Tag: Scheckter

IndyCar – Bourdais e Servia vicini alla firma

Secondo il sito SPEED.com, il Dragon Racing sarebbe pronto a tornare a tempo pieno in IndyCar nella prossima stagione, schierando due vetture affidate a Sebastien Bourdais e Katherine Legge. Il team di Jay Penske, dopo la divisione dal co-proprietario del team Gil de Ferran, aveva disputato soltanto un programma limitato di gare nella stagione 2011 con PaulTracy e Ho-Pin Tung, ma già nel mese di dicembre aveva confermato l’interesse ad allargare il suo team a due vetture a tempo pieno. Adesso, dopo lo spostamento della sede del team dall’Indiana al sud della California, sarebbero arrivati alcuni finanziamenti da alcune aziende che operano su Internet che garantiranno il budget per le vetture di Bourdais e della Legge. Il motore prescelto per la stagione 2012 sarebbe il Lotus.

Un altro sedile che si sta andando ad occupare è uno dei due del Dreyer&Reinbold Racing, che è prossimo all’annuncio dell’ingaggio di Oriol Servia. Il 37enne spagnolo è reduce da una stagione incredibile, chiusa al quarto posto in campionato, ma era rimasto free agent dopo la chiusura del Newman Haas Racing. Per la seconda vettura del team (un altro di quelli che utilizzerà i motori Lotus) resta sempre in corsa Giorgio Pantano, già impegnato lo scorso anno con la squadra per tre gare in sostituzione di Justin Wilson. Per quanto riguarda invece il Micheal Shank Racing (anch’esso con Lotus) la scelta dovrebbe essere tra i seguenti tre piloti: Vitor Meira, Alex Lloyd o Tomas Scheckter.

Questa la situazione al momento (in neretto i confermati ufficiali, in corsivo quelli non ancora ufficiali):

Full time:

4 Chip Ganassi Racing (Honda): Franchitti, Dixon, Rahal, Kimball

3 Team Penske (Chevrolet): Castroneves, Power, Briscoe

3/4 Andretti Autosport (Chevrolet): Andretti, Hunter-Reay, Hinchcliffe

2/3 KV Racing Technology (Chevrolet): Kanaan, Viso, Guerrieri???

2 Dreyer&Reinbold Racing (Lotus): Servia, Legge??? Pantano???

2 Dale Coyne Racing (Honda???): Wilson, Jakes???

1 Conquest Racing (Lotus???): ???

1/2 Sam Schmidt Motorsports (Honda): Pagenaud, Cunningham??? Legge???

1 Panther Racing (Chevrolet): Hildebrand

1 A.J. Foyt Enterprises (Honda): Conway

1 HVM Racing (Lotus): De Silvestro

1 Micheal Shank Racing (Lotus): Meira??? Lloyd??? Scheckter???

1/2 Rahal Letterman Lanigan Racing (Honda): Sato, Howard

1 Ed Carpenter Racing (???): Carpenter

1 Bryan Herta Autosport (Lotus): Tagliani

1 Sarah Fisher Racing??? (Honda???): Newgarden

2 Dragon Racing (Lotus???): Bourdais??? Legge???

Part time:

1 SH Racing??? (???): Scheckter???

1 AFS Racing (???): Plowman???

1 Davey Hamilton Racing (???): Wagner???

Solo Indy:

1 HVM Racing??? (Lotus): Alesi

Possibili piloti a disposizione:

Matos, Tracy, Saavedra, Bell, Junqueira, Carroll, Senna, Legge, Filippi, Martinez, Yacaman, Petrov, Clauson, Davison, Beatriz, Mann, Tung

