Tag: Villeneuve

NASCAR – Raikkonen e Villeneuve in Nationwide Series

Due ex campioni del Mondo di Formula 1 hanno raggiunto degli accordi per correre in Nationwide Series. Kimi Raikkonen, reduce da un positivo debutto in Truck Series (quindicesimo a Charlotte) è sceso in pista sul Virginia International Raceway alla guida della Dodge del team di Robby Gordon (che corre nella Sprint Cup), ma potrebbe fare il suo debutto sempre a Charlotte su una Toyota schierata in partnership tra il Kyle Busch Motorsports (team con il quale ha esordito in Truck Series) e il NEMCO Motorsports del veterano della NASCAR Joe Nemechek. Raikkonen dovrebbe correre a Charlotte nel prossimo weekend con la vettura n.87 schierata dal NEMCO Motorsports (con cui esordì, sempre a Charlotte, lo stesso Kyle Busch), mentre potrebbe correre con la vettura di Gordon per la gara sullo stradale di Road America a fine giugno. “Sfortunatamente, non abbiamo avuto dalla Goodyear il trattamento che Kimi necessitava“, ha detto Kyle Busch sulla gara della Truck Series della scorsa settimana. “Ha fatto comunque un bel lavoro. La settimana prossima per la gara della Nationwide Series, con la gomma giusta, dovrebbe sentirsi più a suo agio. Deve sentire un po’ più di grip e dovrebbe essere in grado di guidare un po’ più duro. I motori sono più o meno gli stessi e le auto hanno una migliore aerodinamica. Nella gara della Truck Series ha imparato abbastanza, e questo lo aiuterà per la prossima settimana. Noi cercheremo di rendere la transizione più facile per lui, come meglio possiamo.”

Jacques Villeneuve correrà invece le gare della Nationwide Series sugli stradali di Road America e Montreal con il Penske Racing, team campione in carica della categoria. Il pilota canadese ha testato questa settimana a Road America la vettura n.22 usualmente guidata dal campione 2010 Brad Keselowski (che secondo le nuove regole della NASCAR può prendere punti solo nella Sprint Cup). Villeneuve aveva già corso entrambe le gare lo scorso anno, chiudendo 25° a Road America e terzo a Montreal. “Sono davvero impaziente di correre con il Penske Racing e avere la possibilità di farlo su due dei miei circuiti preferiti“, ha detto Villeneuve. “Sono entusiasta di lavorare con loro, e mi aspetto di essere molto competitivo in entrambi gli eventi.

Marco Strazzulla

NASCAR – Papis secondo in Nationwide a Montreal

Secondo posto per Max Papis nella gara della Nationwide Series sul circuito canadese di Montreal. Il pilota italiano è stato preceduto di appena una centesimo di secondo da Boris Said, alla sua prima vittoria nella categoria. I due si sono ritrovati a battagliare per la vittoria popo che il leader della gara Robby Gordon ha esaurito il carburante dopo che il green-white-checkered-flag finish ha reso la gara più lunga di tre giri. Said perso il comando all’ingresso dell’ultime chicane, ma Papis è arrivato troppo largo e così ha potuto affiancarlo e superarlo sul rettilineo finale. “Ero davanti, ero dietro, ero davanti“, ha detto Papis, che era alla guida della Chevrolet del team di di Kevin Harvick. “E’ stata davvero una gara incredibile. Questo è forse la prima volta in cui ho avuto la possibilità di guidare una macchina poteva vincere. Sono davvero orgoglioso. Lo so che è solo un secondo posto, ma per me è uguale ad una vittoria. Non siamo riusciti a vincere, ma lo meritavamo. Ho dato tutto quello che avevo. Quando siamo arrivati all’ultima curva ho fatto tutto quello che potevo. Ho dimostrato quello che posso fare in una buona macchina.” Al terzo posto ha chiuso Jacques Villeneuve davanti al leader del campionato Brad Keselowski. “La macchina è andata bene tutto il giorno“, ha dichiarato Villeneuve. “Soltanto non era così buona alla fine della gara come lo era all’inizio.

