Category: Formula Abarth

Gabriele Volpato entusiasta del test Formula Abarth: “Le monoposto non sono un capitolo chiuso”

gabrielevolpatoformulaabarth

A cura di Ermanno Frassoni

Fornitegli un mezzo provvisto di motore e lui di certo non si farà pregare. Gabriele Volpato, 17enne pilota italiano impegnato a tempo pieno nella divisione Open del campionato Euro-Racecar Nascar Touring Series 2013 nelle file del team Gonneau/OverDrive sotto la meticolosa supervisione della società di management Pistone Motorsport, che ne gestisce gli aspetti cruciali della carriera, è stato infatti selezionato dai vertici della Scuola Federale ACI CSAI e di Ferrari Driver Academy, ovverosia il prestigioso programma giovani del Cavallino Rampante, per una full immersion di due giorni sul circuito di Vallelunga, vicino Roma, da sublimare al volante di accattivanti monoposto di Formula Abarth messe a disposizione dagli istruttori.

L’iniziativa, inserita nell’ambito del Progetto Giovani sostenuto da ACI CSAI in collaborazione con Ferrari Driver Academy per la valorizzazione dei talenti del motorsport nostrano, ha permesso a Volpato, kartista e poi formulista per quanto attiene alla propria formazione agonistica, di trascorrere una prima giornata di acclimatamento tra sessioni virtuali al simulatore, prove psico-attitudinali, attività in palestra e predisposizione ottimale del posto guida in attesa di scendere finalmente in pista venerdì 14 giugno insieme agli altri tre giovani piloti selezionati, in rigoroso ordine alfabetico Francesco Iacovacci, Alessio Piccini e Cristopher Zani.

Il ruolo di sapienti angeli custodi intervenuti nella due giorni di Vallelunga è spettato a personaggi di spicco quali Gian Carlo Minardi, Raffaele Giammaria, Andrea Piccini ed Enrico Toccacelo, un eterogeneo parterre pronto a dispensare piccole astuzie e suggerimenti all’indirizzo degli scalpitanti virgulti scelti in virtù di un promettente pedigree da corsa.

«La convocazione per lo stage in Formula Abarth è arrivata un po’ a sorpresa – spiega Gabriele Volpato – sapevo che l’ACI CSAI stava seguendo gli sviluppi della mia carriera anche perché c’era stato un interessamento già l’anno scorso quando correvo nella Kia Green Scout Cup, ciononostante devo ammettere che la chiamata l’ho ricevuta soltanto due settimane fa. Sì, è stata una bella sorpresa!».

formulaabarth

«Questo è il secondo anno consecutivo in cui mi dedico anima e corpo alle ruote coperte – ricorda il pilota torinese – obiettivamente non è stato semplice ritrovare subito il feeling visto che la Chevrolet Camaro dell’Euro-Racecar è tutt’altra cosa rispetto a una monoposto di Formula Abarth. Credo comunque di essermela cavata bene e sono soddisfatto dell’opportunità di effettuare un test valutativo patrocinato da ACI CSAI e Ferrari Driver Academy. È un fatto positivo non soltanto per il sottoscritto ma anche per il motorsport italiano in generale».

In predicato di tornare al volante della propria Stock Car nel quarto appuntamento dell’Euro-Racecar in programma sull’ovale di Tours, in Francia, il 6/7 luglio, Volpato non ha dubbi quando si parla di differenze di guida tra una Chevrolet da 400 cavalli e una monoposto di Formula Abarth: «Riadattarsi alla frenata rappresenta sempre la sfida maggiore. Con le formule si frena molto più tardi di quanto non avvenga nell’abitacolo della mia Camaro. Il carico aerodinamico, unito alla risposta delle mescole degli pneumatici, consente al pilota di impostare una staccata brutale, niente a che vedere insomma con le reazioni di una macchina dell’Euro-Racecar».

«Con i colleghi Iacovacci, Piccini e Zani il confronto è stato completo – prosegue Gabriele – abbiamo cominciato il giovedì con una serie di test preparatori, dopodiché pur partendo da basi diverse i riscontri cronometrici del giorno successivo ci hanno visti tutti abbastanza vicini. Conosco bene il circuito di Vallelunga, dove in passato ho girato con un Prototipo, una monoposto e un paio di vetture Turismo. Il tracciato è veloce e al tempo stesso probante sotto il profilo della guida, senza contare le infrastrutture all’avanguardia. È stata, ancora una volta, un’esperienza bellissima: mi auguro di poter cogliere presto un’altra occasione del genere».

