Tag: Josh Hill

EXTRA – La curiosità: L’incredibile week-end del Fortec Motorsport, in pista in sei campionati diversi

fortec

A cura di Silvano Taormina

Quello appena trascorso è stato un vero e proprio week-end di fuoco per il team Fortec Motorsport. La compagine diretta da Richard Dutton, da anni vero e proprio punto di riferimento nelle categorie propedeutiche in Inghilterra e in Europa, è scesa in pista in ben sei campionati diversi generando così un caso senza precedenti. Una presenza massiccia che non ha eguali nel panorama del motorsport, frutto di un enorme sforzo umano e di un eccellente coordinamento logistico. Nell’arco del fine settimana la struttura di Daventry, piccolo centro del Northamptonshire immerso nella campagna inglese, è stata impegnata in ben quattro campi di gara differenti dove ha schierato un totale di venti vetture. E i risultati non sono mancati, sebbene i suoi alfieri abbiano vissuto fortune alterne. In totale la squadra ha collezionato due pole-position, tre vittorie, cinque secondi posti e ben ventinove piazzamenti in zona punti.

Il successo più importante è stato colto senza dubbio nella Formula Renault 3.5 a Spa Francorshamps grazie Stoffel Vandoorne. La giovane promessa del vivaio McLaren, al contempo supportato dalla Federazione Belga, dopo un’opaca Gara 1 in cui aveva lamentato problemi di set-up si è imposto nella prova domenicale in cui è scattato dalla terza piazzola in griglia. Un successo limpido, frutto di un mix di talento e strategia che gli ha permesso dapprima di sopravanzare Muller al pit-stop e poi di contenere gli attacchi del ben più esperto Magnussen. Il tutto grazie ad un fulmineo cambio-gomme che lo ha proiettato in testa. Il tracciato belga sembrava essere propizio anche a Jake Dennis, poleman in Q1 nell’Eurocup Formula Renault 2.0. L’inglese, già campione della Formula Renault NEC lo scorso anno, non è riuscito ad imporsi anche in gara dove ha concluso in sesta posizione al sabato e in quinta la domenica. Poca fortuna invece per Mikko Pakari, imbottigliato perennemente nei meandri di metà classifica ma comunque a punti.

Non è andata meglio ai ragazzi impegnati nel FIA Formula 3 European Series, di scena a Spielberg in Austria. In questo contesto è emersa la maggiore competitività dei principali avversari, ovvero Mucke Motorsport, Prema Powerteam e Carlin. Il migliore dei piloti Fortec è risultato Joshua Hill, bravo a centrare la quinta piazza sia in Q2 che nella seconda corsa, mentre i suoi compagni di squadra non sono stati in grado di affacciarsi nella top-ten, fatta eccezione per Luis Derani in Gara 3. Felix Serralles è stato praticamente inesistente, William Buller ha pensato ad acclimatarsi in occasione della sua prima uscita europea con la squadra.

Il tracciato casalingo di Silverstone, diversamente, ha riportato il sorriso sui volti degli uomini della Fortec. Nella Blancpain Endurance Series la Mercedes SLS affidata a Ollie Hancock, Stephen Jelley e Benji Hetherington ha terminato la gara durata riservata alle GT3 in sedicesima piazza risultando la migliore delle supercar della casa di Stoccarda. Non male considerando l’equilibrio che regna nella serie e soprattutto il fatto che la squadra, al primo anno in una categorie a ruote coperte, è al debutto a livello continentale dopo le tre uscite nel British GT Championship dove schiera due vetture.

Nello stesso paddock erano presenti anche i ragazzi impegnati nella Formula Renault NEC, per la prima volta di scena sul suolo britannico. La Fortec naturalmente ha onorato la gara di casa scendendo in pista con ben sette Tatuus. I più concreti sono stati Matt Perry e Jack Aitken, bravi a centrare una doppietta sia in qualifica che nelle due manches in programma. Top-ten in entrambe le corse anche per Alfonso Celis e Roman Beregech mentre Ryan Tveter, Paz Armand e la lady Corinna Kamper hanno navigato costantemente a centro gruppo.

