Tag: Conquest

IndyCar – Dracone torna in IndyCar per un test

dracone

Francesco Dracone torna nel giro della IndyCar. Il pilota italiano effettuerà un test con il Dale Coyne Racing a Sebring il 3 e 4 Dicembre. Dopo Arie Luyendyk Jr, il team ha infatti necessità di scendere in pista ma ha il suo primo pilota, Justin Wilson, ancora convalescente per i postumi dell’incidente a Fontana nell’ultima gara del 2013. Inoltre, è sempre alla ricerca del secondo pilota per il 2014, e probabilmente potrebbe effettuare la stessa politica del 2013, ovvero ruotarne diversi. Per Dracone si tratta della seconda esperienza in IndyCar, dopo le due gare disputate nel 2010 con il Conquest Racing, a Mid-Ohio e Sonoma.

Marco Strazzulla

IndyCar – Alesi e la Beatriz pronti per la 500 Miglia di Indianapolis

Si avvicina il mese di Maggio e comincia a rinfoltirsi lo schieramento in vista della 500 Miglia di Indianapolis. Come annunciato alla fine della scorsa stagione, Jean Alesi tenterà la qualifica per la prossima edizione; il team con cui proverà a farlo sarà il Newman Haas Racing, storico team delle corse Indy che aveva chiuso i battenti lo scorso Dicembre ma che tornerà una tantum per la 500 Miglia, con la motorizzazione Lotus. “La mia intenzione era quella di lavorare con il Newman Haas Racing e l’accordo è stato firmato ieri“, ha dichiarato Alesi, 201 gran premi di Formula 1 alle spalle con Ferrari, Benetton, Sauber, Jordan, Prost e Tyrrell. “Abbiamo diversi dettagli ancora da decidere, ad esempio quando sarò in macchina per la prima volta. Per me è fantastico perché ho bisogno di sostegno, dalla squadra e anche da parte dei tifosi. Sono estremamente entusiasta. Non sono preoccupato, ma sento una grande pressione su di me. Cercherò di essere il più in forma possibile ed essere al top della condizione per fare un buon lavoro. Sto prendendo questa esperienza molto sul serio, ho una grande esperienza in varie forme di automobilismo ma è la prima volta per me in questo genere di competizione.”

Un altro accordo che è arrivato ieri è stato quello tra l’Andretti Autosport e Ana Beatriz per partecipare alla 500 Miglia di Indianapolis ed alla gara brasiliana di San Paolo. La vettura sarà iscritta in partnership con il Conquest Racing e sponsorizzata da Ipiranga, compagnia petrolifera e di vendita al dettaglio brasiliana, sponsor da diversi anni della Beatriz. “Guidare per l’Andretti Autosport è la più grande opportunità che abbia avuto in IndyCar e in tutta la mia carriera“, ha detto la Beatriz, 20 gare disputate nella IZOD IndyCar Series, con un 11° posto a Toronto nel 2011 quale miglior risultato. “Sono molto felice che Ipiranga mi sostenga ancora per queste gare e non poteva esserci una migliore vestibilità che correre con Andretti. Sono onorata di far parte del team di Michael e impaziente di lavorare con la squadra, con Marco(Andretti), James (Hinchcliffe) e Ryan (Hunter-Reay).” “Ho seguito Bia per alcuni anni“, ha detto Michael Andretti. “E’ stata molto forte in Firestone Indy Lights, e sono rimasto impressionato dalla velocità che ha messo in mostra. Questa opportunità è una buona cosa per noi come una squadra.”

Ieri inoltre tre rookie hanno completato un test effettuato dalla IndyCar per valutarne la loro preparazione in vista delle gare su ovale. Oltre ai regular della categoria Josef Newgarden e Simon Pagenaud è sceso in pista anche il campione USAC National Driver Bryan Clauson, alla guida di una vettura del Sarah Fisher Hartman Racing. A supervisionare il test il direttore di corsa della IndyCar Beaux Barfield. “Sapevo che Josef (Newgarden) e Simon (Pagenaud) avrebbero facilmente raggiunto la massima velocità, e lo hanno fatto, ma Bryan (Clauson) è stato altrettanto impressionante“, ha detto Barfield. “Lui ha tenuto un ritmo costante per tutta la giornata. Tutti e tre i piloti erano si sono trovati a loro agio e hanno lavorato su diverse configurazioni. E’ stata una giornata produttiva per tutti e tre, anche se tecnicamente era un rookie test.