«Le monoposto non sono un capitolo chiuso, qualunque categoria si scelga l’ambiente è molto formativo e spero un domani di poter pianificare almeno un paio di stagioni nel mondo delle ruote scoperte. Purtroppo il budget riveste un ruolo determinante e al momento costituisce un ostacolo non da poco. Se devo essere sincero, mi sarebbe piaciuto maturare da subito qualche esperienza in più sulle monoposto e passare in seguito alle ruote coperte. Ora, però, intendo mettere a frutto il «tirocinio» in una serie altamente competitiva qual è l’Euro-Racecar. Vedremo cosa mi riserverà il futuro, qualora intravedessi una chance concreta in monoposto la valuterei con attenzione insieme alla mia famiglia, agli sponsor e al mio manager».

F.Abarth – Montepremi da 80.000 euro per il campionato italiano Formula Abarth 2013

Giorgio Roda (Prema Powerteam Srl, F.Aci Csai Tatuus FA010-FPT #21)

La Giunta Sportiva dell’Automobile Club d’Italia riunitasi a Roma nella sua prima riunione ha preso le seguenti decisioni che continuano a mettere i giovani piloti in primo piano. Lo stanziamento previsto in bilancio 2013, per i premi finali, è pari ad euro 220.000,00, interamente destinati ai giovani piloti.

Per quello che riguarda il Campionato Italiano Formula ACI-CSAI Abarth il montepremi finale della stagione 2013 è di 80.000 euro così suddivisi:
– €. 50.000 premio finale al vincitore del Campionato Italiano Formula ACI – CSAI Abarth
– €. 30.000 premio finale al vincitore Rookie del Campionato Italiano Formula ACI – CSAI Abarth

Non solo di montepremi, però, si è discusso nella riunione della Giunta Sportiva dell’Automobile Club d’Italia, infatti alla presidenza del Consiglio Direttivo del Gruppo Ufficiali di Gara è stato nominato l’ing. Gennaro Pezzella.

acisportitalia.it

F.Abarth – Team Torino Motorsport al via con Luis Dorrbecker

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Continuano le novità per la stagione 2013 del Campionato Italiano Formula ACI-CSAI Abarth. Il Team Torino Motorsport ha ufficializzato la sua presenza nella serie nazionale con il pilota ventenne, messicano, Luis Michael Dorrbecker.

Nato il 9 gennaio del 1993 in Germania, il pilota del team di Marco Braghero e Giacomo Notarrigo, ha la doppia nazionalità e correrà con la bandiera messicana. Per il team piemontese è un esordio assoluto nella Serie Propedeutica della Federazione e nelle intenzioni di Braghero e Notarrigo c’è quella di schierare anche una seconda monoposto al via del campionato il prossimo 28 aprile a Vallelunga. “L’ingaggio di Luis Michael è stato determinante per decidere l’approdo alla serie ACI-CSAI. “Miki” è un pilota che conosciamo molto bene. Questo sarà il suo secondo anno con noi. Cercheremo di sfruttare la sua esperienza per consentirgli di conquistare subito importanti risultati. Tra pochi giorni cominceremo il nostro lavoro, scendendo in pista per svolgere i primi test in vista del primo appuntamento di fine Aprile a Vallelunga con liintento di schierare anche una seconda vettura”. Queste le dichiarazioni di Marco Braghero e Giacomo Notarrigo sulla “prima volta” del Team Torino Motorsport in Formula ACI-CSAI Abarth.

Il messicano Dorrbecker arriva da due stagioni con il team Torino Motorsport in Formula Renault, dopo aver fatto il suo esordio in kart nel 2002 ed essere passato alle monoposto con la serie Statunitense Skip Barber nel 2009. Così ha commentato il neo pilota di Formula ACI-CSAI Abarth: “Sono felice di iniziare questa nuova avventura in F. Abarth. Conosco bene il Team Torino Motorsport con cui ho corso negli ultimi due anni. Abbiamo deciso di intraprendere insieme questo nuovo percorso e lavoreremo sodo per essere subito protagonisti. A breve inizieremo una serie di test per arrivare pronti alla prima gara di Vallelunga.”

acisportitalia.it

F Abarth – Technorace al via con Alessandro Perullo



Continua il movimento pre-campionato in Formula ACI – CSAI Abarth. Al via della stagione 2013 che vedrà il suo primo semaforo verde il prossimo 28 aprile sul circuito di Vallelunga ci sarà anche Alessandro Perullo, giovane pilota diciassettenne campano che, proprio in questi giorni, è impegnato nel Corso Federale CSAI Velocità sulla pista intitolata a Piero Taruffi per ottenere la Licenza C internazionale.

