Tag: Ghiotto

Renault Alps – Gli ultimi arrivi nella categoria cadetta gestita dalla Fast Lane

renaultsport-file-7816-600-500-1

a cura di Marco Borgo

Comincia a prendere forma lo schieramento della Formula Renault 2.0 Alps per la stagione 2013 dopo che diversi team avevano mostrato l’interesse verso la categoria cadetta che già nel 2012 registrò griglie di partenza da urlo.

Nelle ultime ore sono usciti allo scoperto il team francese Arta Engiineering che ha annunciato Simon Gachet, Darius Oskoui e Joffrey De Nada. Il team Prema Powerteam ha annunciato il nome del secondo pilota confermando il brasiliano Bruno Bonifacio accanto a Luca Ghiotto. Con entrambi i piloti l’anno scorso il team veneto debuttò sul finire della stagione in Renault Alps, ponendosi subito nelle primissime posizioni.

Primo pilota annunciato anche in casa GSK Motorsport. La squadra italiana di Sergio Cane schiererà ben quattro vetture nel 2013 e la prima è già stata prenotata dal russo Dzhon Simonyan. In questi giorni il team Euronova ha già percorso i primi chilometri con la vettura aggiornata con il nuovo pacchetto sviluppato dalla Tatuus. Alla guida della monoposto vi erano Javier Francisco Amado e Gregor Ramsay, portacolori di Vincenzo Sospiri nella stagione che scatterà da Vallelunga il 7 aprile.

Entry List provvisoria

Arta Engineering: Simon Gachet – Darius Oskoui – Joffrey De Nada
BVM Racing: Dario Capitanio
Euronova: Javier Amado – Gregor Ramsay
GSK Motorsport: Dzhon Simonyan
Prema Powerteam: Luca Ghiotto – Bruno Bonifacio
Tech1 racing: Egor Orudzhev – Ivan Taranov – Luke Chudleigh

Renault Alps – Barcellona, Qualifica: Nato agguanta l’ultima pole, ma Kvyat lo bracca

a cura di Marco Borgo

Battaglia sul filo dei centesimi per Norman Nato e Daniil Kvyat. Il primo, francese del team RC Formula, ha preceduto il russo del Koiranen Motorsport per soli 60 millesimi di secondo, assicurandosi la partenza al palo per Gara 1. Nato tenterà di recuperare i tredici punti che lo vedono distaccato da Kvyat che comanda la classifica generale a quota 201 punti. Per il russo che vive a Roma domani dovrebbe essere la passerella finale, salvo colpi di scena.

In seconda fila scatterà il duo del team Tech1 racing: Paul-loup Chatin avrà al suo fianco Oscar Tunjo, protagonista dell’Eurocup dove ha siglato pole e vittoria in gara 1. Da notare che i due hanno fatto registrare un ritardo di mezzo secondo dai primi due.

Chiude la top ten Luca Ghiotto della scuderia italiana Prema Powerteam, seguito dal compagno Bruno Bonifacio, che ieri approfittando dell’assenza dei big dell’Eurocup aveva primeggiato nelle libere alla seconda presenza nell’Alps. Ancora in difficoltà Stefan Wackerbauer, pilota seguito dalla Red Bull così come Kvyat, ma che non sta facendo registrare le stesse prestazioni.