Infine l’ultimo impegno del week-end la Fortec lo ha vissuto a Thruxton, sede del terzo appuntamento stagionale della Formula Renault BARC, la categoria britannica riservata alle Tatuus Formula Renault 2.0 della precedente generazione. Anche qui non sono mancate le soddisfazioni grazie ai secondi posti ottenuti dal malese Weiron Tan in Gara 1 e dal cinese Hong Wei Cao nelle due prove successive.

Il team Fortec Motorsport, lo ricordiamo, è stato fondato nel 1996 dal già citato Richard Dutton. Nel corso degli anni ha allevato e portato alla vittoria nomi di prestigio quali Juan Pablo Montoya, Gianmaria Bruni, Jamie Green e Heikki Kovalainen. I risultati più importanti li ha colti nella Formula Renault inglese, categoria nella quale ha conquistato il titolo per ben quattro volte con Danny Watts, Mike Conway, Sebastian Hoenthal e Duncan Tappy, e nella Formula BMW UK dove si è imposta con Niall Breen e Marcus Ericsson. Il titolo più prestigioso però lo ha conquistato lo scorso anno nella Renault World Series imponendosi con il debuttante Frinjs. L’elevato livello di professionalità e competitività gli ha permesso di divenire partner di alcune squadre di Formula 1 per i loro junior program, tra queste Renault all’inizio degli anni duemila e più di recente McLaren, Catheram e Racing Step Fundation, il programma sportivo della Federazione Inglese guidato da John Surtess.

vandoorne spa

dennis spa

FIA Formula 3 European Championship, round 5, Spielberg (A)

Jelley silverstone

Parry silverstone

Tan Thruxton

TRS – Taupo, gara 2-3: Cassidy e Van Asseldonk si dividono le vittorie, primo podio per Raffaele Marciello

a cura di Silvano Taormina

Uno a uno tra Cassidy e Van Asseldonk. É questo il responso delle due gare domenicali andate in scena sul tracciato neozelandese di Taupo quando in Italia era notte fonda. Con il successo in gara 2 Cassidy rafforza la sua leadership in campionato mentre Van Asseldonk, grazie al successo nella terza frazione, sia aggiudica il prestigioso Denny Hulme Memorial Trophy. Giornata agrodolce per Raffaele Marciello, a podio nella gara della mattina nonostante i numerosi problemi tecnici riscontrati. Si conferma tra i leader Jordan King, quarto e terzo dopo il successo ottenuto ieri. Scopriamo nel dettaglio come sono andate le due gare.

GARA 2 – Allo spegnersi dei semafori il poleman Leitch mantiene la leadership davanti a Marciello e Cassidy, con il ticinese abile a sopravanzare il pilota del Giles Motorsport, scattato dalla seconda posizione. Poche curve dopo il pupillo del Ferrari Driver Academy sopravanza anche Leitch e si porta in testa. Nei primi giri sembra poter mantenere un buon ritmo ma a metà gara inizia ad accusare dei problemi di set-up che lo faranno rallentare. Nel frattempo Cassidy recupera terreno e si fa sotto al giovane connazionale, superandolo pochi giri dopo. Il ritmo del leader del campionato è impressionante e a sei giri dalla conclusione si porta in testa ai danni di Marciello, con quest’ultimo oramai in crisi e costretto a cedere la seconda piazza a Leitch. Le posizioni non cambieranno più fino alla bandiera a scacchi. Alle loro spalle si è sviluppata una bella battaglia tra King e Van Asseldonk, con l’inglese che ha resistito ai numerosi attacchi dell’olandese. Sesta posizione per Lucas Auer, in leggera risalita dopo l’opaca prestazione in gara 1. Dietro l’austriaco ha chiuso Bonifacio, anch’egli in ascesa dopo la pessima prestazione nella gara del sabato. Chiudono la top-ten Berthon, Lester e un ottimo Engineer. Josh Hill ha chiuso in tredicesima posizione dopo un testacoda mentre Suranovich è stato autore di due uscite di pista. Primo ritiro per Michela Cerruti, ferma ai box con la vettura danneggiata dopo un contatto. Ritiro anche per Serrales mentre Moh non ha preso il via.