Per Perullo è la prima stagione in monoposto dopo aver affrontato qualche test tra la fine della scorsa stagione e quest’inverno sia sulla Tatuus di Formula Abarth sul circuito di Varano con il team Euronova, sia con altre monoposto sul circuito austriaco del Red Bull Ring.

Antonio Romano, fondatore del team Technorace ha voluto esprimere la sua soddisfazione per l’imminente inizio di stagione: “Vedo la Formula ACI-CSAI Abarth come il miglior campionato propedeutico che ci sia in circolazione e sul suolo nazionale è sicuramente una certezza. Spero sia un campionato con numeri importanti dove i piloti e i team possono fare la differenza, ma di questo ne sono convinto. Io stesso ho già preso parte ai weekend di gara organizzati da ACI – CSAI nel Campionato Italiano Turismo Endurance e posso certamente dire di ritenermi soddisfatto.

Romano ha continuato parlando del giovane driver campano Perullo: “Ha poca esperienza in monoposto, ma i miglioramenti che abbiamo visto in questi mesi sono grandi. Per questa stagione, oltre alla Formula Abarth, Alessandro continuerà il suo percorso formativo anche in kart perché riteniamo che siano due strade differenti, ma molto legate tra loro.

F Abarth – Presentata al Motorsport Expotech la stagione 2013

Nicolas Costa (Euronova R.By Fortec, F.Aci Csai Tatuus FA010-FPT #39)

a cura di Marco Borgo

Un ritorno nei confini nazionali per rilanciarsi. Sembra essere questo l’obiettivo della Federazione per la Formula ACI CSAI Abarth, che alla sua quarta stagione di vita deve necessariamente rivedere il proprio format per cercare di avere uno schieramento dignitoso e centrare gli obiettivi che la stessa federazione si pone in tema di supporto ai giovani piloti.

Sull’onda di quanto fatto dagli organizzatori della Formula Renault 2.0 Alps, il calendario è stato stilato su tappe interamente in territorio italiano, estirpando totalmente l’European Series che affiancava la serie tricolore nel 2012. Sei le tappe messe a calendario da Acisport, con l’apertura a Vallelunga il 28 aprile, passando per Imola, Adria, Mugello, Misano e la classica chiusura di campionato di Monza.

Confermate le tre gare per week end, precedute da due ore di prove libere e due sessioni da 15′ per le qualifiche. 18 i team che hanno manifestato l’interesse verso la categoria cadetta motorizzata da FIAT Powertrain, ma finora solo il team Euronova si è esposto dichiarando Michele Beretta come primo pilota.

Calendario 2013

28 aprile – Vallelunga
26 maggio – Imola
30 giugno – Adria
14 luglio – Mugello
22 settembre – Misano
20 ottobre – Monza

F Abarth – Diramato il calendario 2013, sei tappe in Italia

Prenderà il via il prossimo 28 aprile a Vallelunga la quarta stagione dal Campionato Italiano Formula ACI – CSAI Abarth e del Trofeo Nazionale CSAI Formula Abarth. L’autodromo Romano intitolato a Piero Taruffi e sede della Scuola Federale CSAI Velocità è lo scenario ideale per accogliere i giovani piloti che si caleranno nell’abitacolo delle monoposto propedeutiche Tatuus per la prima volta.

Dopo la gara inaugurale di Vallelunga, il secondo appuntamento stagionale è previsto per il 9 giugno sul circuito di Adria, che da due anni mancava nel calendario della Serie Propedeutica della Federazione. Il 21 Luglio le Tatuus motorizzate FPT saranno, invece, protagoniste sul Mugello Circuit.

Dopo la pausa estiva, il primo di settembre appuntamento con la gara di Imola, seguita il 22 settembre da quella di Misano Adriatico.
La conclusione, come di consueto, è prevista per il 20 ottobre all’Autodromo Nazionale di Monza, dove i giovani piloti entreranno nel tempio della velocità.

Sei, quindi, gli appuntamenti per la stagione 2013 con la conferma delle 3 gare per weekend, la prima da 22′ più un giro, la “sprint” da 15′ più un giro e la “main race” da 30′ più un giro. Il weekend di gara prenderà il via il venerdì con 2 sessioni di prove libere e con le qualifiche ufficiali suddivise in 2 sessioni da 15′ ciascuna.