Barcellona, Qualifica

1. Norman Nato – RC Formula – 1’44.728
2. Daniil Kvyat – Koiranen Motorsport – 0.060
3. Paul-loup Chatin – Tech1 racing – 0.528
4. Oscar Tunjo – Tech1 racing – 0.599
5. Hans Villemi – Koiranen Motorsport – 0.903
6. Roman Mavlanov – Tech1 racing – 0.936
7. Aurelien Panis – RC Formula – 0.942
8. Felipe Fraga – Tech1 racing – 0.956
9. Victor Franzoni – Koiranen Motorsport – 0.961
10. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 0.997
11. Bruno BOnifacio – Prema Powerteam – 1.140
12. Matthieu Vaxiviere – Tech1 racing – 1.227
13. Patrick Kujala – Koiranen Motorsport – 1.257
14. Stefan Wackerbauer – Koiranen Motorsport – 1.279
15. Alexander Albon – Epic racing – 1.309
16. Esteban Ocon – Koiranen Motorsport – 1.347
17. William Vermont – Arta engineering – 1.430
18. Konstantin Tereshchenko – Interwetten – 1.559
19. Michael Heche – BVM Target – 1.584
20. Guilherme Silva – Interwetten – 1.597
21. Leo Roussel – Arta engineering – 1.792
22. Gabriel Casagrande – Mark Burdett Motorsport – 1.834
23. Tatiana Calderon – AV Formula – 1.895
24. Stefano De Val – GSK Motorsport – 2.041
25. Nicola De Val – GSK Motorsport – 2.116
26. Emanuele Zonzini – AV Formula – 2.240
27. Alexey Chuklin – Team Torino – 2.471
28. Tristane Papavoine – Arta engineering – 2.601
29. Denis Nagulin – AV Formula – 2.620
30. Giorgio Roda – Cram Motorsport – 2.829
31. Gustavo Lima – Koiranen Motorsport – 2.988
32. Alex Loan – Arta engineering – 3.149
33. Andrea Baiguera – Brixia – 3.640
34. Alex Bosak – One racing – 4.092
35. Alex Abogado – Team Torino – 4.361

Renault Alps – Barcellona, Libere: la Prema batte tutti

a cura di Marco Borgo

Alla sua seconda partecipazione al campionato di Formula Renault Alps, e di ritorno dalla trasferta del Nec a Spa a cui hanno preso parte per proseguire il lavoro di sviluppo e messa a punto delle vetture, il team vicentino Prema Powerteam ha comandato le libere sul circuito di Barcellona, sede della tappa conclusiva della stagione 2012.

Il brasiliano Bruno Bonifacio ha infatti preceduto il compagno Luca Ghiotto sulla pista catalana, relegando gli inseguitori ad oltre tre decimi. Terzo posto per Victor Franzoni, leader nella mattinata con la pista bagnata. Dietro al brasiliano troviamo lo svizzero Michael Heche del team BVM, anche quest’ultimo al debutto nell’Alps così come la Cram di Giorgio Roda e l’AV Formula che schiera tre vetture.

Mossa davvero impeccabile quella dell’organizzazione: ospitando sulla stessa pista sia Alps ed Eurocup a cui molti concorrono parallelamente, ha impedito agli iscritti all’europeo di prendere parte alle libere dell’Alps, evitando così favoritismi e concedendo a tutti due uniche sessioni di libere (e non quattro per quelli iscritti anche all’Eurocup).

Barcellona, Libere (riepilogativa)

1. Bruno Bonifacio – Prema Powerteam – 1’46.248
2. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 0.129
3. Victor Franzoni – Koiranen Motorsport – 0.318
4. Michael Heche – BVM Target – 0.433
5. Gabriel Casagrande – Mark Burdett Motorsport – 0.724
6. Stefano De Val – GSK Motorsport – 0.986
7. Emanuele Zonzini – AV Formula – 1.011
8. Tristan Papavoine – Arta engineering – 1.385
9. Tatiana Calderon – AV Formula – 1.431
10. Nicola De Val – GSK Motorsport – 1.532
11. Giorgio Roda – Cram competition – 2.273
12. Alexey Chuklin – Team Torino – 2.479
13. Gustavo Lima – Koiranen Motorsport – 2.491
14. Denis Nagulin – AV Formula – 3.069
15. Alex Bosak – One racing – 3.610
16. Alex Abogado – Team Torino – 4.473
17. Andrea Baiguera – Brixia – 4.585
18. Patrick Kujala – Koiranen Motorsport – senza tempo*
19. Esteban Ocon – Koiranen Motorsport – senza tempo*
20. Daniil Kvyat – Koiranen Motorsport – senza tempo*
21. Stefan Wackerbauer – Koiranen Motorsport – senza tempo*
22. Hans Villemi – Koiranen Motorsport – senza tempo*
23. Alex Loan – Arta engineering – senza tempo*
24. Aurelien Panis – RC Formula – senza tempo*
25. Oscar Tunjo – Tech1 racing – senza tempo*
26. Roman Mavlanov – Tech1 racing – senza tempo*
27. Alexander Albon – Epic racing – senza tempo*
28. Konstantin Tereshchenko – Interwetten – senza tempo
29. Guilherme Silva – Interwetten – senza tempo*
30. William Vermont – Arta enginering – senza tempo*
31. Leo Roussel – Arta engineering – senza tempo*
32. Norman Nato – RC Formula – senza tempo*
33. Felipe Fraga – Tech1 racing – senza tempo*
34. Paul-loup Chatin – Tech1 racing – senza tempo*