Marco Strazzulla

IndyCar – Qualcosa si muove in casa Lotus

Dopo Chevrolet e Honda, comincia a muoversi anche il terzo motorista che sarà al via della stagione 2012 dell’IZOD IndyCar Series. La Lotus infatti si sta muovendo, e anche se in ritardo rispetto ai concorrenti, dovrebbe essere regolarmente al via della prossima stagione; il primo test, originariamente previsto per il 13-15 Dicembre sul Sebring International Raceway in Florida, è stato spostato a una data indeterminata nel mese di gennaio. “Non c’era molto tempo a disposizione per fare un motore tutto nuovo e che ha molto poco in comune con tutto ciò che abbiamo fatto di recente“, ha detto Jonh Judd, responsabile della progettazione del motore. “Il nostro progetto presenta alcune delle caratteristiche di alcuni dei nostri motori, ma riparte quasi zero per la maggior parte delle componenti. Dobbiamo essere pazienti per quanto riguarda il funzionamento del motore e vedere quali sono i problemi e risolverli quando si presenteranno. Nel giro di un mese dovremmo sapere ciò che abbiamo fatto bene e che cosa avremmo potuto fare meglio. Ci sono sempre cose che avresti potuto fare meglio, è lo stesso per tutti.” Per quello che riguarda i team che correranno con i motori Lotus, al momento è sicuro solo il Michael Shank Racing, ma il costruttore inglese sta lavorando per fornire almeno altri tre team. “Stiamo parlando con squadre di buon livello, e posso confermare che abbiamo avuto discussioni per una collaborazione con Bryan Herta Autosport, HVM Racing, Dreyer&Reinbold Racing e Conquest Racing“, ha detto il presidente di Lotus Motorsport Claudio Berro. “Ci sono due tipi di accordo possibili: uno è un contratto di leasing e un altro è un accordo commerciale vero e proprio, con una squadra che correrebbe con i nostri colori.

Marco Strazzulla

IndyCar – Continuano le novità in vista del finale di stagione

Continuano le novità in vista del finale di stagione della IZOD IndyCar Series. Nella penultima prova stagionale, che si disputerà sul Kentucky Speedway, farà il suo esordio nella categoria Dillon Battistini. Il pilota inglese sarà alla guida della vettura n.34 del Conquest Racing portata in pista durante l’intera stagione da Sebastian Saavedra e a Motegi da Joao Paulo de Oliveira. Battistini effettuerà il suo Rookie Test questa settimana sul Kentucky Speedway (dove scenderanno in pista per un test altri 10 piloti). “Questa è l’occasione per cui ho lavorato per tutta la mia vita“, ha detto Battistini, che ha ottenuto quattro vittorie in Firestone Indy Lights in 19 gare disputate in carriera. “Sono entusiasta di guidare la vettura n.34 del Conquest Racing in Kentucky e non vedo l’ora di scendere in pista per il test di venerdì. Devo ringraziare Eric Bachelart e tutta la squadra per avermi dato questa opportunità.”

Nell’ultima prova stagionale, sul Las Vegas Motor Speedway (dove sono attese oltre trenta vetture iscritte), scenderà invece in pista Jay Howard con la vettura del Rahal Letterman Lanigan Racing. Per il pilota inglese si tratterà della terza gara stagionale con il team, dopo la 500 Miglia di Indianapolis e la Firestone Twin 275s sul Texas Motor Speedway. Nella gara di Las Vegas guiderà la vettura n.15, mentre la vettura n.30 sarà guidata da Pippa Mann, che sarà al via anche in Kentucky. “E’ bello poter essere di nuovo con il Rahal Letterman Lanigan Racing per l’IndyCar World Championship a Las Vegas“, ha detto Howard. “Abbiamo disputato una buona corsa ad Indianapolis, mentre abbiamo avuto un po’ di sfortuna in Texas, quindi cercheremo di finire la stagione al meglio per poi concentrarci in vista del 2012. Non so come ringraziare tutti coloro che sono stati al mio fianco in queste ultime due stagioni, e per avermi dato un’altra opportunità. Las Vegas è il luogo ideale per il finale di stagione; Randy [Bernard] ha fatto un grande lavoro per la serie finora. Non ho mai guidato sul Las Vegas Motor Speedway, e non vedo l’ora di scendere in pista.