Anche per la stagione 2013 è previsto un montepremi molto ricco che prevede 50.000 Euro al vincitore e 30.000 per il vincitore della classifica Rookie. Oltre a questo anche la partecipazione al Supercorso Federale CSAI – FDA con un terzo pilota selezionato dagli istruttori della Scuola Federale e dagli uomini di Ferrari Driver Academy.

Calendario 2013

28 Aprile – Vallelunga
09 giugno – Adria
21 luglio – Mugello
01 settembre – Imola
22 settembre – Misano
20 ottobre – Monza

F Abarth – Monza, Gara 3: Giovinazzi davanti a Ghiotto per 45 millesimi, ma i commissari escludono il vicentino

a cura di Marco Borgo

Termina tra le polemiche la terza edizione del campionato di Formula Abarth. Dopo un altra entusiasmante gara sotto l’acqua che ha visto Giovinazzi trionfare davanti a Luca Ghiotto per soli quarantacinque millesimi, la federazione ha impedito a Luca Ghiotto di salire sul podio, escludendolo di fatto dalla corsa. Pare che lo sfogo sopra le righe del vicentino tramite Facebook per la mancata penalizzazione di Nicolas Costa al termine di Gara 2 non sia passato inosservato… Classifica sub-judice dopo l’appello della Prema e campionato in bilico (in tutti i sensi).

Stando alla pura cronaca sportiva, la vittoria è andata ad Antonio Giovinazzi, la seconda nel week end del debutto, dopo aver battagliato a lungo con Santiago Urrutia per la leadership. L’uruguaiano si è girato nel corso dell’ultimissimo giro all’Ascari lasciando la porta aperta a Ghiotto, che dopo aver a lungo occupato la terza posizione, nella seconda metà di gara portava consistenti attacchi ai due in testa. Giovinazzi però lo ha beffato nel finale al fotofinish, dove l’ha spuntata per 45 millesimi, praticamente meno di mezza macchina di vantaggio.

Terzo posto per Nicolas Costa, vincitore del campionato, uscito dalla lotta al vertice a causa di un largo alla Parabolica che l’aveva fatto finire in decima posizione prima di recuperare posizioni. Quarto al traguardo (ma terzo sul podio) Santiago Urrutia. Contatto al via tra Zonzini che non riesce ad evitare Ramsay fermo in piazzola. Roda e Bonifacio invece sono stati vittime di contatti nella bagarre alla curva della Roggia.

Monza, Gara 3 (classifica effettiva sub-judice)

1. Antonio Giovinazzi – BVM Target – 16 giri
2. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 0.045
3. Nicolas Costa – Euronova – 2.157
4. Santiago Urrutia – BVM Target – 9.661
5. Samin Gomez – Jenzer Motorsport – 11.317
6. Michele Beretta – Cram – 12.776
7. Antonio Furlan – Cram – 16.832
8. Sean Gelael – BVM Target – 22.981
9. Kevin Joerg – Jenzer Motorsport – 23.346
10. Javier Amado – Diegi Motorsport – 30.496
11. Juan Branger – Jenzer Motorsport – 52.240

Giro veloce: Nicolas Costa – 1’52.661

Ritirati
0 giri – Emanuele Zonzini
0 giri – Gregor Ramsay
1° giro – Giorgio Roda
3° giro – Bruno Bonifacio

F Abarth – Monza, Gara 2: vittoria di Urrutia, campione Rookie

a cura di Marco Borgo

Gara 2 della Formula Abarth a Monza ha visto la vittoria di un incisivo Santiago Urrutia che si è laureato campione rookie 2012. Il sedicenne del team BVM Target ha impressionato sulla pista bagnata di Monza, precedendo al traguardo il compagno di squadra Antonio Giovinazzi, vincitore di Gara 1.

Terzo posto per Nicolas Costa in quello che sarà un finale di stagione al veleno. I due piloti in lotta per il campionato, Luca Ghiotto e Nicolas Costa, hanno battagliato per tutta la gara sull’insidiosissima pista bagnata. La mossa non pulita di Costa che alla Roggia ha costretto Ghiotto ad uscire con tutte e quattro le ruote sull’erba ha scatenato le polemiche.

Luca Ghiotto ha poi recuperato su Costa e ha riprovato il sorpasso alla Parabolica, ma la rabbia per la manovra subita precedente ha indotto il vicentino all’errore finendo largo sulla ghiaia e concludendo in quinta posizione. Nel post gara sembra che la direzione di corsa non abbia ritenuto di penalizzare Costa per aver spinto sull’erba il rivale. Per l’assegnazione del titolo si dovrà attendere l’ultima gara di domani. Intanto il clima si è già fatto molto acceso.

