Tag: Carlin

F3

FIA F3 – Monza, Qualifiche: Wehlein al palo nelle prime due corse, a Marciello la terza pole

FIA Formula 3 European Championship Monza

a cura di Marco Borgo

E’ stato il pilota del team Mucke, Pascal Wehrlein, ad aggiudicarsi le prime due pole dell’anno lasciando a Raffaele Marciello la terza pole, quella relativa alla terza corsa del week end.

Wehrlein, già ufficializzato al via del DTM quale rimpiazzo del ritirato Ralf Schumacher ma presente all’apertura di Monza, ha fatto sua anche la pole per gara due assicuradosi il miglior giro veloce.

Ennesima battaglia dunque tra i team Mucke e Prema Powerteam, che per una volta gioca in casa con il nuovo calendario della serie FIA che scatta dal parco di Monza.

Monza, Qualifica 1 (top ten)

1. Pascal Werhlein – Mucke – 1’45.245
2. Lucas Auer – Prema – 0.029
3. Raffaele Marciello – Prema – 0.035
4. Tom Blomqvist – Eurointernational – 0.269
5. Harry Tincknell – Carlin – 0.393
6. Eddie Cheever – Prema – 0.425
7. Alex Lynn – Prema – 0.447
8. Jordan King – Carlin – 0.478
9. Josh Hill – Fortec – 0.561
10. Dennis Van de Laar – Van Amersfoort – 0.625

Monza, Qualifica 3 (top ten)

1. Raffaele Marciello – Prema – 1’44.781
2. Pascal Wehrlein – Mucke – 0.165
3. Alex Lynn – Prema – 0.206
4. Lucas Auer – Prema – 0.245
5. Luis Derani – Fortec – 0.459
6. Jordan King – Carlin – 0.478
7. Eddie Cheever – Prema – 0.515
8. Harry Tincknell – Carlin – 0.540
9. Tom Blomqvist – Eurointernational – 0.574
10. William Buller – T sport – 0.671

GP2 – I piloti e i team al via della nona edizione

_R6T1855-20130306181533

 

a cura di Alessandro Roca.

Gentlemen, start your engines! Questo week-end andrà in scena la prima tappa del campionato di GP2, sul circuito di Sepang, in Malesia. Mai come quest’anno sono arrivate all’ultimo minuto le conferme dei piloti da parte dei team, complice la grande crisi e le carenze di fondi per le sponsorizzazioni. Andiamo ad analizzare team per team quali sono i piloti che si daranno battaglia per entrare nel Circus della F.1 quest’anno.

Dams: la squadra francese, da 2 anni al vertice con Grosjean e con Valsecchi, quest’anno ha optato per un duo composto da un pilota molto esperto quale Marcus Ericsson, e un giovane rampante quale Stephane Richelmi. Il pilota svedese ha sulle spalle parecchia esperienza, ma tarda ancora a sbocciare. Dall’altra parte Richelmi ha fatto vedere cose molto positive la scorsa stagione, riuscendo a farsi notare dal team giallo-nero, ed ad ottenere un posto come titolare. Nei test invernali i due piloti si sono aggirati in posizioni da top ten, ma è mancato l’acuto che ci si aspetta dai piloti Dams. Staremo a vedere, potrebbero essere due outsiders.

Art-GP: il team di Nicolas Todt è a “secco” di vittorie dal trionfo di Hulkenberg nel 2009, è quest’anno per rilanciarsi punta su uno dei talenti della serie cadetta: l’inglese James Calado. Il pilota ex Lotus, è passato da poco sotto l’ala protettrice di Todt Jr. e non ha faticato per avere un posto da titolare. Insieme a lui il rookie Daniel Abt, direttamente dalla GP3, categoria dove Calado stesso ha trionfato due stagioni fa. E’ una compagine giovane quella scelta dal management del team, forte del’esperienza della squadra che farà da supporto al talento di questi due giovani.

