WSR – Barcellona, day 1: un inedito Quaife Hobbs in cima alla classifica

0

A due soli giorni dal termine ufficiale della stagione 2010, conquistata da Mikhail Aleshin a seguito di un duello mozzafiato con Ricciardo, già si guarda al prossimo anno. Sempre sulla pista di Barcellona le Dallara 3.5 hanno riacceso oggi i motori, portando in pista nomi noti e non per le prime sessioni di test. Anche il nuovo team, l’italianissimo BVM Target ha schierato le sue vetture.

Nella sessione del mattino i piloti si sono dovuti misurare con la pioggia battente che non accennava a diminuire dalla notte. Il primo timido approccio è stato fatto dagli esordienti Venturini, Costa, Richelmi e Negrao. Dopo un’ora di attesa, la pioggia ha lasciato spazio alle vetture che hann cominciato a fare sul serio. La pista è rimasta bagnata per tutto il corso della sessione, con i commissari che hanno avuto il loro bel daffare tra bandiere rosse e recupero di vetture. Il primo a capitanare la classifica è stato Costa, sulla vettura dell’Epsilon Euskadi. Dopo due ore è Rossi, l’italoamericano già presente a Montecarlo, a siglare la miglior prestazione.

Man mano che la pista si va asciugando, Costa ritorna in testa alla classifica, seguito da Rossi e Stevens. Ottimi sono i progressi del team BVM Target, che vede Subito la top ten con Daniel Zampieri. Centro schieramento invece per Bortolotti, che per la prima volta sale sulla Dallara 3.5. La prima sessione termina con la leadership di Hartley, il neozelandese appiedato dalla Red Bull, in 1’36.623. Seguono Rossi e Zampieri. Quarto posto per Leal, salito su una delle vetture dell’ISR. Sesto Chilton, il biondino proveniente dalla GP2, mentre Arthur Pic impressiona piazzandosi ottavo.Da notare che da mezzogiorno i piloti cominciavano a montare gomma da asciutto.

Nella sessione del pomeriggio la sfida tra Hartley e Rossi ha dominato la scena, con i due intenti a battagliare per la prima posizione. Ma a breve rinviene bene anche Leal, deciso a inserirsi nella lotta, come anche il giovane Quaife Hobbs proveniente dalla GP3. Nell’ultima ora, il colpo di scena. Hartley finisce sulla ghiaia a meno di mezz’ora dal termine. Ciò lo farà sprofondare fino alla sesta posizione finale. Davanti Rossi si migliora (già praticamente demoliti i tempi della pole di ricciardo di sabato), ma Quaife Hobbs piazza la zampata e salta davanti. Terzo invece Robert Wickens, mentre è da evidenziare la prestazione dei rookie Pic (settimo) e Venturini (nono). Se Bortolotti si riconferma a centro schieramento, finisce indietro Zampieri, ma poco importa. I due si sono detti soddisfatti di come si siano rivelate subito competitive e bilanciate le vetture del BVM pur a inizio chilometraggio. Buono anche il primo approccio di Richelmi, attualmente secondo in Formula 3 Italia.

Domani le vetture torneranno nuovamente in pista per una ulteriore giornata di test. Sono attesi ulteriori cambi di sedili, nonchè l’arrivo di nuovi piloti.

Barcellona, 1° turno

1 – Brendon Hartley – P1 – 1’36″623 – 28 giri
2 – Alexander Rossi – ISR – 1’36″991 – 42
3 – Daniel Zampieri – BVM Target – 1’37″080 – 27
4 – Julian Leal – ISR – 1’37″159 – 37
5 – Albert Costa – Epsilon Euskadi – 1’37″273 – 54
6 – Max Chilton – Carlin – 1’37″820 – 28
7 – Adrian Quaife Hobbs – Comtec – 1’37″885 – 32.
8 – Arthur Pic – Tech 1 – 1’37″944 – 33
9 – Nelson Panciatici – KMP – 1’37″957 – 43
10 – Andre Negrao – Draco – 1’37″971 – 50
11 – Giovanni Venturini – Epsilon Euskadi – 1’38″522 – 44
12 – Mirko Bortolotti – BVM Target – 1’38″645 – 25
13 – Robert Wickens – Fortec – 1’38″663 – 19
14 – Anton Nebilitskiy – KMP – 1’39″038 – 29.
15 – Ivan Lukashevich – Junior Lotus – 1’39″164 – 32
16 – Will Stevens – Comtec – 1’39″182 – 48
17 – Jazeman Jaafar – Carlin – 1’40″529 – 35
18 – Pierre Thiriet – Junior Lotus – 1’40″962 – 26
19 – Daniel McKenzie – Fortec – 1’43″588 – 34
20 – Stephane Richelmi – Draco – 1’55″874 – 32
21 – Jean Eric Vergne – Tech 1 – 1’57″079 – 27
22 – Walter Grubmuller – P1 – no time

Barcellona, 2° turno

1 – Adrian Quaife Hobbs – Comtec – 1’33″595 – 45 giri
2 – Alexander Rossi – ISR – 1’33″660 – 42
3 – Robert Wickens – Fortec – 1’33″770 – 42
4 – Walter Grubmuller – P1 – 1’34″069 – 40
5 – Julian Leal – ISR – 1’34″206 – 48
6 – Brendon Hartley – P1 – 1’34″473 – 35
7 – Arthur Pic – Tech 1 – 1’34″524 – 51.
8 – Albert Costa – Epsilon Euskadi – 1’34″625 – 23
9 – Giovanni Venturini – Epsilon Euskadi – 1’34″822 – 43
10 – Nelson Panciatici – KMP – 1’34″827 – 34
11 – Anton Nebilitskiy – KMP – 1’34″881 – 43
12 – Stephane Richelmi – Draco – 1’34″925 – 51
13 – Mirko Bortolotti – BVM Target – 1’35″062 – 41
14 – Max Chilton – Carlin – 1’35″211 – 36.
15 – Jazeman Jaafar – Carlin – 1’35″331 – 45
16 – Daniel Zampieri – BVM Target – 1’35″462 – 40
17 – Ivan Lukashevich – Junior Lotus – 1’35″816 – 44
18 – Andre Negrao – Draco – 1’35″934 – 36
19 – Will Stevens – Comtec – 1’36″218 – 47
20 – Daniel McKenzie – Fortec – 1’36″453 – 48
21 – Jean Eric Vergne – Tech 1 – 1’36″774 – 42.
22 – Pierre Thiriet – Junior Lotus – 1’38″272 – 26

Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image