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Nick Cassidy Giles Motorsport 15 GIRI
2 Damon Leitch Victory Motor Racing + 2″213
3 Raffaele Marciello M2 Competition + 4″728
4 Jordan King M2 Competition + 13″256
5 Hannes van Asseldonk Giles Motorsport + 15″569
6 Lucas Auer Giles Motorsport + 16″817
7 Bruno Bonifacio Giles Motorsport + 19″426
8 Nathanel Berthon M2 Competition + 23″441
9 Jono Lester ETEC Motorsport + 23″951
10 Shabaan Engineer ETEC Motorsport + 26″421
11 Tanart Sathienthirakul M2 Competition + 30″866
12 Dmitry Suranovich Victory Motor Racing + 31″111
13 Josh Hill ETEC Motorsport + 31″622
14 Chris Vlok Victory Motor Racing + 57″877
15 Victor Sendin ETEC Motorsport + 1 giro
16 Michela Cerruti Victory Motor Racing + 1 giro
17 Sheban Siddiqi M2 Competition + 3 giri
Non classificato
Felix Serralles Giles Motorsport
Non partito
Melvin Moh ETEC Motorsport

GARA 3 – L’ultima gara del week-end ha visto il ritorno alla vittoria di Van Asseldonk, ancora a secco di podi nel corso del week-end. L’alfiere del Giles Motorsport ha conquistato la vetta sin dal via, quando ha sfruttato lo scatto poco felice del poleman Hill per prendere il comando. L’olandese non ha avuto problemi a dettare il ritmo per tutti i 20 giri previsti, tagliando il traguardo davanti all’inglese. Sul terzo gradino del podio è salito un altro pilota britannico, il vincitore di gara 1 Jordan King, fresco di accordo con il team Manor MP per disputare la Formula Renault Eurocup e il NEC. Medaglia di legno per il portoricano Serrales che, dopo i problemi meccanici riscontrati in gara 2, è tornato a battagliare per le prime posizioni. Dietro di lui ha concluso Lucas Auer, in ripresa rispetto ai giorni scorsi ma ancora lontano dai primi. Nathanel Berthon, sesto, è stato il migliore tra i piloti del M2 Competition, seguito dal brasiliano Bonifacio. A chiudere la top-ten troviamo il trio di neozelandesi formato da Cassidy, Lester e Leitch. Tanta sfortuna per Raffaele Marciello, afflitto dai soliti problemi d’assetto e da un treno di pneumatici difettoso. Una foratura lo ha costretto a perdere parecchio tempo ai box. Michela Cerruti, autrice di un testacoda, ha concluso in diciassettesima piazza.

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Hannes van Asseldonk Giles Motorsport 20 giri
2 Josh Hill ETEC Motorsport + 2″435
3 Jordan King M2 Competition + 4″271
4 Felix Serralles Giles Motorsport + 8″623
5 Lucas Auer Giles Motorsport + 9″847
6 Nathanel Berthon M2 Competition + 10″669
7 Bruno Bonifacio Giles Motorsport + 11″507
8 Nick Cassidy Giles Motorsport + 12″069
9 Jono Lester ETEC Motorsport + 12″948
10 Damon Leitch Victory Motor Racing + 19″382
11 Dmitry Suranovich Victory Motor Racing + 23″058
12 Shabaan Engineer ETEC Motorsport + 28″674
13 Victor Sendin ETEC Motorsport + 29″059
14 Tanart Sathienthirakul M2 Competition + 46″312
15 Chris Vlok Victory Motor Racing + 57″529
16 Melvin Moh ETEC Motorsport + 1’01″466
17 Michela Cerruti Victory Motor Racing + 1’04″160
18 Raffaele Marciello M2 Competition + 5 giri
Non classificato
Sheban Siddiqi M2 Competition

CLASSIFICA – 1) Cassidy, 546 punti; 2) Leitch, 517; 3) Hill, 424; 4) Van Asseldonk, 423; 5) Serralles, 385; 6) King, 369; 7) Berthon, 341; 8) Lester, 339; 9) Suranovich, 319; 10) Bonifacio, 315; 11) Marciello, 297; 12) Sendin, 286; 13) Auer, 251; 14) Engineer, 240; 15) Cerruti, 216.