Arden International: dopo il successo sfiorato lo scorso anno con Luiz Razia, anche quest’anno il team si presenta molto bilanciato, avendo un pilota d’esperienza come Johnny Cecotto, reduce da una buona stagione, e Mitch Evans, neozelandese fresco di titolo di GP3. Cecotto non ha mai nascosto di puntare al titolo, sin dalla conferma del suo posto in scuderia. L’esperienza di team e pilota ci sono, e sicuramente il pilota venezuelano è uno dei candidati al titolo. Ma occhio a Evans: ha il piede molto pesante…

Racing Engineering: il team spagnolo vuole arrivare a vincere il suo primo titolo nella serie cadetta. Per farlo punta ancora una volta su Fabio Leimer, elvetico che si è fatto le ossa in F. BMW, F. Renault 2.0 Italia, e F. Master. Lo svizzero non riesce ancora a trovare la continuità che potrebbe regalargli il titolo, alternando gare mediocri a prestazioni superbe. Vedremo se il 2013 potrà essere il suo anno. A dividere il box con Leimer, ci sarà Julian Leal, colombiano classe 1990 che lo scorso anno ha corso con la Trident.

Carlin: la compagine britannica mostra i denti e mette in campo due piloti che possono giocarsi il titolo: Felipe Nasr e Jolyon Palmer. Il brasiliano dopo una prima stagione in Dams, ha deciso di tornare nel suo vecchio team, con cui ha vinto nella F.3 Inglese. L’ambiente più “familiare” spera possa essergli utile ai fini di una maggiore tranquillità psicologica. Palmer proviene dalla scomparsa iSport, e lo scorso anno ha avuto modo di togliersi parecchie soddisfazioni. Vedremo se questi piloti riusciranno a raggiungere i loro obiettivi.

Russian Time: il team nato dalle ceneri dell’iSport ha schierato due piloti di indubbia classe: Sam Bird e Tom Dillmann. Il francese si è fatto notare già nei test pre campionato, mettendosi tutti alle spalle più di una volta. Il suo talento lo aveva già mostrato al pubblico vincendo al Sakir lo scorso anno, anno del debutto. Può ambire tranquillamente al titolo se riesce a trovare un buon feeling con il team e guida come sa fare. Bird torna nella serie cadetta dopo aver lottato per il titolo nella WSR by Renault. Il pilota inglese ha sulle spalle già due stagioni complete nella serie ed è riserva Mercedes. Una bella dose di esperienza per un team che deve partire quasi da zero.

Caterham: il team orfano del promosso in F.1 Giedo van Der Garde, ha deciso di schierare lo spagnolo Sergio Canamasas e il cinese Ma Quing Hua. Canamasas sa alternare prestazioni discrete con black out completi che lo portano ad azioni di parecchio sopra le righe, spesso segnalate dai commissari di gara. Il cinese si è girato le piste e le monoposto di mezzo mondo fino ad arrivare ad essere il tester della Caterham di F.1, e titolare nella GP2. A parte il campionato cinese turismo dove è arrivato primo tra le vetture 1.6L, non ha lasciato il segno in nessuna delle sue peregrinazioni in giro per il mondo.

Barwa-Addax Team: dalla Spagna con un americano ed un indonesiano. Non è una barzelletta, bensì il preambolo della stagione 2013 del team Barwa-Addax. Le due Dallara-Renault saranno affidate a Jake Rosenzweig e Rio Haryanto. L’americano lo scorso anno ha sostituito Josef Kral per le ultime gare della stagione, dopo aver corso in F. Renault 2.0, F.3 e WSR by Renault. Rio Haryanto è tristemente noto per le occasioni di vittoria buttate al vento la scorsa stagione con errori tipicamente dovuti allo stress da prima posizione. Forse dovuta a problemi di budget, ma la scelta di questa line-up è un po infelice per un team blasonato come questo.

Trident Racing: Maurizio Salvadori ha completato in extremis la formazione per l’avvio di questa stagione richiamando Kevin Ceccon. Il pilota di indubbio talento che nel 2011 aveva fatto il suo esordio nella serie, lo scorso anno ha vissuto una stagione non facile in GP3, dopo che sembrava potesse esserci una chance in Toro Rosso. Ceccon dividerà il box con Nathanaël Berthon, pilota di nazionalità francese che lo scorso hanno ha corso con la Racing Engineering. Sarà essere una stagione di crescita per entrambi i piloti.

