Category: Toyota Racing Series

TRS – Manfeild Park: Cassidy nuovamente campione, Mardenborough trionfa tra i rookie

cassidy 2013

A cura di Silvano Taormina

Dopo il secondo posto ottenuto nella stagione 2011 della Toyota Racing Series e il titolo conquistato lo scorso anno, Nick Cassidy ha messo nuovamente la sua firma nell’albo d’oro del monomarca neozelandese organizzato dalla casa nipponica. Sul tracciato di Manfeild Park lo ha fatto a modo suo, gestendo prima in maniera intelligente il proprio vantaggio in campionato e poi mostrando i denti nel momento in cui bisognava dimostrare di essere il più forte. Secondo in Gara 1 dopo una condotta prudente, secondo in Gara 2 in virtù delle disgrazie altrui e dominatore in Gara 3 grazie al proprio talento. É con questa serie di risultati che si è aggiudicato il titolo. Per i suoi avversari diretti c’è stato poco da fare. Lynn ha conquistato la pole ma ha poi pasticciato nelle prime due manche. Auer si era imposto nella seconda prova prima di essere retrocesso. Steijn Schothorst ci ha provato conquistando la gara del sabato nonostante il suo distacco abissale in classifica. Una degna menzione va anche a Mardenborough, meritatamente vincitore del titolo riservato ai rookie nonostante un week-end non proprio perfetto.

La gara inaugurale del week-end ha visto il primo, nonché meritato, successo di Steijn Schothorst. L’olandese del M2 Competition, scattato dalla terza piazzola sullo schieramento, è stato abile al via nel sopravanzare i due compagni di squadra Alex Lynn e Nick Cassidy che lo precedevano in griglia. Conquistata subito la leadership, si è reso autore di una cavalcata vincente fino alla bandiera a scacchi beneficiando della condotta prudente dei suoi inseguitori, entrambi attenti a non perdere punti in ottica campionato. A metà gara Cassidy si è fatto sotto a Lynn soffiandogli così la seconda posizione e incrementando il divario nella classifica piloti. Top-five anche per l’altro contendente al titolo Lucas Auer e per il debuttante Pieter Schothorst.

Nella prova della domenica mattina, quella con griglia invertita, la partenza al palo è toccata a Serralles davanti ai brasiliani Bonifacio e Derani. Il portoricano è scattato bene seguito a ruota da Bonifacio mentre alle loro spalle si sono inseriti i fratelli Schothorst, protagonisti di una bella lotta corpo a corpo. Ad animare la gara però ci ha pensato Lucas Auer, impegnato in una poderosa rimonta dalla quinta posizione in griglia. Sbarazzatosi facilmente di Steijn Schothorst, al quinto passaggio ha forzato un po’ la mano con Pieter mandandolo sulla ghiaia e mettendo fine alla sua gara. Poco dopo si è fatto sotto anche a Bonifacio e Serralles issandosi così in prima posizione senza più mollarla fino alla bandiera a scacchi. A motori spenti però è arrivata la doccia fredda. Il contatto con Pieter Schothorst è costato ad Auer cinquanta secondi di penalità e di conseguenza anche la vittoria. Una sorte simile è toccata anche a Serralles, retrocesso da secondo ad undicesimo per aver oltrepassato i limiti della pista, e Derani, a sua volta spedito in dodicesima posizione dalla quarta per il medesimo motivo. In questo modo il successo è passato nelle mani di Bonifacio, sul primo gradino del podio davanti al prudente Cassidy che ringrazia e incrementa la propria leadership anche grazie alla pessima performance di Lynn, il suo più diretto avversario che in gara si è reso protagonista di un contatto con Goddard. Le varie penalizzazioni hanno regalato un sorriso anche a Ignazio D’Agosto, promosso in terza posizione. Alle sue spalle Steijn Schothorst e i giovani Olsen, Mardenborough e Nandy, questi ultimi primi tra i rookie.

La terza e ultima manche, quella valida per il New Zealand Grand Prix, è stata un tripudio per Cassidy. Scattato dalla pole, il neozelandese ha imposto la sua legge dal semaforo verde alla bandiera a scacchi. Grazie ad uno stile di guida pulito e ad un’ottima visione di gara, Cassidy ha controllato gli attacchi di un coriaceo Lynn, l’unico che ancora poteva dire la sua per il titolo. Piuttosto che lasciar sfilare l’avversario e concludere tranquillamente la gara, ha preferito lottare corpo a corpo facendo capire che il più forte era lui. Sul podio è salito nuovamente Steijn Schothorst che così completa la seconda tripletta del week-end per il team M2 Competition. Top-five anche per i carioca Derani e Bonifacio davanti ad uno sconsolato Auer e al vincitore dei rookie Mardenborough. Soltanto ottavo Ignazio D’Agosto.