*Senza tempo: piloti iscritti anche al campionato europeo

Renault Alps – Angelo Rosin: “Debutto positivo per il team Prema nella Formula Renault 2.0 Alps”

E’ stato più che positivo, oltre ogni rosea aspettativa, il rientro del team Prema nella F.Renault 2.0 ALPS disputata al Mugello: “Sinceramente non pensavo che potessimo essere subito così competitivi, i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro e anche se la macchina ancora non la conosciamo a fondo, siamo stati costantemente nella top ten in gara riuscendo a partire nelle prime due file.” ha spiegato il Team Principal Angelo Rosin.

“Non male insomma, considerando che vi erano trentuno iscritti e team, di livello assoluto in Eurocup, che corrono con questa monoposto dal 2010. I nostri piloti, Bonifacio e Ghiotto, è vero che avevano il vantaggio di conoscere il circuito del Mugello, ma i loro nuovi avversari sanno come spingere al limite la vettura e sfruttare al meglio le gomme, cosa che Bruno e Luca stanno apprendendo”.

In qualifica le cose erano subito andate al meglio con Bonifacio secondo in qualifica e Ghiotto quarto. Al via di gara 1, i due piloti Prema non hanno avuto un buon spunto non riuscendo a tenere le posizioni acquisite nelle prove ufficiali. Bonifacio è poi andato all’attacco di Chatin, terzo, ma si è girato dovendo ritirarsi. Regolare la corsa di Ghiotto che dopo un duello con Kujala ha terminato sesto.

In gara 2, Bonifacio e Ghiotto hanno occupato in griglia di partenza rispettivamente la terza e quinta piazzola. Questa volta partiti senza esitazioni, Bonifacio e Ghiotto sono transitati al 1° giro al quarto e quinto posto. Il brasiliano ha sempre mantenuto tale posizione fin sotto la bandiera a scacchi mentre l’italiano ha ripetuto il sesto piazzamento di gara 1 dopo essere stato passato da Kujala. Già il prossimo weekend Prema sarà a Spa impegnata con gli stessi piloti nel F.Renault 2.0 North European Cup.

Renault Alps – Mugello, Gara 2: Kvyat consolida la leadership

a cura di Marco Borgo

Daniil Kvyat ha vinto anche la seconda corsa della Formula Renault Alps al Mugello, penultimo appuntamento del calendario 2012. Il russo ha preceduto come in Gara 1 Norman Nato e Paul-Loup Chatin con il risultato di incrementare la sua leadership in graduatoria generale conquistata al termine della corsa di ieri.

Appena fuori dal podio Bruno Bonifacio, il pilota del team Prema Powerteam che ha ufficialmente fatto il suo esordio nella serie in questo week end conquistando subito risultati di rilievo. Il suo compagno Luca Ghiotto ha chiuso in sesta posizione mentre tra i due si è infilato Patrick Kujala.

Buon settimo posto per il figlio d’arte Aurelien Panis davanti al brasiliano Victor Franzoni. Chiude con un decimo posto Simone Iaquinta del Torino Motorsport. Buona la rimonta di Emanuele Zonzini che dall’ultima fila ha concluso in diciassettesima posizione. L’ultimo appuntamento della serie si disputerà tra quindici giorni sul circuito di Barcellona in concomitanza con la World Series by Renault. I piloti iscritti all’Alps e che corrono anche l’Eurocup saranno chiamati ad un tour de force non da poco in quanto pur trattandosi delle stesse vetture, le gare dei due campionati verranno disputate separatamente.