TRS – Taupo, gara 1: King e Hill fanno sventolare l’Union Jack, Van Asseldonk resiste a Marciello e completa il podio

a cura di Silvano Taormina

Suona l’inno inglese sul circuito di Taupo, sede della terza gara stagionale della Toyota Racing Series. A conquistare il successo è stato Jordan King, autore della pole in mattinata e vero mattatore della gara. Il pilota del team M2 Competition ha condotto per tutti i 15 giri in programma regolando il connazionale Josh Hill. Il figlio e nipote d’arte ha sopravanzato sin dal via Auer, scattato dalla seconda posizione, ma non è riuscito a impensierire King tagliando il traguardo con un ritardo poco superiore ai due secondi. A completare il podio troviamo l’olandese Van Asseldonk che per tutta la gara ha dovuto controllare Raffaele Marciello, quarto sotto la bandiera a scacchi. Il giovane portacolori del Ferrari Driver Academy, risolti alcuni dei problemi di assetto che lo avevano rallentato nelle prime due gare, ha provato in tutti i modi a sopravanzare l’avversario ma la conformazione del circuito non lo ha aiutato. Chiude la top-five il leader di campionato Nick Cassidy.

Sesta posizione per Damon Leitch, autore di una bella rimonta dalla sesta fila, mentre alle sue spalle ha chiuso Lucas Auer, ancora una volta non in grado di concretizzare la favorevole posizione in griglia di partenza. Completano la top-ten Berthon, Serrales e Bonifacio, quest’ultimo non in grado di replicare le ottime performance mostrate nei giorni scorsi. Michela Cerruti ha condotto una gara regolare e priva di sbavature che l’ha vista concludere in quindicesima posizione.

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Jordan King M2 Competition 15 giri
2 Josh Hill ETEC Motorsport + 2″245
3 Hannes van Asseldonk Giles Motorsport + 4″454
4 Raffaele Marciello M2 Competition + 4″776
5 Nick Cassidy Giles Motorsport + 6″747
6 Damon Leitch Victory Motor Racing + 7″728
7 Lucas Auer Giles Motorsport + 9″731
8 Nathanel Berthon M2 Competition + 13″422
9 Felix Serralles Giles Motorsport + 14″112
10 Bruno Bonifacio Giles Motorsport + 15″768
11 Jono Lester ETEC Motorsport + 19″131
12 Dmitry Suranovich Victory Motor Racing + 21″294
13 Shabaan Engineer ETEC Motorsport + 26″050
14 Tanart Sathienthirakul M2 Competition + 26″050
15 Michela Cerruti Victory Motor Racing + 43″455
16 Chris Vlok Victory Motor Racing + 53″507
17 Victor Sendin ETEC Motorsport + 1’01″265
18 Sheban Siddiqi M2 Competition + 1’14″808
Melvin Moh ETEC Motorsport DNF

TRS – Timaru, gara 1: Prima vittoria stagionale per Cassidy, Leitch e Hill completano il podio

a cura di Silvano Taormina

Nick Cassidy ha vinto la prima gara del week-end di Timaru, secondo appuntamento stagionale della Toyota Racing Series. A favorire il successo del neozelandese del Giles Motorsport sono stati involontariamente i compagni di squadra Van Asseldonk e Bonifacio. L’olandese aveva segnato la pole nelle qualifiche del sabato mattina ma al via è scattato lentamente facendosi sfilare proprio da Cassidy, Leitch, Hill e Serrales. Il brasiliano invece, anch’egli in prima fila, è rimasto fermo sullo schieramento causando l’ingresso della safety-car. Raffaele Marciello, scattato dalla decima posizione, ha dovuto rallentare per evitare la vettura di Bonifacio e si è ritrovato dodicesimo.

Al restart Cassidy si è ritrovato in testa davanti a Leitch e Hill e, su un circuito dove è quasi impossibile sorpassare, le posizioni sono rimaste invariate fino alla bandiera a scacchi. Serrales, quarto, è riuscito a contenere gli attacchi di Van Asseldonk che a sua volta ha dovuto controllare Auer. Ci si aspettava qualcosa di più da King che, dopo il miglior tempo nelle libere del venerdì, non è riuscito ad andare oltre la settima posizione finale davanti a Lester e Berthon. Marciello è stato abile a recuperare un paio di posizioni e così ha chiuso la top-ten. Diciassettesima posizione per Michela Cerruti, non proprio a suo agio su questo tipo di tracciato.