L’ordine d’arrivo di Gara 1
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Steijn Schothorst M2 Competition 20:17.102
2 Nick Cassidy M2 Competition 20:17.804
3 Alex Lynn M2 Competition 20:18.933
4 Lucas Auer Giles Motorsport 20:19.507
5 Pieter Schothorst M2 Competition 20:20.415
6 Pipo Derani Giles Motorsport 20:20.997
7 Bruno Bonifacio Giles Motorsport 20:21.651
8 Felix Serralles Giles Motorsport 20:22.263
9 Ignazio D’Agosto Victory Racing 20:22.724
10 Tanart Sathientirakul ETEC 20:23.27
L’ordine d’arrivo di Gara 2
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Bruno Bonifacio Giles Motorsport 18:52.536
2 Nick Cassidy M2 Competition 18.53.175
3 Ignazio D’Agosto Victory Racing 18:53.503
4 Steijn Schothorst M2 Competition 18:53.883
5 Dennis Olsen M2 Competition 18:54.814
6 Jann Mardenborough ETEC 18:55.513
7 Akash Nandy ETEC 18:56.978
8 Damon Leitch Victory Racing 18:57.676
9 Tanart Sathienthirakul ETEC 18:58.803
10 Kenny Smith Giles Motorsport 18:59.578
L’ordine d’arrivo di Gara 3
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Nick Cassidy M2 Competition 43:03.743
2 Alex Lynn M2 Competition 43:04.454
3 Steijn Schothorst M2 Competition 43:06.114
4 Pipo Derani Giles Motorsport 43:06.891
5 Bruno Bonifacio Giles Motorsport 43:08.620
6 Lucas Auer Giles Motorsport 43:08.975
7 Jann Mardenborough ETEC 43:09.240
8 Ignazio D’Agosto Victory Racing 43:09.738
9 Felix Serralles Giles Motorsport 43:11.991
10 Andrew Tang ETEC 43:12.312

LA CLASSIFICA FINALE – 1) Cassidy 915; 2) Lynn 803; 3) Auer 797; 4) S. Schothorst 754; 5) Bonifacio 650; 6) Serralles 646; 7) Derani 625; 8) Leitch 588; 9) Latifi 503; 10) Mardenborough 491; 11) Sathienthirakul 462; 12) Calderon 432.

TRS – Ken Smith e Pieter Schothorst le new-entry di Manfeild Park

pieter schothorst

A cura di Silvano Taormina

In occasione dell’ultima prova stagionale della Toyota Racing Series New Zealand, in programma domenica sul tracciato di Manfeild Park, ci saranno un paio di innesti nell’entry-list definitiva al pari di quanto già avvenuto ad Hampton Downs. Confermata la presenza di Ignazio D’Agosto con il team M2 Competition, le due new-entry rispondono ai nomi di Ken Smith e Pieter Schothorst.

Il primo, poco più che settantenne, è una figura molto nota nell’ambito del motorsport neozelandese e nella sua lunga carriera vanta diversi titoli nei campionati riservati alle auto storiche. Da qualche anno a questa parte disputa regolarmente qualche prova del monomarca organizzato dalla filiale locale della casa nipponica e in questa stagione ha deciso di scendere in pista proprio a Manfeild. A sua disposizione ci sarà la sesta Tatuus-Toyota del Giles Motorsport lasciata libera da Mitch Evans.

Diversamente Schothorst è un giovane emergente che in questi anni sta maturando esperienza nelle formule addestrative. Nell’ultimo biennio ha partecipato all’Eurocup di Formula Renault 2.0 e al NEC. Sfrutterà questa occasione per macinare kilometri in vista dei suoi impegni agonistici in Europa. In Nuova Zelanda gareggerà tra le fila del team M2 Competition prendendo il posto dell’irlandese Ryan Cullen. Ricordiamo che tale formazione annovera già nella sua line-up il fratello minore Steijn, presente sin dal primo round stagionale di Teretonga e tutt’ora in lizza per il titolo nonostante un distacco abbastanza consistente dal leader della classifica e compagno di squadra Nick Cassidy.

TRS – Il rientrante Evans impone la sua legge, Cassidy sempre più leader

evans hampton downs

A cura di Silvano Taormina

Il round di Hampton Downs, sede della penultima prova stagionale della Toyota Racing Series, ha visto il prorompente rientro di Mitch Evans. Il campione in carica della GP3, al pari dello scorso anno, è tornato in patria per disputare le ultime due prove del monomarca neozelandese che nel 2010 e nel 2011 lo ha incoronato campione. Arrivato nel paddock solo nel tardo pomeriggio di giovedì, Evans ha imposto sin da subito la sua legge conquistando il miglior temo nel secondo e nel terzo turno di prove libere e le due pole in occasione delle qualifiche del sabato.