Hilmer Motorsport: altra new-entry della stagione 2013, ed è composta per gran parte da staff italiano. La squadra tedesca dell’omonimo Franz Hilmer ha deciso di affrontare la stagione con due piloti provenienti dalla GP3: Pal Varhaug e Conor Daly. Il norvegese Varhaug è una vecchia conoscenza degli appassionati italiani, dal momento che ha trionfato nella F. Renault 2.0 Italia. Successivamente si è fatto vedere nell’Auto GP e poi lo scorso anno nella GP3. Daly, americano classe 1991, è reduce da due stagioni nella GP3, prima con Carlin e poi con Lotus. Ha assaggiato la F.1 durante un test in un aereoporto con la Force India. Se la gioca alla pari con il suo compagno di team.

Venezuela-Lazarus: Tancredi Pagiaro ha messo su un team lo scorso anno grazie all’apporto di capitale venezuelano. Lo scorso anno era la stagione di debutto e di crescita, e gli obiettivi sono stati pienamente raggiunti: i due piloti che correranno quest’anno sono andati molto forte nei test pre campionato. Kevin Giovesi e Rene Binder saranno due piloti da osservare con cautela.

MP-Motorsport: team neo nato di nazionalità olandese. Schiererà il connazionale Daniel De Jong e Adrian Quaife-Hobbs. Il pilota inglese neo campione dell’Auto GP potrebbe essere una piacevole sorpresa del campionato.

L’appuntamento è per domani, venerdì 22 alle ore 4:55 del mattino (ora italiana) per la sessione di prove libere.

Twitter: @AlessandroRoca

F3

FIA F3 European – Test Barcellona, Day 2: Will Buller porta in vetta il T-Sport e la Nissan

130312mcbridex

a cura di Marco Borgo

Il team inglese T-Sport, compagine motorizzata Nissan, c’è e Will Buller lo ha dimostrato. E’ questo il responso della seconda giornata di test sul circuito spagnolo di Barcellona, dove l’inglese Buller ha portato la sua vettura in cima alla classifica di giornata dimostrando di potersela giocare contro gli squadroni Mercedes e Volkswagen. Buller è stato tallonato dai connazionali Jordan King e Harry Tincknell, piloti del team Carlin che gli si sono classificati alle spalle.

In evidenza anche Sven Muller, tedesco passato dalla Prema al Ma-con, così come l’italiana Eurointernational con Tom Blomqvist, pilota del vivaio Red Bull, quinto. Raffaele Marciello e tutto il team Prema non hanno cercato oggi responsi cronometrici da urlo, concentrandosi sui set-up della vettura. Per il ticinese un ottavo posto dietro a Van de Laar. A seguire il regolare Antonio Giovinazzi del Double R. Fuori dalla top ten piloti alla seconda esperienza in F3 europea quali Alex Lynn, Felix Rosenqvist, Pascal Wehrlein e Felix Serrales. Sulla seconda vettura del team italiano Ferraris oggi è salito Michael Lewis, mentre ieri aveva girato Riccardo Agostini.

Test Barcellona, Day 2

1. Will Buller – T-Sport – 1’40.812
2. Jordan King – Carlin – 0.185
3. Harry Tincknell – Carlin – 0.209
4. Sven Muller – Ma-con – 0.347
5. Tom Blomqvist – EuroInternational – 0.379
6. Nicholas Latifi – Carlin – 0.383
7. Dennis van de Laar – Van Amersfoort – 0.396
8. Raffaele Marciello – Prema Powerteam – 0.496
9. Antonio Giovinazzi – Double R – 0.562
10. Pipo Derani – Fortec Motorsport – 0.567
11. Pascal Wehrlein – Mucke Motorsport – 0.577
12. Jann Mardenborough – Carlin – 0.589
13. Lucas Auer – Prema Powerteam – 0.621
14. Alex Lynn – Prema Powerteam – 0.629
15. Mans Grenhagen – Van Amersfoort – 0.654
16. Felix Rosenqvist – Mucke Motorsport – 0.696
17. Eddie Cheever – Prema Powerteam – 0.959
18. Roy Nissany – Mucke Motorsport – 1.000
19. Felix Serralles – Fortec Motorsport – 1.070
20. Tatiana Calderon – Double R – 1.081
21. Sean Gelael – Double R – 1.134
22. Andre Rudersdorf – Ma-con – 1.164
23. Mitchell Gilbert – Mucke Motorsport – 1.172
24. Spike Goddard – T-Sport – 1.187
25. Josh Hill – Fortec Motorsport – 1.604
26. Dmitry Suranovich – Fortec Motorsport – 2.001
27. Michael Lewis – Romeo Ferraris – 2.185
28. Michela Cerruti -Romeo Ferraris – 2.881

