Tag: Dani Pedrosa

MotoGP – Phillip Island, Qualifiche: La pole è di casa con Casey Stoner

Al termine di un turno di qualifiche non tiratissimo come ci si sarebbe potuto aspettare sotto il grigio cielo di Phillip Island, è stato il pilota di casa, Casey Stoner, ad agguantare la pole position, precedendo i due spagnoli in lotta per il titolo, Jorge Lorenzo e Daniel Pedrosa nell’ordine.

Ciò che ha destato scalpore è stato il tempo fatto segnare da un Casey dichiaratosi “non in perfetta forma” alla vigilia del weekend. L’australiano è riuscito a staccare di mezzo secondo Jorge, e di più di un secondo tutti gli altri pretendenti alla pole position. Alle spalle dei tre, in seconda fila si sono classificati Cal Crutchlow, Stefan Bradl ed Andrea Dovizioso, davanti ad Alvaro Bautista, Valentino Rossi ed a un fenomenale Randy De Puniet che con la sua modesta CRT si è messo alle spalle piloti del calibro di Nicky Hayden, Karel Abraham ed Hector Barbera. Ottimo lavoro anche del compagno di squadra di Randy, Aleix Espargarà, qualificatosi dodicesimo.

Per quanto riguarda gli altri italiani, Michele Pirro è quattordicesimo, Danilo Petrucci quindicesimo e Roberto Rolfo diciottesimo. Non esaltante la prestazione della wild-card australiana Kris McLaren: il bilancio recita ultima posizione e sei secondi di distacco dal connazionale Stoner, quindi fuori tempo massimo.

ORDINE DI PARTENZA

1 Casey STONER AUS Honda 1’29.623
2 Jorge LORENZO SPA Yamaha 1’30.140
3 Dani PEDROSA SPA Honda 1’30.575
4 Cal CRUTCHLOW GBR Yamaha 1’30.763
5 Stefan BRADL GER Honda 1’30.798
6 Andrea DOVIZIOSO ITA Yamaha 1’31.200
7 Alvaro BAUTISTA SPA Honda 1’31.490
8 Valentino ROSSI ITA Ducati 1’31.661
9 Randy DE PUNIET FRA ART 1’31.667
10 Nicky HAYDEN USA Ducati 1’31.681
11 Karel ABRAHAM CZE Ducati 1’31.910
12 Aleix ESPARGARO SPA ART 1’31.990
13 Hector BARBERA SPA Ducati 1’32.231
14 Michele PIRRO ITA FTR 1’33.050
15 Danilo PETRUCCI ITA Ioda-Suter 1’33.069
16 Colin EDWARDS USA Suter 1’33.450
17 James ELLISON GBR ART 1’33.489
18 Roberto ROLFO ITA ART 1’33.577
19 Ivan SILVA SPA BQR 1’34.156

Fabio Valente (twitter: @hwfabio)

MotoGP – Montmelò, gara: Lorenzo vince su Pedrosa ed allunga nel mondiale, Dovi 3°

Il quinto appuntamento stagionale con il mondiale MotoGP si conclude nel segno di Jorge Lorenzo. Il maiorchino vince sulla pista di casa, regolando un agguerrito Pedrosa e volando in testa alla classifica del campionato.

Al pronti via della gara, Pedrosa è protagonista di una partenza a razzo che lo porta in prima posizione, tallonato a sorpresa da Ben Spies che parte benissimo dalla quarta casella in griglia. L’americano, però, con l’intento di imporsi subito sullo spagnolo, esagera e cade al terzo giro, confermando un avvio di stagione davvero difficile e sfortunato. La sfida che si prospetta, quindi, è subito quella tra Dani e Jorge: i due si sorpassano più volte, ma sembra essere la Honda di Pedrosa la più  prestante tra le due moto. A circa metà gara, infatti, Lorenzo va largo e pare aver perso contatto con il connazionale, ma come di consueto nell’ultima parte di gara il Por Fuera tira fuori la grinta e a pochi giri dal termine si porta di nuovo all’inseguimento del primo posto. A sette giri dalla fine, l’alfiere di Yamaha approfitta di una piccola imbarcata di Pedrosa e lo passa iniziando a macinare decimi sull’avversario.