Scattato al palo, ha dovuto faticare non poco per contenere la pressione dell’arrembante Lynn che, sin dai primi metri, si è installato alle sue spalle. Il sorprendente Mardenborough, già molto veloce al venerdì, non è riuscito a valorizzare la prima fila conquistata in qualifica. Sfilato subito da Lynn, alla curva 4 ha dovuto fare i conti con la foga di Bonifacio, entrato come un kamikaze sull’inglese sfiorando il suo casco con l’alettone anteriore dopo essere decollato sulle sue ruote posteriori. A seguito di tale incidente la direzione gara ha dovuto esporre la bandiera rossa. Al nuovo restart, che ha visto al via anche le vetture coinvolte nel crash dopo i dovuti interventi, Evans non ha avuto problemi a riprendere il discorso da dove lo aveva lasciato. Per tutta la gara ha dovuto fare i conti con Lynn, aggressivo ma mai in grado di impensierire seriamente il battistrada. Alle loro spalle si è sviluppata una bella battaglia tra Cassidy, Auer e Derani, con quest’ultimo che alla fine ha avuto la meglio sugli avversari accaparrandosi l’ultimo gradino disponibile sul podio. Appena fuori dalla top-five, ma comunque primo tra i rookie, Mardenborough. L’alfiere del team ETEC Motorsport, dopo lo spavento iniziale, ha battagliato per tutta la gara con il rivale Olsson. Non poteva finire peggio per Bonifacio, finito violentemente contro le barriere al pari di Nandy.

La sprint race ha proposto Cassidy come poleman in seguito all’inversione delle prime quattro posizioni della prima manche. Il campione in carica della serie non ha avuto problemi a mantenere la leadership e nell’arco dei quindici giri in programma è stato autore di una cavalcata solitaria fino alla bandiera a scacchi. Dietro di lui si è accesa una bella lotta per la piazza d’onore che ha visto Derani prevalere sul rimontante Auer mentre Evans si è accontentato della medaglia di legno davanti a Lynn. Nuovamente sesto Mardenborough, per la nona volta in questa stagione al top tra i rookie, davanti all’opaco Schothorst.

La terza gara del week-end, quella valida per il New Zealand Motor Cup Trophy, ha riproposto la battaglia tra Evans e Lynn. Il britannico ha provato in tutti i modi ad infastidire il collega neozelandese, decisamente a suo agio sui saliscendi di Hampton Downs. Alla fine le posizioni sono rimaste le medesime mentre sul terzo gradino del podio è salito Cassidy, attento ad incamerare punti importanti per la lotta per il titolo. Quarta posizione per Auer, sempre costante nel rendimento ma mai veloce quanto i primi, davanti al sorprendente Sathienthirakul e al suo compagno di squadra Tang, quest’ultimo primo tra i rookie. É andata peggio a Mardenborough, fermo al primo giro dopo aver colpito l’incolpevole D’Agosto. Bonifacio ha concluso la sua giornata negativa con un altro incidente, questa volta centrato da Serralles.

Alla vigilia dell’ultima prova stagionale, in programma domenica a Manfeild, Cassidy consolida la sua leadership in campionato. Anche se la matematica lascia ancora qualche speranza ai primi otto in classifica, la lotta per il titolo sembra destinata ad essere una questione privata tra lui, Auer e Lynn. Appare difficile un’eventuale inserimento degli inseguitori Schothorst, spesso veloce ma mai sul gradino più alto del podio, Serralles, a tratti confusionario ed inesistente, e Derani, sempre consistente ma mai al top.

L’ordine d’arrivo di Gara 1
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Mitch Evans Giles Motorsport 15 giri
2 Alex Lynn M2 Competition +0.590
3 Pipo Derani Giles Motorsport +1.626
4 Nick Cassidy M2 Competition +1.920
5 Lucas Auer Giles Motorsport +2.394
6 Jann Mardenborough ETEC Motorsport +3.364
7 Dennis Olsen M2 Competition +6.674
8 Steijn Schothorst M2 Competition +7.015
9 Felix Serralles Giles Motorsport +9.413
10 Andrew Tang ETEC Motorsport +10.736
L’ordine d’arrivo di Gara 2
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Nick Cassidy M2 Competition 15 giri
2 Pipo Derani Giles Motorsport +4.012
3 Lucas Auer Giles Motorsport +4.666
4 Mitch Evans Giles Motorsport +4.856
5 Alex Lynn M2 Competition +5.205
6 Jann Mardenborough ETEC Motorsport +5.549
7 Steijn Schothorst M2 Competition +7.155
8 Nicholas Latifi Giles Motorsport +10.606
9 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +10.781
10 Tanart Sathienthirakul ETEC Motorsport +10.973
L’ordine d’arrivo di Gara 3
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Mitch Evans Giles Motorsport 20 giri
2 Alex Lynn M2 Competition +0.653
3 Nick Cassidy M2 Competition +3.723
4 Lucas Auer Giles Motorsport +7.114
5 Tanart Sathienthirakul ETEC Motorsport +10.097
6 Andrew Tang ETEC Motorsport +11.025
7 Nicholas Latifi Giles Motorsport +12.720
8 Dennis Olsen M2 Competition +13.283
9 Pipo Derani Giles Motorsport +13.414
10 Steijn Schothorst M2 Competition +14.207

LA CLASSIFICA – 1) Cassidy 706; 2) Auer 674; 3) Lynn 654; 4) Schothorst 565; 5) Serralles 541; 6) Derani 498; 7) Leitch 491; 8) Bonifacio 484; 9) Latifi 427; 10) Mardenborough 404; 11) Sathienthirakul; 12) Calderon 358.