NASCAR – Esordio positivo per Piquet in Nationwide Series

Buon esordio nella Nationwide Series per Nelson Piquet Jr. il pilota brasiliano ha preso parte alla gara sul circuito di Watkins Glen alla guida di una Ford del Baker-Curb Racing, classificandosi al settimo posto. Per Piquet si trattava della prima uscita su un circuito stradale con una vettura stock car. Il pilota brasiliano potrebbe disputare anche la gara di Montreal tra qualche settimana. In precedenza quest’anno aveva disputato qualche gara nella ARCA RE/MAX Series con il team Eddie Sharp Racing e nella NASCAR Camping World Truck Series con i team Red Horse Racing e Billy Ballew Motorsports, con un sesto posto a Daytona quale miglior risultato e tre arrivi nella top 10 in quattro gare. “Quest’anno ho avuto delle esperienze positive in NASCAR Camping World Truck Series e in ARCA RE/MAX Series. Ho imparato tanto ogni volta che ho corso, ho ottenuto risultati incoraggianti e questo è un altro buon passo in avanti per me. Tutto sarà nuovo, dal team alla vettura alla pista“, aveva commentato Piquet prima del via della gara, vinta per il terzo anno consecutivo da Marcos Ambrose. Nella stessa gara, ottavo posto per Jacques Villeneuve alla guida della Toyota del Braun Racing.

NASCAR – Villeneuve cercherà la qualificazione alla Brickyard 400

Jacques Villeneuve cercherà la qualificazione alla Brickyard 400 in programma domenica sull’Indianapolis Motor Speedway su una Toyota del Braun Racing sponsorizzata dalla Dollar General (lo stesso sponsor che appoggia Sarah Fisher in IndyCar). Il Braun Racing corre soprattutto in Nationwide Series, più qualche gara in Sprint Cup (quest’anno ha ottenuto una qualificazione con Reed Sorenson in Texas, più una non qualificazione a Daytona). Villeneuve aveva già corso quest’anno per il Braun Racing in Nationwide Series sullo stradale di Elkhart Lake, sfiorando la vittoria. “Sono davvero entusiasta di unirmi al Braun Racing e a Dollar General a Indianapolis“, ha detto Villeneuve. “Abbiamo disputato una gara molto emozionante e solida il mese scorso a Elkhart Lake. Speravo che quella bella prestazione si traducesse in ulteriori opportunità di guidare per il team. Ho un sacco di bei ricordi all’Indianapolis Motor Speedway. Vincere la Indy 500 è stato un momento molto importante nella mia carriera. Questa sarà la mia prima esperienza alla guida di una stock car ad Indianapolis, ma sono sicuro che faremo bene.” Il proprietario del team Todd Braun è molto felice di avere Villeneuve sulla sua auto per Indianapolis. “Disputare la Brickyard 400 come proprietario e correre su questa pista storica significa molto per me“, ha detto. “Ed è ancora più speciale perché io sono cresciuto qui in Indiana. E poi è emozionante anche avere con noi un ex vincitore della Indy 500. Lui e il crew chief Trent Owens hanno lavorato molto bene insieme. Jacques è un pilota di grande talento e una grande risorsa per la nostra squadra.” Se Villeneuve riuscirà a qualificarsi, sarà il secondo pilota a correre le tre grandi gare sull’Indianapolis Motor Speedway (la 500 Miglia IndyCar, il Gp di Formula 1 e la 400 Miglia NASCAR). Il primo a riuscirci è stato Juan Pablo Montoya.