Pedrosa, quindi, si “accontenta” della seconda posizione, mentre Andrea Dovizioso riesce a parare gli attacchi di Stoner e sale sul terzo gradino del podio. Ed è proprio Stoner l’ago della bilancia di questa gara: dopo più di un anno di podi consecutivi, il campione del mondo in carica passa sul traguardo quarto, e permette a Lorenzo di allungare in classifica mondiale. Lo spagnolo, infatti, conquista una prima fuga mondiale andando a 115 punti, mentre l’australiano è a 95.

In quinta posizione troviamo invece Cal Crutchlow, che non riesce a confermare la buona qualifica del sabato, mentre Alvaro Bautista è sesto. Gara ancora in salita per Rossi, settimo sul traguardo e ancora alle prese con le difficoltà di una gara completamente asciutta in sella alla Ducati. A chiudere la top ten troviamo Stefan Bradl (8°), Nicky Hayden (9°) e Ben Spies (10°), che nonostante l’escursione sulla ghiaia riesce a ripartire e a concludere la gara. Primo delle CRT è Aleix Espargarò (13°) a più di un minuto dal primo classificato.

Fonte: MOTOGP.COM

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Montemelò, Gara:

1 25 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 164,4 43’07.681
2 20 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 164,1 +5.003
3 16 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 163,8 +9.361
4 13 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 163,8 +9.544
5 11 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 163,6 +12.506
6 10 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 163,5 +13.948
7 9 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 163,3 +17.555
8 8 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 162,9 +23.478
9 7 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 162,5 +30.410
10 6 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 162,3 +32.897
11 5 8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team Ducati 162,1 +36.144
12 4 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 160,9 +56.229
13 3 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 160,2 +1’08.054
14 2 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 160,1 +1’08.775
15 1 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 160,0 +1’10.483
16 77 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport ART 159,9 +1’13.090
17 54 Mattia PASINI ITA Speed Master ART 159,4 +1’20.903
18 68 Yonny HERNANDEZ COL Avintia Blusens BQR 159,4 +1’21.235
19 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda 158,2 +1’41.207
20 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR 158,2 +1’41.888
5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing Suter 151,5 1 Giro

MotoGp – Pedrosa arrestato mentre copiava ad un esame

 

Un’incredibile vicenda ha visto protagonista sabato scorso Dani Pedrosa. Il pilota spagnolo infatti è stato uno dei 21 arrestati dalla Guardia Civil di Valencia con l’accusa di falso in atto pubblico mentre si trovava al Politecnico della città a svolgere l’esame per la patente nautica.

Paula Sánchez de León, delegato del Governo, non ha fornito molti dettagli sulle identità, ma ha precisato che quattro erano i capi della truffa e si occupavano di suggerire tramite auricolare la risposte giuste ad almeno dieci dei fermati, tra cui Pedrosa, colto in flagrante con il cosiddetto “pinganillo” nell’orecchio. Ancora sconosciute le modalità di  trafugamento dei documenti secretati e sotto vigilanza della Consejería de Infraestructuras, Territorio y Medio Ambiente.

Dani, rilasciato in giornata, ha subito voluto dare una spiegazione formale a questo suo gesto, “Chiedo scusa ai fan e a chi crede in me per l’accaduto. Ho sbagliato dando ascolto a cattivi consigli. Spero di aver imparato la lezione. Ora voglio guardare avanti, sono un pilota di moto e questo fine settimana riparte il Mondiale in Qatar, quindi voglio concentrarmi esclusivamente sulla gara di domenica”.