WSR – Test Le Castellet, Day 1: Vandoorne rimane al comando

MOTORSPORT -  WORLD SERIES RENAULT 2013  - TESTS MOTORLAND ARAGON (ESP) - 22 TO 23/02/2013 - PHOTO: Lorenzo CharlezStoffel Vandoorne / Fortec Motorsports

a cura di Marco Borgo

Classifica “congelata” dopo i test di Alcañiz della scorsa settimana, con Stoffel Vandoorne che anche al circuito del Paul Ricard rimane saldamente al comando della classifica dei test invernali così come aveva già fatto registrare nella prima sessione di test in Spagna, poi sospesa per neve e ghiaccio. Il belga ha avuto la meglio sul portoghese Antonio Felix Da Costa per soli 28 millesimi, e questo getta già le basi su quella che dovrebbe essere la lotta per il titolo 2013 della World Series by Renault.

Terzo tempo per Will Stevens, ex protetto Honda ora in forza al team P1 Motorsport. Dietro al britannico ha chiuso Marco Sorensen del team Lotus, seguito dalla coppia del Draco racing Nico Muller-André Negrao. Tra i primi dieci figurano anche Kevin Magnussen, anch’egli atteso protagonista della stagione 2013, e Nick Yelloly, già annunciato in GP3 ma presente con la new entry Zeta corse per proseguire il lavoro di sviluppo vettura.

Fuori invece dai primi dieci l’accoppiata russa Sergey Sirotkin e Mikhail Aleshin, quest’ultimo già campione nel 2010 della categoria cadetta di casa Renault Sport. Fondo classifica per Sam Bird, che ha percorso pochi giri, e Arthur Pic, fratello minore del pilota di F1 Charles Pic.

Test Le Castellet, Day 1

1. Stoffel Vandoorne – Fortec Motorsport – 1’46.745
2. Antonio Felix Da Costa – Arden Caterham – 0.028
3. Will Stevens – P1 Motorsport – 0.198
4. Marco Sorensen – Lotus – 0.234
5. Nico Muller – Draco – 0.440
6. André Negrao – Draco – 0.495
7. Kevin Magnussen – DAMS – 0.536
8. Nick Yelloly – Zeta corse – 0.839
9. Carlos Huertas – Carlin – 0.939
10. Nikolay Martsenko – Pons – 0.960
11. Lucas Foresti – Comtec – 0.993
12. Sergey Sirotkin – ISR – 1.030
13. Mikhail Aleshin – Tech1 racing – 1.244
14. Oliver Webb – Fortec Motorsport – 1.276
15. Norma Nato – DAMS – 1.382
16. Zoel Amberg – Pons – 1.433
17. Daniil Move – Comtec – 1.457
18. Marlon Stockinger – Lotus – 1.562
19. Matias Laine – P1 Motorsport – 1.627
20. Pietro Fantin – Arden Caterham – 1.694
21. Jazeman Jaafar – Carlin – 1.695
22. Yann Cunha – AV Formula – 2.466
23. Nigel Melker – Tech1 racing – 2.958
24. Sam Bird – ISR – 3.033
25. Mihai Marinescu – Zeta corse – 3.475
26. Arthur Pic – AV Formula – 13.143

F3

FIA F3 European – Test Barcellona, Day 1: Marciello subito davanti

Raffaele MARCIELLO ITA PREMA POWERTEAM

a cura di Marco Borgo

La stagione 2013 del FIA F3 European Championship si è aperta a Barcellona in occasione della prima giornata di test nel segno di Raffaele Marciello. Il diciottenne pilota del team Prema Powerteam seguito dalla casa di Maranello ha chiuso secondo in classifica generale l’anno passato dietro al campione Daniel Juncadella, e quest’anno sarà nuovamente chiamato ad una prestazione da leader puntando al titolo europeo.

