Tag: Lmp2

FIA WEC – Ufficializzato l’elenco dei team iscritti alla 24 ore di Le Mans 2013

Le Mans 2012

a cura di Marco Borgo

Prende forma lo schieramento di partenza del mondiale Endurance FIA e di pari passo anche la lista dei team invitati alla 24 ore di Le Mans 2013. Tra le LMP1 si rinnova la battaglia tra l’Audi e il suo nuovo rivale costituito dalla Toyota, mentre il team Rebellion se la giocherà con la new entry nella categoria top dei prototipi, il team Strakka racing. Tre le vetture che la casa degli anelli schiererà a Le Mans (e alla 6 ore di Spa, noto banco prova della maratona francese) mentre nelle restanti tappe della stagione avrà due vetture per i due equipaggi composti da Marcel Fassler, Benoit Treluyer e André Lotterer assieme ai veterani Tom Kristensen, Allan McNish e a Loic Duval, promosso a sostituto dell’uscente Dindo Capello. La terza vettura (un Audi R18 ultra) a Le Mans sarà affidata a Lucas Di Grassi, Marc Gené e Oliver Jarvis.

Dopo le prime dichiarazioni in cui annunciava di prendere parte alla stagione 2013 con una sola vettura così come successe l’anno passato, anche la Toyota schiererà due vetture così come fece a Le Mans. Obiettivo dichiarato interrompere il dominio Audi, traguardo non impossibile per un team al debutto che ha già dato filo da torcere al blasonato rivale. Gli equipaggi nipponici saranno composti da Alex Wurz, Nicolas Lapierre e Kazuki Nakajima, mentre sulla seconda vettura saliranno Stephane Sarrazin, Anthony Davidson e Sebastien Buemi. Due vetture a Le Mans per gli svizzeri del team Rebellion, i quali divideranno le due vetture tra mondiale endurance FIA e American Le Mans Series. Una vettura invece per la new entry Strakka Racing, che dalla classe LMP2 passa alla LMP1.

Corposa è invece la classe LMP2 per un totale di 22 vetture al via. Confermati team quali l’OAK Racing, Delta ADR, HVM Status, Lotus, Level 5, Signatech, Greaves, Starworks, Murphy e Pecom racing. Debutta nella maratona francese il team del campionissimo dei rally Sebastien Loeb, oltre al Thiriet by TDS dalla Le Mans Series.

11 vetture nella classe top del GT. Due le Ferrari 458 del team AF Corse più una schierata dal JMW, due Corvette C6, due anche le Porsche 911 del team Manthey e due Aston Martin del Gulf Racing. Sorpresa dell’edizione 2013 il ritorno in pista della Chevrolet Viper con due esemplari dell’SRT Motorsport.

Tra gli amatori sono quattordici le vetture ammesse, per un totale di sei Ferrari 458 (3 AF, 1 Krohn, 1 Extreme SPeed, 1 eight star), due Corvette del team Larbre, quattro Porsche 911 (2 IMSA, 1 Dempsey, 1 Proton) con l’esordio ufficiale del team dell’attore Patrick Dempsey. Due Aston anche nella seconda divisione GT. Il Box 56, storicamente assegnato ad un nuovo modello di veicolo scelto per innovazione tecnologica (nel 2012 fu assegnato alla Deltawing) quest’anno sarà ad appannaggio del nuovo progetto targato Green GT H2.

LMP1
#1. Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron
#2. Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron
#3. Audi Sport North America Audi R18 ultra
#7. Toyota Racing Toyota TS030
#8. Toyota Racing Toyota TS030
#12. Rebellion Racing Lola B12/60 Toyota
#13. Rebellion Racing Lola B12/60 Toyota
#21. Strakka Racing HPD ARX-03c

