Tag: Alexander Sims

F3

F3 Euroseries – Nurburgring, preview: Alexander Sims al via con T-Sport

a cura di Marco Borgo

Alexander Sims sarà al via della quinta tappa stagionale della Formula 3 euroseries che si svolgerà il prossimo week end sul tracciato tedesco del Nurburgring.

Il 23enne inglese quest’anno passato all’endurance con Status GP e parte del McLaren GT programme sarà schierato dal team T-Sport, compagine abitualmente al via della serie britannica con l’australiano Nick McBride e spinta dal nuovo motore Nissan.

Obiettivo primario dell’ex pilota di F3 e GP3 sarà quello di guadagnarsi la possibilità di essere al via del Master di Macao di fine novembre presenziando ad almeno una tappa della serie continentale.

 

GT World – La McLaren arruola Alexander Sims e Robert Bell, confermato Alvaro Parente

a cura di Silvano Taormina

Si va definendo la lista dei piloti ufficiali che la McLaren schiererà nei vari campionati gran turismo al volante della nuova MP4-12C GT3. Al già annunciato Alvaro Parente, confermato dopo le buone prestazioni mostrate lo scorso anno, si aggiungono Alexander Sims e Robert Bell. Sims è al debutto assoluto al volante di una gran turismo e proviene dalla GP3 dove nel 2011 ha concluso al sesto posto tra le file dello Status Racing. Nel 2008 ha vinto il prestigioso McLaren Autosport BRDC Awards che gli ha permesso di effettuare un test al volante della monoposto di Formula 1 del team di Woking. A differenza del suo giovane collega, Bell è un esperto delle competizioni di durata dove ha conquistato due titoli della classe GT2 della Le Mans Endurance Series con una Ferrari 430 del team Virgo Motorsport. Al momento non è ancora chiaro a quale campionato prenderanno parte. Non è escluso che possano essere schierati nel nuovo FIA World GT tra le file del team Hexis. Uno dei maggiori indiziati a ricoprire il quarto posto da pilota ufficiale è Oliver Turvey.

GP3

Gp3- Silverstone: week-end “all’inglese”

Un fine settimana convulso fin dalla prove e dalle qualifiche, segnate dall’incertezza climatica e dalla pioggia che ha creato non poche difficoltà ai piloti sul nuovo tracciato di Silverstone. Dopo la penalizzazione di Calado, Laine, Hylkema, Haryanto e Melker, solo all’inglese la sanzione è stata revocata riportando alla meritata prima fila il pilota di LotusART. La gara non è stata però facile per nessuno ed ha regalato al mondiale Gp3 l’emozione della bella vittoria di Nico Muller on gara1 e quella di Williamson in gara2. Due volti nuovi al gradino alto del podio di questa Serie e due pretendenti al titolo a tutti gli effetti.

Le avverse condizioni della pista hanno visto numerosi team alle prese con la scelta delle gomme e la strategia vincente è stata per coloro che hanno optato fin dalla partenza per le “rain”; difficile quindi poter proseguire la corsa fra i primi per i piloti che sono stati costretti via via a tornare per il cambio pneumatici alla corsia dei box. Il pilota del twam Jenzer, avvantaggiato anche dalla lotta finita male per il duo Mucke Mleker-Christensen, ha guadagnato le posizioni fino ad ottenere la testa della corsa, conservata fino alla bandiera a scacchi.
Gara incredibile e grande soddisfazione con colpo di scena per Yelloly, che fino a questo momento non era stato fra i protagonisti ma porta la vettura del team ATECH sul podio accanto all’inglese Sims che si ritrova secondo in campionato. Il pilota di Status, autore anche del giro veloce in gara1,  ha incrementato poi ulteriormente il suo vantaggio con il secondo podio in gara2.

Gara2 è all’insegna di Williamson, compagno di squadra del leader Evans, che mette la firma sull’ottavo appuntamento della Serie. L’inglese brucia il poleman Smith nei primi giri approfittando della debacle di Quaife-Hobbs, costretto a partire dai box, e del compagno di squadra Williamson che resta attardato. È lotta tutta inglese fra Smith e Calado fin dalle prime curve ma Williamson beffa entrambi involandosi verso la vittoria di casa. Il podio è tutto inglese in questa grande occasione! Sims fa incetta di punti e diventa il nuovo leader di campionato.

Da sottolineare l’ottimo fine settimana di Yelloly che conclude ai piedi del podio in gara2 dopo aver conquistato il terzo posto in gara1. Un segnale importante per la squadra e per il pilota che in condizioni non facili ha mostrato di essere della partita.

risultati di gara1
1 – Nico Muller – Jenzer – 14 giri 30’40″239
2 – Alexander Sims – Status – 2″814
3 – Nick Yelloly – Atech CRS – 4″751
4 – Adrian Quaife Hobbs – Manor – 7″400
5 – Luciano Bacheta – RSC Mucke – 15″227
6 – James Calado – Lotus ART – 18″644
7 – Lewis Williamson – MW Arden – 19″315.
8 – Dean Smith – Addax – 24″705
9 – Marlon Stockinger – Atech CRS – 27″352
10 – Mitch Evans – MW Arden – 27″838
11 – Rio Haryanto – Manor – 29″706
12 – Aaro Vainio – Tech 1 – 30”351
13 – Simon Trummer – MW Arden – 31″185
14 – Maxim Zimin – Jenzer – 34″879.
15 – Conor Daly – Carlin – 35″791
16 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 40″397
17 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 54″998
18 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’18″171
19 – Ivan Lukashevich – Status – 1’20″044
20 – Antonio Felix Da Costa – Status – 1’43″499.

Giro veloce: Alexander Sims 2’05”985

ritiri

11° giro – Tom Dillmann
11° giro – Gabby Chaves
8° giro – Zoel Amberg
3° giro – Pedro Nunes
1° giro – Michael Christensen
1° giro – Tamas Pal Kiss
0 giri – Nigel Melker
0 giri – Daniel Morad
0 giri – Matias Laine
0 giri – Thomas Hylkema
risultati di gara2

1 – Lewis Williamson – MW Arden – 14 giri 26’51″435
2 – Dean Smith – Addax – 5″090
3 – Alexander Sims – Status – 7″202
4 – Rio Haryanto – Manor – 8″178
5 – James Calado – Lotus ART – 11″238
6 – Nick Yelloly – Atech CRS – 11″619
7 – Conor Daly – Carlin – 12″080.
8 – Nigel Melker – RSC Mucke – 13″051
9 – Antonio Felix Da Costa – Status – 14″660
10 – Simon Trummer – MW Arden – 20″947
11 – Nico Muller – Jenzer – 22″574
12 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 23″987
13 – Michael Christensen – RSC Mucke – 25″338
14 – Gabby Chaves – Addax – 30″864.
15 – Adrian Quaife Hobbs – Manor – 32″965
16 – Zoel Amberg – Atech CRS – 35″349
17 – Pedro Nunes – Lotus ART – 37″013
18 – Aaro Vainio – Tech 1 – 38″579
19 – Luciano Bacheta – RSC Mucke – 39″642
20 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 41″457
21 – Thomas Hylkema – Tech 1 – 41″759.
22 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 42″038
23 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 45″566
24 – Ivan Lukashevich – Status – 49″993

Giro veloce: Adrian Quaife Hobbs 1’52”916

ritiri

13° giro – Tom Dillmann
8° giro – Marlon Stockinger
3° giro – Matias Laine
0 giri – Mitch Evans.