Marciello dal canto suo non si è fatto attendere e oggi a Barcellona ha scritto il suo nome in cima alla classifica dei tempi relegando il suo nuovo compagno di squadra Alex Lynn al secondo posto per oltre quattro decimi di secondo. Prema Powerteam ancora imbattibile dunque, con Lucas Auer piazzatosi al quarto posto, mentre dietro al duo di testa ha chiuso Will Buller, accasatosi al T-Sport. Per l’inglese un ottima prestazione con la squadra dotata di propulsori Nissan impegnata nella battaglia contro gli squadroni Mercedes e Volkswagen.

Quinta piazza per Harry Tincknell, portacolori del Carlin davanti allo svedese Grenhagen della new entry Van Amersfoort. Nella top ten hanno chiuso anche Sven Muller, passato al Ma-con, il debuttante Jordan King (Carlin), Pascal Wehrlein e Antonio Giovinazzi, l’italiano cresciuto nella Formula Pilota China.

Ha esordito in campo europeo anche Eddie Cheever, mentre Riccardo Agostini ha girato con la vettura del team Ferraris. Il padovano, campione italiano di F3 2012 e passato in Auto GP ha guidato la vettura che domani sarà a disposizione dell’americano Michael Lewis. L’altra vettura sarà invece impiegata per tutta la stagione da Michela Cerruti. Nella giornata della festa della donna non ha brillato nemmeno la spagnola Tatiana Calderon. Non hanno invece girato i team URD e Zeller racing.

Test Barcellona, Day 1

1. Raffaelle Marciello – Prema Powerteam – 1’41.023
2. Alex Lynn – Prema Powerteam – 0.440
3. Will Buller – T-Sport – 0.665
4. Lucas Auer – Prema Powerteam – 0.735
5. Harry Tincknell – Carlin – 0.801
6. Mans Grenhagen – Van Amersfoort – 0.872
7. Sven Muller – Ma-con – 0.905
8. Jordan King – Carlin – 0.950
9. Pascal Wehrlein – Mucke Motorsport – 0.967
10. Antonio Giovinazzi – Double R – 1.036
11. Dennis van de Laar – Van Amersfoort – 1.090
12. Felix Serralles – Fortec Motorsport – 1.107
13. Felix Rosenqvist – Mucke Motorsport – 1.112
14. Nicholas Latifi – Carlin – 1.113
15. Tom Blomqvist – EuroInternal – 1.119
16. Pipo Derani – Fortec Motorsport – 1.185
17. Jann Mardenborough – Carlin – 1.312
18. Eddie Cheever – Prema Powerteam – 1.333
19. Roy Nissany – Mucke Motorsport – 1.369
20. Tatiana Calderon – Double R – 1.611
21. Mitchell Gilbert – Mucke Motorsport – 1.670
22. Sean Gelael – Double R – 1.682
23. Spike Goddard – T-Sport – 1.786
24. Riccardo Agostini – Romeo Ferraris – 2.019
25. Andre Rudersdorf – Ma-con – 2.140
26. Josh Hill – Fortec Motorsport – 2.201
27. Dmitry Suranovich – Fortec Motorsport – 2.909
28. Michela Cerruti – Romeo Ferraris – 3.115

GP2 – Test Barcellona, Day 1: Coletti si candida al titolo

2013 GP2 Series Testing. Barcelona, Spain. Day 1. Tuesday 5th March 2013.Stefano Coletti (MON, Rapax). Action. Photo: Alastair Staley/GP2 Series Media Serviceref: _R6T9809

a cura di Alessandro Roca.