TRS – Ignazio D’Agosto debutta con Victory Motorsport ad Hampton Downs

d'agosto

A cura di Silvano Taormina

A poche ore dall’inizio del week-end di Hampton Downs, quarta e penultima prova stagionale della Toyota Racing Series New Zealand, il team Victory Motorsport ha annunciato che schiererà una terza vettura per Ignazio D’Agosto. Il giovanissimo pilota pugliese, a nemmeno dodici mesi dal suo debutto in monoposto, affronterà le ultime due prove del monomarca neozelandese con l’obiettivo di tenersi in allenamento e accumulare ulteriore esperienza a livello internazionale. D’Agosto, lo ricordiamo, lo scorso anno ha preso parte sia alla Formula Renault Eurocup che al NEC tra le fila del team KTR, impegno che bisserà in questa stagione con l’intento di frequentare assiduamente le zone alte della classifica. Ad Hampton Downs e Manfeild andrà ad affiancare Damon Leitch e Micheal Scott, già con il Victory Motorsport sin dalla prima prova stagionale di Teretonga.

TRS – Taupo: Lynn centra un doppio successo, Cassidy si porta in testa al campionato

partenza taupo 2013

A cura di Silvano Taormina

Dopo il successo ottenuto a Timaru lo scorso week-end, Alex Lynn è stato nuovamente protagonista di un ottimo week-end in occasione della tappa di Taupo, giro di boa del monomarca nezolandese organizzato dalla filiale locale della Toyota. Conquistata la doppia pole position nelle qualifiche del venerdì, l’alfiere del team M2 Competition ha imposto la propria legge dominando la gara dal semaforo verde alla bandiera a scacchi. A nulla sono valsi i tentativi di attacco da parte di Nick Cassidy, incollato agli scarichi del britannico nella prima parte di gara salvo poi perdere progressivamente terreno e concludere con un distacco di quasi cinque secondi. Sul podio anche il sempre più sorprendente Steijn Schothrost per la gioia del M2 Competition che così conquista una inaspettata quanto meritata tripletta. Il “primo degli altri” è Bruno Bonifacio, veloce ma mai in grado di avvicinarsi agli avversari che lo hanno preceduto. Ancora più in ombra il suo compagno di squadra Lucas Auer, lontano dallo stato di forma che lo ha caratterizzato nei primi due appuntamenti. Alle sue spalle il coriaceo Mardenborough, sette volte su sette primo tra i rookie, che nel finale ha regolato Leitch e la Calderon.

La seconda gara del week-end, quella della domenica mattina, ha visto il trionfo di Bonifacio che ha saputo sfruttare al meglio l’inversione della griglia di partenza. Il brasiliano non ha avuto problemi a controllare Schothorst, scattato al suo fianco in prima fila, involandosi verso la vittoria. Parziale rivincita per Lucas Auer che, con il terzo posto finale, ha in parte riscattato l’opaca prestazione della manche precedente. Top-five anche per Cassidy, che così ha incassato punti importanti per il campionato, e la Calderon, per la prima volta nelle zone alte della classifica. Sorprende il sesto posto conquistato da Akash Nandy, malese classe 1997, che al suo terzo week-end di gara ha mostrato carattere imponendosi tra i rookie. Più indietro Lynn, ottavo dietro a Leitch, nei giri conclusivi impegnato in un duello con un Serralles sottotono.

L’ultima prova del week-end, quella valida per il Denny Hulme Memorial Trophy, ha ristabilito le gerarchie proponendo Lynn come dominatore assoluto. Anche in questo caso a nulla sono valsi i propositi di Cassidy che si è dovuto accontentare ancora una volta della piazza d’onore. Di nuovo sul podio Bonifacio, abile a sfruttare un contatto iniziale tra Schothorst e Auer per installarsi in terza posizione. L’olandese è riuscito ad ogni modo ad aggiudicarsi la medaglia di legno con il quarto posto finale mentre l’austriaco ha dovuto alzare bandiera bianca. Quinta posizione per il concreto Leitch davanti a Serralles e Latifi. La classifica rookie ha offerto il terzo vincitore differente in tre gare. Questa volta risponde al nome di Dennis Olsen, il giovanissimo norvegese che, al pari del predecessore Nandy, ha debuttato in monoposto solo due settimane addietro.

