Tag: Valentino Rossi

Pneumatici Michelin nella MotoGP dal 2016

L’azienda francese Michelin prenderà il posto della giapponese Bridgestone e diventerà il fornitore unico di pneumatici del campionato mondiale MotoGP a partire dalla stagione 2016. Dopo 8 anni di assenza, la casa francese sta cercando di prepararsi al meglio; per questa ragione ha svolto una serie di collaudi sui diversi marchi per il perfezionamento dei propri pneumatici in vista della prossima stagione. I collaudatori e i piloti durante le prove hanno valutato non solo gli pneumatici, ma anche il comportamento delle moto con la nuova misura da 17”. I test hanno avuto lo scopo di selezionare le mescole in modo da poter passare alla produzione e assegnazione degli pneumatici.
Leggi tutto

MotoGP – Phillip Island, Gara: La vittoria è di Stoner, il titolo è di Lorenzo

La gara decisiva per l’assegnazione del titolo mondiale MotoGP è stata proprio quella corsa in Australia, sul magico circuito di Phillip Island. Dalla pole è scattato il padrone di casa Casey Stoner, ma già nel primo giro Daniel Pedrosa gli ha soffiato la testa della corsa. Lo spagnolo, nel tentativo di staccare il resto del gruppo e vincere in solitaria senza preoccupazioni, ha cominciato subito a spingere; la scelta è stata fatale quanto decisiva, poichè un entrata leggermente più larga alla curva quattro della seconda tornata lo ha portato ad una caduta alquanto inaspettata, che ha deciso sin dall’inizio della gara le sorti della lotta all’iride.

Senza più pressioni, Jorge Lorenzo non ha tenuto il ritmo di Stoner, che ha dominato i restanti venticinque giri fin sotto alla bandiera a scacchi. Lo spagnolo della Yamaha è giunto in seconda posizione con un distacco di poco inferiore ai dieci secondi, precedendo la Yamaha Tech3 di Cal Crutchlow, al secondo podio della stagione. L’unica battaglia ad entusiasmare la gara è stata quella per il quarto posto, decisasi in una volata nell’ordine dei centesimi di secondo tra Andrea Dovizioso, Alvaro Bautista e Stefan Bradl, giunti rispettivamente quarto, quinto e sesto. Alle loro spalle la volata tra le due Ducati ufficiali, con Valentino Rossi che ha preceduto Nicky Hayden.

Tra le CRT la “vittoria” è di Aleix Espargarò, decimo in gara davanti al compagno di team Randy De Puniet, cadute invece per Ellison, Edwards e Rolfo.

ORDINE D’ARRIVO:

1 Casey STONER AUS Honda 41’01.324
2 Jorge LORENZO SPA Yamaha +9.223
3 Cal CRUTCHLOW GBR Yamaha +14.570
4 Andrea DOVIZIOSO ITA Yamaha +23.303
5 Alvaro BAUTISTA SPA Honda +23.432
6 Stefan BRADL GER Honda +23.467
7 Valentino ROSSI ITA Ducati +37.113
8 Nicky HAYDEN USA Ducati +38.387
9 Karel ABRAHAM CZE Ducati +52.613
10 Aleix ESPARGARO SPA ART +1’00.299
11 Randy DE PUNIET FRA ART +1’00.342
12 Hector BARBERA SPA Ducati +1’21.951
13 Danilo PETRUCCI ITA Ioda-Suter +1’27.857
14 Michele PIRRO ITA FTR 1 Lap
15 Ivan SILVA SPA BQR 1 Lap
Non Classificati
Roberto ROLFO ITA ART 9 Laps
Colin EDWARDS USA Suter 21 Laps
James ELLISON GBR ART 22 Laps
Dani PEDROSA SPA Honda 26 Laps

CLASSIFICA MONDIALE:

1 Jorge LORENZO Yamaha SPA 350
2 Dani PEDROSA Honda SPA 307
3 Casey STONER Honda AUS 238
4 Andrea DOVIZIOSO Yamaha ITA 208
5 Alvaro BAUTISTA Honda SPA 165
6 Valentino ROSSI Ducati ITA 157
7 Cal CRUTCHLOW Yamaha GBR 151
8 Stefan BRADL Honda GER 135
9 Nicky HAYDEN Ducati USA 122
10 Ben SPIES Yamaha USA 88
11 Hector BARBERA Ducati SPA 83
12 Aleix ESPARGARO ART SPA 69
13 Randy DE PUNIET ART FRA 58
14 Karel ABRAHAM Ducati CZE 50

Fabio Valente (twitter: @hwfabio)

MotoGP – Phillip Island, Qualifiche: La pole è di casa con Casey Stoner

Al termine di un turno di qualifiche non tiratissimo come ci si sarebbe potuto aspettare sotto il grigio cielo di Phillip Island, è stato il pilota di casa, Casey Stoner, ad agguantare la pole position, precedendo i due spagnoli in lotta per il titolo, Jorge Lorenzo e Daniel Pedrosa nell’ordine.

Ciò che ha destato scalpore è stato il tempo fatto segnare da un Casey dichiaratosi “non in perfetta forma” alla vigilia del weekend. L’australiano è riuscito a staccare di mezzo secondo Jorge, e di più di un secondo tutti gli altri pretendenti alla pole position. Alle spalle dei tre, in seconda fila si sono classificati Cal Crutchlow, Stefan Bradl ed Andrea Dovizioso, davanti ad Alvaro Bautista, Valentino Rossi ed a un fenomenale Randy De Puniet che con la sua modesta CRT si è messo alle spalle piloti del calibro di Nicky Hayden, Karel Abraham ed Hector Barbera. Ottimo lavoro anche del compagno di squadra di Randy, Aleix Espargarà, qualificatosi dodicesimo.

Per quanto riguarda gli altri italiani, Michele Pirro è quattordicesimo, Danilo Petrucci quindicesimo e Roberto Rolfo diciottesimo. Non esaltante la prestazione della wild-card australiana Kris McLaren: il bilancio recita ultima posizione e sei secondi di distacco dal connazionale Stoner, quindi fuori tempo massimo.

ORDINE DI PARTENZA

1 Casey STONER AUS Honda 1’29.623
2 Jorge LORENZO SPA Yamaha 1’30.140
3 Dani PEDROSA SPA Honda 1’30.575
4 Cal CRUTCHLOW GBR Yamaha 1’30.763
5 Stefan BRADL GER Honda 1’30.798
6 Andrea DOVIZIOSO ITA Yamaha 1’31.200
7 Alvaro BAUTISTA SPA Honda 1’31.490
8 Valentino ROSSI ITA Ducati 1’31.661
9 Randy DE PUNIET FRA ART 1’31.667
10 Nicky HAYDEN USA Ducati 1’31.681
11 Karel ABRAHAM CZE Ducati 1’31.910
12 Aleix ESPARGARO SPA ART 1’31.990
13 Hector BARBERA SPA Ducati 1’32.231
14 Michele PIRRO ITA FTR 1’33.050
15 Danilo PETRUCCI ITA Ioda-Suter 1’33.069
16 Colin EDWARDS USA Suter 1’33.450
17 James ELLISON GBR ART 1’33.489
18 Roberto ROLFO ITA ART 1’33.577
19 Ivan SILVA SPA BQR 1’34.156

Fabio Valente (twitter: @hwfabio)

Blancpain Endurance – Nurburgring, Qualifica: BMW Z4 in pole al ring

a cura di Marco Borgo

BMW Z4 del team Marc VDS in pole position per la gara della Blancpain Endurance series al Nurburgring. A cogliere la pole è stato Maxime Martin dell’equipaggio completato dai compagni Marcus Palttala e Bas Leinders. BMW che si è scontrata con l’Audi R8 con cui si è spartita equamente le prime due file della griglia: sulle posizioni dispari le BMW, sulle posizioni pari l’Audi.

