Tag: mondiale 2011

F1 – Lanciata la nuova Virgin MVR-02

E’ stata svelata ieri a Londra la nuova Virgin MVR-02, che farà il suo debutto in pista giovedì a Jerez.

Il team principal della scuderia John Booth non ha nascosto di avere come obiettivo i punti sebbene non sarà facile, “Nel 2011 si tratterà di puntare a risultati solidi. Abbiamo una grande coppia di piloti come Jerome D’Ambrosio e Timo Glock. La MVR-02 costituisce un enorme passo in avanti in tutte le aree rispetto alla precedente VR-01 e questo grazie al duro lavoro del team. Abbiamo tutte le ragioni di credere che la prossima stagione sarà positiva”.

Anche Timo Glock si è dimostrato ottimista, “Oggi è un giorno speciale per tutti noi. Abbiamo lavorato sodo ed è davvero bello essere qui a lanciare un  monoposto Virgin per la seconda volta. Non vediamo l’ora di inziare”.

Dal punto di vista tecnico la Virgin, come Lotus Racing e Hrt, non utilizzerà il sistema di recupero dell’energia Kers, “E’ troppo costoso, pesante e ci farebbe recuperare solo tre decimi e noi siamo indietro di tre secondi”, ha dichiarato realisticamente il designer Nick Wirth.

Chiara Rainis

F1- Schumi, il numero sul musetto e il mondiale

 
L’inizio del mondiale si avvicina e con esso non potevano mancare i soliti litigi tra colleghi di box per i numeri sul musetto. Un fan di questa polemica è certamente zio Schumi, che dopo aver voluto per il suo ritorno il numero 3 perchè il 4 gli portava male quest’anno, nonostante Nico Rosberg abbia concluso il mondiale in posizione più avanzata rispetto a lui, ha rivendicato lo stesso il diritto di avere il 7  anzichè l’8.
Il biondo tedesco alla richiesta del vecchio Kaiser non si è preoccupato più di tanto e allo Stuttgarter Zeitung ha detto, “Ne avevamo già parlato in pecedenza col team. Michael è superstizioso e ritiene che i numeri dispari siano più fortunati  e poi perchè ha vinto il mondiale 7 volte. Per me non c’è alcun problema, anche perchè il 7 mi ha sempre portato sfortuna nella mia carriera, quindi sono contento di avere l’8”.
Intanto Schumacher al mensile F1 Racing ha confidato di non aver abbandonato le speranze di guadagnare un altro iride, “Posso vincere ancora. Abbiamo un progetto di tre anni, attualmente non siamo dove vorremmo essere, ma ci stiamo impegnando molto e quindi sono ottimista. Credo che nella nuova stagione potremo lottare per la vittoria di qualche Gp e probabilmente anche per il titolo. Sono qui per questo e ce la voglio fare, se non non nel 2011 sarà nel mio ultimo anno”.
Sebbene non sia facile ritornare a vincere un mondiale di F1 dopo essere stato fermo per tre anni e con tutti i cambiamenti di regole annessi e connessi, staremo a vedere cosa ci combinerà il nostro caro Michael.

F1- Test Pirelli di notte

Scenario atipico per un test, quello che vede protagoniste le Pirelli. Sul circuito di Abu Dhabi, dalle 18 alle 24 di oggi e domani, Pedro De La Rosa,  al volante della Toyota TF 109, vettura prodotta dalla casa giapponese prima del ritiro dalle corse nel 2009, proverà le gomme rain e intermedie su un asfalto bagnato artificialmente per  riprodurre le condizioni tipiche di una gara sotto la pioggia.

Paul Hembery, responsabile della Pirelli F1 ha motivato così la scelta dei test serali, “Luci artificiali, asfalto bagnato, temperature alte su una delle piste più moderne al mondo sono una combinazione spettacolare e impegnativa, unica per la F1. Abbiamo scelto questa modalità di test per provare nelle condizioni più impegnative possibili le nostre gomme da bagnato, ma chissà che questa nostra scelta non possa essere lo spunto per pensare a qualche Gran Premio con caratteristiche simili. Questi test ci offriranno indicazioni utili per lo sviluppo finale e per il completamento della nostra gamma per la F1. Sono passati appena sette mesi dall’inizio dello sviluppo e cinque mesi dall’avvio delle prove in pista e possiamo dire che siamo soddisfatti dei risultati avuti fin qui e dei primi riscontri delle scuderie. Non ci resta che iniziare la stagione con i test in Spagna, dove raccoglieremo le opinioni e le osservazioni di team e piloti che ci saranno utili per ogni eventuale ulteriore miglioramento prima del Gp del Bahrain”.

