Tag: HVM

IndyCar – Viso firma con l’Andretti Autosport

01-21-Viso-Team-Announcement-Std

E.J. Viso disputerà la stagione 2013 della IZOD IndyCar Series sulla quarta vettura dell’Andretti Autosport, schierata in partnership con l’HVM Racing. Per il pilota venezuelano si tratterà della sesta stagione nella categoria. “Non potevo chiedere di più che avere l’opportunità di guidare per una squadra di campioni, rappresentando al contempo il mio paese“, ha detto Viso. “Dopo cinque anni nella categoria credo di aver trovato l’ambiente giusto e guardo alla possibilità di avere Ryan, James e Marco come compagni di squadra. Sono molto orgoglioso di poter guardare alla stagione 2013 con questo nuovo rapporto; è un sogno che si avvera.” In carriera il pilota venezuelano ha ottenuto 16 arrivi nella top 10 in 81 gare disputate. Viso ha inoltre consolidato il gruppo di sponsor dalla sua terra d’origine per creare una nuova entità, chiamata ‘Team Venezuela’, con l’obiettivo di promuovere le sue attività e quella di altri piloti venezuelani in IndyCar. “Team Venezuela è una fusione di energie e aiuti della nostra terra di origine, i quali sono stati insieme a me negli ultimi quattro anni“, ha spiegato Viso. “Tutti i loro loghi saranno sulla vettura. E’ stato raggiunto un buon accordo tra il Team Venezuela e l’Andretti Autosport.” “Siamo felici di dare il benvenuto ad E.J. nella nostra squadra e di poter nuovamente gareggiare con quattro vetture“, ha dichiarato Michael Andretti. “Lui ha mostrato la sua velocità nei suoi primi anni e noi lo consideriamo un pilota molto promettente, e la sua personalità si presta bene alla chimica generale dei nostri piloti e del nostro gruppo. Vorrei ringraziare Keith (Wiggins) e HVM per la loro assistenza in questo progetto.” L’Andretti Autosport è l’unica squadra a competere in ogni categoria facente parte del programma Mazda Road to Indy: due vetture in Firestone Indy Lights, due nel Pro Mazda Championship e due nella USF2000, oltre che le quattro in IndyCar, che diventeranno cinque voci alla 500 Miglia di Indianapolis con l’aggiunta di Carlos Munoz.

Marco Strazzulla

IndyCar – La De Silvestro con il team di Vasser

Il KV Racing Technology è sul punto di annunciare i suoi programmi per il 2013. Dopo settimane di speculazioni su una possibile partnership con l’Ed Carpenter Racing o l’HVM Racing, la squadra di Jimmy Vasser sarebbe intenzionata a schierare due vetture per Tony Kanaan e Simona de Silvestro. La svizzera, che ha corso negli ultimi tre anni con l’HVM Racing, dovrebbe fare il suo debutto con il team in un test lunedì al Barber Motorsport Park. Con lei si sposterà pure lo sponsor Nuclear Clean Air Energy. “Abbiamo inizialmente cercato di focalizzare tutti i nostri sforzi su Tony“, ha dichiarato Vasser. “Non c’è in programma una fusione con l’HVM Racing. Posso dire che è probabile che avremo due vetture. Non posso dire chi le guiderà, ma potrete vederlo Lunedi quando scenderemo in pista al Barber Motorsport Park.”

Marco Strazzulla

IndyCar – Cominciati i primi test dell’anno

Con l’arrivo del nuovo anno sono iniziati anche i primi test in vista della nuova stagione della IZOD IndyCar Series. In questi giorni, sul Palm Beach International Raceway, diversi team scenderanno in pista. Primo fra tutti l’HVM Racing che con Simona de Silvestro ha portato per la prima volta in pista il motore Lotus. Il team ha per ora realizzato solo alcuni giri di verifica, mentre da oggi inizieranno i test veri e propri. “E’ stata la prima volta per me sulla nuova vettura e con il nuovo motore“, ha detto la de Silvestro. “E’ stato davvero bello, il migliore regalo di Natale che mi potessi aspettare. Non abbiamo fatto troppi giri, ma non abbiamo avuto alcun problema. Credo che fosse lecito aspettarsi che qualcosa potesse andare storto con tutte queste novità, quindi siamo veramente felici che tutto sia andato come volevamo che andasse. E’ stato davvero positivo. Questa è la prima volta che faccio parte dello sviluppo di una nuova auto. Devo ringraziare Lotus per avermi permesso di essere il primo pilota a testare il motore, e di essere parte del processo di sviluppo. Avere una serie con diversi costruttori mi permetterà di imparare un sacco di cose, e tutto questo è davvero interessante per me. Il suono del motore turbo è differente e mi sembrava strano all’inizio. Guidare questo motore richiederà un diverso stile di guida, specialmente quando useremo più potenza. E’ eccitante. E’ molto diverso da quello a cui sono abituata, ma per quello che ho visto finora mi piace molto.