Chiara Rainis

MotoGP – Test Sepang: Stoner in fuga davanti a Pedrosa, Rossi solo 10°

Si è conclusa oggi la seconda sessione di test invernali sulla pista di Sepang per i piloti della MotoGP. A fare il primo della classe è ancora una volta il campione del mondo in carica Casey Stoner: l’australiano ha lavorato su problemi di chattering e di consumo, ma in ogni caso ha terminato con il primo crono in 2′ 00.473. L’unico che lo insegue è il compagno di squadra Dani Pedrosa, che in sella alla Honda ottiene un 2′ 00.684, staccato di 175 millesimi da Stoner.

La sorpresa della giornata è senz’ombra di dubbio Andrea Dovizioso: l’italiano, con la M1 privata del team Tech 3, mette le ruote davanti alle Yamaha ufficiali, ma “viaggia” con un distacco superiore ai tre decimi rispetto al primo crono. Ad ogni modo tutto sembra andare per il verso giusto anche al box della casa dei tre diapason: Jorge Lorenzo, infatti, ha impressionato per il suo ritmo costante nella simulazione di gara eseguita in mattinata, ed ha terminato la sessione con il quarto tempo. Qualche imprevisto invece per Ben Spies, che gira poco ed è anche protagonista di una caduta senza conseguenze: l’americano termina nono a circa 1 secondo da Stoner. Ad ogni modo Yamaha sembra essere un vero e proprio osso duro per la stagione 2012: lo conferma anche il 5° tempo di Cal Crutchlow a circa 5 decimi di distacco.

Scorrendo la classifica dei tempi, è inevitabile notare che la Ducati più veloce non è una delle ufficiali, bensì quella privata di Hector Barberà (6°). Dopo i timidi sorrisi dei primi test di Sepang, la casa di Borgo Panigale torna a soffrire di forti distacchi: Valentino Rossi e Nicky Hayden, infatti, chiudono rispettivamente 10° e 11° a più di un secondo da Stoner.

Fonte: MotoGP.com 

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Sepang – Test 

1 Casey Stoner Repsol Honda Team 2:00.473 34
2 Dani Pedrosa Repsol Honda Team 2:00.648 +0.175 +0.175 40
3 Andrea Dovizioso Monster Yamaha Tech 3 2:00.802 +0.154 +0.329 54
4 Jorge Lorenzo Yamaha Factory Racing 2:00.877 +0.075 +0.404 51
5 Cal Crutchlow Monster Yamaha Tech 3 2:00.986 +0.109 +0.513 54
6 Hector Barbera Pramac Racing Team 2:01.231 +0.245 +0.758 66
7 Alvaro Bautista San Carlo Honda Gresini 2:01.275 +0.044 +0.802 51
8 Ben Spies Yamaha Factory Racing 2:01.432 +0.157 +0.959 28
9 Stefan Bradl LCR Honda 2:01.492 +0.060 +1.019 54
10 Valentino Rossi Ducati Team 2:01.550 +0.058 +1.077 57
11 Nicky Hayden Ducati Team 2:01.609 +0.059 +1.136 44
12 Franco Battaini Cardion AB Motoracing 2:03.490 +1.881 +3.017 39
13 Colin Edwards NGM Mobile Forward Racing 2:03.681 +0.191 +3.208 43
14 Yonny Hern?ndez Avintia Racing 2:06.632 +2.951 +6.159 48
15 Ivan Silva Avintia Racing 2:06.785 +0.153 +6.312 53

 

MotoGP – Test Sepang, Day 3: Casey Stoner il più veloce, Rossi 5°

Anche il terzo giorno di test malesi si è concluso nel segno di Casey Stoner. Il campione del mondo in carica, come di consueto, gira pochissimo e ottiene il massimo: il crono di 1′ 59. 607, inavvicinabile per gli altri piloti, lo fa segnare già al secondo giro in mattinata. A Jorge Lorenzo, quindi, non resta che accontentarsi del secondo tempo, ma staccato di ben 6 decimi dall’australiano. Stessa sorte per il compagno di squadra Ben Spies, protagonista di una caduta senza conseguenze: l’americano ottiene il quarto crono a più di 8 decimi di distacco. Tra le due M1 con il terzo tempo troviamo Dani Pedrosa che, nonostante una strabiliante (a quanto pare) RC231V, non riesce proprio a fare gli stessi tempi di Stoner e gira con circa 6 decimi di ritardo.