Mugello, Gara 2

1. Daniil Kvyat – Koiranen Motorsport – 15 giri
2. Norman Nato – RC Formula – 1.747
3. Paul-Loup Chatin – Tech1 racing – 11.373
4. Bruno Bonifacio – Prema Powerteam – 13.350
5. Patrick Kujala – Koiranen Motorsport – 13.872
6. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 14.085
7. Aurelien Panis – RC Formula – 22.224
8. Victor Franzoni – Koiranen Motorsport – 22.796
9. Alexander Albon – EPIC Racing – 23.148
10. Simone Iaquinta – Torino Motorsport – 26.945
11. Roman Mavlanov – Tech1 racing – 27.496
12. William Vermont – Arta engineering – 28.616
13. Felipe Fraga – Tech1 racing – 32.720
14. Stefan Wackerbauer – Koiranen Motorsport – 34.828
15. Hans Villemi – Koiranen Motorsport – 35.823
16. Nicola De Val – GSK Motorsport – 37.221
17. Emanuele Zonzini – AV Formula – 39.200
18. Tristan Papavoine – Arta engineering – 47.971
19. Konstantin Tereshchenko – Interwetten – 48.196
20. Tatiana Calderon – AV Formula – 1’01.274
21. Alex Loan – Arta engineering – 1’03.646
22. Gustavo Lima – Koiranen Motorsport – 1’16.299
23. Alex Bosak – One Racing – 1’25.394
24. Alejandro Abogado – Torino Motorsport – 1’31.880
25. Leo Roussel – Arta engineering – 1 giro
26. Egor Orudzhev – AV Formula – 1 giro
27. Stefano De Val – GSK Motorsport – 2 giri

Giro veloce: Norman Nato – 1’46.589

Ritirati
0 giri – Gabriel Casagrande
0 giri – Guilherme Silva
10° giro – Michael Heche
11° giro – Andrea Baiguera

Renault Alps – Mugello, Gara 1: Kvyat a segno, sul podio Nato e Chatin

a cura di Marco Borgo

Come da copione Daniil Kvyat ha vinto la prima corsa della Formula Renault Alps al Mugello scattando dalla pole e portando così a sei il numero di centri stagionali nella categoria cadetta di casa Renault. Il russo del Red Bull Young driver aveva dimostrato fin qui un passo inarrivabile, copione ripetuto anche in gara, dove ha tagliato il traguardo con sette secondi su Norman Nato, il francese del team RC Formula che da leader di classifica con tre punti di vantaggio ora si ritrova ad inseguire il russo a -6.

Il francese aveva colto subito l’occasione per passare Bruno Bonifacio al via salendo in seconda posizione per lanciarsi all’inseguimento di Kvyat. Terzo al traguardo è Paul-Loup Chatin, che dopo aver passato Luca Ghiotto e Bonifacio ha occupato la terza posizione, con Bonifacio che ha tentato diverse volte l’attacco finché non è andato in testacoda compromettendo la sua corsa.

Anche Patrick Kujala alla fine ha avuto ragione di Ghiotto, giunto sesto al traguardo nel week end del debutto in una serie molto competitiva. Obiettivo raggiunto dunque in casa Prema. La formazione capitanata da Angelo Rosin punta a crescere in vista della partecipazione stabile a partire dalla prossima stagione, ed i risultati fin qui ottenuti vanno oltre le aspettative.

Dietro al vicentino ha chiuso Stefan Wackerbauer, un po’in ombra in questa stagione nell’Alps mentre il suo compagno Kvyat sta facendo il bello ed il cattivo tempo. Chiudono la top ten Victor Franzonie William Vermont.

Mugello, Gara 1

1. Daniil Kvyat – Koiranen Motorsport – 16 giri
2. Norman Nato – RC Formula – 7.034
3. Paul Loup Chatin – Tech1 racing – 15.794
4. Simone Iaquinta – Torino Motorsport – 18.616
5. Patrick Kujala – Koiranen Motorsport – 19.355
6. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 19.623
7. Stefan Wackerbauer – Koiranen Motorsport – 23.136
8. Guilherme Silva – Interwetten – 23.720
9. Victor Franzoni – Koiranen Motorsport – 30.365
10. William Vermont – Arta engineering – 36.132
11. Aurelien Panis – RC Formula – 36.792
12. Felipe Fraga – Koiranen Motorsport – 37.564
13. Hans Villemi – Koiranen Motorsport – 37.786
14. Michael Heche – BVM target – 38.614
15. Stefano De Val – GSK Motorsport – 40.870
16. Tatiana Calderon – AV Formula – 41.151
17. Alex Albon – EPIC Racing – 46.783
18. Gabriel Casagrande – Mark Burdett Motorsport – 53.558
19. Emanuele Zonzini – AV Formula – 53.576
20. Roman Mavlanov – Tech1 racing – 53.836
21. Gustavo Lima – Interwetten – 1’14.276
22. Alex Loan – Arta engineering – 1’15.077
23. Leo Roussel – Arta engineering – 1’15.120
24. Alejandro Abogado – Torino Motorsport – 1’25.916
25. Alex Bosak – One Racing – 1’34.753