I test proseguiranno oggi e domani, e scenderanno in pista pure Ryan Hunter-Reay (Andretti Autosport), Helio Castroneves e Will Power (Team Penske), JR Hildebrand (Panther Racing) e Tony Kanaan (KV Racing Technology) con i motori Chevrolet, e Simon Pagenaud (Sam Schmidt Motorsports), Scott Dixon (il primo giorno) e Graham Rahal (il secondo giorno)( Chip Ganassi Racing) con i motori Honda. HVM Racing, Ganassi e Andretti Autosport (con Marco Andretti al volante) saranno poi in pista a Sebring lunedì e martedì prossimi.

Avere la possibilità di lavorare con un costruttore come Chevrolet è emozionante“, ha affermato Hildebrand. “E’ un bene tornare in macchina e recarsi al lavoro. Stiamo aspettando con ansia di vedere come saranno i prossimi passi con la macchina, e allo stesso tempo sono entusiasta di tornare in pista.

Marco Strazzulla

IndyCar – I propositi di Vasser e Tracy

In una intervista al canale televisivo Speed, Jimmy Vasser ha delineato gli impegni in vista della prossima stagione in IndyCar del KV Racing Technology, confermando l’intenzione di continuare a schierare tre vetture e l’aggiunta di nuovi tecnici (è infatti arrivato dal Team Penske l’ex ingegnere di Tony Kanaan negli anni all’Andretti-Green Racing,  Eric Cowdin).  “Tony è pronto, mentre ci stiamo avvicinando a definire il contratto per confermare EJ Viso“, ha detto. “Stiamo inoltre lavorando per completare il budget per la terza vettura. Al riguardo abbiamo alcune interessanti opportunità, e con ogni probabilità sulla nostra terza vettura ci sarà un rookie, proveniente dalla Indy Lights o dall’Europa. Avere tre auto è il nostro modello di business, e avremo tre vetture l’anno prossimo. Stiamo inoltre completando la nostra squadra di ingegneri. Ci saranno alcune novità in arrivo, ed alcune conferme. Alcuni saranno confermati, come Garrett Mothersead, ed avremo anche qualche giovane. Mi sento molto fiducioso sulla squadra che stiamo mettendo sù.

Sempre al canale televisivo Speed, Paul Tracy ha dichiarato di essere in grado di fornire una buona fetta di budget ad una squadra che sarà interessata. “Abbiamo incontrato Bobby Rahal più volte“, ha detto Tracy. “C’è stato anche un incontro faccia a faccia con uno dei miei sponsor che è andato bene e tutti sembravano molto desiderosi di fare qualcosa. Ma il budget necessario è superiore a quello che possiamo portare in questo momento (circa 2 milioni di dollari contro i 5-6 richiesti). Penso che la maggior parte proprietari siano in attesa di vedere quale affare sia migliore, e se fossi un proprietario probabilmente farei la stessa cosa.  C’è ancora un po’ di tempo prima del via della prima gara, e solitamente la situazione non si delinea fino al mese prima dell’inizio della stagione. Questo non mi preoccupa, è una situazione che ho già vissuto prima, soprattutto negli ultimi anni. E’ così per molte squadre. Fa parte delle regole del gioco.”

Per quanto riguarda altre situazioni, il Dreyer&Reinbold Racing potrebbe avere una accoppiata tutta inglese formata da Justin Wilson e Kathrine Legge, anche se Wilson resta in trattativa anche con il Micheal Shank Racing (insieme ad un altro pilota britannico, Jay Howard). L’HVM Racing sta invece lavorando per poter schierare, almeno part time, una seconda vettura oltre quella portata in pista da Simona de Silvestro.