Il distacco supera il secondo dal quinto crono in giù, nello specifico con il tempo sul giro di Valentino Rossi. Il Dottore, infatti, totalizza un +1.217 da Casey, ritardo che si dimezza se comparato al crono di Lorenzo. Tutto sommato, quindi, Rossi si considera soddisfatto dai test e ammette che molti dei problemi dello scorso anno sono stati finalmente risolti. Dopo la GP12, quindi, troviamo la GPZero di Hector Barberà in sesta posizione, mentre segue Cal Crutchlow. Gli infortunati Andrea Dovizioso e Nicky Hayden, entrambi messi a dura prova tra condizioni fisiche e caldo torrido, terminano rispettivamente con l’8° e il 10° crono; tra loro si inserisce la Honda di Alvaro Bautista (9°).

Buio pesto, invece, per le CRT, destinate a correre un mondiale a parte. Il “migliore” è il veterano Edwards, 15° a più di 5 secondi dal primo crono, mentre le altre CRT superano addirittura i 10 secondi di distacco.

Fonte: GPone.com, MotoGP.com

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Test Sepang – Day 3

1 Casey Stoner Repsol Honda Team 1:59.607 21
2 Jorge Lorenzo Yamaha Factory Racing 2:00.198 +0.591 +0.591 35
3 Dani Pedrosa Repsol Honda Team 2:00.256 +0.058 +0.649 26
4 Ben Spies Yamaha Factory Racing 2:00.495 +0.239 +0.888 16
5 Valentino Rossi Ducati Team 2:00.824 +0.329 +1.217 42
6 Hector Barbera Pramac Racing Team 2:00.929 +0.105 +1.322 40
7 Cal Crutchlow Monster Yamaha Tech 3 2:01.108 +0.179 +1.501 26
8 Andrea Dovizioso Monster Yamaha Tech 3 2:01.257 +0.149 +1.650 40
9 Alvaro Bautista San Carlo Honda Gresini 2:01.384 +0.127 +1.777 34
10 Nicky Hayden Ducati Team 2:01.729 +0.345 +2.122 19
11 Stefan Bradl LCR Honda 2:01.894 +0.165 +2.287 38
12 Karel Abraham Cardion AB Motoracing 2:02.218 +0.324 +2.611 38
13 Katsuyuki Nakasuga Yamaha Factory 2:02.334 +0.116 +2.727 27
14 Franco Battaini Ducati Team 2:03.033 +0.699 +3.426 35
15 Colin Edwards NGM Mobile Forward Racing 2:04.722 +1.689 +5.115 36
16 Ivan Silva Avintia Racing 2:08.225 +3.503 +8.618 41
17 Robertino Pietri Avintia Racing 2:09.640 +1.415 +10.033 16
18 Jordi Torres Avintia Racing 2:10.184 +0.544 +10.577 29

MotoGP – Test Sepang, Day 2: Stoner al comando, Yamaha insegue, Rossi 7°

La seconda giornata dei test ufficiali sul tracciato di Sepang vede il ritorno di Casey Stoner al primo posto della classifica dei tempi. Non è bastato, infatti, un banale infortunio alla schiena per fermare l’australiano che, facendo meno giri di tutti i piloti in pista, è stato l’unico a scendere sotto il muro dei 2′.01.

Per pochissimi millesimi non ci è riuscito, invece, Ben Spies, particolarmente in forma in sella alla sua M1 1000cc: il texano insegue Stoner a poco più di un decimo di distacco, ma si piazza davanti al compagno di squadra Lorenzo, terzo a +0.173 dal primo tempo. Dopo le due Yamaha, troviamo la seconda Honda ufficiale, quella di Dani Pedrosa: lo spagnolo, però, rispetto ai primi tre classificati  soffre di un distacco maggiore, circa 6 decimi. Stesso distacco anche per Cal Crutchlow, che tuttavia continua a stupire con la M1 privata del team Tech 3, mentre sono 8 i decimi di ritardo che totalizza Hector Barberà, anche lui particolarmente in forma in sella alla GPZero del team Pramac.