Al termine del terzo round stagionale la classifica piloti vede emergere il campione in carica Nick Cassidy. Il neozelandese non sarà stato il più veloce in pista ma è colui che ha mostrato più costanza di rendimento e una migliore visione tattica della gara. Ad ogni modo sente il fiato sul collo da parte di Auer e Serralles, entrambi non al top in questo week-end ma comunque in grado di restare nelle zone alte della classifica. Discorso inverso per Lynn che, con questo doppio successo, si riporta in corsa per il titolo.

L’ordine d’arrivo di Gara 1
PILOTA TEAM DIST.
Alex Lynn M2 Competition
Nick Cassidy M2 Competition +4.653
Steijn Schothorst M2 Competition +5.686
Bruno Bonifacio Giles Motorsport +8.927
Lucas Auer Giles Motorsport +12.607
Jann Mardenborough ETEC Motorsport +16.520
Damon Leitch Victory Motor Racing +17.019
Tatiana Calderon ETEC Motorsport +17.559
Dennis Olsen M2 Competition +19.670
Akash Nandy ETEC Motorsport +25.076
L’ordine d’arrivo di Gara 2
PILOTA TEAM DIST.
Bruno Bonifacio Giles Motorsport
Steijn Schothorst M2 Competition +1.116
Lucas Auer Giles Motorsport +14.246
Nick Cassidy M2 Competition +14.789
Tatiana Calderon ETEC Motorsport +15.377
Akash Nandy ETEC Motorsport +24.687
Damon Leitch Victory Motor Racing +29.439
Alex Lynn M2 Competition +29.575
Felix Serralles Giles Motorsport +29.976
Dennis Olsen M2 Competition +33.070
L’ordine d’arrivo di Gara 3
PILOTA TEAM DIST.
Alex Lynn M2 Competition
Nick Cassidy M2 Competition +3,040
Bruno Bonifacio Giles Motorsport +13.111
Steijn Schothorst M2 Competition +13.468
Damon Leitch Victory Motor Racing +16.451
Felix Serralles Giles Motorsport +16.908
Nicholas Latifi Giles Motorsport +17.203
Dennis Olsen M2 Competition +29.761
Andrew Tang ETEC Motorsport +29.919

LA CLASSIFICA – 1) Cassidy 517; 2) Auer 511; 3) Serralles 477; 4) Lynn 471; 5) Schothorst 451; 6) Bonifacio 448; 7) Leitch 415; 8) Derani 335; 9) Latifi 316; 10) Mardenborough 314; 11) Calderon 280; 12) Nandy 263.

TRS – Timaru: Auer domina, Serralles e Cassidy inseguono

trs timaru 2013

A cura di Silvano Taormina

Il secondo round stagionale della Toyota Racing Series New Zealand, andato in scena domenica sul tracciato di Timaru, ha incoronato Lucas Auer come momentaneo dominatore della serie. Il diciottenne austriaco, fresco di contratto con la Prema per gareggiare nella Formula 3 Euroseries, si è imposto sin dalle libere del venerdì prima di bissare la pole ottenuta a Teretonga una settimana fa in occasione della doppia sessione di qualifica. Scattato al palo in Gara 1, ha dominato senza essere impensierito dai suoi principali inseguitori. Questi rispondono ai nomi di Nick Cassidy e Bruno Bonifacio. Il campione in carica della serie è apparso abbastanza veloce ma continua a pagare la scarsa competitività del team M2 Competition mentre il brasiliano ha condotto una gara regolare. Più indietro Felix Serralles, soltanto sesto dietro a Schothorst e Leitch.

Il portoricano, grazie all’inversione della griglia, si è aggiudicato la pole in Gara 2. Avviatosi in maniera impeccabile, ha condotto le ostilità dal semaforo verde fino alla bandiera a scacchi. Alle sue spalle si è accomodato Leitch, veloce ma mai in grado di avvicinarsi alla prima posizione. La zona podio era appannaggio di Schothorst prima che questi perdesse l’ala anteriore dopo un passaggio troppo aggressivo su un cordolo lasciando così la posizione a Cassidy. Auer ha terminato la corsa al quinto posto, preceduto da Bonifacio, mettendo in cascina punti importanti.

La terza corsa del week-end, valida per il Timaru Herald Trophy, è andata ad Alex Lynn che così torna sul podio. Il britannico si è difeso bene dagli attacchi di uno scatenato Auer mentre poco più indietro il rimontante Serralles ha assistito alla battaglia senza divenirne protagonista. Top-five per i sempre competitivi Leitch e Schothorst mentre Cassidy si è accontentato della settima posizione dietro al sorprendente Latifi.