Marco Strazzulla

IndyCar – Conway firma con Foyt; Lotus pronta a scendere in pista

L’AJ Foyt Racing ha scelto Mike Conway come pilota della vettura n. 14 per la stagione 2012 della IZOD IndyCar Series. Il 28enne pilota britannico è reduce da una stagione all’Andretti Autosport con cui ha ottenuto 4 arrivi nella top 10, compresa la vittoria del Long Beach Grand Prix, ed ha chiuso diciassettesimo in campionato. “Con un calendario che avrà molti più stradali che ovali, abbiamo cercato un pilota che fosse veloce su questo tipo di tracciati, e Mike ha sicuramente dato prova di esserlo“, ha dichiarato Foyt. “Non vedo l’ora di lavorare con lui, posso ancora essere in grado di dargli qualche piccolo consiglio per quanto riguarda gli ovali.” “Prima di tutto vorrei ringraziare 2MB Sports Management e AJ Foyt Racing per fatto in modo che questa operazione si potesse compiere. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare con il team e guidare la vettura n. 14. Sarà una stagione entusiasmante con le nuove auto e la battaglia tra i motoristi. Speriamo di poter partire con slancio con i test durante la off season ed essere subito veloci. Sto contando i giorni in vista del primo test e dell’inizio della stagione“, questo il commento di Conway.

La Lotus ha confermato la data per il primo test in pista del suo motore. L’HVM Racing scenderà infatti in pista al Palm Beach International Raceway il 13-14 gennaio con Simona de Silvestro al volante. La squadra si unirà poi a Chevrolet ed Honda per il test previsto a Sebring il 16 gennaio. “Il programma di test è abbastanza ambizioso“, ha detto Vince Kremer, team manager dell’HVM Racing. “La cosa buona è che stiamo lavorando come una cooperativa insieme alle altre squadre Lotus, Dreyer&Reinbold Racing e Bryan Herta Autosport, e ci sembra che il sistema stia piuttosto bene. Quello di Palm Beach sarà più di un test di collaudo del motore.  Non siamo molto preoccupati per quanti chilometri percorreremo. Quello a Sebring sarà più incentrato sullo sviluppo del motore in pista.” “Adesso che la macchina è arrivata, non vediamo l’ora di scendere in pista e provare“, ha detto la de Silvestro. “Sono molto felice di essere con Lotus e con la squadra che loro hanno scelto per iniziare a sviluppare il nuovo motore e la nuova vettura. Sono davvero fortunata ad essere di nuovo con HVM Racing e Nuclear Clean Air Energy and Entergy, e sono abbastanza sicura che avremo la possibilità di un anno migliore di quello appena passato. Dobbiamo solo lavorare sodo.

Marco Strazzulla

IndyCar – Lotus annuncia tre team

Lotus Motorsport ha annunciato, durante il Los Angeles Auto Show, che i team Dreyer&ReinboldRacing, Bryan Herta Autosport e HVM Racing  utilizzeranno i suoi motori per la stagione 2012 della IZOD IndyCar Series. I tre team si affiancheranno quindi al già confermato Michael Shank Racing. “Siamo entusiasti del fatto che queste squadre illustri e di successo abbiano scelto Lotus, in quanto riteniamo che le nostre capacità saranno molto vantaggiose per loro nel futuro“, ha detto Miodrag Kotur, direttore di Lotus Motorsport. “Questi team entreranno subito a far parte della leggenda Lotus e sono uniti a noi nel nostro cammino come uno dei marchi automobilistici più innovativi e di successo al mondo. Abbiamo lavorato senza sosta sul nostro programma sin da quando abbiamo annunciato la nostra intenzione di produrre un nuovo motore in linea con le nuove regole adottate dalla categoria. Crediamo che i nostri sforzi pagheranno dividendi in quanto i risultati delle nostre simulazioni sono estremamente incoraggianti. Siamo anche riusciti a produrre un motore molto leggero. Adesso siamo in attesa di poter provare il nostro pacchetto in pista all’inizio di gennaio, poco più tardi di quanto originariamente previsto, ritardo che ci permetterà di avere più tempo per perfezionare il nostro pacchetto prima di scendere in pista.” Per il team di Bryan Herta si tratterà della prima stagione a tempo pieno (così come il Michael Shank Racing sarà all’esordio assoluto in IndyCar) dopo aver vinto la 500 Miglia di Indianapolis nel 2011 con Dan Wheldon, mentre il Dreyer&ReinboldRacing sarà alla sua dodicesima stagione e l’HVM Racing  alla quinta. “Ovviamente, questo è un momento incredibilmente entusiasmante per noi“, ha detto Herta. “Il nostro obiettivo da sempre è stato quello di essere al via dell’intera stagione. Collaborare con Lotus, che ha una storia ricca di tradizione nel mondo delle corse, anche ad Indianapolis, è qualcosa di enorme per noi. Tutti noi siamo impazienti di lavorare in stretta collaborazione con Lotus per sostenere i loro sforzi.” “Formare una partnership con Lotus è un passo molto importante per il Dreyer&ReinboldRacing“, ha detto Dennis Reinbold.  “Lavorando a stretto contatto con il team Lotus nel corso degli ultimi mesi abbiamo avuto modo di constatare il loro forte impegno per la IndyCar Seriese e la 500 Miglia di Indianapolis. Molti dei nostri sforzi collettivi sono già in corso e non potremmo essere più entusiasti in vista di questa off-season.” “E’ stata una decisione chiara per noi correre con Lotus“, ha detto Keith Wiggins, proprietario dell’HVM Racing. “Ho grande rispetto, fiducia ed entusiasmo in loro. Ho una buona conoscenza delle loro capacità. Essere parte integrante del processo di sviluppo di Lotus è una cosa importante per il nostro team e per il consolidamento della nostra posizione nella IZOD IndyCar Series.”