La classifica di campionato: Sims passa in testa

1. Sims 29 punti; 2. Evans 26; 3. Melker 22; 4. Calado 21; 5. Caldarelli 20; 6. Williamson 19; 7. Quaife Hobbs e Smith 18; 9. Muller 14; 10. Bottas 12

 

la griglia di gara1

1.Adrian Quaife Hobbs – Manor – 1’51″190
2.James Calado – Lotus ART – 1’51″576
3.Lewis Williamson – MW Arden – 1’51″600
4.Mitch Evans – MW Arden – 1’51″790
5.Alexander Sims – Status – 1’51″847
6.Nico Muller – Jenzer – 1’51″889
7.Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’51″921.
8.Tom Dillmann – Addax – 1’51″992
9.Antonio Felix Da Costa – Status – 1’52″252
10.Michael Christensen – RSC Mucke – 1’52″319
11.Gabby Chaves – Addax – 1’52″371
12.Aaro Vainio – Tech 1 – 1’52″439
13.Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’52″445
14.Simon Trummer – MW Arden – 1’52″504.
15.Maxim Zimin – Jenzer – 1’52″633
16.Nigel Melker – RSC Mucke – 1’51″927 *
17.Rio Haryanto – Manor – 1’51″932 *
18.Nick Yelloly – Atech CRS – 1’52″678
19.Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’52″741
20.Ivan Lukashevich – Status – 1’52″782
21.Marlon Stockinger – Atech CRS – 1’52″826.
22.Daniel Morad – Carlin – 1’52″855
23.Luciano Bacheta – RSC Mucke – 1’52″856
24.Matias Laine – Manor – 1’52″450 *
25.Dean Smith – Addax – 1’52″936
26.Pedro Nunes – Lotus ART – 1’52″943
27.Zoel Amberg – Atech CRS – 1’54″049
28.Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’54″789.
29.Conor Daly – Carlin – 1’54″835
30.Thomas Hylkema – Tech 1 – 1’54″019 *

* penalità

 

 

E.M.

 

GP3

Gp3- Valencia: Evans in testa alla classifica, prima vittoria per Calado e Hobbs

 

 

Un fine settimana quello di Valencia che sorride al team Arden che ha modo di festeggiare la costanza di prestazione non soltanto della squadra ma soprattutto dei suoi giovani piloti che, entrambi rookies, in questa loro prima stagione hanno saputo raggiungere gli obiettivi di vittorie e podi. Williamson, dopo aver piazzato il primo tempo in assoluto in qualifica, cede in gara soltanto al Quaife-Hobbs ma riesce con il compagno Evans a siglare la doppietta in gara1.Il pilota neozelandese consolida la sua posizione e conquista la vetta in classifica generale, approfittando anche del ritiro del diretto rivale Melker. Hobbs dal canto suo è stato capace di portare avanti la sua squadra e conquistare punti importanti in campionato grazie ad una partenza brillante che gli ha permesso di passare in testa dopo poche curve. Nervi saldi al momento della neutralizzazione della gara a causa di incidente occorsa fra Trummer, Zimin e Hylkema.

Orfana di Caldarelli anche la Tech1 trova un buon Vainio, costante anche nel corso dei test, a prendere le prime posizioni in qualifica anche se il giovane finlandese non riesce a concludere gara1 e gara2. Molto bene i due piloti di Addax, Smith e Chaves che riportano la loro squadra ai vertici e riaprono la corsa per il campionato che si presenta agguerrito e ricco di giovani promesse del motorsport. Mostra buona forma Status con il suo alfiere di punta, l’inglese Sims, tra i migliori e più veloci nei recenti test della Serie, e che conclude gara1 al sesto posto alla spalle del brillante duo Addax, e gara2 con un podio agguantato di forza nei primissimi giri.

 

 

Lotus ART con Bottas e Calado, chiudendo in zona punti il primo appuntamento del fine settimana, concretizza poi una efficace gara2 con doppietta; primo podio per il finlandese e prima vittoria per la squadra. Calado, scattato dalla pole per inversione della griglia dei primi otto ha condotto la corsa in un flag to flag davanti a tutti, superando anche Bottas che partiva in seconda piazza, poi terzo al traguardo. Sims, autore di una gara sempre in lotta con gli avversari, nei primi giri Smith che poi a sua volta sbaglia e finisce per essere passato da Chaves, quindi lo stesso Bottas che viene superato dall’inglese di Status al quinto giro mentre Calado prende il largo e va a vincere la sua prima gara in Gp3. Vainio, Laine e Melker concludono precocemente la propria performance mentre Evans conclude al quarto posto conquistando la vetta della classifica generale.

Si fa notare con rimonte importanti anche l’italiano Ghirelli, sempre a ridosso della top ten.

risultati di  gara 1

1 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 14 giri 28’49”603
2 – Lewis Williamson – Arden – 6”547
3 – Mitch Evans – Arden – 7”406
4 – Gabby Chaves – Addax – 11”403
5 – Dean Smith – Addax – 14”315
6 – Alexander Sims – Status GP – 17”022
7 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 18”818.
8 – James Calado – Lotus ART – 19”339
9 – Nick Yelloly – Atech – 26”837
10 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 28”342
11 – Zoel Amberg – Atech – 36”012
12 – Conor Daly – Carlin – 37”231
13 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 37”241
14 – Marlon Stockinger – Atech – 39”355.
15 – Daniel Morad – Carlin – 40”131
16 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 41”619
17 – Matias Laine – Manor – 42”700
18 – Luciano Bacheta – Mucke – 48”067
19 – Rio Haryanto – Manor – 58”934
20 – Tom Dillmann – Addax – 1’02”164.