LMP2
#21. OAK Racing Morgan
#25. Delta-ADR ORECA 03
#26. G-Drive Racing ORECA 03
#27. Loeb Racing ORECA 03
#28. Gulf Racing Lola B12/80
#29. Gulf Racing Lola B12/80
#30. HVM/Status Lola B12/80
#31. Lotus T128
#32. Lotus T128
#33. Level 5 Motorsports HPD ARX-03b
#35. OAK Racing Morgan
#36. Signatech-Nissan ORECA 03
#38. Jota Zytek Z11SN
#40. Boutsen Ginion Racing ORECA 03
#41. Greaves Motorsport Zytek Z11SN
#42. Greaves Motorsport Zytek Z11SN
#44. Starworks Motorsport HPD ARX-03b
#45. OAK Racing Morgan
#46. Thiriet by TDS Racing ORECA 03
#47. KCMG Morgan
#48. Murphy Prototypes ORECA 03
#49. Pecom Racing ORECA 03

GTE-Pro
#51. AF Corse Ferrari F458
#66. JMW Motorsport Ferrari F458
#71. AF Corse Ferrari F458
#73. Corvette Racing Corvette C6.R
#74. Corvette Racing Corvette C6.R
#91. Porsche Team Manthey Porsche 911 GT3-RSR
#92. Porsche Team Manthey Porsche 911 GT3-RSR
#93. SRT Motorsports Viper GTS-R
#94. SRT Motorsports Viper GTS-R
#97. Aston Martin Racing GTE
#99. Aston Martin Racing GTE

GTE-Am
#50. Larbre Competition Corvette C6
#54. AF Corse Ferrari F458
#55. AF Corse Ferrari F458
#57. Krohn Racing Ferrari F458
#61. AF Corse Ferrari F458
#67. IMSA Porsche 911 GT3-RSR
#70. Larbre Competition Corvette C6
#76. IMSA Porsche 911 GT3-RSR
#77. Dempsey – Proton Porsche 911 GT3-RSR
#80. Extreme Speed Ferrari F458
#81. 8 Star Ferrari F458
#88. Proton Porsche 911 GT3-RSR
#95. Aston Martin Racing GTE
#96. Aston Martin Racing GTE

BOX 56 (Nuove tecnologie)
#56. Green GT H2

Asian Le Mans Series – Presentato il calendario per la prima stagione della nuova serie endurance asiatica

a cura di Marco Borgo

L’Asian Le Mans Series, terza serie endurance continentale dopo la European Le Mans Series e l’American Le Mans Series, vedrà ufficialmente la luce nel 2013. La nuova serie istituita assieme all’Automobil Club de l’Ouest (gli organizzatori del mondiale endurance FIA e della 24 ore di Le Mans, ndr) sulla base delle passate edizioni poi abbandonate ricalca il format elaborato per la serie europea, con gare ridotte da sei a tre ore (possibili gare più lunghe nel futuro), tre sessioni di libere al venerdì e la qualifica al sabato.

Il calendario stilato dagli organizzatori prevede tre tappe in Cina, con l’apertura a Zhuhai, passando poi per Shanghai e Ordos. Le altre tre tappe si disputeranno in Corea del Sud, Giappone (Fuji) e in Indonesia sul tracciato di Sentul. La nuova serie sarà aperta solo ai prototipi LMP2 e Formula Le Mans, oltre alle GT della classe GTe. La classe GTC comprenderà sia le GT3 e le vetture GT300 che abitualmente corrono nel SuperGT giapponese con un balance of performance che sarà dettato dall’ACO. Per incrementare maggiormente l’interesse verso la nuova serie endurance, gli organizzatori hanno posto la condizione che almeno uno dei piloti (due o tre) che comporranno ogni singolo equipaggio sia nativo del continente asiatico.

Ciliegina sulla torta, gli organizzatori della celebre maratona francese riserveranno ai team vincitori della classifica riservata a ciascuna classe un pass-invito alla 24 ore di Le Mans per l’anno successivo.