Marco Strazzulla

IndyCar – Qualcosa si muove in casa Lotus

Dopo Chevrolet e Honda, comincia a muoversi anche il terzo motorista che sarà al via della stagione 2012 dell’IZOD IndyCar Series. La Lotus infatti si sta muovendo, e anche se in ritardo rispetto ai concorrenti, dovrebbe essere regolarmente al via della prossima stagione; il primo test, originariamente previsto per il 13-15 Dicembre sul Sebring International Raceway in Florida, è stato spostato a una data indeterminata nel mese di gennaio. “Non c’era molto tempo a disposizione per fare un motore tutto nuovo e che ha molto poco in comune con tutto ciò che abbiamo fatto di recente“, ha detto Jonh Judd, responsabile della progettazione del motore. “Il nostro progetto presenta alcune delle caratteristiche di alcuni dei nostri motori, ma riparte quasi zero per la maggior parte delle componenti. Dobbiamo essere pazienti per quanto riguarda il funzionamento del motore e vedere quali sono i problemi e risolverli quando si presenteranno. Nel giro di un mese dovremmo sapere ciò che abbiamo fatto bene e che cosa avremmo potuto fare meglio. Ci sono sempre cose che avresti potuto fare meglio, è lo stesso per tutti.” Per quello che riguarda i team che correranno con i motori Lotus, al momento è sicuro solo il Michael Shank Racing, ma il costruttore inglese sta lavorando per fornire almeno altri tre team. “Stiamo parlando con squadre di buon livello, e posso confermare che abbiamo avuto discussioni per una collaborazione con Bryan Herta Autosport, HVM Racing, Dreyer&Reinbold Racing e Conquest Racing“, ha detto il presidente di Lotus Motorsport Claudio Berro. “Ci sono due tipi di accordo possibili: uno è un contratto di leasing e un altro è un accordo commerciale vero e proprio, con una squadra che correrebbe con i nostri colori.

Marco Strazzulla

IndyCar – Rumors in vista della prossima stagione

Mentre la stagione della IZOD IndyCar Series è entrata nella fase calda, già si guarda al 2012, quando entreranno in vigore le nuove regole tecniche e si vedranno le nuove vetture e i nuovi motori costruiti da Honda, Chevrolet e Lotus. La Honda sarà la prima a scendere in pista con il nuovo motore, l’8 e il 9 Agosto a Mid Ohio con il Bryan Herta Autosport e Dan Wheldon al volante, mentre gli altri due costruttori dovrebbero scendere in pista ad Ottobre. I test saranno inizialmente condotti dai costruttori in prima persona, con i propri telai, mentre verso metà Dicembre, quando tutte le squadre avranno la propria vettura, inizieranno i test delle singole squadre.