Il week-end di Timaru ha ribadito la superiorità di Jann Mardenborough tra i rookie. Lo scozzese, alla sua seconda uscita in monoposto, si è imposto in tutte e tre le gare nonostante sia stato tallonato costantemente dall’altrettanto sorprendente Akash Nandy. La serie tornerà in pista già domenica sul tracciato di Taupo per il giro di boa stagionale.

L’ordine d’arrivo di Gara 1
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Lucas Auer Giles Motorsport 14 giri
2 Nick Cassidy M2 Competition +2.521
3 Alex Lynn M2 Competition +4.724
4 Felix Serralles Giles Motorsport +6.527
5 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +7.345
6 Pipo Derani Giles Motorsport +9.725
7 Nicholas Latifi Giles Motorsport 10.377
8 Steijn Schothorst M2 Competition +14.039
9 Tanart Sathienthirakul ETEC Motorsport +14.823
10 Damon Leitch Victory Motor Racing +14.922
L’ordine d’arrivo di Gara 2
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Pipo Derani Giles Motorsport 15 giri
2 Felix Serralles Giles Motorsport +0.784
3 Alex Lynn M2 Competition +2.362
4 Nick Cassidy M2 Competition +3.681
5 Lucas Auer Giles Motorsport +4.261
6 Steijn Schothorst M2 Competition +6.442
7 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +1.741
8 Damon Leitch Victory Motor Racing +8.007
9 Jann Mardenborough ETEC Motorsport +8.733
10 Nicholas Latifi Giles Motorsport +9.109
L’ordine d’arrivo di Gara 3
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Felix Serralles Giles Motorsport 20 giri
2 Lucas Auer Giles Motorsport +1.638
3 Steijn Schothorst M2 Competition +2.063
4 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +5.104
5 Pipo Derani Giles Motorsport +5.728
6 Damon Leitch Victory Motor Racing +5.995
7 Jann Mardenborough ETEC Motorsport +6.613
8 Nick Cassidy M2 Competition +7.436
9 Akash Nandy ETEC Motorsport +12.937
10 Nicholas Latifi Giles Motorsport +12.977

LA CLASSIFICA – 1) Auer 382; 2) Serralles 376; 3) Cassidy 329; 4) Derani 289; 5) Leitch e Lynn 282; 7) Schothorst 270; 8) Bonifacio 259; 9) Latifi 228; 10) Mardenborough 213; 11) Sathienthirakul 181; 12) Calderon 166.

TRS – Auer, Derani e Serralles decretano il dominio del Giles Motorsport, tra i rookie emerge Mardenborough

start teretonga

A cura di Silvano Taormina

La stagione 2013 della Toyota Racing Series si è aperta nel segno di Lucas Auer e Felix Serralles. Sullo stretto tracciato di Teretonga i due, entrambi alla seconda stagione nel monomarca neozelandese, si sono mostrati una spanna sopra gli altri esprimendo concretezza, velocità e talento. L’austriaco ha centrato il successo nella prova inaugurale del week-end mentre il portoricano ha fatto suo lo Spirit of Nation Trophy vincendo Gara 3 dopo che nella seconda gara, caratterizzata dalla griglia invertita, si è imposto Felipe Derani. Tre su tre quindi per il Giles Motorsport che ancora una volta si conferma i punto di riferimento del campionato. Un po’ in affanno Nick Cassidy, ancora in fase di ambientamento in casa M2 Competition. La prova di Teretonga ha visto emergere anche Jann Mardenborough, vincitore della serie virtuale Nissan GT Academy 2011, che si è imposto tra i rookie in tutte e tre le manches.

GARA 1 – A distanza di dodici mesi Lucas Auer ha centrato nuovamente la pole a Teretonga. A differenza di un anno fa però l’austriaco non sbaglia l’ingresso alla prima curva e si installa in testa. Alex Lynn lo segue a ruota ma a metà gara deve cedere la posizione all’arrembante Cassidy. Il campione in carica della serie si è avvicinato progressivamente al leader Auer senza tuttavia riuscire ad impensierirlo. Le posizioni non cambieranno più fino alla bandiera a scacchi con i tre che concludono nell’ordine sul podio. A seguire i sudamericani Serralles e Bonifacio, autori di una gara regolare. Jann Mardenborough, undicesimo assoluto, è risultato il migliore dei rookie.