Dopo una stagione in ombra nella Scuderia Coloni, sembra essersi sbloccato anche Stefano Coletti. L’italo monegasco ha segnato il miglior tempo nella prima giornata di test collettivi sul circuito di Barcellona, mentre la pista andava asciugandosi. Dietro il pilota della Rapax, Felipe Nasr con Carlin e il campione uscente della World Series by Renault Robin Frijns, su vettura del team italiano Trident.

Quarto James Calado, leader dell’ultima giornata di test collettivi a Jerez, seguito da Johnny Cecotto su Arden. Fabio Leimer guadagna la sesta piazza, mettendosi alle spalle la DAMS di Richelmi. Chiudono la top ten de Jong con MP, Palmer su Carlin e Abt su vettura della ART.

Bene Kevin Giovesi che ha segnato l’undicesimo tempo, e si dimostra competitivo con una Lazarus GP in gran crescita. Solo 16esimo Tom Dillmann, vero mattatore dei test di Jerez, con la vettura del Russian Time, scuderia che ha preso il posto della iSport.

Classifica giorno 1:

1. Stefano Coletti (Rapax) 1’29″868
2. Felipe Nasr (Carlin) 1’29″926, a 0″058
3. Robin Frijns (Trident) 1’29″951, a 0″083
4. James Calado (ART) 1’30″239, a 0″371
5. Johnny Cecotto (Arden) 1’30″323, a 0″455
6. Fabio Leimer (Racing Engineering) 1’30″335, a 0″467
7. Stephane Richelmi (DAMS) 1’30″350, a 0″482
8. Daniel de Jong (MP) 1’30″487, a 0″619
9. Jolyon Palmer (Carlin) 1’30″505, a 0″637
10. Daniel Abt (ART) 1’30″522, a 0″654
11. Kevin Giovesi (Lazarus) 1’30″551, a 0″683
12. Mitch Evans (Arden) 1’30″781, a 0″913
13. Simon Trummer (Rapax) 1’30″831, a 0″963
14. Jake Rosenzweig (Addax) 1’31″027, a 1″159
15. Sergio Canamasas (Caterham) 1’31″032, a 1″164
16. Tom Dillmann (Russian Time) 1’31″035, a 1″167
17. Adrian Quaife-Hobbs (MP) 1’31″075, a 1″207
18. Marcus Ericsson (DAMS) 1’31″433, a 1″565
19. Julian Leal (Racing Engineering) 1’31″520, a 1″652
20. Rio Haryanto (Addax) 1’31″626, a 1″758
21. Conor Daly (Hilmer) 1’32″141, a 2″273
22. Rodolfo Gonzalez (Trident) 1’32″178, a 2″310
23. Rene Binder (Lazarus) 1’32″586, a 2″718
24. Luciano Bacheta (Russian Time) 1’32″712, a 2″844
25. Ma Qing Hua (Caterham) 1’33″360, a 3″492
26. Pal Varhaug (Hilmer) 1’34″357, a 4″489

Twitter: @AlessandroRoca

GP2 – Jerez, test collettivi: il primo giorno si chiude nel segno di Dillmann

_R6T4368

 

a cura di Alessandro Roca.

Il primo giorno di test collettivi incorona il suo re: Tom Dillmann. Il pilota francese ha svezzato nella miglior maniera possibile la vettura dell’Hilmer Motorsport, portandola in cima alla classifica generale alla chiusura del primo giorno di test. Il pilota d’oltralpe l’anno scorso ha debuttato nella serie cadetta, portandosi a casa una vittoria. Nonostante fosse lampante il suo talento, non è riuscito a finire la stagione per motivi di budget. Quest’anno può essere l’anno dell’affermazione. Dietro di lui il buon Fabio Leimer, ormai vecchia conoscenza della GP2, che quest’anno è tornato alla Racing Engineering. Gradino più basso del podio virtuale per Felipe Nasr, tornato tra le braccia di mamma Carlin, il team che lo ha lanciato nella F.3 Inglese. Quarto Jolyon Palmer, anche lui su Dallara-Renault del team Carlin. James Calado sigla il quinto tempo con la vettura della ART GP e precedendo di soli 2 millesimi l’outsider della giornata: Rene Binder. L’austriaco ha fatto cose egregie al volante della Lazarus GP, scuderia di capitale venezuelano e management italiano, al suo secondo anno di vita. Solo settimo Marcus Ericsson al volante della vincente DAMS, seguito dall’ottimo Daniel De Jong con la monoposto della MP Motorsport. Chiudono la top ten Cecotto e l’altra DAMS di Richelmi.