Marco Strazzulla

IndyCar – Pantano e de Oliveira a Motegi

Ancora aggiustamenti alla entry list per la prossima gara della IZOD IndyCar Series sul circuito giapponese di Twin Ring Motegi. Il team Dreyer&Reinbold Racing ha confermato Giorgio Pantano quale sostituto dell’infortunato Justin Wilson anche per questa gara. “Non potevamo essere più felici che avere di nuovo Giorgio a rappresentare la nostra squadra. Giorgio ha fatto un lavoro fantastico per noi a Sonoma e Baltimore e crediamo che sarà molto competitivo anche in Giappone“, ha commentato il co-proprietario  del team, Dennis Reinbold. “Voglio dire grazie al team ed agli sponsor per avermi dato questa opportunità. Le ultime due gare sono state molto positive per noi e non vedo l’ora di correre con il team di nuovo in Giappone. Sono qui per fare il meglio che posso, come sempre, e non vedo l’ora di scendere in pista“, ha dichiarato invece Pantano.

A Motegi farà inoltre il suo esordio nella categoria Joao Paulo de Oliveira, campione 2010 della Formula Nippon. Il pilota brasiliano sarà alla guida della vettura n.34 del Conquest Racing in sostituzione di Sebastian Saavedra. De Oliveira, che è terzo nella classifica del campionato di Formula Nippon 2011, ha vinto il quarto e più recente round disputato al Twin Ring di Motegi l’8 luglio. “Motegi è una pista molto tecnica“, afferma il pilota brasiliano. “E’ abbastanza impegnativo per i freni. E’ fatta per lo più di curve lente seguite da lunghi rettilinei, quindi è necessario assicurarsi di ottenere il massimo della frenata senza compromettere l’uscita dalla curva. Non cambierò il mio approccio. Ho bisogno di apprendere i limiti della macchina e poi sapere come ottenere il massimo vantaggio dalle qualifiche. Non è un compito facile, ma sono fiducioso che possiamo avere un buon weekend. Sono sempre stato in contatto con persone negli Stati Uniti, ma solo ora si è presentata l’occasione giusta. Nel mondo dell’automobilismo devi essere pronto ogni volta che si presenta un’opportunità, e io sento che questa è arrivata al momento giusto.”

Marco Strazzulla

IndyCar – La Mann trova l’accordo con Rahal

Pippa Mann ha raggiunto un accordo con il Rahal Letterman Lanigan Racing per disputare tre gare questa stagione, sugli ovali di New Hampshire, Kentucky e Las Vegas. La pilota inglese ha preso parte quest’anno alla 500 Miglia di Indianapolis con il Conquest Racing, e sarà in pista con il suo nuovo team il 5 Luglio per un test sul New Hampshire Motor Speedway. “Sono assolutamente entusiasta di avere l’opportunità di tornare in un IndyCar quest’anno, e di farlo con il Rahal Letterman Lanigan Racing“, ha detto la Mann. “La squadra ha una grande storia in IndyCar, e la fama di mettere in pista sempre auto veloci. Dopo Indianapolis non sapevo cosa c’era davanti a me, e sono contentissima di non aver dovuto aspettare troppo tempo prima di tornare in IndyCar. Sono particolarmente felice di correre al Kentucky Speedway, dove ho vinto nella Firestone Indy Lights lo scorso anno. New Hampshire e Las Vegas saranno entrambi nuovi per me, e non vedo l’ora di scendere in pista in New Hampshire tra tre settimane.” “Pippa ha mostrato le sue qualità in Indy Lights lo scorso anno, ma siamo stati impressionati anche dal modo in cui lei stessa ha gestito Indianapolis in questa stagione“, ha detto Bobby Rahal. “Ha mostrato la pazienza nel corso delle prove per trovare la giusta velocità, e il suo curriculum da corsa dimostra che è capace di migliorare ogni volta che scende in pista. Stiamo aspettando con impazienza di vedere i suoi progressi andando avanti durante l’anno.