L’ordine d’arrivo di gara 1:

 

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Nick Cassidy Giles Motorsport 12 giri
2 Damon Leitch Victory Motor Racing +0″435
3 Josh Hill ETEC Motorsport +0″821
4 Felix Serralles Giles Motorsport +2″390
5 Hannes van Asseldonk Giles Motorsport +3″036
6 Lucas Auer Giles Motorsport +3″496
7 Jordan King M2 Competition +3″496
8 Jono Lester ETEC Motorsport +6″327
9 Nathanel Berthon M2 Competition +6″797
10 Raffaele Marciello M2 Competition +7″074
11 Shabaan Engineer ETEC Motorsport +8″328
12 Dmitry Suranovich Victory Motor Racing +9″211
13 Victor Sendin ETEC Motorsport +14″240
14 Melvin Moh ETEC Motorsport +15″205
15 Tanart Sathienthirakul M2 Competition +15″839
16 Chris Vlok Victory Motor Racing +21″537
17 Michela Cerruti Victory Motor Racing +22″607
18 Sheban Siddiqi M2 Competition +28″553
Bruno Bonifacio Giles Motorsport DNF

TRS – Teretonga, gara 1: Josh Hill vince una gara rocambolesca davanti a Leitch e Lester, sfortuna per Marciello

a cura di Silvano Taormina

Josh Hill si è aggiudicato la vittoria nella prima gara del week-end di Teretonga, sede della prova inaugurale della Toyota Racing Series 2012. Il pilota del team ETEC Motorsport è stato bravo ad approfittare degli errori altrui in una gara caratterizzata da colpi di scena, meteo instabile e safety-car. Al via uno scroscio di pioggia bagna leggermente la pista e il primo a farne le spese è il poleman Lucas Auer che in mattinata aveva ottenuto il miglior tempo in qualifica davanti a Jordan King e al nostro Raffaele Marciello. L’austriaco del Giles Motorsport ha commesso un errore nella lunga piega a sinistra che segue il traguardo e, una volta intraversato, è stato colpito violentemente da Marciello. Entrambi sono stati costretti al ritiro.

La direzione gara manda in pista la safety-car per permette ai commissari di mettere in sicurezza la pista. Al restart Hill si ritrova al comando dopo essere scattato dalla quarta posizione, seguito da Van Asseldonk e Jordan. Questi ultimi danno spettacolo lottando corpo a corpo ma poco dopo entrano in contatto e sono costretti al ritiro. Entra di nuovo in pista la vettura di sicurezza ma nel giro di qualche minuto viene esposta la bandiera rossa in quanto gli steward sono impossibilitati a rimuovere le due monoposto incidentate. Lo stop forzato della gara decreta la vittoria di Josh Hill, al suo primo successo nella serie. Completano il podio i due piloti di casa Damon Leitch e Jono Lester, anch’essi abili a sfruttare le sfortune altrui. Ottima prova da parte di Nathanel Berthon, atterrato in nuova Zelanda soltanto ieri e già capace di mettere in mostra le proprie doti velocistiche con una gran rimonta dalla sedicesima posizione. Chiude la top-five il russo Suranovich. Ci sia aspettava qualcosa di più da Felix Serrales, solamente sesto al traguardo davanti all’ottimo Victor Sendin. Dietro di loro Cassidy, decisamente sottotono dopo le buone prestazioni messe in mostra nelle libere, e Bonifacio. Michela Cerruti ha coronato il suo esordio in monoposto con un ottimo decimo posto finale .

I piloti torneranno in pista domani per disputare le altre due gare del week-end. La griglia di gara due è stata decretata seguendo l’ordine del secondo miglior tempo ottenuto da ogni pilota in qualifica. A scattare dalla pole sarà ancora un volta Lucas Auer davanti ai due britannici Jordan King e Josh Hill.