Seconda piazza dunque per l’equipaggio Ludwig/Primat/Rast seguiti da Franchi/Lauda/Kechele. Quarta piazza per l’italiano Marco Bonanomi assieme ai compagni Laurens Vanthoor e Peter Sandstroem alla guida della seconda Audi in griglia. Sesto posto per l’euipaggio tutto tricolore formato da Davide Rigon, Stefano Gattuso e Daniel Zampieri.

Soffre un po’ a Porsche che vede la prima vettura in griglia classificarsi in nona posizione. Addirittura fuori dalla top ten la prima rappresentante della McLaren. Ventitreesima piazzola di partenza per Valentino Rossi (su Ferrari 458) assieme ai compagni Alessio Salucci ed Andrea Ceccato.

Nurburgring, Qualifica

1. Leinders/Palttala/Martin – BMW Z4 – 1’56.639
2. Ludwig/Primat/Rast – Audi R8 LMS – 1’56.848
3. Franchi/Lauda/Kechele – BMW Z4 – 1’56.975
4. Bonanomi/Sandstroem/Vanthoor – Audi R8 LMS – 1’57.234
5. Cheng/Parisy/Bleekemolen – Mercedes SLS AMG – 1’57.386
6. Rigon/Gattuso/Zampieri – Ferrari 458 Italia – 1’57.430
7. Hayek/Kox – Lamborghini Gallardo LP600 – 1’57.587
8. Cameron/Griffin – Ferrari 458 Italia – 1’57.708
9. Goossens/Maassen/Hennerici – Porsche 997 GT3 – 1’57.751
10. Hirschi/Guilvert/Lunardi – Audi R8 LMS – 1’57.828
11. Longin/Hezemans/Moser – BMW Z4 – 1’57.839
12. Hassid/Beltoise – Porsche 997 GT3 – 1’57.885
13. Morley/Jans/Edwards – Mercedes SLS AMG – 1’57.856
14. Wainwright/Bell – MCLaren MP4-12C – 1’57.954
15. Goueslard/Beaubelique/Badey – Ferrari 458 Italia – 1’58.013
16. Gerber/Ide/Cioci – Ferrari 458 Italia – 1’58.027
17. Haase/Mies/Ortelli – Audi R8 LMS – 1’58.059
18. Habets/Danyliw/Knap – BMW Z4 – 1’58.132
19. Dermont/Tuchbant/Leclerc – Porsche 997 GT3 – 1’58.157
20. Garofano/Bastian/Den Boer – BMW Z4 – 1’58.213
21. Hommerson/Machiels/Bertolini – Ferrari 458 Italia – 1’58.291
22. Riegel/Stursberg/Westbrook – Porsche 997 GT3 – 1’58.358
23. Salucci/Ceccato/Rossi – Ferrari 458 Italia – 1’58.448
24. Draper/Draper/Jelley – McLaren MP4-12C – 1’58.526
25. Smith/Twyman/Millroy – BMW Z4 – 1’58.532
26. Derdaele/Van Splunteren/Soulet – Porsche 997 GT3 – 1’58.544
27. Demoustier/Tappy – McLaren MP4-12C – 1’58.664
28. Lanchere/O’Brien/Despinasse – Ferrari 458 Italia – 1’58.797
29. Clement/Pla/Armindo – Porsche 997 GT3 – 1’58.958
30. Ardagna Perez/Ciro/Brown – Ferrari 458 Italia – 1’58.981
31. Belshaw/Wilkins/Christodolou – Audi R8 LMS – 1’59.053
32. Mondron/Thiry – McLaren MP4-12C – 1’59.058
33. Ricci/Balthazard/Policand – Ferrari 458 Italia – 1’59.136
34. Price/Groger/Barff – McLaren MP4-12C – 1’59.196
35. Andersen/Jensen – Ferrari 458 Italia – 1’59.197
36. Amos/Petrobelli/Bonacini – Ferrari 458 Italia – 1’59.274
37. Goethe/Hall – McLaren MP4-12C – 1’59.276
38. Latinne/Dupont/Verbegt – Aston Martin V12 – 1’59.369
39. Ara/Verdonck/Franchitti – Mclaren MP4-12c – 1’59.518
40. Brunsted/Bender/Roos – Audi R8 LMS – 2’00.116
41. Bruneau/Gosselin/Rostan – Ferrari 458 Italia – 2’01.107
42. Cabannes/Michal/Thuner – Lamborghini Gallardo LP520 – 2’01.150
43. Hissom/Hirschi/Giaque – Audi R8 LMS – 2’03.252
44. Mallegol/Blank/Bachelier – Ferrari 458 Italia – 2’03.543
45. Desbrueres/Kelders – Porsche 997 GT3 – 2’04.440