E’ infatti la Desmosedici dello spagnolo la prima in classifica, seguita dalla GP12 di Valentino Rossi. Il Dottore chiude infatti con il settimo tempo a circa 9 decimi da Stoner, ma non sembra per niente aver perso l’ottimismo. Rossi ha infatti effettuato un totale di 44 giri provando diversi regolamenti della nuova D16, ed è apparso soddisfatto a fine sessione. A chiudere la top ten troviamo Alvaro Bautista (8°) e i due piloti recentemente infortunati, Andrea Dovizioso (9°) e Nicky Hayden (10°): i tre riders terminano con distacchi superiori al secondo.

Fonte: MotoGP.com 

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Test Sepang – Day 2 

1 Casey Stoner 2:00.895 29
2 Ben Spies 2:01.052 +0.157 +0.157 37
3 Jorge Lorenzo 2:01.068 +0.016 +0.173 40
4 Dani Pedrosa 2:01.508 +0.440 +0.613 35
5 Cal Crutchlow 2:01.565 +0.057 +0.670 42
6 Hector Barbera 2:01.788 +0.223 +0.893 50
7 Valentino Rossi 2:01.886 +0.098 +0.991 44
8 Alvaro Bautista 2:01.933 +0.047 +1.038 46
9 Andrea Dovizioso 2:02.160 +0.227 +1.265 42
10 Nicky Hayden 2:02.354 +0.194 +1.459 41
11 Stefan Bradl 2:02.414 +0.060 +1.519 41
12 Karel Abraham 2:02.598 +0.184 +1.703 66
13 *Katsuyuki Nakasuga 2:02.941 +0.343 +2.046 40
14 *Franco Battaini 2:04.311 +1.370 +3.416 38
15 Colin Edwards 2:05.603 +1.292 +4.708 37
16 Ivan Silva 2:10.297 +4.694 +9.402 16
17 Jordi Torres 2:11.893 +1.596 +10.998 2
18 Robertino Pietri 2:12.546 +0.653 +11.651 5

*: collaudatori

MotoGP – Test Sepang, Day 1: Lorenzo al comando, Rossi 5° in recupero

Si è appena conclusa la prima giornata di test ufficiali MotoGP sul tracciato di Sepang. Le novità sono molte, ad iniziare dal campione in carica Casey Stoner: l’australiano, infatti, ha rimediato uno stiramento alla schiena ed è riuscito a compiere solo qualche giro in sella alla Honda. Senza Stoner a fare il primo della classe, Jorge Lorenzo si è impossessato subito del comando della classifica, ed è stato l’ unico a scendere sotto il muro del 2′ 02. Dani Pedrosa, infatti, lo segue staccato di più di tre decimi, mentre a seguire troviamo le altre due Yamaha di Cal Crutchlow e Ben Spies con un distacco di circa 5 decimi.

Oltre ad Honda e Yamaha, sembra arrivare qualche timido sorriso anche in casa Ducati, dove Valentino Rossi e la GP12 iniziano a dare segnali incoraggianti. Il Dottore, infatti, ha migliorato i suoi tempi nel corso della giornata, ed ha terminato in quinta posizione con un distacco di circa 7 decimi da Lorenzo. Con il sesto crono troviamo Andrea Dovizioso, recentemente operato dopo un infortunio: il neo pilota di Yamaha Tech 3 riesce comunque a staccare dei buoni tempi e chiude con 1 secondo di ritardo. Ricordiamo che oltre al Dovi, anche Nicky Hayden è reduce da un brutto incidente in allenamento: ad ogni modo l’americano è presente ai test e ha terminato la prima giornata con il 10° tempo (+ 1.494).

