Tag: Jean Eric Vergne

F1 – Toro Rosso: Presentata la STR9

Testing F1 Jerez de la Fronetra, Spain 28-31 January 2014

A Jerez de la Frontera è stata presentata la nuova Toro Rosso con cui Jean – Eric Vergne  e il giovane Daniil Kvyat dovranno riscattare il deludente 2013.

La STR9, progettata da James Key, quest’anno adopererà i motori Renault, gli stessi che spingeranno la nuova Red Bull e da come si può notare, la monoposto di Faenza non ha nulla della predecessora STR8 .

Novità anche nell’ambito degli sponsor, infatti sulla carrozzeria della Toro Rosso si può notare il nome della Sapinda Holding BV , una società privata d’investimento che si concentra sulle opportunità d’investimento in Europa, Africa e Asia. Dunque una grande sicurezza per il futuro del team italo-austriaco.

Il Team Principal, Franz Tost, commenta l’arrivo del nuovo campionato:

“La stagione 2014 sarà molto interessante sotto molti punti di vista. E’ un anno di nuove strategie e nozioni. Abbiamo dovuto disegnare un nuovo muso, nuove fiancate e nuove li, come mai prima siamo partiti molto presto con il progetto. Le fiancate sono più grandi rispetto al passato per fare posto ai radiatori. Il team ha fatto un ottimo lavoro per posizionarli senza perdere in prestazione aerodinamica. Il team è stato in fabbrica fino alle 2 di notte per rifinire la STR9 e completarla ma ci siamo riusciti”

DATI TEAM

Nome: Scuderia Toro Rosso

Nazionalità: Italia

Team Principal: Franz Tost

Direttore Tecnico: James Key

Motore: Renault

Campionati: 8

Gare disputate: 147

Pole Positions: 1

Giri veloci: 0

Gare vinte: 1

Campionati vinti: 0

 

Bartolomeo De Stefano

F1 – Toro Rosso: La STR9 pronta per il 2014

Alla lista dei team le cui vetture 2014 hanno passato i severissimi crush – test della FIA, si aggiunge anche quello della Toro Rosso.

Il team di Faenza sul propio sito ufficiale mediante un comunicato  ha fatto sapere che la STR9 ha passato brillantemente le verifiche FIA ed l’assemblaggio del primo esemplare è quasi pronto con tanto di prova delle misure dei sedili di  Jean-Eric Vergne e Daniil Kvyat.

“Gennaio sarà per noi il mese più corto“, si legge nel comunicato rilasciato dal team. “A fine mese ci saranno i primi test invernali e tutti noi stiamo lavorando a grande velocità per arrivare pronti al 31 del mese. Negli anni passati, prima di sentire rombare i motori, abbiamo potuto aspettare il mese di febbraio, ma attraverso i nuovi cambiamenti che riguarderanno propulsore e sistemi di recupero energia abbiamo dovuto anticipare la prima sessione di test. Il primo esemplare di STR9 è quasi terminato e i crash test sul telaio sono stati passati con successo già nel mese di dicembre.

Nel periodo natalizio, i nostri piloti titolari si sono recati nella sede di Faenza e hanno preso le misure per il sedile che useranno tra pochi giorni”  conclude il comunicato.

 

Bartolomeo De Stefano

 

 

 

F1 – Test invernali, Barcellona Day 4: Lewis Hamilton chiude al comando l’ultima giornata di prove

Quarta ed ultima giornata di test sul circuito catalano di Barcellona che chiude la seconda settimana di prove.

Una sessione caratterizzata dal mal tempo in cui pioggia e vento sono stati protagonisti creando grattacapi ai vari team.

A segnar il miglior crono è stato il pilota inglese della Mercedes AMG Lewis Hamilton, il quale ha realizzato un tempo di 1.23.282 con 52 tornate. Ovviamente l’anglo-caraibico  ha sfruttato al meglio quello scorcio di tempo in cui la pioggia ha dato un pò di tregua prima della pausa pranzo, per poi ritornare nella sessione pomeridiana.