La due giorni di Abu Dhabi segue i nove test privati effettuati a partire dal 19 agosto nei quali sono stati percorsi circa 13000 chilometri per provare le quattro versioni di gomme da asciutto previste dal regolamento FIA.

Prossimo appuntamento l’1 febbraio a Valencia, quando scenderanno in pista anche tutte le squadre iscritte al Mondiale 2011, per proseguire a Jerez la settimana successiva (10-13 febbraio) e a Barcellona (18-21 febbraio).

F1-Montezemolo: L’importante è partire bene

 

L’ultima voce Ferrari dal Wroom è arrivata stamane da Luca Di Montezemolo giunto allo Chalet Fiat poco prima dell’una. Anche per lui, come per gli altri membri del team nei giorni scorsi, tante domande sul  mondiale 2010 e sulla stagione che sta per iniziare, “Premesso che ogni tanto ancora mi sveglio la notte pensando a quella corsa di Abu Dhabi, dobbiamo assolutamente guardare avanti. Stiamo lavorando molto intensamente sulla macchina nuova per partire bene sia in termini di affidabilità ma, soprattutto, come prestazione. Lo scorso anno abbiamo perso il mondiale per un girone d’andata non all’altezza delle nostre aspettative. Penso che sarà un campionato molto interessante, ci sono alcuni punti interrogativi legati alle novità regolamentari e quindi dovremo aspettare per vedere la competitività dei nostri avversari”.

A chi gli faceva notare il pronostico di Alonso su Schumacher come avversario più temibile Montezemolo ha così replicato, “Penso che dovremo aspettare le prime gare ma queste cose fanno bene ai media e ai tifosi. Alonso dice Michael, Felipe dice Hamilton, magari Michael teme Vettel, niente di nuovo sotto il sole! Poi Michael è parte del mio cuore e della storia della Ferrari e non ho alcun dubbio che sia ancora un pilota fantastico. Il suo compagno di squadra è andato più forte di lui l’anno scorso? C’è anche Rosberg, certo. Mi aspetto tre squadre se non quattro a lottare anche nel 2011 per il vertice. Nella nuova generazione di piloti c’è anche lui, come del resto Vettel. Poi la gerarchia la stabilirà il cronometro. Detto questo se c’è un problema che noi non abbiamo è quello dei piloti”.

Infine qualche parola l’ha dedicata al settore clienti dell’azienda, “Stiamo vivendo un momento straordinario come azienda e a breve daremo i risultati del 2010 che sono estremamente positivi. Proprio oggi il nostro Amministratore Delegato, Amedeo Felisa, è a Shanghai dove abbiamo festeggiato con uno spettacolare evento il 999esimo cliente Ferrari in Cina. In Nordamerica abbiamo battuto il nostro record di vendite e ci sono tutte le premesse perché anche nel 2011 le cose vadano benissimo”.

F1- Alonso teme Schumacher per il Mondiale 2011

 

Nella sua prima conferenza stampa 2011 a Madonna di Campiglio Fernando Alonso parla un po’ di tutto, dalla sua posizione in squadra, ai principali rivali del prossimo mondiale, fino a Valentino Rossi, “Nel team mi sento un leader ma non il leader. Per me sarebbe bello ripetere il 2010, vale a dire essere in grado di lottare fino in fondo per il mondiale, penso che sarà possibile, lo inizieremo a capire nei testi invernali. Siamo concentratissimi per prepararci nella maniera migliore per poter vincere entrambi i titoli. I miei avversari principali? Sarebbe bellissimo se il mio rivale fosse Felipe, vorrebbe dire che la nostra sarà la miglior macchina. Mi aspetto che ci siano almeno quattro squadre a darsi battaglia, noi, la Red Bull, la McLaren e la Mercedes. Saremo in cinque i campioni del mondo in pista e se dovessi indicare l’avversario più pericoloso  farei il nome di Schumacher, è il pilota che ha vinto di più, non ha nulla da dimostrare e ha certo tutte le capacità per essere il più forte. Una sfida fra me e Rossi? Non posso dire nulla di sicuro ma magari a fine stagione, a dicembre, potrebbe esserci una sorpresa, a due, a quattro o a quante ruote alla gente possa piacere”.