Ancora troppo arretrate, invece, le CRT a Sepang. L’esperto Colin Edwards, infatti, stacca un crono con ben 6 secondi e mezzo di ritardo da Lorenzo, mentre le altre due CRT di Avintia Racing girano con ben 9 secondi di distacco.

Fonte: MotoGP.com 

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Test Sepang – Day 1

1 Jorge Lorenzo Yamaha Factory Racing 2:01.657 30
2 Dani Pedrosa Repsol Honda Team 2:02.003 +0.346 +0.346 48
3 Cal Crutchlow Monster Yamaha Tech 3 2:02.221 +0.218 +0.564 32
4 Ben Spies Yamaha Factory Racing 2:02.234 +0.013 +0.577 28
5 Valentino Rossi Ducati Team 2:02.392 +0.158 +0.735 43
6 Andrea Dovizioso Monster Yamaha Tech 3 2:02.751 +0.359 +1.094 20
7 Hector Barbera Pramac Racing Team 2:02.773 +0.022 +1.116 41
8 *Katsuyuki Nakasuga Yamaha Factory 2:02.829 +0.056 +1.172 32
9 Alvaro Bautista San Carlo Honda Gresini 2:02.869 +0.040 +1.212 45
10 Nicky Hayden Ducati Team 2:03.151 +0.282 +1.494 33
11 Stefan Bradl LCR Honda 2:03.668 +0.517 +2.011 44
12 Karel Abraham Cardion AB Motoracing 2:03.781 +0.113 +2.124 45
13 *Franco Battaini Ducati Team 2:04.986 +1.205 +3.329 35
14 Casey Stoner Repsol Honda Team 2:07.163 +2.177 +5.506 4
15 Colin Edwards NGM Mobile Forward Racing 2:08.240 +1.077 +6.583 21
16 Jordi Torres Avintia Racing 2:10.671 +2.431 +9.014 42
17 Ivan Silva Avintia Racing 2:11.267 +0.596 +9.610 12

*: collaudatori

MotoGP – Valencia, gara: incredibile Spies, ma Stoner lo beffa in volata

Si è da poco concluso il GP della Comunità Valenciana, ultimo appuntamento dell’anno della classe MotoGP. Le protagoniste sono state ancora le Honda pilotate da Stoner, Pedrosa e Dovizioso, ma Ben Spies ha cercato in tutti i modi di contrastare il dominio HRC regalando dei giri al cardiopalma.

Allo spegnersi dei semafori, i piloti non percorrono neanche qualche metro che già si presenta il primo colpo di scena. Alvaro Bautista, infatti, perde il controllo della sua Suzuki e coinvolge nella caduta le Ducati di Valentino Rossi, Nicky Hayden e Randy De Puniet, fortunatamente senza nessuna conseguenza fisica. Nel frattempo al comando della gara si impone Casey Stoner che già dalle prime battute prende un vantaggio consistente sugli avversari.

Con Stoner al top, i protagonisti dei primi giri sono infatti gli altri due piloti di casa HRC: Pedrosa e Dovizioso sono in bagarre sia per il secondo posto in gara, sia per la terza posizione della classifica generale. Anche Ben Spies cerca di aggiungersi alla lotta, ma la sua M1 sembra proprio non avere il ritmo necessario per stare con le Honda.

A 18 giri dalla fine, la battaglia tra il Dovi e Pedrosa si riscalda: i due infatti centrano una serie di sorpassi e controsorpassi, ma lo spagnolo resiste in seconda posizione. Dopo qualche tornata, però, l’italiano riesce a passarlo, mentre anche Spies si porta sui due piloti in bagarre. Da metà gara in poi, infatti, la lotta per la seconda posizione diventa a tre, con Texas Terror che cerca in tutti i modi di contrastare le due Honda davanti.