Nonostante tutto la Mercedes mostra continui e progressivi miglioramenti realizzando tempi interessanti anche in condizioni da bagnato.

Alle spalle di Hamilton, in seconda posizione, troviamo l’ex compagno di squadra Jenson Button con la McLaren Mercedes che effettua 70 giri ed un tempo di 1.23.633.

Terzo posto invece a sorpresa vi è la Toro Rosso di Jean-Eric Vergne con un tempo di 1.24.071 e con 80 giri effettuati.

Male la Ferrari con Felipe Massa che chiude settimo con 1.27.563 e 80 giri; la Red Bull con Mark Webber che chiude ottavo con 1.27.616 e 64 giri e la Lotus con Romain Grosjean  che chiude decimo in 1.34.800 con 41 giri. Mentre i piloti Williams, Pastor Maldonado e Valtteri Bottas, hanno realizzato in totale 36 giri nessuno dei quali cronometrato.

La giornata è stata animata da ben otto bandiere rosse causate da errori e vari problemi tecnici e in condizioni da bagnato a realizzare il miglior crono è stato Mark Webber con 1.40.325 seguito da Felipe Massa con 1.40.379 e  da Lewis Hamilton con 1.40.666.

 

Classifica tempi

1 Lewis Hamilton (Mercedes) 1:23.282, 52 giri

2 Jenson Button (McLaren Mercedes) 1:23.633, 70 giri

3 Jean-Eric Vergne (Toro Rosso) 1:24.071, 80 giri

4 Jules Bianchi (Force India) 1:25.732, 61 giri

5 Esteban Gutierrez (Sauber) 1:26.239, 96 giri

6 Giedo van der Garde (Caterham) 1:27.429, 50 giri

7 Felipe Massa (Ferrari) 1:27.553, 80 giri

8 Mark Webber (Red Bull), 1:27.616 64 giri

9 Max Chilton (Marussia) 1:29.902, 51 giri

10 Romain Grosjean (Lotus) 1:34.800, 41 giri

Valtteri Bottas (Williams), 23 giri
Pastor Maldonado (Williams), 13 giri

 

Bartolomeo De Stefano

 

 

 

 

F1 – Toro Rosso: Il team di Faenza mostra la STR8

Oltre alla Mercedes AMG, anche la scuderia Toro Rosso ha presentato la sua monoposto 2013 con cui prenderanno parte al mondiale Daniel Ricciardo e Jean-Eric Vergne.

La STR8, così denoinata la nuova vettura italo-austriaca, ha il doveroso compito di riscattare una stagione, quella 2012, fallimentare e in tutto il team si percepisce una grande voglia di riscatto e mettersi alle spalle le delusioni passate.

“Questo momento è sempre emozionante. La squadra ha lavorato tanto e arriviamo qui con tante aspettative. L’obiettivo è quello di arrivare almeno al sesto posto nel Mondiale Costruttori”  ha commentato il Team Principal Franz Tost.

La vettura disegnata e curata da Luca Furbatto e James Key, quest’ultimo che ha preso il posto di Giorgio Ascanelli passato alla Brembo, presenta anch’essa il vanity pannel sul musetto mentre non mostra significative modifiche, in quanto il team di Faenza ha deciso di scegliere la strada di una semplice evoluzione aerodinamica della monoposto.

Niente di nuovo nemmeno al sistema sospensivo il quale presenta una soluzione push-rod all’anteriore e pull-rod al posteriore.

 

Dati del Team

Nome: Scuderia Toro Rosso

Team Principal: Franz Tost

Nazionalità: Austria-Italia

Direttore Tecnico: James Key

Motore: Ferrari

Stagioni in F1: 7

Gran Premi disputati: 128

Vittorie: 1

 

Bartolomeo De Stefano

 

F1 – Toro Rosso: La STR8 sarà presentata il 4 febbraio a Jerez

La nuova STR8 sarà presentata al pubblico il 4 febbraio alle 17:30 a Jerez de la Frontera.