Giro veloce: Daniil Kvyat – 1’46.651

Ritirati
0 giri – Tristan Papavoine
0 giri – Konstantin Tereshchenko
3° giro – Bruno Bonifacio
6° giro – Andrea Baiguera
9° giro – Nicola De Val
9° giro – Egor Orudzhev

Renault Alps – Mugello, Qualifica: Kvyat impressiona, Bonifacio 2°

a cura di Marco Borgo

Daniil Kvyat ha agguantato entrambe le pole per le due gare del Mugello della Formula Renault Alps, penultimo round della stagione 2012 della categoria cadetta. Il russo ha fatto segnare distacchi abissali in qualifica, superiori ai sette decimi da chi lo segue in classifica, e proprio sulla pista italiana potrebbe mettere una seria ipoteca al titolo se ripeterà il copione già visto al RedBullring.

Al secondo posto si classifica Bruno Bonifacio, pilota del team Prema Powerteam che al rientro nella serie della Fast Lane promotion dopo quattro anni di assenza ha subito trovato il bandolo della matassa alle nuove (per loro!) monoposto e piazzato entrambi i piloti nelle primissime posizioni anche in qualifica. Luca Ghiotto infatti ha chiuso in quarta posizione così come nelle libere. Tra i due “Prema Boys” si è inserito Norman Nato, chiamato a difendere la propria leadership di campionato dalle prestazioni di Kvyat. Il francese si trova in testa a soli tre punti di vantaggio da Kvyat che nell’ultima trasferta austriaca ha ricucito un distacco cospicuo con due vittorie nette.

Quinta prestazione per Paul Loup Chatin, anch’egli migliorato in qualifica, davanti a Iaquinta e a Orudzhev, pilota del team AV Formula che aveva fatto meglio ieri nelle libere. Chiude la top ten il trio Koiranen composto da Victor Franzoni, Patrick Kujala e Stefan Wackerbauer. A Ridosso della top Ten Stefano De Val. E’ finito invece nelle ultime file Emanuele Zonzini, altro pilota esordiente,  dopo che nelle libere di ieri aveva chiuso nella top ten potendo registrare oggi solo due giri cronometrati. Ancora peggio è andata a Felipe Fraga che ha potuto contare solo su un giro veloce.

Mugello, Qualifica

1. Daniil Kvyat – Koiranen Motorsport – 1’44.159
2. Bruno Bonifacio – Prema Powerteam – 0.712
3. Norman Nato – RC Formula – 0.866
4. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 0.914
5. Paul-Loup Chatin – Tech1 racing – 0.998
6. Simone Iaquinta – Torino Motorsport – 1.260
7. Egar Orudzhev – AV Formula – 1.295
8. Victor Franzoni – Koiranen Motorsport – 1.352
9. Patrick Kujala – Koiranen Motorsport – 1.362
10. Stefan Wackerbauer – Koiranen Motorsport – 1.462
11. Stefano De Val – GSK Motorsport – 1.537
12. Guilherme Silva – Interwetten – 1.552
13. Roman Mavlanov – Tech1 racing – 1.558
14. Aurelien Panis – RC Formula – 1.586
15. Alex Albon – EPIC Racing – 1.603
16. Hans Villemi – Koiranen Motorsport – 1.696
17. Michael Heche – BVM Target – 1.738
18. Leo Roussel – Arta engineering – 2.010
19. William Vermont – Arta engineering – 2.028
20. Gabriel Casagrande – Mark Burdett Motorsport – 2.412
21. Alex Loan – Arta engineering – 2.450
22. Tatiana Calderon – AV Formula – 2.748
23. Nicola De Val – GSK Motorsport – 2.825
24. Tristane Papavoine – Arta engineering – 3.254
25. Konstantin Tereschenko – Interwetten – 3.508
26. Alex Bosak – One Racing – 3.946
27. Emanuele Zonzini – AV Formula – 4.082
28. Felipe Fraga – Tech1 racing – 4.136
29. Andrea Baiguera – Brixia – 4.529
30. Alex Abogado – Torino Motorsport – 4.557
31. Gustavo Lima – Koiranen Motorsport – 5.692