Giro veloce: Adrian Quaife-Hobbs 1’59”663

ritiri

8° giro – Nigel Melker – Mucke
3° giro – Aaro Vainio – Tech 1
3° giro – Pedro Nunes – Lotus ART
1° giro – Nico Muller – Jenzer
1° giro – Michael Christensen – Mucke.
0 giri – Simon Trummer – Arden
0 giri – Ivan Lukashevich – Status GP
0 giri – Maxim Zimin – Jenzer
0 giri – Antonio Felix Da Costa – Status GP
0 giri – Thomas Hylkema – Tech 1

risultati di gara2

1 – James Calado – Lotus ART – 14 giri 28’06″179
2 – Alexander Sims – Status – 4″445
3 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 7″917
4 – Mitch Evans – MW Arden – 10″808
5 – Gabby Chaves – Addax – 18″843
6 – Lewis Williamson – MW Arden – 19″133
7 – Conor Daly – Carlin – 19″212.
8 – Adrian Quaife Hobbs – Manor – 20″037
9 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 20″659
10 – Luciano Bacheta – RSC Mucke – 21″298
11 – Dean Smith – Addax – 22″293
12 – Nick Yelloly – Atech CRS – 22″817
13 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 27″269
14 – Nico Muller – Jenzer – 28″381.
15 – Pedro Nunes – Lotus ART – 34″266
16 – Marlon Stockinger – Atech CRS – 40″739
17 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 51″691
18 – Zoel Amberg – Atech CRS – 1’01″816
19 – Nigel Melker – RSC Mucke – 1’39″578

Giro veloce: James Calado 1’59″500

ritiri

0 giri – Thomas Hylkema
0 giri – Ivan Lukashevich
0 giri – Simon Trummer.
0 giri – Aaro Vainio
0 giri – Matias Laine
0 giri – Daniel Morad
8° giro – Tom Dillmann
8° giro – Michael Christensen

La classifica di campionato:

1.Evans 26; 2.Melker 22; 3.Caldarelli 20; 4.Sims, Calado 16; 6.Bottas 12; 7.Quaife-Hobbs, Williamson, Smith 11; 10.Dillmann, Chaves 8.

 

 

E.M.

GP3

Gp3- Test Valencia 16-17 giugno: Sims detta legge

 

Nella due giorni di test sul circuito di Valencia monta in cattedra l’inglese Sims che porta ia vertici il team Status come nei primi test di stagione. Si notano anche numerosi miglioramenti di prestazione e si affacciano altri protagonisti ed altre squadre oltre a quelle viste fino ad ora, anche chi, come Chaves, fino ad ora era rimasto nascosto dopo i brillanti exploit dei test invernali. Non solo Mucke e Lotus ART quindi, ma anche la crescita di Manor, Tech1 e Addax. Il team francese vede la crescita del finlandese Vainio che si trova in queste sessioni di test sempre a ridosso delle prime posizioni o comunque vicino alla top ten in una prova di forza per la squadra importante dopo la partenza di Caldarelli per il Giappone. Si fa notare Adrian Quaife Hobbs nel primo giorno e mostra di non avere nulla in meno ai blasonati protagonisti di Mucke che occupano i primi posti in classifica generale. Pilota più costante in assoluto, in bilancio tra gare e primi test, risulta a tutti gli effetti Mitch Evans, mentre la sorpresa della settimana può dirsi Ryo Haryanto, che si piazza al primo posto della classifica provvisoria alla fine della seconda sessione del primo giorno, e segna poi la pole a Brno nelle qualifiche di AutoGp. Diversi i piloti infatti impegnati in altri campionati come Vittorio Ghirelli che parteciperà alla EuroCup di F.Renault. Haryanto conferma la propria ottima forma piazzandosi  davanti a Sims e Valtteri Bottas, (che, dal canto suo, non aveva preso parte alla sessione del mattino) e rimanendo fra i primi anche nella seconda sessione del secondo giorno.

Nei test del 17 giugno riprendono i propri ruoli anche Bottas e Calado che confermano le prestazioni cui ci hanno abituato fino ad ora. Insieme a loro sempre fra i protagonisti Melker con il ritorno in alta classifica anche del team Carlin con Tom Dillmann. Migliorano per il team Manor anche i risultati del finlandese Matias Laine, che fa segnare buoni tempi su questo circuito.

1 turno di test, day 1

 
1 – Alexander Sims – Status GP – 1’27”394 – 16 giri
2 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’27”647 – 21
3 – Michael Christensen – Mucke – 1’27”755 – 22
4 – Nico Muller – Jenzer – 1’27”824 – 24
5 – Lewis Williamson – Arden – 1’27”878 – 28
6 – Nigel Melker – Mucke – 1’27”906 – 20.
7 – Gabby Chaves – Addax – 1’27”913 – 21
8 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’27”964 – 30
9 – Mitch Evans – Arden – 1’27”974 – 30
10 – Zoel Amberg – Atech – 1’27”977 – 27
11 – Tom Dillmann – Addax – 1’28”017 – 25
12 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’28”024 – 26.
13 – Matias Laine – Manor – 1’28”049 – 30
14 – Simon Trummer – Arden – 1’28”054 – 19
15 – Marlon Stockinger – Atech – 1’28”125 – 16
16 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’28”181 – 23
17 – Daniel Morad – Carlin – 1’28”192 – 39
18 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’28”194 – 24.
19 – Nick Yelloly – Atech – 1’28”251 – 35
20 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’28”491 – 24
21 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’28”509 – 39
22 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’28”516 – 28
23 – Luciano Bacheta – Mucke – 1’28”676 – 33
24 – Fernando Monje – Addax – 1’28”889 – 21.
25 – Rio Haryanto – Manor – 1’28”942 – 25
26 – Thomas Hylkema – Tech 1 – 1’29”071 – 27
27 – Conor Daly – Carlin – 1’29”145 – 20
28 – James Calado – Lotus ART – Senza tempo
29 – Pedro Nunes – Lotus ART – Senza tempo
30 – Valtteri Bottas – Lotus ART – Senza tempo

2 turno di test, day1

1 – Rio Haryanto – Manor – 1’28”409 – 30 giri.
2 – Alexander Sims – Status GP – 1’28”441 – 32
3 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’28”537 – 31
4 – Lewis Williamson – Arden – 1’28”626 – 23
5 – Tom Dillmann – Addax – 1’28”679 – 14
6 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’28”717 – 31
7 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’28”754 – 29.
8 – Matias Laine – Manor – 1’28”835 – 19
9 – Michael Christensen – Mucke – 1’28”846 – 32
10 – Nico Muller – Jenzer – 1’28”936 – 19
11 – Mitch Evans – Arden – 1’28”973 – 25
12 – Simon Trummer – Arden – 1’29”036 – 27
13 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’20”037 – 23.
14 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’29”066 – 26
15 – James Calado – Lotus ART – 1’29”137 – 34
16 – Conor Daly – Carlin – 1’29”139 – 34
17 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’29”143 – 31
18 – Gabby Chaves – Addax – 1’29”150 – 13
19 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’29”200 – 31.
20 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’29”343 – 28
21 – Luciano Bacheta – Mucke – 1’29”426 – 28
22 – Zoel Amberg – Atech – 1’29”549 – 24
23 – Fernando Monje – Addax – 1’29”622 – 16
24 – Daniel Morad – Carlin – 1’29”646 – 22
25 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’29”661 – 32.
26 – Marlon Stockinger – Atech – 1’29”798 – 28
27 – Nigel Melker – Mucke – 1’29”898 – 13
28 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’29”947 – 19
29 – Thomas Hylkema – Tech 1 – 1’30”227 – 23
30 – Nick Yelloly – Atech – 1’30”522 – 22
1 turno di test, day 2