Calendario 2013 Asian LMS

28 aprile – Zhuhai (China)
26 maggio – Shanghai (China)
7 luglio – Ordos (China)
4 agosto – Inje (Korea del sud)
22 settembre – Fuji (Giappone)
8 dicembre – Sentul (Indonesia)

FIA WEC – Silverstone, Qualifica: Treluyer riporta l’Audi e-tron davanti

a cura di Marco Borgo

E’ stata battaglia sul filo dei millesimi per la pole della 6 ore di Silverstone che si correrà domani sul tracciato inglese che già in queste ore ha registrato parecchie precipitazioni. Benoit Treluyer ha siglato il giro perfetto che ha riportato davanti l’Audi e-tron quattro precedendo l’Audi Ultra di McNish/Kristensen di soli 10 millesimi. Al terzo posto la Toyota TS030 di Wurz/Lapierre/Nakajima staccata di sette decimi. Come al solito non sono mancate le collisioni e le frenate al limite dei prototipi per evitare le vetture più lente.

Quarto posto per l’HPD del team Strakka davanti alle due Rebellion, con Belicchi sempre dietro all’equipaggio compagno di squadra. Pole di classe LMP2 per la barchetta del Greaves Motorsport guidata dai due Brundle (padre Martin e figlio Alex) assieme ad Ordonez davanti alla identica vettura dello Starworks. Quattordicesima posizione per Liuzzi ed i suoi compagni Weeda e Rossiter.

Tra le GT la Porsche è riuscita a spuntarla con i due piloti ufficiali Lieb/Lietz sulle Ferrari di Walker/Cocker e di Fisichella e Bruni, terzi di classe dopo aver dominato in tutte le sessioni di libere fin qui disputate. Indietro anche l’altra Ferrari AF Corse, quella di Bertolini/Beretta che ha visto sia l’Aston Martin che la Porsche del Felbermayr (entrambi equipaggi della classe GTE Am) stargli davanti un qualifica.

Silverstone, Qualifica

 1.  LMP1     Fassler/Lotterer/Treluyer              Audi e-tron             1'43.663
 2.  LMP1     Kristensen/McNish                      Audi Ultra              1'43.673
 3.  LMP1     Wurz/Lapierre/Nakajima                 Toyota TS030            1'44.411
 4.  LMP1     Leventis/Watts/Kane                    Strakka HPD             1'46.160
 5.  LMP1     Prost/Jani                             Rebellion Lola-Toyota   1'46.207
 6.  LMP1     Belicchi/Primat                        Rebellion Lola-Toyota   1'46.234
 7.  LMP1     Brabham/Chandhok/Dumbreck              JRM HPD                 1'46.758
 8.  LMP2     Ordonez/Brundle/Brundle                Greaves Zytek-Nissan    1'49.964
 9.  LMP2     Potolicchio/Dalziel/Sarrazin           Starworks HPD           1'49.997
10.  LMP2     Martin/Charouz/Graves                  ADR-Delta ORECA-Nissan  1'50.129
11.  LMP2     Dolan/Hancock/Minassian                Jota Zytek-Nissan       1'50.165
12.  LMP2     Firth/Hughes/Hartley                   Murphy ORECA-Nissan     1'50.250
13.  LMP2     Mailleux/Lombard/Tresson               Signatech ORECA-Nissan  1'50.624
14.  LMP2     Liuzzi/Rossiter/Weeda                  Lotus Lola-Lotus        1'50.688
15.  LMP2     Perez Companc/Ayari/Kaffer             Pecom ORECA-Nissan      1'50.775
16.  LMP2     Heinemeier Hansson/Baguette/Kraihamer  OAK Morgan-Nissan       1'50.851
17.  LMP2     Sims/Jousse/Jousse                     Status Lola-Judd        1'50.919
18.  LMP2     Zugel/Gonzalez/Julian                  Greaves Zytek-Nissan    1'50.993
19.  LMP2     Nicolet/Lahaye/Pla                     OAK Morgan-Nissan       1'51.283
20.  LMP2     Panciatici/Ragues/Rusinov              Signatech ORECA-Nissan  1'51.942
21.  LMP2     Holzer/Schultis/Albers                 Lotus Lola-Lotus        1'53.349
22.  LMP2     Giroix/Ihara/Deletraz                  Gulf Lola-Nissan        1'54.476
23.  GTE Pro  Lieb/Lietz                             Felbermayr Porsche      2'09.564
24.  GTE Pro  Walker/Cocker                          JMW Ferrari             2'10.018
25.  GTE Pro  Fisichella/Bruni                       AF Ferrari              2'10.481
26.  GTE Am   Goethe/Hall                            Aston Martin            2'12.525
27.  GTE Am   Ried/Roda/Ruberti                      Felbermayr Porsche      2'12.965
28.  GTE Pro  Fernandez/Mucke/Turner                 Aston Martin            2'14.150
29.  GTE Pro  Bertolini/Beretta                      AF Ferrari              2'15.153
30.  GTE Am   Perazzini/Cioci/Griffin                AF Ferrari              2'15.491
31.  GTE Am   Krohn/Jonsson/Rugolo                   Krohn Ferrari           2'15.608
32.  GTE Am   Camathias/Palttala/Daniels             JWA Porsche             2'16.466
33.  GTE Am   Adam/Howard/White                      Aston Martin            2'16.717
34.  GTE Am   Bornhauser/Canal/Rees                  Larbre Corvette         2'16.907
35.  GTE Am   Belloc/Bourret/Gibon                   Larbre Corvette         2'17.261