Bene Kevin Giovesi, unico pilota italiano “purosangue” (Coletti è nato nel Principato di Monaco) che porta la sua Lazarus al 13esimo posto. Nessun exploit dei piloti provenienti dalla GP3.

Domani si proseguono i test in vista dell’inizio della stagione, fissato in Malesia il 23 e 24 marzo.

Classifica giorno 1:

1. Tom Dillmann – Hilmer Motorsport – 1’25″059
2. Fabio Leimer – Racing Engineering – 1’25″248
3. Felipe Nasr – Carlin – 1’25″262
4. Jolyon Palmer – Carlin – 1’25″330
5. James Calado – ART Grand Prix – 1’25″403
6. Rene Binder – Venezuela GP Lazarus – 1’25″405
7. Marcus Ericsson – Dams – 1’25″426
8. Daniel De Jong – MP Motorsport – 1’25″506
9. Johnny Cecotto – Arden International – 1’25″574
10. Stephane Richelmi – Dams – 1’25″574
11. Robin Frijns – Trident Racing – 1’25″602
12. Simon Trummer – Rapax – 1’25″718
13. Kevin Giovesi – Venezuela GP Lazarus – 1’25″819
14. Jake Rosenzweig – Barwa Addax – 1’25″842
15. Daniel Abt – ART Grand Prix – 1’25″933
16. Mitch Evans – Arden International – 1’26″070
17. Stefano Coletti – Coletti – 1’26″200
18. Julian Leal – Racing Engineering – 1’26″209
19. Rio Haryanto – Barwa Addax – 1’26″398
20. Adrian Quaife-Hobbs – MP Motorsport – 1’26″405
21. Sergio Canamasas – Caterham Racing – 1’26″610
22. Nathanael Berthon – Trident Racing – 1’26″682
23. Ma Qing Hua – Caterham Racing – 1’26″990
24. Pal Varhaug – Hilmer Motorsport – 1’27″595

Twitter: @AlessandroRoca

WSR – Test Alcañiz, Day 1: Ed è subito Vandoorne

421563_10151452649944855_1290995113_n

a cura di Marco Borgo

La stagione 2013 della World Series by Renault impegnata sul circuito del Motorland Aragon di Alcañiz per i test invernali (nel vero senso della parola, visto che questa mattina c’era neve e ghiaccio in pista, ndr) si è aperta ieri nel segno del debuttante Stoffel Vandoorne. Il belga, campione uscente dell’Eurocup Renault 2.0 ha subito impressionato nella categoria maggiore, siglando il miglior tempo di giornata con la pista che mano a mano si andava asciugando.

Il nuovo protetto del McLaren Young Driver Program ha relegato in seconda posizione un mastino come Antonio Felix Da Costa, il portoghese del programma Red Bull che si è lasciato alle spalle un 2012 da urlo dopo aver trionfato a novembre in quel di Macao.

Terzo posto per il russo Daniil Move, che porta la prima delle due vetture del team Comtec nella parte alta della classifica. In quarta posizione ha chiuso lo svizzero Nico Muller del team italiano Draco. Subito dietro ai due si è piazzato Will Stevens, ex pilota del programma Honda, davanti alla seconda vettura del team Draco, quella guidatata da André Negrao.

Un po’ lontanti dalle loro posizioni usuali le vetture dei team Carlin (20° Jaafar, 25° Huertas) e Tech1 (19° Mikhail ALeshin, 21° Nigel Melker). Le prove libere dei team proseguiranno anche nella giornata di oggi sul circuito spagnolo, per lasciare spazio poi alle vetture della Formula Renault 2.0 nelle giornate di sabato e domenica.

