IndyCar – Le nuove vetture in pista ad Indianapolis

0

Le nuove vetture della IZOD IndyCar Series hanno svolto il loro primo testa dell’anno sull’Indianapolis Motor Speedway mercoledì 4 Aprile. In pista sono scesi per la Chevrolet Helio Castroneves (Penske), Marco Andretti (Andretti Autosport), Tony Kanaan (KV Racing), Ed Carpenter (Ed Carpenter Racing) e JR Hildebrand (Panther Racing), e per la Honda Scott Dixon (Ganassi), Justin Wilson (Dale Coyne Racing), Mike Conway (AJ Foyt Racing) e Takuma Sato (Rahal Letterman Lanigan Racing). Assente invece la Lotus, a causa della mancata disponibilità di motori per effettuare il test. Il test aveva lo scopo di provare l’efficienza del nuovo pacchetto aerodinamico che sarà utilizzato per la 500 Miglia di Indianapolis e per la gara di Fontana. Con un alettone posteriore più piccolo e le modifiche apportate rispetto agli ultimi test (in particolar modo alle sospensione e alla distribuzione dei pesi), la speranza era di arrivare a 220 ​​mph (la velocità massima raggiunta nei test invernali era stata di 214 mph). Alla fine della giornata il miglior tempo è stato realizzato da Marco Andretti,  che insieme a Dixon  e Kanaan sono stati gli unici tre piloti a superare le 218 mph. “Ho potuto usufruire di una scia molto importante durante il mio miglior giro“, ha ammesso Andretti. “Da solo il mio limite era 216 mph, ma è solo il primo giorno. Da pilota vorrei andare a 240 mph, ma l’auto è difficile da guidare e questo vale per tutti.” “Sono convinto quando torneremo qui per le qualifiche gireremo sui 220/225 mph“, ha detto Will Phillips, vicepresidente della sezione tecnologia della IndyCar. “E ‘stata una buona giornata per fare esperienza, i motoristi hanno rilevato alcuni problemi nella fase iniziale ma hanno fatto un buon lavoro e tutti sono stati in grado di lavorare al meglio nel pomeriggio. La configurazione che avevamo oggi è quella che abbiamo intenzione di portare a Maggio. Avevamo bisogno di valutare alcune cose e vedere se qualcosa deve essere cambiato ulteriormente. Abbiamo avuto informazioni da team e piloti per quanto riguarda il comportamento della macchina nel traffico e quando si è da soli.” “Abbiamo utilizzato questo motore ad un test a Sonoma, e adesso ci saranno Long Beach e il Brasile, quindi non credo che nessuno abbia spinto più di tanto“, ha sottolineato Dixon. Kanaan e Andretti sono stati i due piloti che hanno provato maggiormente in scia, ed hanno trovato la cosa piuttosto eccitante. “Queste vetture sono più larghe e ci sono molte turbolenze in più“, ha detto Kanaan. “Non sono preoccupato per la velocità, voglio solo sapere :`Sarà una bella gara?’ Questa è la chiave. La vettura è più equilibrata di quanto lo fosse l’anno scorso. Abbiamo lavorato su questo, ne abbiamo parlato. C’è chi ha criticato la vettura alla fine dello scorso anno, ma è una macchina nuova e dobbiamo capirla. Dallara ha fatto un ottimo lavoro, insieme allo staff della IndyCar. Si sta andando nella giusta direzione. Il nuovo kit aerodinamico è sicuramente un po’ meglio di quello che c’era prima. Abbiamo visto alcuni piloti di qualità che hanno lavorato insieme e quando torneremo qui in Maggio avremo un buon punto di partenza.

Queste le velocità fatte registrare:

  1. Marco Andretti 218.625 mph
  2. Tony Kanaan 218.439 mph
  3. Scott Dixon 218.094 mph
  4. Helio Castroneves 216.942 mph
  5. JR Hildebrand 216.641 mph
  6. Justin Wilson 213.753 mph
  7. Mike Conway 212.767 mph
  8. Takuma Sato 212.573 mph
  9. Ed Carpenter 207.518 mph

Marco Strazzulla

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image