FIA WEC – Silverstone, preview: Liuzzi al debutto nell’endurance con Lotus

a cura di Marco Borgo

E’ un Vitantonio Liuzzi molto eccitato quello che si appresta a fare il proprio debutto nel mondiale Endurance con la Lotus. L’ex pilota di F1, ora leader della Superstars salirà per la prima volta in un prototipo questo week end in occasione della 1000 km di Silverstone, quarta tappa del nuovo mondiale endurance. L’italiano sarà inserito nell’equipaggio composto da Kevin Weeda e James Rossiter alla guida della Lotus LMP2 nr. 32.

“Sono molto felice di essere finalmente in gara con Lotus – ha commentato l’italiano – la pista la conosco bene dato che ci ho corso in F1, ma con un prototipo LMP2 sarà certamente diverso. Ho già svolto qualche test ad inizio anno, ma finalmente sarò anch’io della partita nel FIA World Endurance Championship. Spero di contribuire al raggiungimento di un ottimo piazzamento in gara.”

 

 

ILMC – Zhuhai, libere: le Peugeot al comando, tra le GT BMW protagoniste

a cura di Marco Borgo

Dominio Peugeot nelle prime sessioni di libere sul tracciato cinese di Zhuhai. La casa francese ha piazzato al vertice i suoi due equipaggi, incalzati (ma con ritardi stranamente consistenti) dai due equipaggi rivali del’Audi. Dietro ai leader si piazza la Pescarolo del team Oak, che ha avuto la meglio sull’unica Lola del team Rebellion guidata da Jani e Prost. Tra le LMP2 la vettura del team Signatech conduce su quella del team Oak.

Ben più corposa la battaglia tra le GT, con le due BMW emerse nel confronto con le Ferrari. L’equipaggio composto da Farfus/Muller ha preceduto il compagno di colori Priaulx/Alzen, con le Ferrari di Luxury e AF Corse relegate ai ruoli di inseguitori. Secondi di classe amatori per il team Krohn, dove corre l’italiano Rugolo, preceduto dalla Corvette del team Larbre. Da evidenziare anche la prestazione dell’equipaggio cui fa parte Hakkinen, diciannovesimo assoluto e capace di mettersi dietro Ferrari, Aston e Porsche.