Blancpain Endurance – Nurburgring, preview: Valentino Rossi al via del 5° round

a cura di Marco Borgo

Valentino Rossi ha annunciato la sua prezenza al quinto round della Blancpain Endurance Series che si correrà questa domenica al Nurburgring. Dopo aver disputato l’apertura stagionale sul bagnatissimo tracciato di Monza in coppia con l’amico “Uccio”, il motociclista di Tavullia tornerà nuovamente a calarsi sull’abitacolo della Ferrari 458 Italia numero 46 gestita dal team Kessel, affiancati questa volta anche da Andrea Ceccato.

La serie endurance creata da Stephane Ratel, curatore di FIA GT1 e European GT3, si conferma come una categoria molto apprezzata che nel secondo anno di vita ha fatto della presenza in posta di 50 vetture una costanza.

MotoGP – Montmelò, gara: Lorenzo vince su Pedrosa ed allunga nel mondiale, Dovi 3°

Il quinto appuntamento stagionale con il mondiale MotoGP si conclude nel segno di Jorge Lorenzo. Il maiorchino vince sulla pista di casa, regolando un agguerrito Pedrosa e volando in testa alla classifica del campionato.

Al pronti via della gara, Pedrosa è protagonista di una partenza a razzo che lo porta in prima posizione, tallonato a sorpresa da Ben Spies che parte benissimo dalla quarta casella in griglia. L’americano, però, con l’intento di imporsi subito sullo spagnolo, esagera e cade al terzo giro, confermando un avvio di stagione davvero difficile e sfortunato. La sfida che si prospetta, quindi, è subito quella tra Dani e Jorge: i due si sorpassano più volte, ma sembra essere la Honda di Pedrosa la più  prestante tra le due moto. A circa metà gara, infatti, Lorenzo va largo e pare aver perso contatto con il connazionale, ma come di consueto nell’ultima parte di gara il Por Fuera tira fuori la grinta e a pochi giri dal termine si porta di nuovo all’inseguimento del primo posto. A sette giri dalla fine, l’alfiere di Yamaha approfitta di una piccola imbarcata di Pedrosa e lo passa iniziando a macinare decimi sull’avversario.

Pedrosa, quindi, si “accontenta” della seconda posizione, mentre Andrea Dovizioso riesce a parare gli attacchi di Stoner e sale sul terzo gradino del podio. Ed è proprio Stoner l’ago della bilancia di questa gara: dopo più di un anno di podi consecutivi, il campione del mondo in carica passa sul traguardo quarto, e permette a Lorenzo di allungare in classifica mondiale. Lo spagnolo, infatti, conquista una prima fuga mondiale andando a 115 punti, mentre l’australiano è a 95.

In quinta posizione troviamo invece Cal Crutchlow, che non riesce a confermare la buona qualifica del sabato, mentre Alvaro Bautista è sesto. Gara ancora in salita per Rossi, settimo sul traguardo e ancora alle prese con le difficoltà di una gara completamente asciutta in sella alla Ducati. A chiudere la top ten troviamo Stefan Bradl (8°), Nicky Hayden (9°) e Ben Spies (10°), che nonostante l’escursione sulla ghiaia riesce a ripartire e a concludere la gara. Primo delle CRT è Aleix Espargarò (13°) a più di un minuto dal primo classificato.