Marco Strazzulla

IndyCar – Scheckter a Las Vegas con Sarah Fisher

Tomas Scheckter sarà al via della prova finale della stagione 2011 della IZOD IndyCar Series  al volante della seconda vettura del Sarah Fisher Racing. Il pilota sudafricano affiancherà così Ed Carpenter, il pilota titolare del team. “Se si guarda come queste vetture sono andate sugli ovali, specialmente ad Indianapolis con Ed, era difficile rifiutare la proposta“, ha detto Scheckter, che quest’anno ha disputato tre gare, con un ottavo posto ad Indianapolis come miglior risultato, con i team SH Racing e Dreyer&Reinbold Racing. “Penso che abbiamo una buona possibilità a Las Vegas. Loro vogliono vincere le gare e stanno spendono i soldi nei modi giusti. Il team è formato da un buon gruppo di persone ed è una organizzazione familiare che è in grado di vincere. Come pilota, è un piacere essere parte di tutto questo. Sarah ha fatto un ottimo lavoro e sono orgoglioso di far parte della squadra. Mi sono divertito a lavorare con Ed in passato, e non vedo l’ora di essere a Las Vegas.” “Ho corso a lungo con Tomas quando ero pilota e so che ha un enorme desiderio di fare molto bene e ha un talento vero“, ha detto la Fisher, che schiererà due vetture per la prima volta in questa stagione. “E’ un grande talento ed è stato un grande compagno di squadra per Ed Carpenter al Vision Racing, e penso che guadagneremo molto da questo aspetto. Ci aspettiamo cose molto positive a Las Vegas.

Marco Strazzulla

IndyCar – Wilson out per il resto della stagione

Justin Wilson sarà costretto a saltare il resto della stagione in seguito all’infortunio rimediato durante le prove libere a Mid Ohio. Il pilota inglese ha rimediato una frattura alla quinta vertebra toracica e dovrà stare a riposo per circa tre mesi. Al suo posto, per la prossima gara sul New Hampshire Motor Speedway, il Dreyer&Reinbold Racing ha chiamato Tomas Scheckter. Il sudafricano è alla seconda gara del 2011, dopo aver partecipato alla 500 Miglia di Indianapolis con l’SH Racing, team con il quale tornerà invece per la gara di Baltimore. Per il resto della stagione il Dreyer&Reinbold Racing non ha ancora stabilito un sostituto definitivo. “Ovviamente ho un po’ di mal di schiena, ma è più la frustrazione per non essere in pista“, ha detto Wilson. “Penso che avevamo appena iniziato a mettere la nostra stagione sulla giusta via, a Mid-Ohio la vettura era davvero buona e sono deluso per questo. Inoltre penso che avevamo trovato alcune cose buone che avrebbero aiutato le nostre prestazioni sugli ovali. Quindi sono deluso di non essere in macchina, ma la mia schiena è la cosa più importante. Ho intenzione di cercare di ottenere una piena guarigione e tornare al 100 per cento il più presto possibile. Devo ringraziare tutti i tifosi, i piloti o gli ex-piloti che mi hanno dato il loro supporto in questi giorni.” “Noi conosciamo lui [Scheckter] e lui conosce noi, e gli ci vorranno solo due o tre giri per sapere di cosa ha bisogno la macchina e come possiamo sistemarla“, ha detto Larry Curry, general manager del team. “E’ stata una scelta rapida, in base a chi era disponibile e a chi aveva già avuto un rapporto con noi. In realtà è stata una scelta abbastanza semplice.”