Zhuhai, libere

1. Montagny/Sarrazin – Peugeot 908 – 1’21.999 – 73
2. Bourdais/Minassian – Peugeot 908 – 0.496 – 88
3. Kristensen/McNish – Audi R18 TDI – 1.609 – 86
4. Bernhard/Fassler – Audi R18 TDI – 2.313 – 83
5. Nicolet/Premat/Pla – Oak Pescarolo Judd – 3.097 – 67
6. Jani/Prost – Rebellion Toyota – 3.534 – 60
7. Lahaye/Moureau/Ragues – Oak Peascarolo Judd – 3.974 – 69
8. Meyrick/Mucke/Primat – Lola Aston Martin – 4.021 – 68
9. Mailleux/Ordonez/Vernay – Oreca Nissan Signatech- 7.938 – 65  
10. Shogo/Naoki – Courage Oreca – 9.551 – 34
11. Lafargue/Da Rocha – Oak Pescarolo Judd – 10.523 – 70
12. Farfus/Muller – BMW M3 – 12.509 – 60
13. Chen/Shanqi – Formula LeMans Oreca – 12.687 – 30
14. Priaulx/Alzen – BMW M3 – 13.109 – 63
15. Bornhauser/Canal/Beretta – Corvette C6 Larbre – 13.236 – 58
16. Ortelli/Makowiecky – Ferrari 458 Luxury – 13.520 – 47
17. Fisichella/Bruni – Ferrari 458 AF Corse – 13.717 – 64
18. Krohn/Johnson/Rugolo – 13.736 – 59
19. Cheng/Arnold/Hakkinen – Mercedes SLS GT3 AMG – 13.789 – 65
20. Ehret/Mullen/Wills – Ferrari F430  CRS – 14.179 – 62
21. Beltoise/Farnbacher/Firman – Ferrari 458 Luxury – 14.316 – 63
22. Giroix/Goethe – Aston Martin Middle East – 14.363 – 55
23. Lietz/Ried/Roda – Porsche 911 RSR Proton – 14.456 – 34
24. Cioci/Ma – Ferrari 430 AF Corse – 15.131 – 49
25. Tsuzuki/Kim/Van Dam – Audi R8 LMS – 15.168 – 63
26. Mortara/O’Young/Imperatori – Audi R8 LMS – 15.256 – 56
27. Gruber/Lee/Tak Mak – Audi R8 LMS – 15.474 – 63
28. Rossiter/Mowlem/Heinemeier – Lotus Evora Jetaliance – 16.155 – 37
29. Slingerland/Rich/Rasmussen – Lotus Evora Jetalliance – 17.148 – 50
 
LMP1   LMP2   FLM   GTePRO   GTeAM   GTC

ILMC, Zhuhai preview: i protagonisti al via dell’ultima tappa del 2011

 

a cura di Marco Borgo

L’ultima tappa dell’Intercontinental Le Mans Cup si disputerà sul tracciato cinese di Zhuhai, pista in cui le vetture dell’endurance si sfideranno per l’ultima volta prima di ributtarsi a capofitto nella nuova avventura chiamata “FIA World Endurance Championship”. In asia sono giunte due Audi e due Peugeot, per l’ultima passerella finale. Dietro agli equipaggi top troviamo una Lola del team Rebellion, una sola Aston Martin, oltre a due Pescarolo schierate dal team Oak. Solo due le  LMP2 in pista, con la battaglia che sarà tutta tra il team Signatech e il team Oak.

Tra le Gt immancabili le Ferrari del team AF Corse, Krohn e Luxury. Presenti anche le due BMW ufficiali, oltre alle Lotus ed una unica Porsche 911. Un unico esamplare anche di Formula Le Mans, mentre nella nuova classe GTC sono state inserite tre Audi R8 e una Mercedes SLS GT3. 