Anche Felipe Massa ha riflettuto sulla prossima stagione concentrandosi sulle novità, a partire dal ritorno del sistema Kers e dell’ala mobile, “Rispetto al 2009 la situazione è diversa perché il peso minimo della vettura è aumentato. Due anni fa ogni etto poteva avere un’influenza mentre adesso c’è un po’ di margine. Penso che i cambiamenti stiano andando nella giusta direzione, certo, avremo più bottoni da usare sul volante e dovremo fare molta attenzione. Per quanto riguarda l’ala posteriore, prima di dare un giudizio bisognerà aspettare le prime gare”. Il brasiliano ha poi concluso con un commento alle critiche ricevute per la sua ultima stagione  incolore e sui suoi obiettivi per il 2011, “La pressione l’ho sempre sentita nella mia carriera, anzi sono il primo a mettermela addosso. Montezemolo ha parlato di mio fratello al volante in certe gare dello scorso anno? Ma di fratelli ne aveva già parlato l’anno prima, allora era quello di Kimi! So bene che l’anno scorso le cose non sono andate bene ma adesso bisogna guardare al futuro e a fare bene quest’anno. Il mio obiettivo per questa stagione è semplice, vincere delle gare e lottare per il titolo”.

F1- Al Wroom parla Domenicali

 

Al Wroom di Madonna di Campiglio oggi è stato il giorno di Stefano Domenicali, che rispondendo alle domande dei giornalisti, ha ripercorso la stagione 2010 e svelato qualche particolare della nuova Ferrari, “Nel 2010 abbiamo sfiorato il titolo Piloti con Fernando Alonso e siamo giunti terzi nel campionato Costruttori, l’obiettivo per il 2011 è molto semplice da dire quanto difficile da raggiungere, vale a dire fare un passo avanti nella classifica piloti e due in quello per le squadre e per riuscirci vogliamo avere una macchina supercompetitiva da subito,  sappiamo che dovremo essere perfetti anche nell’interpretazione degli eventi che si possono verificare in un weekend di gara perché in uno scenario in cui ci sono avversari così forti e numerosi questa è la condizione per poter aspirare a vincere. La nuova monoposto verrà presentata il prossimo 28 gennaio a Maranello e poi si procederà subito ad effettuare alcune riprese promozionali sul circuito di Fiorano prima di iniziare i quindici giorni di test precampionato previsti dal regolamento l’1 febbraio sul circuito di Cheste a Valencia. Il primo pilota al volante sarà Fernando Alonso per lasciare il posto a Felipe Massa il terzo giorno di prove”.

In Spagna debutterà anche Pat Fry nel nuovo ruolo di responsabile degli ingegneri di pista, “Da diverso tempo pensavamo di migliorare la squadra in alcune aree quindi questa decisione non è stata presa d’impulso dopo quello che era successo ad Abu Dhabi, semmai c’è stata solamente un’accelerazione”, ha spiegato Domenicali,”A Pat spetterà la responsabilità di gestire tutte le attività in pista sia dal punto di vista tecnico, sia per quanto riguarda i piloti e avrà il supporto degli strumenti che saranno predisposti e migliorati da un nuovo ente che abbiamo creato all’interno della Direzione Tecnica, denominato Sviluppo Strategie Operazioni, affidato ad un nuovo arrivato, Neil Martin. Questo reparto avrà anche il compito di migliorare l’integrazione fra simulatore, galleria del vento e ufficio tecnico”.

F1- La Lotus Racing continua in verde e giallo

  

Tony Fernandes ha alzato bandiera bianca. Il boss della Lotus Racing ha accettato la presenza nel mondiale di un altro team con lo stesso nome, la Lotus Renault Gp, ma alla Reuters ha dichiarato che la sua squadra non porterà i colori classici nero e oro, ma manterrà quelli usati quest’anno ossia verde e giallo, “Se loro hanno copiato noi o noi loro non importa. Non è un problema che ci siano due marchi Lotus in griglia, il punto è che è stupido  avere quattro macchine nere che sembrano identiche. Non bisogna farsi trasportare dalle emozioni del passato, bisogna usare il pragmatismo”. 

Fernandes ha anche ricordato che la scelta del colore verde sta a significare un interesse da parte del team della tutela ambientale. 

F1- FIA: Ok ai giochi di squadra

La FIA ha deciso di cancellare l’articolo 39.1 del regolamento che definisce ¨proibiti gli ordini di scuderia¨ e che era costato un’ingente multa alla Ferrari a seguito dell’episodio del Gp di Hockenheim quando Felipe Massa ricevette l’ordine via radio di  far passare Fernando Alonso .