Fonte: MOTOGP.COM

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Montemelò, Gara:

1 25 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 164,4 43’07.681
2 20 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 164,1 +5.003
3 16 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 163,8 +9.361
4 13 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 163,8 +9.544
5 11 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 163,6 +12.506
6 10 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 163,5 +13.948
7 9 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 163,3 +17.555
8 8 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 162,9 +23.478
9 7 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 162,5 +30.410
10 6 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 162,3 +32.897
11 5 8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team Ducati 162,1 +36.144
12 4 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 160,9 +56.229
13 3 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 160,2 +1’08.054
14 2 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 160,1 +1’08.775
15 1 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 160,0 +1’10.483
16 77 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport ART 159,9 +1’13.090
17 54 Mattia PASINI ITA Speed Master ART 159,4 +1’20.903
18 68 Yonny HERNANDEZ COL Avintia Blusens BQR 159,4 +1’21.235
19 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda 158,2 +1’41.207
20 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR 158,2 +1’41.888
5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing Suter 151,5 1 Giro

MotoGP – Montmelò, qualifiche: Stoner in pole su Lorenzo e Crutchlow, Rossi 9°

Si è da poco conclusa la sessione di qualifiche sul tracciato di Montmelò, vicino a Barcellona, quinta tappa della stagione mondiale 2012 di MotoGP.

A conquistare la prima casella della griglia di partenza è Casey Stoner: l’australiano, alla 40° pole in carriera, batte tutti i rivali catalani sulla pista di casa con un crono di 1′ 41.295. Ad inseguirlo troviamo due Yamaha: quella ufficiale di Jorge Lorenzo, a circa un decimo, e la M1 privata affidata a Cal Crutchlow, a due decimi e mezzo dal primo tempo. L’altra M1 ufficiale, invece, è fuori dalla prima fila per un soffio: Ben Spies ottiene infatti il quarto tempo a soli 4 millesimi di differenza dal tempo di Crutchlow. Il più penalizzato della sessione, però, è certamente Dani Pedrosa: sul circuito di casa il catalano ottiene “solo” il quinto tempo a circa 3 decimi dal crono di Stoner. A chiudere la seconda fila troviamo un buon Andrea Dovizioso, sesto con 3 centesimi di distacco da Pedrosa.

Ancora una volta qualifiche piuttosto in salita per Ducati, ma con piccoli miglioramenti verso il finale del turno. Hayden chiude la sessione 7° e Rossi 9°, con un distacco che va dai sette agli otto decimi, quindi finalmente sotto il muro del secondo. Ad inserirsi tra i due piloti di Borgo Panigale è Stefan Bradl (8°), rookie sempre più convincente in sella alla Honda privata del team LCR. A chiudere la top ten troviamo Alvaro Bautista, il primo a salire sopra il secondo di distacco (+1.061). Il primo delle CRT è invece Randy De Puniet, 13° a più di due secondi dalla testa della classifica.

Fonte: MOTOGP.COM

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Montmelò, Qualifiche

1 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 334,0 1’41.295
2 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 332,9 1’41.441 0.146 / 0.146
3 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 334,6 1’41.548 0.253 / 0.107
4 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 332,2 1’41.552 0.257 / 0.004
5 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 334,4 1’41.656 0.361 / 0.104
6 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 336,0 1’41.687 0.392 / 0.031
7 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 332,8 1’42.029 0.734 / 0.342
8 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 335,1 1’42.065 0.770 / 0.036
9 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 338,2 1’42.175 0.880 / 0.110
10 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 332,8 1’42.356 1.061 / 0.181
11 8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team Ducati 333,4 1’42.375 1.080 / 0.019
12 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 335,3 1’43.266 1.971 / 0.891
13 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 320,1 1’43.500 2.205 / 0.234
14 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing Suter 316,1 1’44.024 2.729 / 0.524
15 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 316,3 1’44.041 2.746 / 0.017
16 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 313,2 1’44.356 3.061 / 0.315
17 77 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport ART 314,5 1’44.763 3.468 / 0.407
18 54 Mattia PASINI ITA Speed Master ART 312,7 1’44.764 3.469 / 0.001
19 68 Yonny HERNANDEZ COL Avintia Blusens BQR 312,0 1’44.833 3.538 / 0.069
20 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda 297,8 1’45.730 4.435 / 0.897
21 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR 311,9 1’45.962 4.667 / 0.232

Moto Gp – Estoril: Stoner batte Lorenzo e diventa leader nel mondiale, 7° Rossi

A cura di Vincenzo Carlesimo

Casey Stoner vince nettamente il Gran Premio di Estoril, su un circuito dove non aveva mai vinto prima, battendo il suo rivale Lorenzo e superandolo in classifica generale per un solo punto.