Marco Strazzulla

IndyCar – Scheckter ad Indy con il team di Vasser

Sarà Tomas Scheckter a guidare alla 500 Miglia di Indianapolis la Dallara n.07 schierata in partnership tra l’SH Racing e il KV Racing Technology. L’SH Racing è un team nato dalla collaborazione tra James Sullivan, già protagonista nel mondo del motocross, del supercross e degli X-Games, e TJ Humphreys, vice-presidente dell’azienda VPX/Redline Energy Drink. “Scheckter incarna tutto ciò che stavamo cercando per il nostro team“, ha detto Sullivan. “Scheckter e la nostra organizzazione si sono trovati in sintonia sin dal primo giorno e non potrei essere più felice di averlo con noi. SH Racing è nato un anno fa con l’obiettivo di partecipare al 100° anniversario della 500 Miglia di Indianapolis. Il mio background è nel supercross e nel motocross, ed è così che ho conosciuto Mark Johnson (direttore generale del KV Racing Technology). Abbiamo lavorato molto vicino durante i nostri giorni nel supercross e nel motocross. Mark mi ha fatto conoscere Jimmy Vasser e in pochi giorni abbiamo messo insieme una partnership.” “Camminando per la sede del KV Racing Technology ho potuto notare le possibilità che hanno“, ha detto Scheckter. “Ovviamente la presenza di Tony (Kanaan) porta la squadra ad un livello molto alto, con un sacco di aspettative. ‘Sulli’ e Humphreys a loro volta portano un sacco di nuova energia alla squadra. Non vedo l’ora di avere una vettura veloce ad Indy, dove sono andato vicino un paio di volte alla vittoria; ma avvicinarsi a vincere e vincere sono due cose diverse. In questa fase della mia carriera, mettermi con una buona organizzazione come questa sento che mi dà una buona occasione per vincere questa gara.” “Siamo entusiasti di aver stretto una partnership con SH Racing e il suo principale sponsor REDLINE Xtreme Energy per il 100° anniversario della Indy 500. ‘Sulli’, il suo partner TJ Humphreys, Mark Johnson ed io abbiamo parlato a lungo sui possibili candidati alla guida della nostra macchina e sono molto contento che siamo tutti d’accordo che Tomas è stata la scelta giusta“, ha commentato invece Vasser.

Marco Strazzulla

IndyCar – Novità in vista della gara di Chicago

Due vetture, per motivi diversi, erano libere per la gara di sabato notte della IZOD IndyCar Series sul Chicagoland Speedway ed hanno trovato un pilota in questi giorni. La vettura n.24 del Dreyer&Reinbold Racing, ancora priva dell’infortunato Conway, sarà portata in pista dalla brasiliana Ana Beatriz, alla terza gara nella categoria dopo aver esordito a San Paolo ed aver corso pure la 500 Miglia di Indianapolis per lo stesso team. “Ana ha veramente mostrato il suo talento nelle gare che ha già disputato con noi“, ha detto il co-proprietario del team Dennis Reinbold. “Siamo ansiosi di vederla in azione sul Chicagoland Speedway.” “Negli ultimi tre mesi i miei agenti, Andre Ribeiro e Augusto Cesario, ed io abbiamo lavorato sulla creazione di un programma completo per la stagione 2011“, ha detto la Beatriz. “Per restare in forma mi sono allenata coi kart ed ho disputato la Mezza Maratona di Rio de Janeiro. Spero che la mia passata esperienza a Chicago in Indy Lights mi sia d’aiuto. Sono molto contenta di essere di nuovo con il team Dreyer&Reinbold. Desidero ringraziare Dennis Reinbold, Robbie Buhl e Larry Curry per la fiducia che hanno avuto in me.

Sulla vettura n. 36 del Conquest Racing, lasciata libera da Mario Romancini e Francesco Dracone, salirà invece Tomas Scheckter. “Sono molto felice di entrare a far parte del Conquest Racing“, ha detto Scheckter, che quest’anno ha corso quattro gare con il Dreyer&Reinbold Racing. “Con Eric (Bachelart) era un po’ di tempo che parlavamo ed adesso si è presentata l’occasione di guidare per loro. Conosco alcuni dei ragazzi del team per aver lavorato con loro in passato e non vedo l’ora di lavorare di nuovo con loro così come con tutti gli altri. Anche se l’accordo è arrivato un po’ all’ultimo momento sono fiducioso che si possa ottenere un buon risultato, perché ci sono molti ragazzi molto bravi in questa squadra. Sono eccitato all’idea di tornare a correre a Chicago. Mi piace molto questa pista. C’è la possibilità di avere un sacco di side-by-side, ed è sempre divertente correre di notte. Non vedo l’ora di scendere in pista.” L’anno scorso a Chicago Scheckter rimase in testa diversi giri ed ottenne anche il giro più veloce.

Inoltre la IndyCar ha modificato la procedura di qualifiche per le prossime gare su ovale: i giri a disposizione per qualificarsi non saranno più quattro ma solo due. Questo per evitare di ingolfare eccessivamente il programma del weekend visto la grande presenza di vetture al via: saranno 29  sul Chicagoland Speedway. Di queste, 5 saranno guidate da donne (Sarah Fisher, Simona de Silvestro, Danica Patrick, Milka Duno e Ana Beatriz).