1 – Alexander Sims – Status GP – 1’26”842 – 23 giri
2 – Tom Dillmann – Addax – 1’27”033 – 38
3 – Nigel Melker – Mucke – 1’27”080 – 31
4 – Michael Christensen – Mucke – 1’27”093 – 32
5 – Gabby Chaves – Addax – 1’27”162 – 39
6 – Lewis Williamson – Arden – 1’27”274 – 31
7 – James Calado – Lotus ART – 1’27”378 – 43.
8 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’27”479 – 48
9 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’27”496 – 27
10 – Nico Muller – Jenzer – 1’27”531 – 30
11 – Marlon Stockinger – Atech – 1’27”580 – 35
12 – Simon Trummer – Arden – 1’27”595 – 29
13 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’27”595 – 29
14 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’27”610 – 36.
15 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’27”680 – 33
16 – Conor Daly – Carlin – 1’27”680 – 41
17 – Rio Haryanto – Manor – 1’27”775 – 35
18 – Luciano Bacheta – Mucke – 1’27”796 – 34
19 – Mitch Evans – Arden – 1’27”813 – 33
20 – Zoel Amberg – Atech – 1’27”862 – 27
21 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’27”909 – 38.
22 – Matias Laine – Manor – 1’27”917 – 32
23 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’27”940 – 42
24 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’27”942 – 21
25 – Daniel Morad – Carlin – 1’28”032 – 41
26 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’28”066 – 35
27 – Fernando Monje – Addax – 1’28”270 – 35
28 – Nick Yelloly – Atech – 1’28”471 – 19.
29 – Thomas Hylkema – Tech 1 – 1’28”847 – 28
30 – Alvaro Barba – Jenzer – 1’29”196 – 37

2 turno di prove, day 2

1 – Michael Christensen – Mucke – 1’28”445 – 18 giri
2 – Rio Haryanto – Manor – 1’28”556 – 32
3 – Nigel Melker – Mucke – 1’28”601 – 47.
4 – James Calado – Lotus ART – 1’28”651 – 42
5 – Tom Dillmann – Addax – 1’28”662 – 31
6 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’28”728 – 33
7 – Simon Trummer – Arden – 1’28”795 – 24
8 – Gabby Chaves – Addax – 1’28”833 – 21
9 – Daniel Morad – Carlin – 1’29”007 – 36
10 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’29”028 – 32.
11 – Lewis Williamson – Arden – 1’29”031 – 22
12 – Matias Laine – Manor – 1’29”060 – 35
13 – Nico Muller – Jenzer – 1’29”110 – 33
14 – Mitch Evans – Arden – 1’29”137 – 31
15 – Marlon Stockinger – Atech – 1’29”158 – 37
16 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’29”200 – 33
17 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’29”212 – 21.
18 – Nick Yelloly – Atech – 1’29”321 – 38
19 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’29”326 – 26
20 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’28”387 – 28
21 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’29”467 – 20
22 – Alexander Sims – Status GP – 1’29”536 – 51
23 – Fernando Monje – Addax – 1’29”542 – 36
24 – Conor Daly – Carlin – 1’29”570 – 38.
25 – Zoel Amberg – Atech – 1’29”615 – 27
26 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’29”666 – 27
27 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’29”692 – 29
28 – Luciano Bacheta – Mucke – 1’30”023 – 30
29 – Thomas Hylkema – Tech 1 – 1’30”228 – 31

 E.M.

GP3

Gp3- Hungaroring, test: MW Arden al top con Evans e Williamson

 

La due giorni dei test di Gp3 su circuito dell’Hungaroring ha visto il dominio di MW Arden che nella giornata di mercoledì ha piazzato entrambi i suoi piloti di punta, Evans e Williamson, in testa alla classifica provvisoria. Williamson ha replicato la sua leadership nella sessione del mattino anche del 2 giugno, e fra i protagonisti si è inserito quest’oggi anche Daly per il team Carlin. Nella prima sessione di ieri si erano messi in mostra ed erano stati  al passo dei primi anche i due piloti LotusART, Bottas e Calado, insieme alla poderosa presenza del team Mucke con Melker, Christensen e Muller che sono fra le conferme di questo inizio di campionato.

Si segnala la presenza di Thomas Hylkema per Tech1; il pilota olandese rileva infatti l’italiano Andrea Caldarelli che, dopo la soddisfazione e  i successi nelle prime due gare in Gp3 è partito per il Giappone per disputare il campionato di Formula Nippon con il team Kondo Racing. Per lui una possibilità concreta di affermarsi, grazie a Toyota che lo ha tenuto d’occhio in questi anni anche dopo il ritiro della Casa giapponese dalla F1.

Lo scopo principale della sessione è stato quello di testare le nuove mescole morbide messe a disposizione dalla Pirelli in vista del prossimo gran premio di Valencia e per i piloti la sfida è stata quella di provare vari assetti e la durata dei pneumatici. Nella seconda parte della giornata invece i piloti sono tornati ad utilizzare altri compound e si sono alternati nella leadership Chaves, Williamson e  Sims con Quaife-Hobbs protagonista per il team Manor . A seguire Calado, sempre fra i più veloci, quindi Dillmann, Da Costa, Christensen, Melker, Bottas e Vainio che entra nella top ten. I due finlandesi e Calado si sono confermati fra i migliori anche nella sessione del mattino del secondo giorno sul circuito ungherese e ha particolarmente bene impressionato la prestazione di Quaife-Hobbs classificatosi davanti a Sims, unico pilota del team Status nelle prime dieci posizioni. Da segnalare comunque il differente lavoro della varie squadre e dei piloti che, potendo utilizzare due tipi di compound, hanno optato di volta in volta per differenti settaggi, per la simulazione di gara o la ricerca della massima prestazione velocistica sul giro secco.

Da segnalare comunque la costanza dei piloti Arden che si sono mantenuti sull’1.37.5 abbassando i tempi delle due sessioni precedentemente disputate.

Le classifiche della giornata del 1 giugno:

Sessione del mattino
Pos  Driver                   Team                   Time              Laps
 1.  Mitch Evans              MW Arden               1:38.508            25
 2.  Michael Christensen      RSC Mücke Motorsport   1:38.823 +  0.315   20
 3.  Nico Müller              Jenzer Motorsport      1:38.879 +  0.371   17
 4.  Valtteri Bottas          Lotus ART              1:39.036 +  0.528   26
 5.  James Calado             Lotus ART              1:39.108 +  0.600   21
 6.  Antonio Felix Da Costa   Status Grand Prix      1:39.111 +  0.603   32
 7.  Tamas Pal Kiss           Tech 1 Racing          1:39.140 +  0.632   24
 8.  Gabby Chaves             Addax Team             1:39.166 +  0.658   23
 9.  Lewis Williamson         MW Arden               1:39.244 +  0.736   21
10.  Aaro Vainio              Tech 1 Racing          1:39.257 +  0.749   23
11.  Adrian Quaife-Hobbs      Marussia Manor Racing  1:39.289 +  0.781   16
12.  Luciano Bacheta          RSC Mücke Motorsport   1:39.296 +  0.788   25
13.  Tom Dillmann             Addax Team             1:39.357 +  0.849   28
14.  Nigel Melker             RSC Mücke Motorsport   1:39.373 +  0.865   14
15.  Daniel Morad             Carlin                 1:39.418 +  0.910   26
16.  Simon Trummer            Jenzer Motorsport      1:39.466 +  0.958   24
17.  Alexander Sims           Status Grand Prix      1:39.498 +  0.990   33
18.  Pedro Nunes              Lotus ART              1:39.589 +  1.081   23
19.  Ivan Lukashevich         Status Grand Prix      1:39.590 +  1.082   29
20.  Zoel Amberg              Atech CRS GP           1:39.720 +  1.212   24
21.  Marlon Stockinger        Atech CRS GP           1:39.762 +  1.254   18
22.  Conor Daly               Carlin                 1:39.859 +  1.351   31
23.  Vittorio Ghirelli        Jenzer Motorsport      1:39.869 +  1.361   22
24.  Rio Haryanto             Marussia Manor Racing  1:39.888 +  1.380   24
25.  Nick Yelloly             Atech CRS GP           1:39.953 +  1.445   14
26.  Leonardo Cordeiro        Carlin                 1:40.651 +  2.143   31
27.  Fernando Monje           Addax Team             1:41.125 +  2.617   25
28.  Maxim Zimin              Jenzer Motorsport      1:41.148 +  2.640   16
29.  Matias Laine             Marussia Manor Racing  1:41.169 +  2.661   18
30.  Thomas Hylkema           Tech 1 Racing          1:41.389 +  2.881   29
 Sessione del pomeriggio
 1.  Lewis Williamson         MW Arden               1:38.330            33
 2.  Alexander Sims           Status Grand Prix      1:38.462 +  0.132   27
 3.  Adrian Quaife-Hobbs      Marussia Manor Racing  1:38.487 +  0.157   21
 4.  James Calado             Lotus ART              1:38.626 +  0.296   37
 5.  Tom Dillmann             Addax Team             1:38.660 +  0.330   20
 6.  Antonio Felix Da Costa   Status Grand Prix      1:38.747 +  0.417   26
 7.  Michael Christensen      RSC Mücke Motorsport   1:38.777 +  0.447   26
 8.  Nigel Melker             RSC Mücke Motorsport   1:38.847 +  0.517   25
 9.  Valtteri Bottas          Lotus ART              1:38.854 +  0.524   36
10.  Aaro Vainio              Tech 1 Racing          1:38.860 +  0.530   23
11.  Nico Muller              Jenzer Motorsport      1:38.936 +  0.606   35
12.  Gabby Chaves             Addax Team             1:39.050 +  0.720   21
13.  Simon Trummer            MW Arden               1:39.137 +  0.807   37
14.  Tamas Pal Kiss           Tech 1 Racing          1:39.189 +  0.859   18
15.  Conor Daly               Carlin                 1:39.220 +  0.890   32
16.  Leonardo Cordeiro        Carlin                 1:39.244 +  0.914   26
17.  Nick Yelloly             Atech CRS GP           1:39.315 +  0.985   18
18.  Luciano Bacheta          RSC Mücke Motorsport   1:39.323 +  0.993   32
19.  Zoel Amberg              Atech CRS GP           1:39.514 +  1.184   34
20.  Daniel Morad             Carlin                 1:39.592 +  1.262   20
21.  Marlon Stockinger        Atech CRS GP           1:39.636 +  1.306   21
22.  Vittorio Ghirelli        Jenzer Motorsport      1:39.673 +  1.343   34
23.  Matias Laine             Marussia Manor Racing  1:39.820 +  1.490   26
24.  Rio Haryanto             Marussia Manor Racing  1:39.867 +  1.537   22
25.  Ivan Lukashevich         Status Grand Prix      1:39.979 +  1.649   31
26.  Pedro Nunes              Lotus ART              1:40.067 +  1.737   14
27.  Fernando Monje           Addax Team             1:40.093 +  1.763   19
28.  Thomas Hylkema           Tech 1 Racing          1:40.180 +  1.850   29
29.  Mitch Evans              MW Arden               1:40.248 +  1.918   26
30.  Maxim Zimin              Jenzer Motorsport      1:40.532 +  2.202   36

 

A seguire le classifiche delle sessioni disputate oggi.

E.M.

GP3

Gp3- Istanbul Park: Melker e Sims i vincitori

Il primo fine settimana della Gp3 vede il trionfo di Nigel Melker e Alexander Sims che confermano l’ottima forma dei rispettivi team, Mucke e Status e si mettono sotto i riflettori piloti possibili contendenti al titolo. L’olandese di Mucke ha messo a segno una vittoria importante in gara1, corollario di una serie di test invernali fra i migliori, ma la sorpresa piacevole è stata la performance perfetta di Andrea Caldarelli che da rookie mette segno il suo primo podio e archivia un week end di tempi eccellenti in qualifica e prestazione costante ed incisiva in gara. Capace di tenere per diversi giri la testa della corsa in gara1, è stato autore di una partenza notevole ai danni di Tom Dillmann.

Peccato per il finlandese Bottas, fra i migliori nei test invernali e nelle libere, che ha comunque terminato in top gara2 e ai piedi del podio gara1, a lungo in lotta con il poleman Dillmann poi superato da Melker che ha poi agguantato la testa della corsa al dodicesimo giro.  Risultato capitalizzato per lui anche in seguito al restart per la collisione di Cordeiro e di Evans che ha invece intralciato la corsa di Caldarelli che era in lotta per la prima posizione. Suo il giro veloce.

 

Alexander Sims è invece stato protagonista della bella vittoria  flag to flag,  ottenuta grazie alla partenza dalla pole per via della griglia invertita rispetto al risultato di gara1. Sul podio con lui l’immancabile Melker e Christensen. Molto buona anche la prestazione di Da Costa alla sua prima gara nella Serie.

Da Costa, scattato molto bene alla partenza tanto da riuscire ad agganciare il compagno di squadra Sims con la seconda posizione per poi perdere terreno contro il duo Mucke. Michael Christensen e Nigel Melker si sbarazzano presto dell’avversario e mettono a segno una importante doppietta sul podio. L’olandese di Mucke, in particolare, risalito dall’ottavo al terzo posto è stato autore di una rimonta incredibile e di grande forza. Anche in questo caso si evidenza la prestazione di Caldarelli, in lotta con Da Costa per le prime posizioni e nel duello con Evans comunque fra i protagonisti di questo primo appuntamento di campionato. Fine settimana non favorevole ai finlandesi; i rookie Vainio e Laine, in lotta fra lro, si eliminano al primo giro dopo poche curve.