Dopo Jerez, quindi, l’australiano conquista anche il successo nel tracciato portoghese; nel quale, partendo in maniera fantastica, respinge la solita partenza a razzo di Pedrosa che questa volta non riesce ad ottenere la leadership dopo la prima curva e si avvia verso la vittoria in solitaria.

L’unico che prova a restare incollato al campione del mondo è Jorge Lorenzo, lo spagnolo chiude a 1 secondo e 4 decimi di distacco da Stoner e precede Dani Pedrosa che completa il podio.

I tre piloti dall’inizio del mondiale sembrano far un altro sport rispetto al resto del gruppo; quarto, infatti, Dovizioso che chiude a 10 secondi di gap dal pilota spagnolo della Honda davanti al compagno di squadra Cruchtlow e Alvaro Bautista.

Un buon settimo posto per Valentino Rossi che dopo tanto tempo torna ad essere la Ducati più veloce; Barbera ed Hayden chiudono rispettivamente in decima e undicesima posizione, mentre Abraham è scivolato al 23simo giro.

Ben Spies chiude all’ottavo posto, davanti a Bradl e Barbera che chiude la top ten; l’americano della Yamaha, al contrario di Lorenzo che è sempre in lotta per la vittoria, sembra soffrire questa moto 1000 e non riesce ad avvicinarsi ai risultati del compagno di squadra: strano per uno che ha vinto il mondiale SBK al debutto battendo tutti con una facilità impressionante.

Aleix Espargaro vince la categoria CRT chiudendo davanti al compagno di squadra Randy De Puniet, terzo posto per Michele Pirro; caduto invece Mattia Pasini dopo 11 giri, ritirati anche Ellison, Hernandez e Silva.

Trovi altri articoli qui: Facebook/Twitter: @Vincy85

Pilota Team Tempo
1. Casey Stoner Repsol Honda Team 45’37.513
2. Jorge Lorenzo Yamaha Factory Racing + 1.421
3. Dani Pedrosa Repsol Honda Team + 3.621
4. Andrea Dovizioso Monster Yamaha Tech 3 + 13.846
5. Cal Crutchlow Monster Yamaha Tech 3 + 16.690
6. Alvaro Bautista San Carlo Honda Gresini + 21.884
7. Valentino Rossi Ducati Team + 26.797
8. Ben Spies Yamaha Factory Racing + 33.262
9. Stefan Bradl LCR Honda MotoGP + 35.867
10. Hector Barbera Pramac Ducati Racing Team + 53.363
11. Nicky Hayden Ducati Team + 1:02.630
12. Aleix Espargaro ART Power Electronics Aspar + 1:20.736
13. Randy De Puniet ART Power Electronics Aspar + 1:23.483
14. Michele Pirro FTR San Carlo Honda Gresini + 1:37.905
15. Danilo Petrucci Came IodaRacing Project + 1 Giro

Ritirati:

Pilota Team Giri completati
Karel Abraham Ducati Cardion AB Motoracing 23 Giri
James Ellison ART Paul Bird Motorsport 18 Giri
Yonny Hernandez BQR Avintia Blusens 16 Giri
Mattia Pasini ART Speed Master 11 Giri
Ivan Silva BQR Avintia Blusens 11 Giri

Extra – Valentino Rossi a Monza con la Ferrari del Kessel Racing

Valentino Rossi torna a cimentarsi con le quattro ruote. Il campione pesarese sarà a Monza per il primo appuntamento della Blancpain Endurance Series, al volante della Ferrari 458 Italia GT3 del Team Kessel.  È  lo stesso Valentino a dare la notizia attraverso il proprio profilo Twitter:

“La settimana prossima a Monza debutterà una nuova coppia sulla Ferrari 458 VR46 Monster del team Kessel: Rossi-Salucci finalmente insieme”

Ad affiancarlo ci sarà l’inseparabile Alessio “Uccio” Salucci, già protagonista di ottime prestazioni al volante di vetture Gran Turismo.