L’ordine d’arrivo di Gara 1
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Lucas Auer Giles Motorsport 14 giri
2 Nick Cassidy M2 Competition +2.521
3 Alex Lynn M2 Competition +4.724
4 Felix Serralles Giles Motorsport +6.527
5 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +7.345
6 Pipo Derani Giles Motorsport +9.725
7 Nicholas Latifi Giles Motorsport +10.377
8 Steijn Schothorst M2 Competition +14.039
9 Tanart Sathienthirakul ETEC Motorsport +14.823
10 Damon Leitch Victory Motor Racing +14.922

GARA 2 – La griglia invertita vede scattare al palo il brasiliano Derani davanti al connazionale Bonifacio. Il poleman mantiene agevolmente la prima posizione mentre alle sue spalle emerge Serralles. Tra i due ha inizio una bella battaglia che durerà fino al traguardo senza tuttavia alcun cambio di posizione. Bonifacio perde terreno fino alla sesta posizione e nel finale deve cedere agli attacchi del britannico Lynn, che così si assicura il terzo posto, e successivamente di Cassidy e Schothorst. Curiosamente il podio è stato monopolizzato da tre piloti che nel 2012 hanno gareggiato tra le fila della Fortec nel British Formula 3 Championship.

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Pipo Derani Giles Motorsport 15 giri
2 Felix Serralles Giles Motorsport +0.784
3 Alex Lynn M2 Competition +2.362
4 Nick Cassidy M2 Competition +3.681
5 Lucas Auer Giles Motorsport +4.261
6 Steijn Schothorst M2 Competition +6.442
7 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +1.741
8 Damon Leitch Victory Motor Racing +8.007
9 Jann Mardenborough ETEC Motorsport +8.733
10 Nicholas Latifi Giles Motorsport +9.109

GARA 3 – La gara inizia subito con un brivido quando il Serralles, avviatosi dalla pole, si aggancia con Lynn nel rettifilo di partenza. La vettura dell’inglese è decollata pericolosamente decretando così l’esposizione della bandiera rossa. L’incidente ha ricordato nella dinamica quello incorso allo stesso Lynn in Formula Renault un paio di stagioni addietro ad Oulton Park. Fortunatamente  solo un grande spavento e nessuna conseguenza fisica. Al restart Serralles mantiene la testa della gara iniziando una grande cavalcata che lo porterà ad aggiudicarsi il trofeo Spirit of Nation. A fargli compagnia sul podio il vincitore di Gara 1 Lucas Auer e il sorprendente Shothorst. In top-five anche i carioca Derani e Bonifacio davanti al locale Leitch e al sorprendente Mardenborough. Un po’ in ombra Nick Cassidy, solamente ottavo davanti all’altra sorpresa Akash Nandy.

L’ordine d’arrivo di Gara 3
POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Felix Serralles Giles Motorsport 20 giri
2 Lucas Auer Giles Motorsport +1.638
3 Steijn Schothorst M2 Competition +2.063
4 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +5.104
5 Pipo Derani Giles Motorsport +5.728
6 Damon Leitch Victory Motor Racing +5.995
7 Jann Mardenborough ETEC Motorsport +6.613
8 Nick Cassidy M2 Competition +7.436
9 Akash Nandy ETEC Motorsport +12.937
10 Nicholas Latifi Giles Motorsport +12.977

LA CLASSIFICA – 1) Serralles 196; 2) Auer 191; 3) Derani 169; 4) Cassidy 160; 5) Bonifacio 145; 6) Shothorst 144; 7) Lynn 120; 8) Leitch 117; 9) Latifi e Mardenborough 108.

TRS – Al via la Toyota Racing Series, tutto quello che c’è da sapere sulla serie neozelandese

trs

A cura di Silvano Taormina

É tutto pronto in Nuova Zelanda per la stagione 2013 della Toyota Racing Series, il monomarca organizzato dalla casa nipponica che ogni anno dà la possibilità a diversi piloti locali e internazionali di tenersi in allenamento durante i mesi invernali sfruttando l’estate australe. Da un paio di anni a questa parte la serie è cresciuta notevolmente attirando l’attenzione da parte dei protagonisti dei vari campionati europei, americani e asiatici che così hanno la possibilità di confrontarsi in campo neutro.

Il campionato si articolerà ancora una volta in cinque prove da disputarsi tutte d’un fiato nell’arco di altrettante settimane. La season opener è in programma domenica sullo stretto e tortuoso tracciato di Teretonga al quale farà seguito la prova di Timaru. Il giro di boa è previsto a Taupo, circuito noto ai più per aver ospitato tre prove dell’A1 GP negli anni passati. Dopodiché ci si sposterà ad Hampton Down, l’autodromo più moderno di tutta l’Oceania, prima di concludere la stagione a Manfeild. Ogni week-end si articolerà in tre prove, ognuna delle quali assegnerà uno speciale trofeo al vincitore di Gara 2.