I risultati di gara 1  e gara 2:

gara1

1 – Nigel Melker – Mucke – 15 giri 28’13”773
2 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 0”605
3 – Tom Dillmann – Carlin – 2”942
4 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 3”840
5 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 4”410
6 – Mitch Evans – Arden – 7”214
7 – Michael Christensen – Mucke – 10”608.
8 – Alexander Sims – Status GP – 11”713
9 – Dean Smith – Addax – 11”928
10 – Gabby Chaves – Addax – 19”559
11 – Nico Muller – Jenzer – 23”673
12 – Zoel Amberg – Atech – 24”192
13 – Nick Yelloly – Atech – 24”977
14 – Ivan Lukashevich – Status GP – 26”180.
15 – Aaro Vainio – Tech 1 – 26”354
16 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 27”239
17 – James Calado – Lotus ART – 27”507
18 – Matias Laine – Manor – 29”871
19 – Simon Trummer – Arden – 30”222
20 – Dominic Storey – Addax – 30”644
21 – Conor Daly – Carlin – 31”336.
22 – Pedro Nunes – Lotus ART – 32”066
23 – Maxim Zimin – Jenzer – 53”931
24 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’03”096
25 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1 giro

Giro veloce: Andrea Caldarelli 1’47”227

ritiri

13° giro – Rio Haryanto
8° giro – Luciano Bacheta.
3° giro – Leonardo Cordeiro
3° giro – Lewis Williamson
1° giro – Marlon Stockinger

gara2

1 – Alexander Sims – Status GP – 15 giri 27’03”624
2 – Michael Christensen – Mucke – 7”406
3 – Nigel Melker – Mucke – 13”983
4 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 17”667
5 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 17”876
6 – Dean Smith – Addax – 18”760
7 – Mitch Evans – Arden – 18”948
8 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 22”792
9 – Tom Dillmann – Carlin – 22”951
10 – Rio Haryanto – Manor – 27”212
11 – Nick Yelloly – Atech – 31”637
12 – Gabby Chaves – Addax – 32”829
13 – James Calado – Lotus ART – 34”111
14 – Zoel Amberg – Atech – 35”985
15 – Nico Muller – Jenzer – 36”315
16 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 36”883
17 – Maxim Zimin – Jenzer – 37”400
18 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 37”804
19 – Luciano Bacheta – Mucke – 38”419
20 – Lewis Williamson – Arden – 38”692
21 – Simon Trummer – Arden – 39”477
22 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 40”348
23 – Marlon Stockinger – Atech – 47”122
24 – Ivan Lukashevich – Status GP – 55”843
25 – Conor Daly – Carlin – 57”717

Giro veloce: Alexander Sims 1’47”601

ritiri

14° giro – Pedro Nunes – Lotus ART
7° giro – Vittorio Ghirelli – Jenzer
0 giri – Aaro Vainio – Tech 1
0 giri – Matias Laine – Manor
0 giri – Dominic Storey – Addax

E.M.

GP3

Gp3- Test Barcellona, bilancio della tre giorni e protagonisti

 

Nigel Merkel si conferma tra i protagonisti di questa tre giorni di test sul circuito di Barcellona, e, insieme al finlandese Valtteri Bottas che ha mentenuto un ritmo costante in queste sessioni e ha fatto segnare proprio con il pilota del team Mucke i migliori tempi, promette molto bene già in vista del campionato che si preananuncia ricco di soprese.
Merkel nell’ultima giornta di test ha infatti abbassato ulteriormente il miglior crono fatto segnare nella giornata di mercoledì da un imprendibile Bottas. Insieme a loro, la costanza di prestazione è senza dubbio dote di Sims e Muller che sono sempre rimasti a ridosso dei primi nelle classifiche di giornata e si erano messi in vista anche a Silverstone in condizioni estreme.

Bene anche gli altri due rookie finlandese, Matias Laine e Aaro Vainio che rimangono stabili a metà della classifica e hanno migliorato visibilmente i tempi sul giro lavorando sui diversi settaggi con la squadra.
Da sottolineare altresì la prestazione degli italiani Ghirelli e Caldarelli con l’abruzzese sempre nella top ten in questa giornata finale di test che ha evidenziato la competitività del team Tech1 e il feeling crescente fra pilota e vettura.

I tempi delle sessioni del terzo giorno:

1 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’38”625 – 27 giri
2 – Nico Muller – Jenzer – 1’38”780 – 40
3 – Rio Haryanto – Manor – 1’38”891 – 35
4 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’38”916 – 31
5 – Michael Christensen – Mucke – 1’39”020 – 29
6 – Mitch Evans – Arden – 1’39”060 – 25
7 – Nigel Melker – Mucke – 1’39”119 – 20.
8 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’39”146 – 39
9 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 1’39”241 – 34
10 – Marlon Stockinger – Atech – 1’39”253 – 40
11 – Simon Trummer – Arden – 1’39”318 – 35
12 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’39”444 – 35
13 – Conor Daly – Carlin – 1’39”445 – 37
14 – Matias Laine – Manor – 1’39”480 – 28.
15 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’39”510 – 39.
16 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’39”532 – 35
17 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’39”668 – 34
18 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’39”680 – 33
19 – Tom Dillmann – Carlin – 1’39”712 – 34
20 – Daniel Morad – Addax – 1’39”771 – 26.
21 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’39”817 – 31.
22 – Lewis Williamson – Arden – 1’39”838 – 19
23 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’39”868 – 38
24 – Nick Yelloly – Atech – 1’40”226 – 40 2
5 – Thomas Hylkema – Addax – 1’40”281 – 32.
26 – Willi Steindl – Mucke – 1’40”294 – 30
27 – Gabby Chaves – Addax – 1’41”110 – 24
28 – Zoel Amberg – Atech – 1’42”390 – 10. 

1- Nigel Melker – Mucke – 1’37”882 – 33 giri
2 – Alexander Sims – Status GP – 1’38”190 – 42
3 – Nico Muller – Jenzer – 1’38”251 – 40
4 – Mitch Evans – Arden – 1’38”297 – 32
5 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’38”299 – 45
6 – Marlon Stockinger – Atech – 1’38”312 – 24
7 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’38”321 – 41.
8 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 1’38”381 – 35
9 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’38”394 – 37
10 – James Calado – Lotus ART – 1’38”422 – 51
11 – Rio Haryanto – Manor – 1’38”464 – 39
12 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’38”483 – 54
13 – Michael Christensen – Mucke – 1’38”496 – 46
14 – Gabby Chaves – Addax – 1’38”549 – 41
15 – Matias Laine – Manor – 1’38”583 – 28.
16 – Lewis Williamson – Arden – 1’38”593 – 32
17 – Simon Trummer – Arden – 1’38”734 – 35
18 – Tom Dillmann – Carlin – 1’38”834 – 35
19 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’38”847 – 29
20 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’38”941 – 43
21 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’39”021 – 44.
22 – Nick Yelloly – Atech – 1’39”036 – 28
23 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’39”093 – 31
24 – Daniel Morad – Addax – 1’39”112 – 31
25 – Willi Steindl – Mucke – 1’39”147 – 40.
26 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’39”175 – 28
27 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’29”274 – 36
28 – Conor Daly – Carlin – 1’39”573 – 20
29 – Zoel Amberg – Atech – 1’39”573 – 20
30 – Thomas Hylkema – Addax – 1’40”107.