Marco Strazzulla

IndyCar – Pippa Mann ad Indy con il Conquest Racing

Il Conquest Racing ha annunciato l’accordo con Pippa Mann per la prossima 500 Miglia di Indianapolis. La pilota inglese guiderà la vettura n.36 e affiancherà così il colombiano Sebastian Saavedra. Lo scorso anno la Mann ha corso in Firestone Indy Lights starts, ottenendo la pole position nella Freedom 100 disputata proprio all’Indianapolis Motor Speedway e vincendo la gara in Kentucky. E’ la quarta donna confermata per la 500 Miglia di Indianapolis, accanto a Danica Patrick, Simona De Silvestro e Ana Beatriz. “Avere la possibilità di competere nella Indy 500 è qualcosa per cui abbiamo lavorato molto duramente durante l’inverno“, ha detto la Mann. “Ho testato con il Conquest Racing all’inizio di quest’anno e dato che la prova era andata bene abbiamo lavorato senza tregua per mettere insieme questo accordo. Gli ultimi mesi sono stati come una corsa sulle montagne russe per me, e adesso sono contenta che tutto sia andato bene. Quest’anno ci sono molti iscritti, quindi sarà alquanto interessante per un rookie, ma io sono decisamente pronta per la sfida. Per ovvi motivi, l’Indianapolis Motor Speedway è uno dei miei ovali preferiti, quindi non vedo l’ora di vedere cosa possiamo ottenere.” “Pippa ha un’attitudine naturale per gli ovali e abbiamo potuto giudicare questo nei test di qualche settimana fa in Texas“, ha detto il proprietario del Conquest Racing Eric Bachelart. “Ha fatto parte del team da allora e siamo tutti impazienti di lavorare con lei ad Indianapolis.

Marco Strazzulla

IndyCar – Tempo di conferme

I giorni dei test collettivi stanno completando lo schieramento dei piloti in vista dell’inizio della stagione 2011 della IZOD IndyCar Series. Il Conquest Racing ha firmato per l’intera stagione Sebastian Saavedra. Il pilota colombiano aveva già corso per il tempo nell’ultima gara dello scorso anno, ad Homestead-Miami, mentre aveva corso la 500 Miglia di Indianapolis con il Bryan Herta Autosport. Per la seconda vettura, Bachelart sta trattando e potrebbe alternare tre piloti: Pippa Mann, Jean-Karl Vernay e Paul Tracy. “Sono entusiasta di avere la possibilità di disputare la mia prima stagione completa in IndyCar“, ha detto Saavedra. “Stavo lavorando da tempo a questo obbiettivo e il fatto che ciò avvenga è fantastico. Non vedo l’ora che la stagione cominci. So che non sarà facile, ma io sono pronto alla sfida.” “Siamo felici di avere Sebastian con noi per tutta la stagione“, ha detto il proprietario del team Eric Bachelart. “E’ stato un piacere lavorare con lui l’anno scorso e di nuovo la scorsa settimana al nostro test a Sebring. Sebastian ha fatto un ottimo lavoro tutte e due le volte che è stato nella nostra macchina e penso che possiamo aspettarci qualcosa di buono da lui in questa stagione. Siamo anche felici di mantenere la nostra tradizione di offrire ai giovani piloti la possibilità di continuare la loro carriera.