ZHUHAI Entry list

#007 – Meyrick-Mucke – Lola Aston Martin
#1 – Bernhard-Fassler – Audi R18 TDI
#2 – Kristensen-McNish – Audi R18 TDI
#7 – Bourdais-Davidson – Peugeot 908
#8 – Montagny-Sarrazin – Peuget 908
#12 – Prost-Jani – Lola/Toyota Rebellion
#15 – Lahaye-Moureau – Oak Pescarolo/Judd
#23 – Shogo-Naoki – Courage/Oreca LC70
#24 – Nicolet-Premat – Oak Pescarolo/Judd
#26 – Mailleux-Ordonez – Oreca/Nissan Signatech
#35 – Da Rocha-Lafargue – Oak Pescarolo/Judd
#51 – Fisichella-Bruni – Ferrari 458 AF Corse
#55 – Farfus-Muller – BMW M3
#56 – Priaulx-Alzen – BMW M3
#58 – Beltoise-Farnbacher – Ferrari 458 Luxury
#59 – Makowiecky-Ortelli – Ferrari 458 Luxury
#64 – Slingerland-Rich – Lotus Evora Jetalliance
#65 – Rossiter-Mowlem – Lotus Evora Jetalliance
#50 – Bornhauser-Canal-Beretta – Corvette C6 Larbre
#57 – Korhn-Johnson-Rugolo – Ferrari 430 Krohn
#60 – Giroix-Goethe-Wainwright – Aston Martin Vantage Middle East
#61 – Cioci-TBA – Ferrari 430 AF Corse
#62 – Ehret-Mullen-Wills – Ferrari 430 CRS
#63 – Lietz-Roda-Ried – Porsche 911 RSR Proton
#90 – Shanqi-Chen – Oreca Formula Le Mans PTRS
#94 – Tsuzuki-Kim-Van Dam – Audi R8 LMS Hitotsuyama
#96 – Hakkinen-Cheng-Arnold – Mercedes SLS GT3 AMG
#97 – Lee-Gruber-Mak – Audi R8 LMS
#98 – Mortara-O’Young-Imperatori – Audi R8 LMS
 
LMP1   LMP2   GTePRO   GTeAM   Formula LeMans   GTC

Endurance – Loeb guarda al futuro e lancia il Sebastien Loeb Racing team

a cura di Marco Borgo

Il sette volte campione del mondo Rally Sebastien Loeb, ad un passo dalla conquista dell’ottavo alloro (Hirvonen permettendo), guarda al futuro, e ha fondato il Sebastien Loeb Racing Team (SLR). La nuova squadra corse che calcherà le piste a partire dal 2012 è scaturita dal sodalizio tra l’alsaziano e Dominic Heintz, amico di lunga data. Curiosamente però, il team non sarà orientato verso i rally, ma verso le gare a ruote coperte in pista.

Dal canto suo il francese ha alle spalle diverse esperienze in pista, un paio addirittura alla 24 ore di Le Mans come titolare nel team Pescarolo, oltre a partecipazioni al GT Open e qualche test su Toro Rosso e Renault F1. Il primo passo sarà l’approdo nella Porsche Carrera cup francese schierando due 911 GT3, e parallelamente nella Posche Supercup. Spazio poi verrà dedicato anche all’endurance, con la partecipazione alla Le Mans Series schierando una Oreca Formula Le Mans. Proprio l’endurance sembra essere la strada principale che il team intende percorrere, mirando a passare tra i prototipi LMP2 a partire dal 2014.

L’alsaziano ha così commentato la fondazione della sua squadra corse: “Un mio team che corra nell’endurance rappresenterà la mia attività principale quando appenderò il casco al chiodo. Nonostante i rally siano stati la mia disciplina di riferimento, ho maturato diverse esperienze anche nei circuiti, e sono rimasto affascinato da queste esperienze e dall’atmosfera che regna in queste gare.

Per ora onorerò i contratti in essere con Citroen, ma in chiave futura, quando avrò ben più tempo libero, mi concentrerò in questa nuova avventura, andando alla scoperta di nuovi universi. L’anno prossimo avremmo poi il ritorno del mondiale endurance, e questo è molto afascinante. Per questo intendiamo istituire una squadra corse seria e professionale, senza sottovalutare nessun dettaglio.”  

FIA Endurance – Nuove restrizioni ai prototipi diesel nel nuovo mondiale endurance

a cura di Marco Borgo

A seguito della 1000 km di Spa e della 24 ore di Le Mans, la commissione dell’ACO si è messa subito al lavoro per cercare di ivellare le prestazioni tra i prototipi diesel e quelli a benzina, restrizioni già entrate in vigore nel corso della stagione 2011. Ora, sul finire della prima stagione dell’Intercontinental Le Mans Cup, la commissione tecnica che lavora con la FIA per la stesura del regolamento tecnico del primo World Endurance Championship che prenderà il via il prossimo anno ha deliberato ulteriori modifiche  per livellare le prestazioni tra le vetture, ma ha anche posto particolare attenzione sul fronte della sicurezza, dopo gli incidenti avvenuti nella 24 ore francese.