A comunicarlo è stato lo stesso team mediante un comunicato stampa. Il team di Faenza si presenta quest’anno con molti cambiamenti riguardante il reparto tecnico evidenziato soprattutto dall’arrivo di James Key al posto di Giorgio Ascanelli.

I piloti che guideranno la nuova Toro Rosso saranno Jean-Eric Vergne e Daniel Ricciardo. Propio quest’ultimo debutterà sul circuito andaluso con la nuova STR8

“Non vedo l’ora. Adesso è il momento di tornare al lavoro. La monoposto cresce secondo i tempi previsti e questa era la prima cosa che volevo sentirmi dire dalla squadra” ha dichiarato Daniel Ricciardo.

Bartolomeo De Stefano

 

F1 – Toro Rosso: Confermati Ricciardo e Vergne

 

Quella di ieri è stata una giornata intensa di conferme e ingaggi per designare le future coppie piloti di F1 per il 2013.

Dopo l’ingaggio di Nico Hulkenberg  da parte della Sauber, nella stessa giornata anche la Toro Rosso ufficializza la propia coppia piloti 2013.

Il team di Faenza riconferma l’attuale formazione con Daniel Ricciardo e Jean-Eric Vergne per il prossimo campionato.

Anche se l’attuale coppia piloti non ha portato quel quantitativo di punti previsto dal team Toro Rosso, Helmut Marko ha dato il consenso al team principal Franz Tost di riconfermare l’attuale line-up.

“Entrambi i piloti hanno fatto un ottimo lavoro in questa stagione.Daniel è arrivato da noi con diverse gare all’attivo e i suoi feedback e la sua esperienza sono state molto utili mentre Jean-Eric è stato veloce considerando che ha dovuto spesso affrontare piste che non conosceva. Il team è rimasto impressionato dalla loro maturità in termini di lavoro con gli ingegneri e dal comportamento in pista. Faremo del nostro meglio nei prossimi mesi per produrre una vettura 2013 che permetta loro di dimostrare il talento che hanno” dichiara Franz Tost.

Daniel Ricciardo commenta anche egli la sua promozione:

“Sono davvero felice di sapere che continuerò con la Toro Rosso per un’altra stagione e voglio ringraziare il team e la Red Bull.Ci sono grandi aspettative per l’anno prossimo e sono pronto. Sento di essere maturato come pilota e anche il mio approccio a livello tecnico è progredito quest’anno, quindi sono sicuro che andrà meglio nella mia seconda stagione alla Toro Rosso. E’ stata una stagione difficile ma abbiamo sempre avuto un buon rapporto e sono felice all’idea di lavorare ancora con tutto il team per un altro anno”.

Infine conclude con soddisfazione anche l’altro pilota Toro Rosso Jean-Eric Vergne:

“Sono davvero felice di questa grande notizia.Un grazie alla Toro Rosso e alla Red Bull che mi hanno supportato fin dai primi giorni della mia carriera. Come debuttante ho imparato molto, grazie al supporto di tutti i ragazzi. Mi sento più forte ora e so che migliorerà ancora nel corso della stagione. Penso di poter fare grandi cose nel 2013, sempre all’attacco“.

Bartolomeo De Stefano

 

 

F1 – Mercedes AMG: Schumacher penalizzato di dieci posizioni a Suzuka

Vediamo un Michael Schumacher contrariato dopo il Gp di Singapore, che  ancora un volta si rende protagonista di un incidente.

Un Gran Premio “maledetto” per il tedesco, che per il secondo anno di fila sul circuito di Marina Bay  non riesce a vedere la bandiera a scacchi.

L’anno scorso Michael Schumacher centrò in pieno la Sauber di Sergio Perez, quest’anno in una dinamica simile e con tanto di piccolo volo, il “Kaiser”  prende in pieno la Toro Rosso di Jean-Eric Vergne.

Il tedesco delle “Frecce d’Argento”, dopo le propie scuse al pilota francese, dichiara che l’incidente non è scaturito da un propio errore ma ben si da un guasto tecnico.