A sette giri dalla fine, è proprio l’americano di Yamaha che diventa il protagonista indiscusso del GP. Spies, infatti, approfitta delle difficoltà di Pedrosa e lo passa portandosi su Dovizioso. In poche curve riesce a passare anche l’italiano, e tira fuori un ritmo incredibile sulla pista umida di pioggia. In pochi giri, però, date le gocce che scendono sul tracciato, anche Stoner perde terreno e viene raggiunto e passato dall’americano che si porta in testa alla gara. Tuttavia il colpo di scena finale giunge sul traguardo: l’australiano riesce a beffare Spies proprio in volata vincendo l’ultima gara dell’anno per soli 15 millesimi.

Fonte: MOTOGP.COM 

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Valencia – Gara

1 25 27 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 149,2 48’18.645
2 20 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 149,2 +0.015
3 16 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 148,9 +5.936
4 13 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 148,8 +8.718
5 11 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 148,7 +9.321
6 10 89 Katsuyuki NAKASUGA JPN Yamaha Factory Racing Yamaha 148,0 +23.818
7 9 41 Josh HAYES USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 147,5 +33.118
8 8 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 147,3 +37.952
9 7 65 Loris CAPIROSSI ITA Pramac Racing Team Ducati 146,7 +48.953
10 6 24 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP Honda 146,6 +52.501
11 5 8 Hector BARBERA SPA Mapfre Aspar Team MotoGP Ducati 145,9 +1’06.519
12 4 7 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini Honda 145,8 +1’08.760
Non classificato
14 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team Ducati 0 Giro
19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 0 Giro
46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 0 Giro
69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 0 Giro

MotoGP – Valencia, qualifiche: Stoner conquista la 12° pole stagionale

Si sono da poco concluse le prove ufficiali del GP della Comunità Valenciana, ultimo appuntamento stagionale della MotoGP. A conquistare la pole è ancora una volta Casey Stoner: nonostante delle condizioni della pista difficili a causa del tempo incerto, l’australiano fa comunque la differenza e riesce a rifilare ben un secondo a Dani Pedrosa.

Dietro allo spagnolo in seconda posizione, troviamo Ben Spies. Anche l’americano riesce a far bene nonostante le varie contusioni rimediate nelle ultime cadute ed è terzo a più di 1 secondo da Stoner, mentre con il quarto tempo troviamo la prima Ducati in classifica, quella di Randy De Puniet. Quinta posizione invece per Alvaro Bautista, sempre più convincente in sella all’unica Suzuki dello schieramento, mentre migliora anche Valentino Rossi. Il Dottore partirà domani dalla sesta casella, ma il distacco dalla pole è ancora di 1 secondo e 6 decimi.

In settima posizione troviamo l’altra Desmosedici ufficiale di Nicky Hayden, che riesce a mettere le ruote davanti alla Honda di Andrea Dovizioso (8°). L’italiano di HRC è stato protagonista di una scivolata negli ultimi minuti di qualifiche e ha rimediato una brutta distorsione al pollice sinistro, ma riuscirà comunque a prendere parte alla gara di domani. A chiudere le prime dieci posizioni della griglia di partenza troviamo le due Ducati di Barberà e Abraham, con un distacco superiore ai 2 secondi rispetto a Stoner.

Da segnalare il 15° tempo di Nakasuga, collaudatore che a Valencia prende il posto di Jorge Lorenzo, mentre l’americano Hayes è 16° con la M1 di Edwards assente per l’infortunio rimediato a Sepang.

Fonte: MOTOGP.COM

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Valencia – Qualifiche

1 27 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 309,9 1’31.861
2 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 309,4 1’32.875 1.014 / 1.014
3 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 303,0 1’33.057 1.196 / 0.182
4 14 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team Ducati 305,1 1’33.118 1.257 / 0.061
5 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 305,6 1’33.443 1.582 / 0.325
6 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 303,7 1’33.478 1.617 / 0.035
7 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 304,2 1’33.656 1.795 / 0.178
8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 306,8 1’33.824 1.963 / 0.168
9 8 Hector BARBERA SPA Mapfre Aspar Team MotoGP Ducati 307,8 1’34.186 2.325 / 0.362
10 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 306,6 1’34.265 2.404 / 0.079
11 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 303,1 1’34.329 2.468 / 0.064
12 65 Loris CAPIROSSI ITA Pramac Racing Team Ducati 303,3 1’34.671 2.810 / 0.342
13 24 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP Honda 313,2 1’34.680 2.819 / 0.009
14 7 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini Honda 305,7 1’34.838 2.977 / 0.158
15 89 Katsuyuki NAKASUGA JPN Yamaha Factory Racing Yamaha 299,9 1’35.999 4.138 / 1.161
16 41 Josh HAYES USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 296,1 1’36.042 4.181 / 0.043

