ILMC – Silverstone, gara: la Peugeot vince la 6 ore con Bourdais-Pagenaud

0

a cura di Marco Borgo

Sebastien Bourdais e la Peugeot hanno bissato sul tracciato di Silverstone la vittoria ottenuta il 2 luglio scorso alla 6 ore di Imola. In coppia questa volta con Simon Pagenaud che sostituisce l’infortunato Davidson, il francese ha vinto il duello con la rivale Audi, duello che si è ripetuto nuovamente ad altissimi livelli. Colpo di scena a soli 20 minuti dall’inizio della gara con Montagny che usciva di pista per un contatto con un doppiato molto simile a quello di cui si era reso protagonista McNish a Le Mans. Molto meno cruento, l’incidente ha fatto perdere tempo prezioso all’equipaggio francese per riportare in pista la vettura insabbiata e riparare i danni ai box rimediati nell’impatto contro le barriere. Non è stato da meno nemmeno McNish, che così come a Spa si è girato nel giro di ricognizione. In gara poi un altro contatto con una Ferrari doppiata lo ha costretto ai box per riparare la sospensione anteriore sinistra.

Dietro all’equipaggio Bourdais-Pagenaud ha chiuso quindi il duo Bernhard Fassler con l’altra Audi R18. Complici gli eventi in pista al terzo posto si è classificata la Pescarolo Judd di Nicolet-Premat-Pla, schierata dall’Oak racing, davanti all’unica Rebellion giunta al traguardo, quella del nostro Andrea Belicchi in coppia con Bouillon. Settima posizione assoluta, dietro al team Pescarolo, per l’altra Audi che ha chiuso davanti alla Peugeot di Montagny-Sarrazin. In classe LMP2 la vittoria è stata ad appannaggio della Zytek Nissan del Greaves Motorsport (decimi assoluti) davanti alle due Oreca di Race Performance e Boutsen. Tra le GT pro è vittoria con doppietta per le Ferrari 458, con l’equipaggio di punta dell’AF Corse (Fisichella-Bruni) davanti al duo Ortelli-Makowiecki del Luxury Racing. Duello prolungato invece tra BMW e Porsche, con gli ufficiali Lieb-Lietz che si sono imposti sul duo Priaulx-Alzen. Storia diversa invece tra gli amatoriali, dove proprio la Porsche ha risposto alla Ferrari con una doppietta siglata dai team IMSA e Proton. Secondo posto di classe quindi per l’italiano Gianluca Roda, mentre l’altro equipaggio tricolore schierato sempre da AF Corse ha chiuso in quinta posizione di classe (Perazzini-Cioci-Lemeret). L’intercontinental Le Mans cup farà ora rotta verso l’America, dove correrà la Petit Le Mans a Road Atlanta il primo di ottobre, prima della tappa conclusiva a Zhuhai, in Cina, il 13 novembre.

Silverstone, gara

 1. LMP1 Davidson/Bourdais/Pagenaud Peugeot 190 laps 
 2. LMP1 Bernhard/Fassler Audi + 1m29.763s 
 3. LMP1 Premat/Pla Oak Pescarolo-Judd + 5 laps 
 4. LMP1 Belicchi/Boullion Rebellion Lola-Toyota + 5 laps 
 5. LMP1 Lahaye/Moreau/Ragues Oak Pescarolo-Judd + 5 laps 
 6. LMP1 Collard/Tinseau/Jousse Pescarolo-Judd + 5 laps 
 7. LMP1 Kristensen/McNish Audi + 6 laps 
 8. LMP1 Montagny/Sarrazin Peugeot + 9 laps
 9. LMP1 Fernandez/Primat/Klien AMR Lola-Aston + 11 laps
10. LMP2 Ojjeh/Kimber-Smith/Lombard Greaves Zytek-Nissan + 12 laps 
11. LMP2 Frey/Meichtry/Rostan Race Performance ORECA-Judd + 13 laps 
12. LMP2 Kraihamer/Ebbesvik Boutsen ORECA-Nissan + 14 laps 
13. LMP2 Newton/Erdos/Collins RML HPD + 14 laps 
14. LMP2 Gates/Hughes/Garofall RLR MG Lola-Judd + 19 laps 
15. LMP2 Barlesi/da Rocha/Lafargue Oak Pescarolo-Judd + 19 laps 
16. LMP2 Mailleux/Ordonez/Vernay Signatech ORECA-Nissan + 20 laps
17. FLM Schultis/Simon/Schell Pegasus FLM + 21 laps 
18. FLM Mitchell/Grogor/Kronfli Genoa FLM + 21 laps 
19. FLM Marcelli/Ducote/Moro JMB FLM + 22 laps
20. GTE-P Fisichella/Bruni AF Corse Ferrari + 22 laps 
21. GTE-P Ortelli/Makowiecki Luxury Ferrari + 23 laps 
22. GTE-P Lieb/Lietz Felbermayr Porsche + 23 laps 
23. GTE-P Priaulx/Alzen BMW + 23 laps 
24. GTE-P Goossens/Holzer Prospeed Porsche + 23 laps
25. LMP2 Leventis/Watts/Kane Strakka HPD + 23 laps
26. GTE-P Farfus/Muller BMW + 23 laps 
27. GTE-P Pilet/Henzler IMSA Porsche + 23 laps 
28. GTE-P Farnbacher/Simonsen Farnbacher Ferrari + 23 laps 
29. GTE-P Bell/Walker JMW Ferrari + 24 laps 
30. GTE-P Jakubowski/Beltoise/Marroc Luxury Ferrari + 26 laps
31. GTE-A Narac/Armindo IMSA Porsche + 26 laps
32. GTE-P Hancock/Dolan/Buncombe Jota Aston Martin + 26 laps
33. GTE-A Roda/Long Proton Porsche + 27 laps
34. FLM Hartshorne/Keating/Keen Neil Garner FLM + 28 laps
35. GTE-A Ehret/Lynn/Wills CRS Ferrari + 28 laps 
36. GTE-A Bornhauser/Canal/Gardel Larbre Corvette + 28 laps 
37. GTE-A Perazzini/Cioci/Lemeret AF Corse Ferrari + 28 laps 
38. GTE-A Felbermayr/Ried Felbermayr Porsche + 28 laps 
39. GTE-A Krohn/Jonsson/Rugulo Krohn Ferrari + 29 laps
40. GTE-P Rossiter/Mowlem/Wendlinger Jetalliance Lotus + 29 laps
41. GTE-A Giroix/Goethe/Wainwright Gulf Aston Martin + 37 laps 
42. GTE-A Hummel/Christodoulou/Quaife CRS Ferrari + 59 laps 
Non classificati

      GTE-P Broniszewski/Peter Kessel Ferrari 118 laps 
 GTE-P Lichtner-Hoyer/Rich/Hansson Jetalliance Lotus 114 laps
      LMP2 Companc/Russo/Kaffer Pecom Lola-Judd 103 laps

Ritirati

      LMP1 Prost/Jani Rebellion Lola-Toyota 159 laps
      GTE-P Melo/Vilander AF Corse Ferrari 92 laps
      LMP2 Beche/Thiriet/Firth TDS ORECA-Nissan 23 laps
Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image