“Dopo la Safety Car ho frenato un po’ prima del solito in quella curva.La vettura non ha decelerato e devo indagare sull’accaduto. Ho frenato violentemente, sono arrivato al bloccaggio e ho provato di tutto ma l’incidente ormai era inevitabile.
Ovviamente sono dispiaciuto per Jean-Eric, si è dovuto ritirare, e anche per i ragazzi del mio team ma dobbiamo capire cosa è successo.

Si tratta di un finale decisamente sfortunato. Mi fa piacere che Vergne abbia accettato le mie scuse subito dopo. Tuttavia, sono convinto che non sia stato un mio errore”.

Ma ciò non convince gli steward e di conseguenza decidono d’infliggere al pilota tedesco una penalità di dieci posizioni in griglia nel il prossimo Gran Premio del Giappone a Suzuka.

 

Bartolomeo De Stefano

 

 

 

F1 – Montreal Prove Libere 3: Vettel beffa Alonso, problemi per Rosberg

A cura di Vincenzo Carlesimo

Sebastian Vettel beffa Alonso, in una sessione molto combattuta, per soli sei millesimi nelle terze prove libere a Montreal; entrambi i piloti lanciano la sfida ad Hamilton, che aveva dominato tutta la giornata di ieri e che deve accontentarsi della terza posizione.

I tre si giocheranno sicuramente la pole position, così come sembrano veloci anche Webber e Massa che pagano qualche decimo di ritardo, però, dai loro compagni di squadra; buon quinto tempo per Maldonado che dopo un venerdì difficile piazza la zampata nelle ultime libere e proverà ad essere anche lui in lizza per un ottimo piazzamento in griglia.

Migliorano i tempi per le Lotus che chiudono in ottava e nona posizione, con Grosjean che resta più veloce di Räikkönen ma di appena un decimo, dietro a Michael Schumacher (7°) e davanti a Hülkenberg che conclude la top ten.

In questa sessione non troviamo nessuna Sauber nei 10, Perez e Kobayashi chiudono rispettivamente 12° e 13°, mentre Jenson Button continua a soffrire questo tracciato ottenendo solamente un 15° tempo.

Jean-Eric Vergne è stato autore di un incidente nella curva uno e non ha completato nessun giro veloce, così come Rosberg, che nell’installation lap ha notato un problema alla frizione durante la prova di partenza ed ha subito parcheggiato la sua Mercedes.

Trovi altri articoli qui: Facebook/Twitter: @Vincy85

Pilota Team Tempo Distacco Giri
1. Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:14.442 22
2. Fernando Alonso Ferrari 1:14.448 + 0.006 17
3. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:14.712 + 0.270 19
4. Mark Webber Red Bull Racing-Renault 1:14.724 + 0.282 21
5. Pastor Maldonado Williams-Renault 1:14.755 + 0.313 22
6. Felipe Massa Ferrari 1:14.767 + 0.325 21
7. Michael Schumacher Mercedes 1:14.796 + 0.354 19
8. Romain Grosjean Lotus-Renault 1:14.873 + 0.431 20
9. Kimi Räikkönen Lotus-Renault 1:14.977 + 0.535 21
10. Nico Hülkenberg Force India-Mercedes 1:14.992 + 0.550 22
11. Paul di Resta Force India-Mercedes 1:15.067 + 0.625 19
12. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1:15.112 + 0.670 21
13. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1:15.126 + 0.684 24
14. Bruno Senna Williams-Renault 1:15.237 + 0.795 22
15. Jenson Button McLaren-Mercedes 1:15.327 + 0.885 22
16. Daniel Ricciardo STR-Ferrari 1:15.498 + 1.056 19
17. Vitaly Petrov Caterham-Renault 1:16.268 + 1.826 24
18. Heikki Kovalainen Caterham-Renault 1:16.545 + 2.103 20
19. Pedro de la Rosa HRT-Cosworth 1:17.705 + 3.263 21
20. Timo Glock Marussia-Cosworth 1:17.974 + 3.532 23
21. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1:18.189 + 3.747 21
22. Charles Pic Marussia-Cosworth 1:18.684 + 4.242 23
23. Jean-Eric Vergne STR-Ferrari Nessun Tempo 3
24. Nico Rosberg Mercedes Nessun Tempo 1