Twitter: @ZondaErre

MotoGP – Test Sepang: Stoner in fuga davanti a Pedrosa, Rossi solo 10°

Si è conclusa oggi la seconda sessione di test invernali sulla pista di Sepang per i piloti della MotoGP. A fare il primo della classe è ancora una volta il campione del mondo in carica Casey Stoner: l’australiano ha lavorato su problemi di chattering e di consumo, ma in ogni caso ha terminato con il primo crono in 2′ 00.473. L’unico che lo insegue è il compagno di squadra Dani Pedrosa, che in sella alla Honda ottiene un 2′ 00.684, staccato di 175 millesimi da Stoner.

La sorpresa della giornata è senz’ombra di dubbio Andrea Dovizioso: l’italiano, con la M1 privata del team Tech 3, mette le ruote davanti alle Yamaha ufficiali, ma “viaggia” con un distacco superiore ai tre decimi rispetto al primo crono. Ad ogni modo tutto sembra andare per il verso giusto anche al box della casa dei tre diapason: Jorge Lorenzo, infatti, ha impressionato per il suo ritmo costante nella simulazione di gara eseguita in mattinata, ed ha terminato la sessione con il quarto tempo. Qualche imprevisto invece per Ben Spies, che gira poco ed è anche protagonista di una caduta senza conseguenze: l’americano termina nono a circa 1 secondo da Stoner. Ad ogni modo Yamaha sembra essere un vero e proprio osso duro per la stagione 2012: lo conferma anche il 5° tempo di Cal Crutchlow a circa 5 decimi di distacco.

Scorrendo la classifica dei tempi, è inevitabile notare che la Ducati più veloce non è una delle ufficiali, bensì quella privata di Hector Barberà (6°). Dopo i timidi sorrisi dei primi test di Sepang, la casa di Borgo Panigale torna a soffrire di forti distacchi: Valentino Rossi e Nicky Hayden, infatti, chiudono rispettivamente 10° e 11° a più di un secondo da Stoner.

Fonte: MotoGP.com 

Beatrice Moretto

 

MotoGP – Sepang – Test 

1 Casey Stoner Repsol Honda Team 2:00.473 34
2 Dani Pedrosa Repsol Honda Team 2:00.648 +0.175 +0.175 40
3 Andrea Dovizioso Monster Yamaha Tech 3 2:00.802 +0.154 +0.329 54
4 Jorge Lorenzo Yamaha Factory Racing 2:00.877 +0.075 +0.404 51
5 Cal Crutchlow Monster Yamaha Tech 3 2:00.986 +0.109 +0.513 54
6 Hector Barbera Pramac Racing Team 2:01.231 +0.245 +0.758 66
7 Alvaro Bautista San Carlo Honda Gresini 2:01.275 +0.044 +0.802 51
8 Ben Spies Yamaha Factory Racing 2:01.432 +0.157 +0.959 28
9 Stefan Bradl LCR Honda 2:01.492 +0.060 +1.019 54
10 Valentino Rossi Ducati Team 2:01.550 +0.058 +1.077 57
11 Nicky Hayden Ducati Team 2:01.609 +0.059 +1.136 44
12 Franco Battaini Cardion AB Motoracing 2:03.490 +1.881 +3.017 39
13 Colin Edwards NGM Mobile Forward Racing 2:03.681 +0.191 +3.208 43
14 Yonny Hern?ndez Avintia Racing 2:06.632 +2.951 +6.159 48
15 Ivan Silva Avintia Racing 2:06.785 +0.153 +6.312 53