L’ordine d’arrivo di gara 1:

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Josh Hill ETEC Motorsport 15 giri
2 Damon Leitch Victory Motor Racing +0.861
3 Jono Lester ETEC Motorsport +1.895
4 Nathanel Berthon M2 Competition +2.949
5 Dmitry Suranovich Victory Motor Racing +3.735
6 Felix Serralles Giles Motorsport +4.553
7 Victor Sendin ETEC Motorsport +5.168
8 Nick Cassidy Giles Motorsport +6.232
9 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +6.823
10 Michela Cerruti Victory Motor Racing +7.188
11 Shabaan Engineer ETEC Motorsport +8.881
12 Chris Vlok Victory Motor Racing +10.102
13 Tanart Sathienthirakul M2 Competition +11.025
14 Sheban Siddiqi M2 Competition +12.533
Non classificato
Lucas Auer Giles Motorsport
Raffaele Marciello M2 Competition
Jordan King M2 Competition
Hannes van Asseldonk Giles Motorsport
Melvin Moh ETEC Motorsport

TRS – Teretonga, libere 1-2: Auer e Cassidy inaugurano il week-end sotto la pioggia, Marciello nono dopo un testacoda

a cura di Silvano Taormina

Nonostante l’estate australe, la vera protagonista dei primi due turni di prove libere è stata la pioggia che ha bagnato il tracciato di Teretonga, sede dell’appuntamento inaugurale della Toyota Racing Series. Il migliore a destreggiarsi con queste avverse condizioni climatiche è stato Lucas Auer, neo-acquisto del team Van Amerstorf nella Formula 3 tedesca. L’austriaco del Giles Motorsport ha preceduto di circa sette decimi i due neozelandesi Nick Cassidy e Jono Lester. Solamente quarto il dominatore dei test dei giorni scorsi Hannes Van Asseldonk davanti al duo britannico formato da Jordan King e Josh Hill. Ancora buone performance di Bruno Bonifacio, settimo a fine turno seguito dalla sorpresa Melvin Moh. Qualche difficoltà per Raffaele Marciello, solamente nono e autore di un testacoda. Il giovane casertano ha accusato qualche difficoltà a mandare in temperatura le gomme. Michela Cerruti ha concluso la sessione in quindicesima posizione.

Nel secondo turno i tempi si sono alzato e il miglior crono è stato ottenuto da Cassidy davanti a Hill, Leitch e Auser. Da segnalare che anche nella giornata di venerdì non sono scesi in pista il campione in carica Mitch Evans e il francese Nathanel Berthon, attesi per le prove libere del sabato mattina.

I tempi del primo turno di prove libere:

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Lucas Auer Giles Motorsport 1’01”809
2 Nick Cassidy Giles Motorsport +0.715
3 Jono Lester ETEC Motorsport +0.780
4 Hannes van Asseldonk Giles Motorsport +0.910
5 Jordan King M2 Competition +0.035
6 Josh Hill ETEC Motorsport +1.045
7 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +1.160
8 Melvin Moh ETEC Motorsport +1.402
9 Raffaele Marciello M2 Competition +1.531
10 Damon Leitch Victory Motor Racing +1.571
11 Felix Serralles Giles Motorsport +1.604
12 Victor Sendin ETEC Motorsport +1.704
13 Shabaan Engineer ETEC Motorsport +1.743
14 Dmitry Suranovich Victory Motor Racing +2.167
15 Michela Cerruti Victory Motor Racing +2.659
16 Tanart Sathienthirakul M2 Competition +2.985
17 Sheban Siddiqi M2 Competition +3.873

I tempi del secondo turno di prove libere:

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Nick Cassidy Giles Motorsport 01:02.512
2 Josh Hill ETEC Motorsport +0.243
3 Damon Leitch Victory Motor Racing +0.533
4 Lucas Auer Giles Motorsport +0.692
5 Jordan King M2 Competition +0.706
6 Jono Lester ETEC Motorsport +0.730
7 Bruno Bonifacio Giles Motorsport +1.068
8 Hannes van Asseldonk Giles Motorsport +1.116
9 Shabaan Engineer ETEC Motorsport +01.16
10 Felix Serralles Giles Motorsport +1.435
11 Raffaele Marciello M2 Competition +1.485
12 Melvin Moh ETEC Motorsport +1.524
13 Victor Sendin ETEC Motorsport +1.735
14 Dmitry Suranovich Victory Motor Racing +2.085
15 Michela Cerruti Victory Motor Racing +2.580
16 Tanart Sathienthirakul M2 Competition +2.983
17 Sheban Siddiqi M2 Competition +3.570