Al momento gli accordi sicuri sono quelli della Chevrolet con il Team Penske e della Honda con i team di Ganassi e Foyt. Più incerta la situazione della Lotus, che potrebbe clamorosamente separarsi dal team con cui è attualmente associato, il KV Racing Technology. Lotus non ha ancora annunciato una squadra di riferimento, e l’intenzione è quella di acquistare un team esistente per farne il team di punta. Rumors hanno indicato questo team nel Newman Haas Racing, che da tempo è in cerca di un nuovo acquirente dopo la morte di Paul Newman e i problemi di salute di Carl Haas. La separazione con il KV Racing Technology potrebbe essere anche dettata dal fatto che a costruire il motore della casa inglese non sarà la Cosworth di cui è co-proprietario Kevin Kalkhoven (co-proprietario anche del team KV con Jimmy Vasser) ma la Judd Engine Developments. Il KV Racing Technology continuerebbe così con il supporto della Honda, che garantirebbe uno dei due sedili a Takuma Sato mentre Tony Kanaan, ormai diventato uomo-immagine della Lotus, potrebbe finire quindi al Newman Haas Racing, scambiandosi i sedili con Oriol Servia, da sempre amico di Vasser ed ex pilota del team.

Un altro team che potrebbe restare fedele alla Honda dovrebbe essere il Sam Schmidt Motorsports, che è intenzionato a schierare due vetture nel 2012. Alex Tagliani, che sta guidando per il team nel 2011, non ha contratto per l’anno prossimo così qualsiasi trattativa è possibile, anche se Schmidt ha affermato che la riconferma del pilota canadese è la priorità per quel che riguarda la scelta dei piloti per la prossima stagione. Recentemente è sceso in pista a Mid Ohio il francese Simon Pagenaud, ed inoltre il team ha raggiunto un accordo con l’AFS Racing per schierare in tre gare quest’anno Martin Plowman. Il pilota francese non è più sotto contratto con l’Highcroft Racing, team con il quale ha vinto il campionato 2010 della American LeMans Series e che ha a sua volta intenzione di entrare in IndyCar nel 2012, quindi è libero di firmare con chiunque.

Un’altro team che potrebbe fare il salto in IndyCar è il Wayne Taylor Racing, uno dei team di punta della Grand-Am Rolex Series. Il team potrebbe essere innanzitutto designato dalla Chevrolet, con cui corre già in Grand-Am, per scendere in pista per i test con il nuovo motore, con Ricky Taylor al volante. Altri due team che dovrebbero finire alla Chevrolet sono il Panther Racing (che con il costruttore americano vinse due titoli nel 2001 e 2002) e l’Andretti Autosport, che deve innanzitutto chiarire la situazione con Danica Patrick. Gli ultimi rumors dicono che la Patrick potrebbe correre full time nel 2012 in Nationwide Series con il suo attuale team, il JR Motorsports di proprietà di Dale Earnhardt Jr, più alcune gare in Sprint Cup con lo Stewart-Haas Racing. Un altro team che potrebbe accordarsi con la Chevrolet è l’HVM Racing, che ha sotto contratto Simona De Silvestro e che potrebbe diventare una sorta di team “B” di Penske.

Marco Strazzulla

Aggiornamenti dal mondo della IndyCar

Nella giornata di lunedì l’HVM Racing e la società Entergy Nuclear hanno annunciato di aver siglato un accordo triennale per la sponsorizzazione della vettura n.78 di Simona de Silvestro. “E’ una sensazione davvero speciale, e sono entusiasta in vista della nuova stagione“, ha commentato la de Silvestro. “E’ la prima volta nella mia carriera che so quali saranno i programmi non solo per quest’anno, ma anche per i prossimi due. Abbiamo una grande collaborazione con Entergy e sono contenta che collaboreranno con noi. Speriamo di riuscire a portare la consapevolezza del nucleare come forma di energia pulita, a basso costo ed affidabile.” “Questa è una grande notizia per HVM e per Simona“, ha detto il proprietario del team Keith Wiggins. “Dà a Simona un’opportunità a lungo termine per diventare un pilota di punta del campionato IndyCar, mentre la squadra avrà una piattaforma stabile per diversi anni per sostenere il proprio sforzo. Si tratta di una formidabile opportunità di marketing con un partner forte che ha un messaggio e un ruolo importanti nel futuro del nostro mondo.”