F Abarth – Monza, Gara 3: Giovinazzi davanti a Ghiotto per 45 millesimi, ma i commissari escludono il vicentino

a cura di Marco Borgo

Termina tra le polemiche la terza edizione del campionato di Formula Abarth. Dopo un altra entusiasmante gara sotto l’acqua che ha visto Giovinazzi trionfare davanti a Luca Ghiotto per soli quarantacinque millesimi, la federazione ha impedito a Luca Ghiotto di salire sul podio, escludendolo di fatto dalla corsa. Pare che lo sfogo sopra le righe del vicentino tramite Facebook per la mancata penalizzazione di Nicolas Costa al termine di Gara 2 non sia passato inosservato… Classifica sub-judice dopo l’appello della Prema e campionato in bilico (in tutti i sensi).

Stando alla pura cronaca sportiva, la vittoria è andata ad Antonio Giovinazzi, la seconda nel week end del debutto, dopo aver battagliato a lungo con Santiago Urrutia per la leadership. L’uruguaiano si è girato nel corso dell’ultimissimo giro all’Ascari lasciando la porta aperta a Ghiotto, che dopo aver a lungo occupato la terza posizione, nella seconda metà di gara portava consistenti attacchi ai due in testa. Giovinazzi però lo ha beffato nel finale al fotofinish, dove l’ha spuntata per 45 millesimi, praticamente meno di mezza macchina di vantaggio.

Terzo posto per Nicolas Costa, vincitore del campionato, uscito dalla lotta al vertice a causa di un largo alla Parabolica che l’aveva fatto finire in decima posizione prima di recuperare posizioni. Quarto al traguardo (ma terzo sul podio) Santiago Urrutia. Contatto al via tra Zonzini che non riesce ad evitare Ramsay fermo in piazzola. Roda e Bonifacio invece sono stati vittime di contatti nella bagarre alla curva della Roggia.

Monza, Gara 3 (classifica effettiva sub-judice)

1. Antonio Giovinazzi – BVM Target – 16 giri
2. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 0.045
3. Nicolas Costa – Euronova – 2.157
4. Santiago Urrutia – BVM Target – 9.661
5. Samin Gomez – Jenzer Motorsport – 11.317
6. Michele Beretta – Cram – 12.776
7. Antonio Furlan – Cram – 16.832
8. Sean Gelael – BVM Target – 22.981
9. Kevin Joerg – Jenzer Motorsport – 23.346
10. Javier Amado – Diegi Motorsport – 30.496
11. Juan Branger – Jenzer Motorsport – 52.240

Giro veloce: Nicolas Costa – 1’52.661

Ritirati
0 giri – Emanuele Zonzini
0 giri – Gregor Ramsay
1° giro – Giorgio Roda
3° giro – Bruno Bonifacio

F Abarth – Monza, Gara 2: vittoria di Urrutia, campione Rookie

a cura di Marco Borgo

Gara 2 della Formula Abarth a Monza ha visto la vittoria di un incisivo Santiago Urrutia che si è laureato campione rookie 2012. Il sedicenne del team BVM Target ha impressionato sulla pista bagnata di Monza, precedendo al traguardo il compagno di squadra Antonio Giovinazzi, vincitore di Gara 1.

Terzo posto per Nicolas Costa in quello che sarà un finale di stagione al veleno. I due piloti in lotta per il campionato, Luca Ghiotto e Nicolas Costa, hanno battagliato per tutta la gara sull’insidiosissima pista bagnata. La mossa non pulita di Costa che alla Roggia ha costretto Ghiotto ad uscire con tutte e quattro le ruote sull’erba ha scatenato le polemiche.

Luca Ghiotto ha poi recuperato su Costa e ha riprovato il sorpasso alla Parabolica, ma la rabbia per la manovra subita precedente ha indotto il vicentino all’errore finendo largo sulla ghiaia e concludendo in quinta posizione. Nel post gara sembra che la direzione di corsa non abbia ritenuto di penalizzare Costa per aver spinto sull’erba il rivale. Per l’assegnazione del titolo si dovrà attendere l’ultima gara di domani. Intanto il clima si è già fatto molto acceso.