John Andretti disputerà anche quest’anno la 500 Miglia di Indianapolis con la vettura n.43 gestita in partnership dall’Andretti Autosport e dal Richard Petty Motorsports. Per lui sarebbe la dodicesima partecipazione alla Indy 500, mentre è il terzo anno consecutivo che Petty e Andretti uniscono le forze, lavorando in partnership con il Dreyer&Reinbold Racing nel 2009 e col team di Michael Andretti lo scorso anno. “Come pilota, la 500 Miglia di Indianapolis è qualcosa in cui vuoi essere coinvolto“, ha detto Petty. “Farlo con John, Michael e il nostro sponsor Window World è il modo migliore, e non vedo l’ora che arrivi Maggio.” “Non importa quante volte l’hai fatto prima, non ci si stanca mai di annunciare che si sta andando a correre la 500 Miglia di Indianapolis“, ha detto John Andretti. “Vincere la 500 Miglia di Indianapolis è sempre stato un mio sogno. Avere un’altra possibilità è una cosa enorme.”

Il Dale Coyne Racing sta invece provando al Barber Motorsports Park con due vetture e due piloti. Sebastien Bourdais è vicino a firmare con il team per disputare le prove sui circuiti stradali e cittadini, mentre le prove su ovale verranno disputate da un altro pilota visto che vanno in conflitto con il programma del pilota francese con la Peugeot nella Le Mans Series. Sulla seconda vettura è sceso invece in pista il pilota inglese James Jakes, reduce da alcune esperienze in GP3 e nella GP2 Asia.

Marco Strazzulla

IndyCar – La entry list per i test collettivi

Lunedì e martedì prossimo si terranno al Barber Motorsports Park i test collettivi in vista dell’apertura della stagione 2011 della IZOD IndyCar Series. Questa la entry list provvisoria, che al momento prevede 24 vetture:
3 – Helio Castroneves – Team Penske
4 – JR Hildebrand (R) – Panther Racing
5 – Takuma Sato – KV Racing Technology/Lotus
6 – Ryan Briscoe – Team Penske
7 – Danica Patrick – Andretti Autosport
8 – E.J. Viso – KV Racing Technology/Lotus
9 -Scott Dixon – Target Chip Ganassi Racing
10 – Dario Franchitti – Target Chip Ganassi Racing
12 – Will Power – Team Penske
14 – Vitor Meira – A.J. Foyt Enterprises
18 – Sebastien Bourdais – Dale Coyne Racing
19 – TBA – Dale Coyne Racing
22 – Justin Wilson – Dreyer & Reinbold Racing
24 – Ana Beatriz (R) – Dreyer & Reinbold Racing
26 -Marco Andretti – Andretti Autosport
27 – Mike Conway – Andretti Autosport
28 – Ryan Hunter-Reay – Andretti Autosport
34 – Sebastian Saavedra (R) – Conquest Racing
38 – Graham Rahal – Service Central Chip Ganassi Racing
77 – Alex Tagliani – Sam Schmidt Motorsports
78 – Simona De Silvestro – HVM Racing
83 – Charlie Kimball (R) – Novo Nordisk Chip Ganassi Racing
02 – Oriol Servia – Newman Haas Racing
06 – James Hinchcliffe (R) – Newman Haas Racing

Rispetto a questo elenco, alla prima gara della stagione in programma il 27 Marzo sul circuito di St.Petersburg si potrebbero aggiungere altre vetture e piloti (a parte la presenza sicura del Sarah Fisher Racing con Ed Carpenter). Tony Kanaan sarebbe infatti vicino all’accordo con il KV Racing Technology/Lotus per guidare la terza vettura del team, mentre il Conquest Racing potrebbe schierare una seconda vettura per cui sono in lizza tre o quattro piloti: Paul Tracy, J.K. Vernay, Pippa Mann e Bertrand Baguette. La seconda vettura del Dale Coyne Racing potrebbe essere invece guidata dal rookie Martin Plowman. Infine l’Andretti Autosport annuncerà proprio lunedì l’iscrizione di una quinta vettura per la 500 Miglia di Indianapolis, che sarà presumibilmente guidata come nello scorso anno da John Andretti e gestita dal team di Richard Petty.

Marco Strazzulla

IndyCar – Tempo di test

Si va intensificando il periodo di prove private per i team della IZOD IndyCar Series, in vista dei test collettivi in programma il 14-15 Marzo al Barber Motorsports Park. Diverse squadre sono scese in pista in questi giorni, sia su circuiti stradali che ovali.

