzzare gli attacchi di Rossi, e Wickens terzo, che tenta di approfittarsene. All’undicesimo giro, Rossi prende la scia di Move, e si butta all’interno del rettilineo box. Il russo lo stringe verso il muretto, ma l’americano tiene aperto, e alla prima curva balza davanti.

Preso il comando della corsa, Rossi allunga subito il passo. Anche Wickens va all’attacco di Move e passa in seconda posizione, mentre il russo viene infilato anche da Panciatici e Costa. Svarione di Hartley che si gira e scivola ultimo. Prime scaramucce intanto tra Move, finito indietro, e Pentus, che si toccano al tornantino. Il russo poi penserà bene di spingere Pentus verso l’esterno della carreggiata.

Negli ultimi dieci giri, Rossi scappa, tagliando il traguardo con 8.5 secondi di margine da Wickens. Terzo Panciatici, mentre fuori dal podio concludono Costa, Move, Vergne, Grubmuller, Van der Drift, Zampieri e Pentus. Ottima la prova di Webb, esordiente che sorpassa senza troppi indugi Rosenzweig e Berthon negli ultimi giri. Ultimo dei classificati Cesar Ramos, rallentato da qualche toccatina in avvio di gara. Un pilota Fortec in testa e d uno in coda!

Aragon, gara 1

1 – Alexander Rossi – Fortec – 25 giri 46’29″465
2 – Robert Wickens – Carlin – 8″521
3 – Nelson Panciatici – KMP – 9″647
4 – Albert Costa – Epic – 15″130
5 – Daniil Move – P1 – 26″564
6 – Jean Eric Vergne – Carlin – 27″052
7 – Walter Grubmuller – P1 – 27″536.
8 – Chris Van der Drift – Mofaz – 27″869
9 – Daniel Zampieri – BVM Target – 28″754
10 – Sten Pentus – Epic – 30″042
11 – Oliver Webb – Pons – 34″402
12 – Nathanael Berthon – ISR – 36″211
13 – Jake Rosenzweig – Mofaz – 36″598
14 – Andre Negrao – Draco – 37″040.
15 – Lewis Williamson – Fortec – 38″300
16 – Stephane Richelmi – Draco – 39″081
17 – Jan Charouz – Charouz Gravity – 40″126
18 – Daniel McKenzie – Comtec – 40″321
19 – Daniel De Jong – Comtec – 45″265
20 – Dominic Storey – Pons – 45″883
21 – Brendon Hartley – Charouz Gravity – 48″426.
22 – Sergio Canamasas – BVM Target – 52″307
23 – Cesar Ramos – Fortec – 1’05″278

Giro veloce: Alexander Rossi 1’44″867

Ritirati
0 giri – Anton Nebilitskiy
0 giri – Arthur Pic
15° giro – Kevin Korjus

Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image