Gt Fia: anche Villeneuve alla 24 ore di Spa

           mosler

Questo fine settimana si svolgerà la famosa 24 ore di Spa in Belgio e le novità non mancano a partire da un nome che non può passare inosservato: Jacques Villeneuve. Il pilota canadese, che in questi giorni sta facendo parlare molto di sè riguardo un contratto dato per certo per correre in F1, sarà al via della 24 ore belga a bordo di una Mosler MT900R (in foto) del team Gravity che lo ha ingaggiato per correre in equipaggio con Ho Pin Tung-De Sordi e Radermeker nella classe Gt3. Sembrerebbe comunque essere un ingaggio per la sola corsa belga visto che Jacques già si alterna con la Stock Car brasiliana e i Pick Up della Nascar americana, in più ci sono gli impegni per le trattative finalizzate a trovare un sedile in Formula 1. Altra novità da parte del team Vitaphone che metterà in pista una terza Maserati Mc12 per Pierguidi-Lemeret-Vosse e Rosenbland che aiuteranno i due equipaggi di punta del team tedesco formati da Bartels-Bertolini-Sarrazin-Negrao e Van De Poele-Lamy-Ramos-A. Muller. Brutte notizie invece per i team KplusK (Saleen s7) vincitori della prima gara stagionale con Wendlinger-Sharp e Alphand (Corvette C6r) di Biagi-Maassen: entrambe le squadre hanno problemi di budget e hanno preferito dare forfait per concentrarsi sulle ultime 4 corse stagionali. In Gt2 nessuna novità rilevante con le Ferrari F430 dei team BMS e AF Corse che puntano alla vittoria di classe contro una flotta numerosa di Porsche 997 Gt3 RSR, in Gt3 17 iscritti tra cui un’ Audi R8 del Phoenix e due Bmw Alpina dello Sport Garage, oltre alle solite Porsche 996 Gt3, Ferrari F430, Aston Martin DBRS9, la Mosler del team Gravity, e una Ford GT.

Formula 1 – Jacques Villeneuve…torna a scuola!

jv2

Jacques Villeneuve ha aperto a Montreal una scuola di guida sportiva e sicura con la partnership dell’ ICAR , proprietaria di scuole guida sportiva e circuiti in Canada. Il canadese entusiasta di questa nuova avventura ha dichiarato:” Insieme all’ ICAR, il mio obiettivo è quello di trasmettere la passione per le corse e aumentare la qualità di guida per tutti i fan delle corse di tutto il mondo, siano essi principianti o professionisti esperti”. Il figlio del grande Gilles non ha escluso un suo prossimo ritorno alle corse.

Speedcar, Bahrain: Herbert in pole

                                            herbert 

Johnny Herbert ha siglato la pole per la partenza di gara 1 della Speedcar che si svolge in Bahrain in concomitanza con F1 e GP2 Asia. L’ inglese del team JMB ha segnato il miglior tempo in 2:07.095 davanti a Frentzen staccato di soli 53 millesimi, con il tedesco che è riuscito ad agguantare la seconda posizione in extremis dopo che aveva passato tutta la sessione di qualifica nelle ultime posizioni a causa di un errato set-up della vettura. Terza posizione per Jean Alesi visibilmente deluso, quarto Liuzzi e quinto Morbidelli entrambi in lotta per il titolo e autori di una buona qualifica, male Thomas Biagi solo dodicesimo. Da registrare le solite “new entry” dell’ ultimo minuto con il team Giudici dell’ italiano Gianni Giudici che ha confermato la sua presenza solo alla vigilia iscrivendo due vetture una per se e l’altra per Azzam, debutto anche per Massimo Cioci che nel team Durango ha sostituito Melandri che a sua volta aveva sostituito Villeneuve.