Ciò nonostante, si legge nel comunicato redatto oggi a Monaco dal World Motorsport Council in occasione della definizione del regolamento 2011,”Qualunque azione pregiudizievole dell’interesse della competizione verrà punita secondo l’articolo 151c del Codice Sportivo Internazionale”.

Tra i punti in esame si è discusso anche dei possibili cambiamenti concernenti il  momento nel quale le monoposto possono superare la Safety Car, le penalità inflitte dai commissari e il  limite della larghezza della corsia di sorpasso, mentre è stato deciso che il Direttore di Gara potrà chiudere la pitlane nel corso della gara per motivi di sicurezza.

 Dal punto di vista tecnico invece, il cambio dovrà durare cinque Gp consecutivi e non più quatto;  resteranno invariate le condizioni sulle unità di propulsori a disposizione nell’arco della stagione; saranno introdotte nuove sanzioni per i piloti che non riusciranno ad utilizzare entrambe le mescole di gomme in caso di gara dichiarata “asciutta”; verrà garantita maggiore sicurezza per tutti i piloti con nuove prove di crash test per le barre anti-intrusione e per la deformazione della carrozzeria, infine verrà introdotta l’ala mobile.

Guardando più avanti, per il 2012, da quanto preannunciato, la F1 si orienterà verso una tutela maggiore dell’ambiente con l’ultilizzo ad esempio di carburante estratto dalle biomasse.

F1- E’ nata la Lotus Renault Gp

 

Il gruppo Lotus si è unito ufficialmente alla Renault; lo si legge in un comunicato ufficiale che la casa francese ha pubblicato oggi, “Genii Capital e Gruppo Lotus annunciano la creazione del team Lotus Renault GP, successore di Renault F1 Team, che parteciperà al campionato del mondo FIA 2011 di F1. Dopo il ritorno del nome Lotus in Formula 1 nel 2010, con il marchio Gruppo Lotus, quest’annuncio storico significa il ritorno completo del costruttore automobilistico Lotus nello sport, con il pieno sostegno della casa madre Proton. Il Gruppo Lotus plc prendera’ una partecipazione significativa nel Lotus Renault GP con Genii Capital; le due parti hanno anch’esse concluso un accordo di sponsorizzazione che si estende fino alla fine della stagione 2017. Renault manterrà il suo supporto della scuderia quale fornitore di motori e di know-how tecnologico e d’ingegneria, garantendo a Lotus Renault GP una piattaforma solida e stabile per i futuri successi”.

La Renault 2011, guidata da Robert Kubica e probabilmente da Vitaly Petrov, avrà la storica e bellissima livrea nera e oro che aveva caratterizzato la Lotus anni ’70/ ’80 di Senna e Fittipaldi. 

“Siamo consapevoli delle molte controversie nate intorno all’utilizzo del nostro marchio in F1 e ora sono contento che si sia potuta chiarire formalmente la nostra posizione”, ha affermato il capo esecutivo del gruppo Lotus Dany Bahar, “noi siamo la Lotus e siamo tornati”.

Continua a non essere di quest’idea Tony Fernandes, capo della squadra che nel 2010 ha gareggiato come Lotus Racing e che si è già appellato all’Alta Corte londinese per i diritti del nome.  

F1- Ricciardo terzo pilota Toro Rosso

 

Dopo aver impressionato tutti nei test di Abu Dhabi Daniel Ricciardo è stato scelto dalla Toro Rosso per vestire i panni di terzo pilota nella stagione 2011, sarà lui infatti a disputare per tutto l’anno prossimo le prove libere del venerdì al posto della coppia ufficiale Buemi-Alguersuari.

Il campione 2009 della Formula 3 inglese  è stato indicato anche come possibile sostituto di Sebastien Buemi, non particolarmente brillante in questa stagione, ma Daniel sembra andarci cauto, ” Sono molto eccitato dall’idea di guidare per la Toro Rosso nella prima sessione di libere, quindi ringrazio la Red Bull per avermi dato questa opportunità, ma la mia priorità  è vincere il campionato di Formula Renault 3.5 anche se il mio sogno è di diventare pilota di F1 a tempo pieno. Cercherò di sfruttare al massimo questa esperienza”.

Franz Tost, team principal della scuderia, ha così commentato la scelta, “Daniel ha già fatto dei test in F1 ma affrontare le prove del venerdì in ogni gara gli darà uno stimolo in più e dal nostro punto di vista avere un giovane “affamato” è positivo per lo stato del nostro vivaio di giovani piloti”.