La prima modifica consistente per “tarpare le ali” ai prototipi Diesel consiste nella riduzione del serbatoio da 65 a 60 litri. Prima della 24 ore di Le Mans, inoltre, i prototipi a benzina hanno potuto scaricare 10 kg di peso, aumentando il diametro dei loro restrittori. Ora i prototipi diesel dovranno adottare strozzature da 16 millimetri per il singolo e 11 per il doppio. Sul fronte della sicurezza, la FIA introdurrà la pinna obbligatoria per tutti i prototipi, non più alle sole LMP1, ma anche a LMP2 e Formula Le Mans. Modifiche inoltre alle dimensioni degli specchietti, e l’obbligo di montare una “rear camera” (telecamera collegata ad uno schermo che sopperisce allo specchietto retrovisore, ndr) per tutte le GT.

Confermato inoltre l’utilizo del nuovo sistema di punteggio stile F1 (25, 28, 15, 12, 10, 8, 6,4, 2, 1) e l’assegnazione di un punto per la pole ad ogni vettura leader della propria classe. 

LMS

LMS – Estoril, qualifica: Jani-Prost in pole con la Lola Rebellion

a cura di Marco Borgo

Lo svizzero Neel Jani ha portato in pole la Lola-Toyota del team Rebellion che divide con Nicolas Prost. La squadra svizzera ha battagliato con il team Pescarolo per la pole position, avendo la meglio sulla squadra di Le Mans per 199 millesimi. Seconda fila invece per l’altra vettura del team Rebellion, quella che vede alla guida il nostro Andrea Belicchi in coppia con Christof Bouillon. Finisce qui l’elenco delle LMP1 in pista. Al quarto posto assoluto troviamo infatti la prima vettura LMP2, la Zytek Nissan del Greaves Motorsport che ha primeggiato sulla compagna di classe del team Strakka racing. Terzi e quarti di classe i team TDS e Boutsen, impegnati anche nell’Euro Megane. Schieramento ridotto anche per le Formula Le Mans con sole tre vetture al via.

Le GT vedono nuovamente le Ferrari 458 prevalere sulle Porsche. In pole tra i professionisti nonché 15° ssoluti sono Bell/Walker del team JMW davanti alla vettura di Fisichella/Bruni del team italiano AF Corse. A seguire due Porsche, quelle degli ufficiali Lieb/Lietz e Goossens/Holzer. Quattro sole vetture invece tra gli amatoriali, con il secondo posto della seconda vettura AF Corse guidata da Perazzini/Cioci/Lemeret dietro alla Porsche dell’IMSA Performance. Il via della corsa è previsto per oggi pomeriggio alle ore 13.00