Herbert               JMB                   2:07.095

Frentzen             Cont. Circus   +    0.053

Alesi                     HPR                   +     0.144

Liuzzi                   UP Team          +     0. 471

Morbidelli         Palm Racing   +     0.643

Pasini                  JMB                    +      1.214

Ziechling            Cont. Circus    +     1.369

Terrien                West Tec          +     1.463

Maktoum            Up Team          +     1.504

Buncombe          West Tec          +     1.527

Lee                         Hpr                    +     1.595

Biagi                      Palm Racing   +     1.838

Navarro               Durango           +     2.206

Azzam                   Giudici             +      3.154

Cioci                      Durango           +     4.444

Giudici                  Giudici              +     6.304

Speedcar, Losail, gara2: podio tricolore

speedcar2Losail. La gara 2 della Speedcar in Qatar è all’ insegna del tricolore con il podio tutto italiano e il debuttante Melandri che ha rischiato di vincere la corsa. Alla partenza Melandri tiene subito bene la prima posizione (partito dalla pole) fino a metà gara seguito da Biagi con Morbidelli e Liuzzi, che partiti rispettivamente ottavo e settimo per via della griglia decisa dall’ inversione di arrivo di gara 1, recuperavano posizioni importanti grazie ai ritiri quasi immediati di Al Maktoum, Villeneuve e Alesi partiti rispettivamente terzo quarto e quinto. Melandri difende sorprendentemente bene la testa della corsa quando a 5 giri dal termine un problema meccanico mette fine alla sua corsa dando la leadership a Biagi che resiste poco agli attacchi di Liuzzi prima e Morbidelli poi, concludendo terzo con i primi due che ora si mettono seriamente in corsa per il titolo. Quarto Zoechling autore di una buona prova con la vettura del team Durango, gara incolore invece per Frentzen e Herbert che terminano solo quinto e sesto. Questa la situazione in campionato:

1) Morbidelli pt. 37, 2) Herbert 30, 3) Liuzzi 29, 4) Frentzen 25, 5) Alesi 18, 6) Biagi 17, 7) Al Maktoum 13, 8) Pasini 8, 9) Villeneuve 7, 10) Zoechling 5, 11) Lee 4, 12) Lavaggi 1.

Speedcar, Qatar, gara 1: primo Morbidelli

speedMorbidelli si aggiudica gara 1 sul circuito di Losail in Qatar, terzo appuntamento della Speedcar. Al via partono tutti senza intoppi con Herbert, Alesi e Morbidelli che in paio di giri superano Villeneuve e si mettono all’ inseguimento del poleman Frentzen che però si ritira dopo 6 giri, così la testa della corsa passa all’ inglese seguito da Alesi, Morbidelli e Liuzzi che dopo aver superato un Melandri in grosse difficoltà con il grip della sua vettura, si lancia all’ inseguimento del trio di testa. Bella bagarre per la prima posizione con Morbido che passa prima Alesi e poi Herbert, ma ad andare veramente forte è Tonio Liuzzi che una guida spettacolare raggiunge e passa prima il francese e poi l’ inglese terminando con un secondo posto che vale una vittoria visto i problemi avuti in qualifica che lo hanno costretto a partire a metà schieramento. Solo quinto Villeneuve, partito male e subito escluso dalla lotta per il successo, sesto Al Maktoum davanti a Biagi e Melandri con quest’ ultimo che in gara 2 partirà dalla pole per la regola che determina lo schieramento della seconda gara con l’ arrivo dei primi otto invertito. Partenza alle ore 21 locali.

Speedcar, Qatar: Frentzen in pole, bene Melandri

frentzen

Si sono svolte le qualifiche della Speedcar Series in Qatar sul circuito di Doha, con Frentzen che agguanta ancora la pole. Il tedesco del Team Lavaggi ha siglato il miglior tempo in 2:03.967  precedendo il canadese Villeneuve del Team Durango di soli 134 millesimi e assicurandosi quindi il premio di 10.000 dollari ( in foto ) risarvato al poleman. Terzo Alesi a 460 millesimi e quarto un ottimo Marco Melandri che ha dimostrato di non volersi solo divertire andando a segnare un 2:04.597 che gli permette di partire davanti Morbidelli e al campione in carica Hebert, entrambi in lizza per la vittoria del campionato. Liuzzi si è qualificato settimo dopo aver avuto problemi con il cambio, peggio è andata a Biagi solo undicesimo.