IndyCar – Toronto, Gara: Vince ancora Hunter-Reay

0

Ryan Hunter-Reay ha ottenuto la sua terza vittoria consecutiva stagionale nella IZOD IndyCar Series imponendosi nell’Honda Indy Toronto. Grazie a questa vittoria, il pilota americano sale in testa alla classifica del campionato. Alle spalle del pilota dell’Andretti Autosport si sono piazzati Charlie Kimball, al primo podio in carriera, e Mike Conway.

Al via il polesitter Dario Franchitti mantiene la leadership mentre Justin Wilson soffia la seconda posizione a Will Power. Al quarto giro il pilota australiano si riprende la posizione infilando Wilson al tornatino. Il giro dopo, nello stesso punto, Power attacca e supera Franchitti portandosi in prima posizione. All’ottavo giro un problema al motore pone fine alla gara di Scott Dixon, fino a quel momento quarto. Power allunga e si porta ad un vantaggio di 2.3 secondi su Franchitti all’11° giro. Simon Pagenaud, settimo, è il primo ad effettuare il pit stop al 14° giro, seguito il giro seguente da Ryan Briscoe. Al 17° giro si ferma James Hinchcliffe, proprio mentre Sebastien Bourdais passa Wilson per la terza posizione. Al 18° giro si ferma ai box Tony Kanaan, che uscendo tocca una gomma e viene penalizzato con un drive-through. Nello stesso giro leggero contatto tra Graham Rahal e Kimball al tornatino. Wilson si ferma ai box al 20° giro, seguito il giro seguente da Hunter-Reay. Power ha un vantaggio di 4.1 secondi su Franchitti quando al 24° giro Rahal finisce a muro provocando la prima caution della giornata. Dovendo allinearsi dietro la pace car, i primi, che non avevano ancora effettuato la propria sosta, si ritrovano in fondo al gruppo. Un problema al rifornimento fa scivolare Franchitti al ventesimo posto. Al restart, Pagenaud è in testa e comincia ad allungare su Hunter-Reay e Kanaan, autore di una grande ripartenza, mentre Hinchcliffe è costretto al ritiro per un problema al motore.

A circa metà gara Hunter-Reay e Kanaan cominciano a recuperare su Pagenaud, che rientra al pit al 48° giro, perdendo secondi preziosi per un problema al fissaggio della ruota posteriore destra. Tre giri dopo si ferma Kanaan, seguito da Power e Conway al 53° giro, Bourdais ed Helio Castroneves al 54° e Hunter-Reay e Wilson al 55°. Un paio di giri dopo Power si tocca con Josef Newgarden, danneggiando l’alettone anteriore e forando una gomma. L’australiano torna una prima volta ai box, per poi tornarci nuovamente al 61° giro per sostituire il musetto. Al 66° si ritira Wilson, dopo un contatto contro un muretto che gli danneggia una sospensione. Hunter-Reay continua a condurre su Kanaan, Pagenaud, Kimball, Briscoe e Newgarden. Al 72° giro Pagenaud attacca e supera Kanaan al tornatino, ma entrambi vengono passati da Kimball. Kanaan comincia a rallentare per conservare carburante e viene passato in successione da Briscoe, Newgarden, Rubens Barrichello e Bourdais. Al 77° giro Newgarden cerca di superare Pagenaud al solito tornatino, ma va troppo lungo e finisce contro le gomme, provocando la seconda caution. Pagenaud, Briscoe e Barrichello sono costretti a rientrare ai box per rifornire. Al restart, a due giri dalla fine, Hunter-Reay mantiene la testa, mentre Bourdais viene spedito a muro alla prima curva da Kimball mentre si giocavano la seconda posizione. Due curve dopo, contatto tra Franchitti e Briscoe e tamponamento tra Marco Andretti, Pagenaud e Ed Carpenter. La gara finisce così in regime di caution, con Hunter-Reay davanti a Kimball e Conway. Kanaan e Oriol Servia chiudono la top 5, Castroneves, JR Hildebrand, James Jakes, Takuma Sato e Alex Tagliani la top 10. Adesso Hunter-Reay è primo in campionato con 34 punti di vantaggio su Power, 46 su Castroneves e 54 su Dixon.

Nella gara della Firestone Indy Lights, disputata sabato pomeriggio, Gustavo Yacaman ha ottenuto la sua seconda vittoria stagionale, precedendo di due secondi Sebastian Saavedra. Ha completato il podio il polesitter Victor Carbone. Solo sesto il leader del campionato Esteban Guerrieri, dopo un contatto al primo giro con il compagno di squadra Tristan Vautier (undicesimo al traguardo). Ora Guerrieri ha un vantaggio di 21 punti su Vautier, 32 su Saavedra e 47 su Yacaman.

Marco Strazzulla

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image