Monza, Gara 2

1. Santiago Urrutia – BVM Target – 8 giri
2. Antonio Giovinazzi – BVM Target – 0.664
3. Nicolas Costa – Euronova – 9.195
4. Kevin Joerg – Jenzer Motorsport – 9.579
5. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 14.931
6. Giorgio Roda – Prema Powerteam – 17.768
7. Michele Beretta – Cram – 18.186
8. Bruno Bonifacio – Prema Powerteam – 19.201
9. Sean Gelael – BVM Target – 25.922
10. Samin Gomez – Jenzer Motorsport – 33.479
11. Juan Branger – JD Motorsport – 55.505
12. Antonio Furlan – Cram – 55.827
13. Gregor Ramsay – 1’17.852

Giro veloce: Santiago Urrutia – 2’11.112

Ritirati
5° giro – Javier Amado
2° giro – Emanuele Zonzini

F Abarth – Monza, Gara 1: Giovinazzi vince al debutto

 I 22 minuti più un giro più entusiasmanti della stagione sul “Tempio della Velocità” di Monza sotto una pioggia battente che ha rivoluzionato le carte in tavola e ha cambiato, ancora una volta, le sorti del campionato propedeutico della Federazione. A trionfare è Antonio Giovinazzi che, partito dall´ultima posizione dopo l´uscita di pista di ieri nelle qualifiche, è riuscito ad inanellare una serie di fantastici sorpassi e, anche aiutato dalla fortuna, che ha messo fuorigioco alcuni dei protagonisti del campionato ha tagliato il traguardo per primo.

Allo start parte benissimo Santiago Urrutia dalla pole position, mentre Luca Ghiotto, dopo aver cambiato il motore in mattinata non riesce a scattare benissimo. Il vicentino si ritrova attorno all’ottava posizione e alla seconda di Lesmo è impegnato a scartare il suo compagno di team Bruno Bonifacio che, colpito da Gregor Ramsay (Jenzer Motoprsport), finisce in testacoda e contro le barriere all´interno della curva. Ramsay riesce a rientrare ai box, ma abbandona la gara, mentre il brasiliano di Prema dice quasi definitivamente addio alla vittoria in campionato portando a casa uno 0 in gara 1. L´intervento della safety car riporta tutti i piloti molto vicini e al restart Zonzini prova a passare Urrutia per la prima posizione. Il sammarinese arriva, però, lunghissimo alla prima variante e deve cedere di nuovo la posizione all´uruguagio di BVM.

Nicolas Costa, fino a quel momento in terza posizione, perde di colpo due posizioni ai danni di Joerg e Giovinazzi, poi è Ghiotto che approfitta del momento no del brasiliano e lo infila dopo la prima variante. Il vicentino riesce anche a passare Joerg e a portarsi in quarta posizione.

Al nono giro il leader della gara Urrutia commette un grave errore e finisce molto largo nella sabbia della seconda curva di Lesmo. L´uruguagio leader della classifica rookie riesce a rientrare in pista in quarta posizione, tenendosi alle spalle il suo diretto inseguitore Kevin Joerg.

Nel giro successivo Giovinazzi prende la scia di Zonzini e, all´uscita della variante della Roggia riesce ad infilare Emanuele Zonzini. L´attacco del sammarinese per riprendere la leadership non si fa attendere, ma Giovinzazzi riesce a mantenere la testa della gara.

Giovinzzi trionfa così davanti a Zonzini e Ghiotto, mentre Urrutia è quarto. Quinta posizione per Kevin Joerg seguito sotto la bandiera a scacchi da Nicolas Costa. Settima posizione per Michele Beretta che, nella gara di casa precede l´altro pilota del Lago di Como, Giorgio Roda.

Monza, Gara 1

1. Antonio Giovinazzi – BVM Target – 11 giri
2. Emanuele Zonzini – Euronova – 0.720
3. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 2.191
4. Santiago Urrutia – BVM Target – 6.796
5. Kevin Joerg – Jenzer Motorsport – 8.396
6. Nicolas Costa – Euronova – 9.946
7. Michele Beretta – Cram – 25.269
8. Giorgio Roda – Prema Powerteam – 34.737
9. Antonio Furlan – Cram – 1 giro
10. Sean Gelael – BVM Target – 1 giro
11. Juan Branger – 2 giri

Giro veloce: Santiago Urrutia – 2’10.826

Ritirati
7° giro – Javier Amado
5° giro – Samin gomez
2° giro – Gregor Ramsay
1° giro – Bruno Bonifacio