GP3

Gp3- Test Barcellona, Bottas al top

Dopo le già ottime prestazioni nella passata sessione di test, nonostante le condizioni avverse sul circuito di Silverstone, Valtteri Bottas replica con una prestazione notevole qui a Barcellona, chiudendo al top nella seconda giornata di test, sempre in testa alla classifica e senza aver perso d’occhio nemmeno il primo giorno il velocissimo DaCosta autore della migliore prestazione all’apertura di sessione.

Altra cosa rispetto al tempo che i piloti si sono lasciati alle spalle perchè in Spagna in queste giornate splende il sole e la temperatura sui 16 gradi è ottima per testare in tutte le condizioni i nuovi pneumatici, i vari set-up e la simulazione di gara. Subito in evidenza Sims e Melker, una conferma dopo la prestazione già ottima nella piovosa Silverstone ma a fare la differenza è Bottas che inanella da subito una serie di giri veloci prendendo le misure ai colleghi. Vera e propria giornata di trionfo per il finlandese è stata quella di ieri, con chiusura al top della classifica provvisoria grazie al tempo segnato nella sessione pomeridiana che abbassa ulteriormente quello fatto segnare da DaCosta. Un 1’38” netto per Valtteri.

Insieme a Melker fra i rookie si conferma per la costanza di rendimento il pilota LotusART Calado, insieme al connazionale Williamson che già aveva impressionato a Silverstone. Decisiva e importantissima la terza posizione in chiusura di giornata per Andrea Caldarelli che onora la sua ufficialità con il team Tech1. Buona dose di autostima e importante prestazione che mostra la competitività del pilota italiano e la voglia di arrivare a poter concretizzare un risultato importante.

La chiusura di questa tre giorni di test prevista per la giornata di oggi si preannuncia apertissima.

I tempi delle sessioni:

13 aprile, sessione del mattino

1 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’39”335 – 23 giri
2 – Lewis Williamson – Arden – 1’39”574 – 41
3 – Rio Haryanto – Manor – 1’39”660 – 38
4 – James Calado – Lotus ART – 1’39”742 – 24
5 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’39”747 – 22.
6 – Nico Muller – Jenzer – 1’39”772 – 22
7 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 1’39”812 – 38
8 – Alexander Sims – Status GP – 1’39”826 – 26
9 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’39”917 – 30
10 – Mitch Evans – Arden – 1’39”941 – 45.
11 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’39”992 – 26
12 – Simon Trummer – Arden – 1’40”048 – 41
13 – Tom Dillmann – Carlin – 1’40”101 – 25
14 – Marlon Stockinger – Atech – 1’40”157 – 50
15 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’40”173 – 34.
16 – Matias Laine – Manor – 1’40”182 – 39
17 – Gabby Chaves – Addax – 1’40”212 – 29
18 – Nigel Melker – Mucke – 1’40”245 – 45
19 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’40”275 – 38
20 – Daniel Morad – Addax – 1’40”303 – 31.
21 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’40”308 – 30
22 – Nick Yelloly – Atech – 1’40”334 – 27
23 – Conor Daly – Carlin – 1’40”371 – 31
24 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’40”407 – 34
25 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’40”564 – 46.
26 – Michael Christensen – Mucke – 1’40”706 – 42
27 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’39”119 – 38
28 – Zoel Amberg – Atech – 1’39”235 – 25
29 – Willi Steindl – Mucke – 1’39”295 – 35
30 – Thomas Hylkema – Addax – 1’39”774.

13 aprile, sessione pomeridiana
1 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’38”004 – 50 giri
2 – Nigel Melker – Mucke – 1’38”192 – 35
3 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 1’38”396 – 36
4 – Nico Muller – Jenzer – 1’38”436 – 38
5 – Lewis Williamson – Arden – 1’38”488 – 45.
6 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’38”517 – 27
7 – Gabby Chaves – Addax – 1’38”551 – 36
8 – James Calado – Lotus ART – 1’38”576 – 44
9 – Michael Christensen – Mucke – 1’38”675 – 23
10 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’38”683 – 44.
11 – Daniel Morad – Addax – 1’38”689 – 42
12 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’38”694 – 40
13 – Mitch Evans – Arden – 1’38”696 – 31
14 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’38”743 – 23
15 – Alexander Sims – Status GP – 1’38”785 – 54.
16 – Simon Trummer – Arden – 1’37”788 – 40
17 – Matias Laine – Manor – 1’38”794 – 34
18 – Rio Haryanto – Manor – 1’38”823 – 35
19 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’38”887 – 34
20 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’38”910 – 23.
21 – Marlon Stockinger – Atech – 1’38”945 – 32
22 – Nick Yelloly – Atech – 1’39”024 – 27
23 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’39”119 – 38
24 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’39”208 – 27
25 – Zoel Amberg – Atech – 1’39”235 – 25.
26 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’39”265 – 35
27 – Willi Steindl – Mucke – 1’39”295 – 35
28 – Conor Daly – Carlin – 1’39”666 – 46
29 – Thomas Hylkema – Addax – 1’39”774
30 – Tom Dillmann – Carlin – 1’39”282 – 33

12 aprile, prima sessione

1 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’38”776 – 44 giri
2 – Nico Muller – Jenzer – 1’38”810 – 23
3 – Nigel Melker – Mucke – 1’38”826 – 34
4 – Alexander Sims – Status GP – 1’38”993 – 44
5 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’39”245 – 25.
6 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’39”252 – 27
7 – James Calado – Lotus ART – 1’39”287 – 35
8 – Tom Dillmann – Carlin – 1’39”451 – 34
9 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’39”494 – 28
10 – Lewis Williamson – Arden – 1’39”608 – 34.
11 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’39”620 – 30
12 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’39”623 – 29
13 – Michael Christensen – Mucke – 1’39”644 – 34
14 – Rio Haryanto – Manor – 1’39”673 – 37
15 – Marlon Stockinger – Atech – 1’39”688 – 30.
16 – Simon Trummer – Arden – 1’39”806 – 30
17 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’39”862 – 28
18 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’39”867 – 39
19 – Gabby Chaves – Addax – 1’39”932 – 32
20 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’39”958 – 25.
21 – Nick Yelloly – Atech – 1’39”961 – 28
22 – Daniel Morad – Addax – 1’40”023 – 26
23 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’40”206 – 28
24 – Mitch Evans – Arden – 1’40”223 – 25
25 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 1’40”251 – 26.
26 – Matias Laine – Manor – 1’40”423 – 23
27 – Willi Steindl – Mucke – 1’40”468 – 34
28 – Zoel Amberg – Atech – 1’41”070 – 17
29 – Thomas Hylkema – Addax – 1’41”627
30 – Conor Daly – Carlin – 1’41”745 – 12