IndyCar – Scheckter e Hildebrand in pista con Dreyer&Reinbold

Tomas Scheckter tornerà in pista con il Dreyer&Reinbold Racing per sostituire Mike Conway nella prossima gara della IZOD IndyCar Series, in programma il weekend del 16-18 Luglio sul circuito cittadino di Toronto. Per il pilota sudafricano si tratta della terza gara stagionale dopo Indianapolis e Texas, e la seconda in sostituzione di Conway. “Siamo felici di avere Tomas di nuovo con noi per la Honda Indy Toronto“, ha detto il co-proprietario del team Dennis Reinbold. “Abbiamo sviluppato uno rapporto buono con lui, e per noi la scelta di Tomas è quella che aveva più senso dopo la buona gara disputata qui lo scorso anno. Egli fece molto bene fino a quando rimase in gara. Speriamo di finire ciò che abbiamo iniziato qui lo scorso anno.” “Sono davvero felice di essere di nuovo con il Dreyer&Reinbold Racing“, ha detto Scheckter. “So che il compito che ci attende a Toronto sarà impegnativo, e avere un compagno di squadra come Justin Wilson, così forte su questo genere di tracciati, mi permetterà di imparare molto. Attendo con ansia questa gara, dato il nostro buon passo lo scorso anno. Devo ringraziare non solo Dennis, Robbie e Larry Curry, ma anche lo sponsor MonaVie per il loro sostegno e per avermi permesso di tornare in pista.

Il campione 2009 della Firestone Indy Lights J.R. Hildebrand correrà invece le gare di Mid-Ohio e Sonoma alla guida della Dallara n.24 del Dreyer&Reinbold Racing al posto dell’infortunato Mike Conway. “Guardo a questa come una opportunità di apprendimento, ma anche guardare come una occasione per mostrare cosa sono capace di fare“, ha affermato Hildebrand. “Questa squadra ha dimostrato ottime capacità per tutta la stagione, e avere Justin (Wilson) come compagno di squadra sarà un ottimo punto di riferimento su cui lavorare. Spero di poter utilizzare questa opportunità per trovare un accordo a tempo pieno per l’anno prossimo. Dovrò abituarmi alla macchina, agli assetti, ai pit stop, a tutto questo tipo di cose. Avrei voluto essere al via dell’intera stagione, ma non ottenere tutte le possibilità che pensi di meritare è qualcosa che un pilota deve imparare ad accettare. Ho lavorato duramente durante l’inverno cercando di mettere insieme un programma a tempo pieno per quest’anno e non è successo, ma abbiamo reagito alla delusione in modo rapido ed ora c’è questa grande opportunità con Dreyer&Reinbold Racing e sono davvero entusiasta.” “Siamo estremamente entusiasti di mettere JR alla guida di una nostra auto a Mid-Ohio e Sonoma. Siamo felici di averlo con noi per queste gare. Effettueremo un test a Sonoma il prossimo mese per fargli prendere confidenza con la vettura. JR è stato un pilota di grande talento in Indy Lights, dove ha vinto il campionato, e noi siamo convinti che mosterà questo talento anche in IndyCar Series“, il commento di Reinbold. Non è stato ancora definito invece il pilota che gareggerà ad Edmonton.