MotoGP – Valencia, prove libere: Stoner al comando, Pedrosa e Rossi inseguono

I piloti della classe regina sono scesi in pista quest’oggi per aprire il particolare fine settimana di gara valenciano. Nel cuore e nella testa di tutta la comunità MotoGP è ancora caldo il ricordo di Marco Simoncelli, tragicamente scomparso nello scorso appuntamento di Sepang. Svariate le manifestazioni d’affetto per ricordare il 24enne pilota italiano: il box del team San Carlo Honda Gresini è stato aperto lasciando al centro in bella mostra la moto del numero 58. Non sono da meno i compagni di categoria, scesi in pista con l’obiettivo di offrire il miglior weekend di gara possibile come omaggio alla memoria del pilota scomparso.

Si fa subito vedere l’attuale Campione del Mondo Casey Stoner (Repsol Honda), che nelle battute finali va a posizionarsi sulla riga più alta della tabella dei tempi. L’australiano, giunto 2º nella gara valenciana del 2010 dopo essere scattato dalla pole, firma un crono rapido di 1:45.513.

Alle sue spalle si piazza il compagno di squadra Dani Pedrosa (Repsol Honda), l’unico pilota capace di vincere sul circuito Ricardo Tormo con le tre differenti categorie. Lo spagnolo gira con un 1:45.736, a 223 millesimi da Stoner.

Ottimo terzo tempo per Valentino Rossi (Ducati Team), che nel terzultimo dei 19 giri portati a termine supera la linea del traguardo con un 1:45.828 che lo vede chiudere a soli 315 millesimi dal leader del turno. L’italiano domani scenderà in pista con un casco appositamente disegnato per rendere omaggio all’amico Marco Simoncelli.

Coppia di Desmosedici ad occupare la quarta e la quinta posizione: l’americano Nicky Hayden (Ducati Team) è autore del 4º tempo (1:46.073 per lui), mentre l’italiano Loris Capirossi (Pramac Racing) blocca il cronometro sull’1:46.108 che gli vale la 5ª piazza finale.

Questo sarà un weekend particolare per Loris Capirossi (Pramac Racing): subito dopo la prova valenciana il veterano della MotoGP farà calare il sipario sulla sua brillante e luminosa carriera durata ben 22 anni. L’italiano renderà omaggio alla memoria dell’amico Marco Simoncelli scendendo in pista con una versione particolare della sua Desmosedici, dove il numero 58 sostituirà per tutto il fine settimana lo storico 65.

Lo schieramento prosegue poi con l’americano Ben Spies (Yamaha Factory Racing), 6º con il suo 1:46.259 (+0.746s), il francese Randy de Puniet (Pramac Racing), 7º con un 1:46.371 (+0.858s), e il pilota di casa Toni Elias (LCR Honda), in 8ª posizione forte del suo 1:46.393 (+0.880s).

Solo 9º Andrea Dovizioso (Repsol Honda), che non riesce ad andare sotto l’1:46.402 terminando così il turno con 889 millesimi di gap dal compagno di squadra in vetta. Dietro di lui troviamo poi Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), Hector Barberà (Mapfre Aspar Team), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), il sostituto di Colin Edwards Josh Hayes (Monster Yamaha Tech 3), e il sostituto di Jorge Lorenzo Katsuyuki Nakasuga (Yamaha Factory Racing).

Fonte: MOTOGP.COM