F1 – Test Mugello: Le novità tecniche

0

Ieri si sono conclusi i tre giorni di test sul circuito italiano del Mugello, in cui i vari team hanno potuto testare le varie novità e aggiornamenti  tecnici apportati alle propie vetture, che debutteranno  nel prossimo Gran Premio di Spagna a Barcellona.

La scuderia più attesa è stata la Ferrari, che come novità principale ha testato i nuovi scarichi  in stile Mercedes. La parte di carrozzeria che avvolge i terminali è in carbonio  e per migliorare lo smaltimento termico presenta tre feritoie.

L’altra novità firmata dal team di Maranello è il nuovo alettone posteriore,di stile McLaren Mercedes, con la presenza di sei feritoie orizzontali poste a metà paratia e con quattro bandelle in carbonio verticali poste alla base di esse.

Anche il cofano motore della F2012 presenta delle modifiche nelle sue forme. Esso mostra un rigonfiamento in cui si sospetta che possa “nascondere” il famoso sistema F-duct a cui anche la Ferrari sta lavorando. Infine modificati anche i turning vanes che presentano un profilo sdoppiato e svergolato verso l’esterno.

La scuderia più attiva e con molte novità portate in questi tre giorni di test è stata la Sauber, la quale si è focalizzata  tra nuovi scarichi e alettone anteriore.Fatto curioso è accaduto nell’ultimo test- day in cui il team elvetico ha fatto girare le propie vetture con la presenza di alcuni condotti partenti dal retrotreno per poi inserirsi nella carrozzeria in corrispondenza delle protezioni laterali del pilota. A ciò subito si è pensato ad un sistema F-duct , ma il chief designer Matt Morris ha declinato ogni voce riguardante a ciò, affermando che tali condotti erano solo misuratori aerodinamici.

Chi sta lavorando realmente ad un sistema F-duct è la McLaren Mercedes che si è presentata anch’essa con una serie di condotti posti al retrotreno. Inoltre il team di Woking  ha concentrato il suo lavoro anche sugli sviluppi degli scarichi  presentando nella parte terminale delle pance  delle protuberanze che contengono i terminali di scarico, una soluzione che sfrutta l’effetto Coanda   grazie al quale i gas di scarico vengono indirizzati nelle zona tra il pneumatico e il diffusore.Su tale scelta stanno lavorando anche la Williams e la Force India.Invece la Red Bull si è dedicata agli sviluppi aerodinamici e ai vari setup

Infine c’è la Mercedes AMG che ha testato un nuovo alettone anteriore e uno posteriore con la presenza di un monkey seat  di grandi dimensioni, soluzione testata anche dalla McLaren Mercedes, e da un nuovo cambio in carbonio.

Ora per vedere chi ha fatto realmente dei progressi e chi ha indovinato soluzioni vincenti bisogna aspettare le prove libere del Gran Premio di Spagna, con il quale si apre la stagione europea di F1. Si prospetta un inizio avvincente!!!

Bartolomeo De Stefano

 

 

 

 

 

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image