F1 – Test Mugello, Giorno 2, Grosjean e Kobayashi davanti

Giornata di sole dopo la tempesta di ieri al Mugello  che ha visto Romain Grosjean (la Lotus ha deciso di far girare solo lui) davanti a tutti per quasi l’intera sessione e raggiunto con l’dentico crono da Kamui Kobayashi nei secondi finali.

Tutti si sono concentrati su prove a livello di aerodinamica e sulle gomme, con Red Bull e Williams equipaggiate di sensori vari, la Ferrari con Felipe Massa dell’ormai usuale periscopio, mentre per la Toro Rosso è stato il giorno delle prove del nuovo scarico in stile McLaren.

In casa Mercedes hanno puntato invece sulla distanza, con zio Schumi autore di 144 tornate per recuperare il tempo perso ieri causa pioggia, infine problemi per la Force India di Paul Di Resta cha ha potuto compiere solo una manciata di giri prima di ritirasi ai box per un guaio idraulico.

 

 TEMPI

1. Romain Grosjean Lotus Renault 1:21.603 97 giri
2. Kamui Kobayashi Sauber 1:21.603 87 
3. Sebastian Vettel Red Bull 1:21.825 64
 4. Mark Webber Red Bull 1:21.997 54
 5. Felipe Massa Ferrari 1:22.257 106
6. Jean-Eric Vergne Toro Rosso 1:22.424 65
7. Daniel Ricciardo Toro Rosso 1:22.759 22
8. Michael Schumacher Mercedes 1:23.404 144
9. Charles Pic Marussia 1:23.982 46
10. Vitaly Petrov Caterham 1:24.312 112
11. Gary Paffett McLaren 1:24.480 59
12. Timo Glock Marussia 1:24.499 37
13. Paul di Resta Force India 1:24.749 14
14. Bruno Senna Williams 1:24.842 100

 

Chiara Rainis

 

 

F1 – Test Mugello, Alonso il più veloce sotto la pioggia

Fernando Alonso ha chiuso davanti a tutti la prima giornata di test al Mugello. Per lo spagnolo autore di 46 giri e di una quindicina di simulazioni di partenza, il tempo utile è stato segnato in mattinata in una breve finestra senza pioggia poco prima della pausa pranzo.

Proprio il maltempo è stato il protagonista assoluto rendendo scarsamente credibili i distacchi importanti tra un pilota e l’altro.

Nulla di significativo da segnalare se non che la Williams è scesa in pista con Valtteri Bottas per testare il nuovo scarico, mentre nessun tempo cronometrato per zio Schumi, attivo nel pomeriggio, bloccato da un acquazzone talmente violento da impedire all’elicottero medico di potersi alzare in volo con conseguente chiusura anticipata del circuito.

 Domani si prosegue.

TEMPI

 1. Fernando Alonso   Ferrari     1.22,444 (46)
 2. Mark Webber       Red Bull    1.23,648 (24)
 3. Jean-Eric Vergne  Toro Rosso  1.23,891 (32)
 4. Jerome D'Ambrosio Lotus       1.24,048 (40)
 5. Nico Rosberg      Mercedes    1.24,100 (49)
 6. Kamui Kobayashi   Sauber      1.24,736 (48)
 7. Oliver Turvey     McLaren     1.25,303 (30)
 8. Jules Bianchi     Force India 1.25,475 (19)
 9. Rodolfo Gonzalez  Caterham    1.27,197 (35)
 10. Charles Pic      Marussia    1.27,359 (45)
 11. Valtteri Bottas  Williams    1.29,179 (28)
 12. Gary Paffett     McLaren     1.50,898  (4)
 13. Michael Schumacher Mercedes  No time   (5)

Chiara Rainis