IndyCar – Paul Tracy con il Dreyer&Reinbold a Watkins Glen

Sarà Paul Tracy il sostituto di Mike Conway sulla Dallara del Dreyer&Reinbold Racing nella gara del prossimo weekend della IZOD IndyCar Series a Watkins Glen. “Siamo molto contenti di avere Paul con noi per questo weekend“, ha detto Robbie Buhl, co-proprietario del team. “È un grande pilota con una grande personalità e noi siamo entusiasti di averlo con noi a Watkins Glen. Con la sua esperienza e con il talento di Justin Wilson pensiamo di avere la possibilità di fare bene in questo weekend. Ci auguriamo ovviamente che Mike possa tornare presto con noi. Paul è la scelta migliore e non potremmo essere più felici di avere lui al volante.” “Ovviamente è una cosa positiva poter correre più gare, in particolare essere in grado di correre a Watkins Glen“, ha aggiunto Tracy. “Sono davvero entusiasta di lavorare di nuovo con Robbie e con il Dreyer&Reinbold Racing. Ho conosciuto Robbie quando abbiamo gareggiato l’uno contro l’altro nella Indy Luci serie. E’ molto eccitante avere la possibilità di lavorare con un team con cui non sono mai stato prima.” Tomas Scheckter e Graham Rahal erano stati I sostituti di Conway nelle due gare precedenti, in Texas e Iowa. Tracy correrà poi le gare di Toronto e Edmonton con la quarta vettura del KV Racing Technology. Nessuna indicazione è stata rilasciata su chi disputerà le gare rimanenti sulla Dallara n.24 del Dreyer&Reinbold Racing.

IndyCar – Texas, qualifiche: prima pole stagionale per Briscoe

Sarà Ryan Briscoe a partire dalla pole position domani sera nella Firestone 550 in programma sul Texas Motor Speedway. Per l’australiano si tratta della decima pole position della sua carriera nella IZOD IndyCar Series . Il pilota del Team Penske ha fatto segnare la media sui quattro giri di 346,374 kmh, ed ha preceduto il vincitore della 500 Miglia di Indianapolis, Dario Franchitti (staccato di appena 6 millesimi di secondo in quattro giri), e il leader del campionato Will Power. Le prime cinque posizioni dello schieramento sono state monopolizzate dal binomio Ganassi/Penske, con Scott Dixon e Helio Castroneves rispettivamente al quarto e quinto posto. Il primo degli “altri” è stato l’inglese Alex Lloyd con la vettura del Dale Coyne Racing, sorprendente quarto ad Indianapolis, che dividerà la terza fila con Castroneves. In quarta fila partiranno il giapponese Hideki Mutoh e il migliore dei piloti dell’Andretti Autosport, Danica Patrick, mentre Mario Moraes e Marco Andretti completano la top ten. Soltanto tredicesimo Tony Kanaan, mentre va segnalato il diciottesimo tempo di Tomas Scheckter, che sostituisce l’infortunato Mike Conway.

Nelle prove libere era sto invece Dixon il più veloce, davanti a Briscoe e Power, ed ai sorprendenti EJ Viso (quattordicesimo in griglia), Dan Wheldon (quindicesimo) e Milka Duno (diciassettesima). Dopo le qualifiche seguirà un’ulteriore mezz’ora di prove libere in vista della gara, che si disputerà in notturna.

Pos  Driver               Team               Speed
 1.  Ryan Briscoe         Penske             215.273mph
 2.  Dario Franchitti     Ganassi            215.261mph
 3.  Will Power           Penske             215.158mph
 4.  Scott Dixon          Ganassi            215.152mph
 5.  Helio Castroneves    Penske             214.411mph
 6.  Alex Lloyd           Dale Coyne         214.408mph
 7.  Hideki Mutoh         Newman/Haas        214.380mph
 8.  Danica Patrick       Andretti           214.098mph
 9.  Mario Moraes         KV                 213.800mph
10.  Marco Andretti       Andretti           213.785mph
11.  Takuma Sato          KV                 213.692mph
12.  Justin Wilson        Dreyer & Reinbold  213.602mph
13.  Tony Kanaan          Andretti           213.346mph
14.  EJ Viso              KV                 213.336mph
15.  Dan Wheldon          Panther            213.316mph
16.  Sarah Fisher         Sarah Fisher       213.256mph
17.  Milka Duno           Dale Coyne         213.222mph
18.  Tomas Scheckter      Dreyer & Reinbold  212.904mph
19.  Vitor Meira          Foyt               212.805mph
20.  Alex Tagliani        Fazzt              212.526mph
21.  Jay Howard           Sarah Fisher       212.448mph
22.  Bertrand Baguette    Conquest           212.349mph
23.  Raphael Matos        De Ferran Dragon   212.327mph
24.  Ryan Hunter-Reay     Andretti           212.298mph
25.  Mario Romancini      Conquest           212.101mph
26.  Simona de Silvestro  HVM                211.289mph