Estoril, qualifica

 1. LMP1-  Jani/Prost – Rebellion Lola-Toyota – 1’30.118
 2. LMP1 – Collard/Tinseau/Jousse – Pescarolo-Judd – 0.199             
 3. LMP1 – Belicchi/Boullion – Rebellion Lola-Toyota – 0.474       
 4. LMP2 – Ojjeh/Lombard/Kimber-Smith – Greaves Zytek-Nissan – 1.682      
 5. LMP2 – Leventis/Watts/Kane – Strakka HPD – 1.954
 6. LMP2 – Beche/Thiriet/Firth – TDS ORECA-Nissan – 2.229            
 7. LMP2 – Kraihamer/Ebbesvik – Boutsen Energy ORECA-Nissan – 2.577 
 8. LMP2 –  Frey/Meichtry/Hirschi – Race Performance ORECA-Judd – 3.168
 9. LMP2 – Perez Companc/Russo/Kaffer – Pecom Lola-Judd – 3.407            
10. LMP2 – Gates/Garofall/Hughes – RLR MG Lola-Judd – 3.948            
11. LMP2 – Rosier/Mello-Breyner/Mello-Breyner – Extreme Limite Norma-Judd – 4.050   
12. FLM – Hartshorne/Graves/Kapadia – Neil Garner – 5.926                
13. FLM – Kutemann/Marroc – JMB FLM – 6.362                     
14. FLM – Schultis/Simon/Schell – Pegasus FLM – 7.356                  
15. GTE-P – Bell/Walker – JMW Ferrari – 9.058                 
16. GTE-P – Fisichella/Bruni – AF Corse Ferrari – 9.115          
17. GTE-P – Lieb/Lietz – Felbermayr-Proton Porsche – 9.256   
18. GTE-P – Goossens/Holzer – Prospeed Porsche – 9.408            
19. GTE-P – Farnbacher/Simonsen – Farnbacher Ferrari – 9.631           
20. GTE-P – Pilet/Henzler – IMSA Performance Porsche – 9.846   
21. GTE-A – Armindo/Narac – IMSA Performance Porsche – 9.896   
22. GTE-P – Melo/Vilander – AF Corse Ferrari – 10.272            
23. GTE-P – Dolan/Hancock – Jota Aston Martin – 10.299            
24. GTE-A – Perazzini/Cioci/Lemeret – AF Corse Ferrari – 10.440          
25. GTE-P – Ayari/Rodrigues/Ballay – JMB Ferrari – 10.628               
26. GTE-A – Hummel/Christodoulou/Quaife – CRS Ferrari – 10.659                  
27. GTE-A – Ried/Felbermayr – Felbermayr-Proton Porsche – 11.989   
LMP1 LMP2 FLM GTePRO GTeAM

Endurance – Lola presenta la B12/80, la nuova LMP2 2012

 

a cura di Marco Borgo

Come sappiamo, dal 2012 sono previste importanti novità nel mondo dell’endurance. Le gare di durata vedranno l’istituzione del mondiale FIA, ufficialmente abbandonato nel 1991. La reintroduzione del mondiale marche ha destato non poco interesse da parte degli attuali concorrenti delle gare di durata, nonché di molti costruttori che si sono detti pronti ad entrare. Stanno infatti lavorando al rientro da costruttori ufficiali la Jaguar, la Porsche e la Toyota, oltre alle già presenti Audi, Peugeot e Aston Martin.

La Lola, storico costruttore britannico di auto da corsa, ha colto l’occasione per presentare un nuovo modello di LMP2, che verrà portato in pista proprio nel 2012. Il progetto è stato tutto improntato attorno ad un termine molto di moda (ma che poi mica tutti mettono realmente in atto, ndr), il cosiddetto budget cap. La coupé inglese, che ricalca le linee ed i principi dei vecchi prototipi LMP1 e LMP2, sarà un prototipo chiuso dotato di pinna e che dovrebbe permettere ai team che lo impiegheranno di ammortizzarne il costo in 5 anni di stabilità regolamentare senza così dover investire in periodici aggiornamenti e revisioni del progetto. E’ considerato il prototipo LMP2 della nuova era.

La Lola offre inoltre a chi acquisterà il nuovo modello LMP2 mappe aerodinamiche complete, piena assistenza con la ricambistica in pista alla Le Mans Series e alla 24 ore di Le Mans (con relativi aggiustamenti tecnici) oltre a test gratuiti nella loro postazione 7-post rig (studio delle sollecitazioni dinamiche del veicolo).

Proprio la stabilità regolamentare annunciata dagli organizzatori è stata apprezzata da Martin Birrane, amministratore delegato del gruppo, che ha così dichiarato: “Il mondo dei prototipi e le gare endurance hanno sempre beneficiato nei periodi in cui vi è stata una certa stabilità regolamentare. E’ quindi rassicurante il fatto che il regolamento della LMP2 rimarrà stabile per un periodo di almeno cinque anni, e all’interno di questo contesto abbiamo sviluppato il nostro modello. La nostra sarà sicuramente la vettura più efficiente, prestazionale ed economica del programma endurance mondiale.”