Monza, Gara 2

1. Santiago Urrutia – BVM Target – 8 giri
2. Antonio Giovinazzi – BVM Target – 0.664
3. Nicolas Costa – Euronova – 9.195
4. Kevin Joerg – Jenzer Motorsport – 9.579
5. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 14.931
6. Giorgio Roda – Prema Powerteam – 17.768
7. Michele Beretta – Cram – 18.186
8. Bruno Bonifacio – Prema Powerteam – 19.201
9. Sean Gelael – BVM Target – 25.922
10. Samin Gomez – Jenzer Motorsport – 33.479
11. Juan Branger – JD Motorsport – 55.505
12. Antonio Furlan – Cram – 55.827
13. Gregor Ramsay – 1’17.852

Giro veloce: Santiago Urrutia – 2’11.112

Ritirati
5° giro – Javier Amado
2° giro – Emanuele Zonzini

F Abarth – Monza, Gara 1: Giovinazzi vince al debutto

 I 22 minuti più un giro più entusiasmanti della stagione sul “Tempio della Velocità” di Monza sotto una pioggia battente che ha rivoluzionato le carte in tavola e ha cambiato, ancora una volta, le sorti del campionato propedeutico della Federazione. A trionfare è Antonio Giovinazzi che, partito dall´ultima posizione dopo l´uscita di pista di ieri nelle qualifiche, è riuscito ad inanellare una serie di fantastici sorpassi e, anche aiutato dalla fortuna, che ha messo fuorigioco alcuni dei protagonisti del campionato ha tagliato il traguardo per primo.

Allo start parte benissimo Santiago Urrutia dalla pole position, mentre Luca Ghiotto, dopo aver cambiato il motore in mattinata non riesce a scattare benissimo. Il vicentino si ritrova attorno all’ottava posizione e alla seconda di Lesmo è impegnato a scartare il suo compagno di team Bruno Bonifacio che, colpito da Gregor Ramsay (Jenzer Motoprsport), finisce in testacoda e contro le barriere all´interno della curva. Ramsay riesce a rientrare ai box, ma abbandona la gara, mentre il brasiliano di Prema dice quasi definitivamente addio alla vittoria in campionato portando a casa uno 0 in gara 1. L´intervento della safety car riporta tutti i piloti molto vicini e al restart Zonzini prova a passare Urrutia per la prima posizione. Il sammarinese arriva, però, lunghissimo alla prima variante e deve cedere di nuovo la posizione all´uruguagio di BVM.

Nicolas Costa, fino a quel momento in terza posizione, perde di colpo due posizioni ai danni di Joerg e Giovinazzi, poi è Ghiotto che approfitta del momento no del brasiliano e lo infila dopo la prima variante. Il vicentino riesce anche a passare Joerg e a portarsi in quarta posizione.

Al nono giro il leader della gara Urrutia commette un grave errore e finisce molto largo nella sabbia della seconda curva di Lesmo. L´uruguagio leader della classifica rookie riesce a rientrare in pista in quarta posizione, tenendosi alle spalle il suo diretto inseguitore Kevin Joerg.

Nel giro successivo Giovinazzi prende la scia di Zonzini e, all´uscita della variante della Roggia riesce ad infilare Emanuele Zonzini. L´attacco del sammarinese per riprendere la leadership non si fa attendere, ma Giovinzazzi riesce a mantenere la testa della gara.

Giovinzzi trionfa così davanti a Zonzini e Ghiotto, mentre Urrutia è quarto. Quinta posizione per Kevin Joerg seguito sotto la bandiera a scacchi da Nicolas Costa. Settima posizione per Michele Beretta che, nella gara di casa precede l´altro pilota del Lago di Como, Giorgio Roda.

Monza, Gara 1

1. Antonio Giovinazzi – BVM Target – 11 giri
2. Emanuele Zonzini – Euronova – 0.720
3. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 2.191
4. Santiago Urrutia – BVM Target – 6.796
5. Kevin Joerg – Jenzer Motorsport – 8.396
6. Nicolas Costa – Euronova – 9.946
7. Michele Beretta – Cram – 25.269
8. Giorgio Roda – Prema Powerteam – 34.737
9. Antonio Furlan – Cram – 1 giro
10. Sean Gelael – BVM Target – 1 giro
11. Juan Branger – 2 giri

Giro veloce: Santiago Urrutia – 2’10.826

Ritirati
7° giro – Javier Amado
5° giro – Samin gomez
2° giro – Gregor Ramsay
1° giro – Bruno Bonifacio