IndyCar – Scheckter ad Indianapolis con Dreyer&Reinbold

Dreyer&Reinbold Racing ha annunciato che Tomas Scheckter guiderà la vettura n.23 alla 500 Miglia di Indianapolis. Scheckter, ha fatto parte del team nel 2009, gareggiando in 10 gare della IZOD IndyCar Series, conquistando tre arrivi nella top 10, mentre ad Indianapolis aveva corso per il Dale Coyne Racing. “Ha fatto un ottimo lavoro per noi l’anno scorso e siamo estremamente felici di poter lavorare ancora insieme“, ha detto il co-proprietario del team Dennis Reinbold. “Sono davvero felice di tornare con il Dreyer&Reinbold Racing e di lavorare di nuovo con Larry Curry. Qui mi sento a casa“, ha detto Scheckter. “La squadra ha costruito un grande potenziale sugli stradali con Mike e Justin, e credo che saremo in grado di portare questo potenziale anche sugli ovali. Con Justin l’anno scorso ad Indy abbiamo lavorato molto bene. Dennis e Robbie [Buhl] hanno fatto un grande lavoro e sentiamo di avere la possibilità di fare grandi cose quest’anno ad Indy.” Scheckter cercherà di ottenere la sua nona partecipazione alla 500 Miglia di Indianapolis.  Il suo miglior piazzamento è stato un quarto posto nel 2003, ma la sua migliore gara fu nel 2002 (il suo primo anno) quando dominò la corsa prima di finire a muro. Lo scorso anno partì 26° e finì 12°. Il Dreyer&Reinbold Racing ha iscritto quattro vetture ad Indianapolis, e Ana Beatriz è fortemente indiziata a completare lo schieramento, dopo aver corso per il team nella prova inaugurale della stagione a San Paolo.

IndyCar – Rilasciata la entry list per la 500 Miglia di Indianapolis

E’ stata rivelata ieri la entry list per la prossima edizione della 500 Miglia di Indianapolis. Sono iscritte 78 vetture per 40 “entries” (2 di queste non hanno una t-car), mentre al momento 34 piloti sono stati ufficializzati.
#2 Raphael Matos – Luczo Dragon Racing/de Ferran Motorsports
#2T Raphael Matos – Luczo Dragon Racing/de Ferran Motorsports
#3 Helio Castroneves – Team Penske
#3T Helio Castroneves – Team Penske
#4 Dan Wheldon – Panther Racing
#4T Dan Wheldon – Panther Racing
#5 Takuma Sato – KV Racing Technology
#5T Takuma Sato – KV Racing Technology
#6 Ryan Briscoe – Team Penske
#6T Ryan Briscoe – Team Penske
#7 Danica Patrick – Andretti Autosport
#7T Danica Patrick – Andretti Autosport
#8 E.J. Viso -KV Racing Technology
#8T E.J. Viso -KV Racing Technology
#9 Scott Dixon – Target Chip Ganassi Racing
#9T Scott Dixon – Target Chip Ganassi Racing
#10 Dario Franchitti – Target Chip Ganassi Racing
#10T Dario Franchitti – Target Chip Ganassi Racing
#11 Tony Kanaan – Andretti Autosport
#11T Tony Kanaan – Andretti Autosport
#12 Will Power – Verizon Team Penske
#12T Will Power – Verizon Team Penske
#14 Vitor Meira – A.J. Foyt Racing
#14T Vitor Meira – A.J. Foyt Racing
#15 Paul Tracy – KV Racing Technology
#15T Paul Tracy – KV Racing Technology
#16 TBA – A.J. Foyt Racing
#16T TBA – A.J. Foyt Racing
#17 TBA – Rahal Letterman Racing
#17T TBA – Rahal Letterman Racing
#18 Milka Duno – Dale Coyne Racing
#18T Milka Duno – Dale Coyne Racing
#19 Alex Lloyd – Dale Coyne Racing
#19T Alex Lloyd – Dale Coyne Racing
#20 Ed Carpenter – Vision/Panther Racing
#20T Ed Carpenter – Vision/Panther Racing
#21 Davey Hamilton – Luczo Dragon Racing/de Ferran Motorsports
#21T Davey Hamilton – Luczo Dragon Racing/de Ferran Motorsports
#22 Justin Wilson – Dreyer & Reinbold Racing
#22T Justin Wilson – Dreyer & Reinbold Racing
#23 TBA – Dreyer & Reinbold Racing
#23T TBA – Dreyer & Reinbold Racing
#24 Mike Conway – Dreyer & Reinbold Racing
#24T Mike Conway – Dreyer & Reinbold Racing
#25 TBA – Dreyer & Reinbold Racing
#25T TBA – Dreyer & Reinbold Racing
#26 Marco Andretti – Andretti Autosport
#26T Marco Andretti – Andretti Autosport
#27 TBA – AFS Racing
#29 Sebastian Saavedra – Bryan Herta Autosport
#32 Mario Moraes – KV Racing Technology
#32T Mario Moraes – KV Racing Technology
#33 Bruno Junqueira – FAZZT
#33T Bruno Junqueira – FAZZT
#34 Mario Romancini – Conquest Racing
#34T Mario Romancini – Conquest Racing
#36 Bertrand Baguette – Conquest Racing
#36T Bertrand Baguette – Conquest Racing
#37 Ryan Hunter-Reay -Andretti Autosport
#37T Ryan Hunter-Reay -Andretti Autosport
#41 A.J. Foyt IV – A.J. Foyt Racing
#41T A.J. Foyt IV – A.J. Foyt Racing
#43 John Andretti – Andretti Autosport
#43T John Andretti – Andretti Autosport
#66 Jay Howard – Sarah Fisher Racing
#66T Jay Howard – Sarah Fisher Racing
#67 Sarah Fisher – Sarah Fisher Racing
#67T Sarah Fisher – Sarah Fisher Racing
#77 Alex Tagliani -FAZZT Race Team
#77T Alex Tagliani -FAZZT Race Team
#78 Simona De Silvestro – HVM Racing
#78T Simona De Silvestro – HVM Racing
#98 TBA – Team 3G
#98T TBA – Team 3G
#99 Townsend Bell – SSM/TCGR
#99T Townsend Bell – SSM/TCGR
#06 Hideki Mutoh – NHL
#06T Hideki Mutoh – NHL