Sul circuito dell’Alabama sono scesi in pista Takuma Sato e EJ Viso del KV Racing Technology-Lotus, i piloti di Penske Will Power, Helio Castroneves e Ryan Briscoe, l’A.J. Foyt Racing con Vitor Meira e il Chip Ganassi Racing con il rookie Charlie Kimball. “Sono felice di tornare su una vettura Indy, era molto tempo che ero lontano da questa macchina“, ha commentato Briscoe. “Abbiamo trascorso la mattinata solo sul toglierci via la ruggine di dosso. Dal pomeriggio siamo stati in grado di entrare nel nostro programma di test e si è trattato di un pomeriggio produttivo. Stiamo già guardando avanti ai test collettivi e siamo entusiasti di vedere che la stagione stia entrando nel suo corso.” Viso si è trovato al volante della vettura n.8, anch’essa quest’anno con la livrea della Lotus. Il venezuelano ha dichiarato: “Sono molto entusiasta di come sono andate le cose. Abbiamo fatto molti progressi in tutte le cose che abbiamo provato e adesso siamo sicuramente in una posizione migliore in vista dei test collettivi fra due settimane. L’atmosfera con la squadra è molto positiva. Tutti stanno lavorando duro, e mi sento bene se penso al modo in cui stanno andando le cose.” Per Kimball si trattavano invece dei primi giri in assoluto su una vettura IndyCar. “Completare il mio primo test con il Chip Ganassi Racing mi ha ricordato quanto sia grato di essere parte di questa squadra“, ha detto Kimball, che ha completato un totale di 58 giri. “La squadra mi ha permesso di concentrarmi sull’alzare la velocità giro dopo giro, ed è esattamente quello che abbiamo fatto. Nel complesso, sono entusiasta dei risultati del test e non vedo l’ora di tornare in macchina.”

Sul Texas Motor Speedway sono invece scesi in pista il Conquest Racing e Pippa Mann (insieme all’ HVM Racing con Simona De Silvestro). Il test, che era originariamente previsto per lunedì scorso, è stato rinviato a martedì a causa delle basse temperature e del forte vento nella zona di Fort Worth. Con il clima più cooperativo, la Mann è stata finalmente in grado di percorrere i suoi primi giri a bordo di una vettura Indy, superare rapidamente il suo rookie test e continuare con le prove per il resto della giornata. “Ho avuto una giornata di test molto buona“, ha spiegato la Mann. “Era la prima volta che guidavo una vettura Indy, e pure la prima volta che giravo sul Texas Motor Speedway, quindi prima di iniziare davvero non sapevo cosa aspettarmi. Non ci è voluto molto tempo per mettermi a proprio agio sulla macchina e con la velocità. Abbiamo perso un po’ di tempo durante le ore centrali della giornata per un problema alla pompa del carburante. Non potrò mai ringraziare abbastanza i ragazzi per aver lavorato duramente per farmi tornare in pista. In generale sono entusiasta di come il test è andato.” Il proprietario del team Eric Bachelart ha espresso soddisfazione per i progressi della pilota inglese: “Pippa si assestata rapidamente su tempi competitivi. Ha fatto davvero un ottimo lavoro e ha fornito ottime risposte alla squadra che ci hanno permesso di apportare alcune modifiche e rendere la vettura ancora più equilibrata e veloce.”

I test continueranno anche nei prossimi giorni, quando al Sebring International Raceway il 9 Marzo scenderanno in pista Mike Conway, Ryan Hunter-Reay, Danica Patrick (Andretti Autosport), Martin Plowman, Sebastien Bourdais (Dale Coyne Racing), Justin Wilson, Ana Beatriz (Dreyer&Reinbold Racing), Simona de Silvestro (HVM Racing) ed Ed Carpenter (Sarah Fisher Racing), mentre sul Barber Motorsports Park gireranno James Hinchcliffe e Oriol Servia con il Newman Haas Racing.

Marco Strazzulla