Nel weekend sono scesi in pista alcuni team per una sessione di test a Sebring: Panther Racing, Andretti Autosport (con Marco Andretti), Target Chip Ganassi Racing (con una vettura su cui sono scesi in pista entrambi i piloti) e il Newman Haas Racing per una seconda sessione di test con James Hinchcliffe, che aveva provato con il team già a dicembre. “E’ stata un’altra buona giornata per noi“, ha detto Hinchcliffe, che ha completato 97 giri con un miglior tempo di 54.08sec. “Le condizioni erano molto diverse rispetto al dicembre scorso. Mentre il clima più caldo è stato il benvenuto, le temperature più calde della pista hanno reso la vettura un po’ più scivolosa, anche perché vi era stato un test ALMS all’inizio di questa settimana e c’era molto residuo di gomma. Comunque gli ingegneri hanno fatto un buon lavoro nella gestione delle condizioni della pista e nello svolgimento del nostro programma.” Il Panther Racing è invece sceso in pista con il suo nuovo pilota JR Hildebrand, che ha completato 75 giri. “Abbiamo avuto una giornata davvero buona“, ha affermato Hildebrand. “Una delle cose principali che siamo venuti a fare qui è stato iniziare a stabilire quale sarà la nostra configurazione di base in questa stagione. I ragazzi del nostro staff tecnico si stanno abituando a me ed io mi sto abituando a loro. Abbiamo trascorso un po’ di tempo per sistemare i freni per adattarci ad una varietà di situazioni diverse e abbiamo fatto un sacco di progressi su quei dettagli che ci permetteranno di risparmiare tempo durante la stagione.” Il team effettuerà ancora un test il mese prossimo al Firebird International Raceway prima dei test collettivi in programma a Marzo al Barber Motorsports Park.

In una recente intervista Michael Andretti ha confermato l’intenzione di schierare quattro vetture nella prossima stagione della IZOD IndyCar Series. “Siamo molto vicini ad annunciare la nostra formazione a quattro punte“, ha detto Andretti. “Sono davvero eccitato al punto cui siamo arrivati. Siamo più avanti di quanto ci aspettassimo. Ho letto in giro un sacco di critiche che abbiamo intenzione di zittire.” Anche se non è stato confermato nell’intervista, il quarto pilota sarà con ogni probabilità il campione 2009 di Formula 2 Andy Soucek, che affiancherà i confermati Danica Patrick, Marco Andretti e Ryan Hunter-Reay.

E’ stata inoltre svelata la pace car per la prossima 500 Miglia di Indianapolis, un versione speciale della Chevrolet Camaro ispirata a quella che fu utilizzata nell’edizione del 1969.

IndyCar – News di mercato

Nei giorni di festività, nonostante un rallentamento naturale delle trattative, alcune novità e alcuni annunci ufficiali hanno caratterizzato il mercato della IZOD IndyCar Series. Vitor Meira rimarrà con l’AJ Foyt Racing per il terzo anno consecutivo. Il pilota brasiliano è reduce da una stagione finita al 12° posto in classifica, con un podio nella gara di casa a San Paolo quale miglior risultato. “Sono davvero felice di lavorare ancora con AJ Foyt e con il suo team“, ha detto Meira. “Per avere una buona stagione quest’anno sarà importante essere in grado di continuare i progressi che abbiamo fatto alla fine dello scorso anno. Sappiamo dove dobbiamo lavorare per migliorare e abbiamo già cominciato a farlo durante la off-season.”

L’HVM Racing ha invece  confermato che Simona De Silvestro correrà di nuovo con loro anche nel 2011. La pilota svizzera è reduce da due arrivi nella top 10 (Edmonton, Mid-Ohio) e dal titolo di Rookie of the Year alla 500 Miglia di Indianapolis.  La novità sarà rappresentata con tutta probabilità da una nuova livrea della vettura dovuta ad un nuovo sponsor principale che sarà annunciato entro la fine di gennaio.

Uno dei piloti del KV Racing Technology potrebbe essere James Rossiter, ex collaudatore della BAR-Honda in Formula 1 negli anni 2005-08. Rossiter fa parte del gruppo Lotus da settembre quando ha disputato la Britcar 24 Hours e la 6 Ore di Vallelunga al volante della Lotus Evora. Ora il suo coinvolgimento con il marchio inglese potrebbe comprendere anche alcune gare in IndyCar, come confermato anche dal direttore di Lotus Motorsport Claudio Berro. “Mi piacerebbe avere James con noi in IndyCar“,ha detto Berro. “Potrebbe succedere in questa stagione, anche se molto probabilmente solo sugli stradali.”