Delle vetture non ancora assegnate, presumibilmente la n.17 del Rahal Letterman Racing sarà portata in pista da Graham Rahal, vista anche l’assenza di una seconda vettura del Newman Haas Lanigan Racing su cui si era speculato potesse tornare. Il Dreyer Reinbold Racing ha aggiunto alle due vetture schierate per l’intera stagione due ulteriori vetture: la n.23 potrebbe andare alla brasiliana Ana Beatriz, che l’ha già portata in pista nella prima gara dell’anno in Brasile, mentre la n.25 potrebbe essere per Tomas Scheckter. Con il n.27 è iscritto il team AFS Racing, team che corre abitualmente nella Indy Lights e che dovrebbe affidare la sua vettura al campione 2010 JR Hildebrand. I 33 posti in griglia verranno determinati nelle prove del 22-23 maggio. Della entry list fanno parte quattro vincitori della 500 Miglia (Helio Castroneves, che cercherà di eguagliare i record di quattro vittorie di A.J. Foyt, Al Unser and Rick Mears, più Scott Dixon , Dario Franchitti e Dan Wheldon), quattro campioni IndyCar (Dixon, Franchitti, Wheldon e Kanaan) e sei rookie al momento confermati (Sato, Romancini, Baguette, Saavedra, De Silvestro e Howard, che tentò la qualifica nel 2008 senza riuscirvi). “Mi è stato chiesto se sento più pressione perché ho la possibilità di puntare al record assoluto di vittorie. Ma non è pressione: è un’attesa positiva“, ha dichiarato Castroneves, vincitore nel 2009. “Indy è un posto meraviglioso e impegnativo. E’ magico. Probabilmente dovremo lavorare quattro volte più duramente quest’anno per raggiungere il nostro obiettivo, ma sappiamo come farlo. E’ la gara più importante del mondo e quest’anno è ancora più eccitante, e quindi non posso che andare a vincerla per la quarta volta.