Test Alcañiz, Day 1

1. Stoffel Vandoorne – Fortec – 1’39.913
2. Antonio Felix Da Costa – Arden Caterham – 0.142
3. Daniil Move – Comtec – 0.155
4. Nico Muller – Draco – 0.249
5. Will Stevens – P1 – 0.412
6. André Negrao – Draco – 0.485
7. Pietro Fantin – Arden caterham – 0.811
8. Matias Laine – P1 – 0.818
9. Tom Dillmann – ISR – 0.821
10. Norman Nato – DAMS – 0.821
11. Sergey Sirotkin – ISR – 1.123
12. Marco Sorensen – Lotus – 1.176
13. Marlon Stockinger – Lotus – 1.207
14. Nikolay Martsenko – Pons – 1.261
15. Zoel Amberg – Pons – 1.263
16. Kevin Magnussen – DAMS – 1.323
17. Oliver Webb – Fortec – 1.407
18. Lucas Foresti – Comtec – 1.448
19. Mikhail Aleshin – Tech1 – 1.547
20. Jazeman Jaafar – Carlin – 1.583
21. Nigel Melker – Tech1 – 1.839
22. Mihai Marinescu – Zeta corse – 2.654
23. Arthur Pic – AV Formula – 2.877
24. Yann Cunha – AV Formula – 3.027
25. Carlos Huertas – Carlin – 3.364
26. Daniel Zampieri – Zeta corse – 3.391

F3

FIA F3 European – Carlin in Europa con Jann Mardenborough, Harry Tincknell, Nicholas Latifi e Jordan King

5841392997_3a6f455ae7

a cura di Marco Borgo

Trevor Carlin ha finalmente diramato la sua formazione di piloti che schiererà nel campionato europeo di F3. La squadra inglese schiererà quattro vetture, affidandole ai tre formulisti Harry Tincknell, Nicholas Latifi e Jordan King.

La quarta vettura sarà invece affidata a Jann Mardenborough, il pilota che desta più attenzione dei tre. Approdato al mondo delle corse grazie al Nissan GT academy, gara che premia i migliori giocatori di racing simulators facendli diventare piloti veri, Jann farà quindi il suo debutto su di una vettura a ruote scoperte, dopo aver preso parte l’anno scorso al BTCC su una Nissan GT-R. L’obiettivo prefissato dalla Nissan è l’approdo futuro a Le Mans sulla LMP2 del Signatech.

GP3

GP3 – Fusione tra Atech e Bamboo engineering. Samin Gomez con Jenzer e Nick Yelloly con Carlin

AR-120139985

a cura di Marco Borgo

Negli ultimi giorni il mercato piloti della GP3 series sta definendo la griglia di partenza della stagione 2013. Altri due piloti si sono accasati in due dei top team della serie: la venezuelana Samin Gomez, cresciuta nella Formula Abarth italiana, ha deciso di rimane legata al team Jenzer (in foto) per lo sbarco in GP3.

Il britannico Nick Yelloly invece ha optato per un passo indietro dopo due stagioni di WSR 3.5. Obiettivo dell’inglese sarà quello di dare la caccia al titolo della categoria cadetta che accompagna la F1.

Novità anche sul fronte dei team. Dopo l’ingresso del team Koiranen che ha rilevato l’uscente Ocean, ora è il Bamboo Engineering ad entrare in GP3. La squadra già presente nel mondiale turismo ha unito le forze con l’Atech CRS. Ancora non si conoscono i nomi dei piloti che la nuova formazione schiererà in pista.

Da domani le vetture torneranno in pista per la prima delle quattro sessioni di test invernali. Per l’occasione le vetture potranno sfoggiare le nuove vesti aerodinamiche sfornate dalla Dallara.

Entry list provvisoria

Arden: Daniil Kvyat – Carlos Sainz jr – Robert Visoiu
Carlin: Eric Lichtenstein – Luis Sa Silva – Nick Yelloly
ART GP: Jack Harvey – Facundo Regalia
Status GP: Jimmy Eriksson
Trident: Emanuele Zonzini – David Fumanelli
Jenzer: Patrick Niederhauser – Samin Gomez – Alex Fontana
Manor: ??
Atech/Bamboo: ??
Koiranen: Kevin Korjus – Aaro Vainio – Patrick Kujala