12 aprile, seconda sessione
1 – Alexander Sims – Status GP – 1’39”469 – 21 giri
2 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’39”573 – 31
3 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’39”663 – 32
4 – Mitch Evans – Arden – 1’39”686 – 39
5 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’39”709 – 26.
6 – Lewis Williamson – Arden – 1’39”736 – 12
7 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’39”763 – 12
8 – Simon Trummer – Arden – 1’39”856 – 32
9 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 1’39”874 – 24
10 – Gabby Chaves – Addax – 1’39”995 – 25.
11 – James Calado – Lotus ART – 1’39”997 – 34
12 – Daniel Morad – Addax – 1’40”027 – 25
13 – Nigel Melker – Mucke – 1’40”028 – 32
14 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’40”145 – 31
15 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’40”208 – 29.
16 – Michael Christensen – Mucke – 1’40”336 – 26
17 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’40”347 – 43
18 – Leonardo Cordeiro – Carlin – 1’40”351 – 37
19 – Marlon Stockinger – Atech – 1’40”390 – 18
20 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’40”397 – 34.
21 – Willi Steindl – Mucke – 1’40”466 – 32
22 – Rio Haryanto – Manor – 1’40”476 – 36
23 – Nick Yelloly – Atech – 1’40”499 – 27
24 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’40”558 – 32
25 – Tom Dillmann – Carlin – 1’40”563 – 26.
26 – Matias Laine – Manor – 1’40”684 – 34
27 – Thomas Hylkema – Addax – 1’41”059 – 35
28 – Zoel Amberg – Atech – 1’41”067 – 21
29 – Nico Muller – Jenzer – 1’41”242 – 49
30 – Conor Daly – Carlin – 1’48”409 – 4.

E.M.

GP3

Gp3- Test Silverstone, day 2: Chaves e Williamson i più veloci

 

Con le condizioni atmosferiche ancora decisamente incerte e l’incombere della pioggia prevista per il pomeriggio, i piloti della Gp3 si sono dati da fare nella sessione della mattina che ha comunque visto parecchie bandiere rosse ed uscite di pista. Il più veloce si conferma ad ogni modo il rookie colombiano Gabby Chaves che abbassa il miglior tempo fatto segnare ieri e ferma il cronometro su 1:51.242. Resterà il miglior tempo di giornata anche a fine pomeriggio, nella sessione invece che ha visto il giovane pilota inglese Lewis Williamson in testa alla classifica definitiva dopo aver girato con ottimi tempi sia ieri sia per tutta la mattina di oggi.

Le prime gocce di pioggia sono scese durante la pausa fra le due sessioni e il pomeriggio ha visto una pista bagnata e la leadership ancora una volta di Valtteri Bottas che ha guidato a lungo  il gruppo di testa insieme al compagno di squadra James Calado e ad Alexander Sims. Sempre fra i primi Chaves ed Evans. Migliorano visibilmente i tempi del finlandese del team Marussia Manor, Matias Laine, che si piazza a ridosso della top ten.

Il guizzo finale è di Williamson che nel finale mette dietro di sé lo stesso Sims, seguito da Dillmann, Chaves e Bottas.

2° sessione

1 – Lewis Williamson – Arden – 2’06”902 – 34 giri
2 – Alexander Sims – Status GP – 2’07”708 – 37
3 – Tom Dillmann – Carlin – 2’07”719 – 24
4 – Gabby Chaves – Addax – 2’07”782 – 37
5 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 2’07”855 – 37.
6 – Rio Haryanto – Manor – 2’07”864 – 27
7 – Mitch Evans – Arden – 2’08”073 – 36
8 – Michael Christensen – Mucke – 2’08”154 – 22
9 – Conor Daly – Carlin – 2’08”156 – 39
10 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 2’08”401 – 26.
11 – Matias Laine – Manor – 2’08”593 – 24
12 – Marlon Stockinger – Atech – 2’08”608 – 32
13 – Nick Yelloly – Atech – 2’08”677 – 36
14 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 2’08”741 – 23
15 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 2’08”869 – 36.
16 – Nigel Melker – Mucke – 2’09”181 – 31
17 – Zoel Amberg – Atech – 2’09”252 – 35
18 – Simon Trummer – Arden – 2’09”258 – 36
19 – Aaro Vainio – Tech 1 – 2’09”536 – 17
20 – James Calado – Lotus ART – 2’09”737 – 24.
21 – Ivan Lukashevich – Status GP – 2’09”750 – 36
22 – Pedro Nunes – Lotus ART – 2’09”823 – 38
23 – Maxim Zimin – Jenzer – 2’09”884 – 27
24 – Willi Steindl – Mucke – 2’10”364 – 22
25 – Nico Muller – Jenzer – 2’10”294 – 22.
26 – Fernando Monja – Addax – 2’10”351 – 21
27 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 2’10”364 – 22
28 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 2’11”061 – 30
29 – Thomas Hylkema – Addax – 2’12”279 – 27
30 – Kotaro Sakurai – Carlin – 2’13”403 – 16.

1°sessione

1 – Gabby Chaves – Addax – 1’50”799 – 34 giri
2 – Lewis Williamson – Arden – 1’50”894 – 24
3 – Michael Christensen – Mucke – 1’50”966 – 31
4 – Nico Muller – Jenzer – 1’51”059 – 31
5 – Nigel Melker – Mucke – 1’51”082 – 26.
6 – Alexander Sims – Status GP – 1’51”085 – 31
7 – Simon Trummer – Arden – 1’51”127 – 38
8 – James Calado – Lotus ART – 1’51”138 – 39
9 – Mitch Evans – Arden – 1’51”154 – 25
10 – Marlon Stockinger – Atech – 1’51”179 – 34.
11 – Valtteri Bottas – Lotus ART – 1’51”189 – 33
12 – Andrea Caldarelli – Tech 1 – 1’51”319 – 27
13 – Aaro Vainio – Tech 1 – 1’51”319 – 25
14 – Tamas Pal Kiss – Tech 1 – 1’51”387 – 19
15 – Antonio Felix Da Costa – Status GP – 1’51”409 – 28.
16 – Vittorio Ghirelli – Jenzer – 1’51”630 – 18
17 – Nick Yelloly – Atech – 1’51”635 – 19
18 – Rio Haryanto – Manor – 1’51”713 – 33
19 – Adrian Quaife-Hobbs – Manor – 1’51”749 – 19
20 – Tom Dillmann – Carlin – 1’51”839 – 34.
21 – Thomas Hylkema – Addax – 1’52”067 – 30
22 – Conor Daly – Carlin – 1’52”111 – 29
23 – Pedro Nunes – Lotus ART – 1’52”134 – 30
24 – Willi Steindl – Mucke – 1’52”195 – 36
25 – Ivan Lukashevich – Status GP – 1’52”318 – 37.
26 – Zoel Amberg – Atech – 1’52”526 – 32
27 – Maxim Zimin – Jenzer – 1’52”542 – 34
28 – Matias Laine – Manor – 1’52”595 – 15
29 – Fernando Monja – Addax – 1’52”704 – 34
30 – Kotaro Sakurai – Carlin – 1’54”141 – 8

 E.M.