Il calendario 2013
DATA TROFEO CIRCUITO
13 gennaio Spirit of Nation Teretonga
20 gennaio Timaru Racing Trophy Timaru
27 gennaio Denny Hulme Memorial Taupo
3 febbraio New Zealand Motor Cup Hampton Downs
10 febbraio New Zealand Grand Prix Manfeild

Relativamente al parco piloti quest’anno si assisterà ad un bel confronto tra piloti con alle spalle una certa esperienza in questa categoria, rookie di lusso e debuttanti assoluti in monoposto. Il favorito alla conquista del titolo è senza dubbio il campione in carica Nick Cassidy che, dopo la deludente esperienza nell’Eurocup di Formula Renault 2.0, proverà a rifarsi in patria affrontando la sfida con un team di seconda fascia quale il M2 Competition. A contendergli il titolo saranno il compagno di team Alex Lynn, alla sua seconda esperienza in Nuova Zelanda, il connazionale Damon Leitch, chiamato ad un salto di qualità con il Victory Motorsport, e il trio d’assalto del Giles Motorsport formato da Bruno Bonifacio, Felix Serralles e Lucas Auer.

Interessante anche la sfida tra i rookie. In questo caso il pilota più accreditato è Pipo Derani, al via tra le fila del team ETEC e supportato dall’ingegner Mick Kouros inviatogli appositamente dal team Fortec. Il brasiliano dovrà contenere gli attacchi dei giovani Steijn Schotrost, alla sua prima esperienza extraeuropea, Nicholas Latifi, protagonista di una stagione in crescendo nella Formula 3 Italia, e di Spike Goddars, campione del trofeo nazionale del British Formula 3 Championship. Da tenere d’occhio anche Tatiana Calderon, l’unica ragazza al via del campionato.

La serie quest’anno proporrà anche una bella sfida tra alcuni piloti al debutto assoluto in monoposto. I più attesi sono i kartisti Dennis Olsen, norvegese campione in carica del campionato tedesco karting e autore di alcune belle prestazioni nell’europeo KF2, e Andrew Tang, singaporiano con una buona esperienza a livello internazionale. Desta curiosità la presenza dell’inglese Jann Mardenborough, campione della serie virtuale Nissan Gt Academy e protagonista lo scorso anno del British GT Championship e di alcune prove della Blancpain Endurance Series. Esordio assoluto anche per l’australiano Micheal Scott, ben distintosi negli ultimi anni in kart nello State of Victoria. Prenderanno parte al campionato anche il thailandese Sathienthirakul, alla sua seconda esperienza nella Toyota Racing Series, l’irlandese Ryan Cullen, di recente protagonista della Formula Ford UK, e il malese Akash Nandy, visto in azione nel 2012 nella Formula Pilota China.

L’entry list
NUM. PILOTA NAZ. TEAM
1 Nick Cassidy NZ M2 Competition
3 Damon Leitch NZ Victory Motor Racing
4 Felix Serralles PRI Giles Motorsport
5 Bruno Bonifacio BRA Giles Motorsport
6 Pipo Derani BRA ETEC Motorsport
7 Tatiana Calderon COL ETEC Motorsport
10 Spike Goddard AUS M2 Competition
11 Lucas Auer AUT Giles Motorsport
17 Ryan Cullen IRL M2 Competition
18 Nicholas Latifi CAN Giles Motorsport
21 Steijn Schothorst NED M2 Competition
22 Andrew Tang SGP ETEC Motorsport
23 Jann Mardenborough UK ETEC Motorsport
29 Akash Nandy MAL ETEC Motorsport
36 Alex Lynn UK M2 Competition
43 Tanart Sathienthirakul THA ETEC Motorsport
44 Dennis Olsen NOR M2 Competition
53 Michael Scott NZ Victory Motor Racing

TRS – ETEC scommette sui giovani Nandy e Tang

etec 2

A cura di Silvano Taormina

Il team ETEC Motorsport ha aggiunto altri due tasselli alla propria line-up scommettendo su due giovani piloti asiatici. Il primo nome è quello di Akash Neil Nandy, malese classe 1997 che nella scorsa stagione ha preso parte alla Formula Pilota China dopo aver debuttato in monoposto l’anno prima nella JK Racing Asia Series. A suo fianco ci sarà Andrew Tang, giovane portacolori di Singapore che si appresta a debuttare in monoposto dopo una buona gavetta in kart in giro per il mondo. I due raggiungeranno i già annunciati Sathienthirakul, Calderon e Mardenborough. Resta da definire il nome del sesto pilota della compagine australiana.

TRS – M2 Competition porta al debutto il giovane Dennis Olsen

dennis olsen

A cura di Silvano Taormina

Dennis Olsen si appresta a debuttare nel mondo delle monoposto. Dopo una buona carriera in kart, culminata lo scorso con il successo nel campionato tedesco e l’ottavo posto assoluto nell’europeo KF2, il giovane pilota norvegese ha deciso di compiere questo importante passo scegliendo la Toyota Racing Series New Zealand. Proprio nei giorni scorsi ha raggiunto un accordo con il team M2 Competition. Il suo obiettivo è quello di ben figurare nella classifica rookie e accumulare esperienza prima di definire i propri programmi per la stagione 2013. Olsen raggiungerà i già annunciati Cullen, Goddard, Schotrost, Lynn e Cassidy.