Tag: Zuber

Gp2 Main Series – Gp Inghilterra Gara 2: Vittoria di Maldonado, male gli italiani

maldonado

Pastor Maldonado vince la gara sprint di Silverstone e cerca di riaprire il campionato, che fino ad oggi ha visto lottare solo il duo Barwa Addax.

Con questa vittoria il venezuelano si piazza terzo in classifica mondiale a quattordici punti dal leader Grosjean, approfittando anche delle difficoltà del team Barwa Addax in questa trasferta inglese.

Secondo Zuber, nonostante sia partito in pole, non è riuscito a tenere il ritmo di Maldonado ma anche lui ha fatto una buona gara.

Chandhock completa il podio guidando molto bene e distanziando un Grosjean in evidente difficoltà con la vettura, non al meglio in questo weekend.

Quinto Nico Hulkenberg e sesto, ed ultimo in zona punti, Perez, appena fuori dai punti Valerio che si può in ogni modo ritenere soddisfatto del weekend di Silverstone dopo la splendida vittoria di ieri.

Non benissimo gli italiani: quattordicesimo Valsecchi, sedicesimo Filippi, ritirati Rigon, Mortara e Ricci.

Vincenzo Carlesimo

Risultati Gara 2: Tempo
1. Pastor Maldonado (ART GP)
2. Andreas Zuber (Fisichella) + 0.618
3. Karun Chandhock ( Ocean) + 3.417
4. Romain Grosjean (Barwa Addax) + 3.447
5. Nico Hulkenberg (ART GP) + 3.856
6. Sergio Perez (Arden) + 3.936
7. Alberto Valerio (Piquet GP) + 4.316
8. Michael Herck (DPR) + 4.524
9. Roldan Rodriguez (Piquet GP) + 5.030
10. Vitaly Petrov (Barwa Addax) + 5.463
11. Alvaro Parente (Ocean) + 5.916
12. Jérôme D’Ambrosio (Dams) + 6.553
13. Giedo Van der Garde(iSport) + 7.188
14. Davide Valsecchi (Durango) + 8.399
15. Javier Villa (Super Nova) + 15.244
16. Luca Filippi ( Super Nova) + 34.869
17. Kamui Kobayashi (Dams) + 36.225
18. Ricardo Teixeira( Trident) + 36.688
19. Lucas di Grassi (Racing Engineering) Ritirato
20. Davide Rigon (Trident) Ritirato
21. Edoardo Mortara (Arden) Ritirato
22. Dani Clos (Racing Engineering) Ritirato
23. Nelson Panciatici (Durango) Ritirato
24. Luiz Razia (Fisichella) Ritirato
25. Diego Nunes (iSport) Ritirato
26. Giacomo Ricci (DPR) Ritirato

Gp2 Main Series – Otto piloti penalizzati per aver tagliato alla prima curva

gp2-monaco

Il risultato di Gara 1 cambia dopo che i commissari di gara hanno analizzato bene la partenza e costatato che alcuni piloti tagliando la prima curva ne hanno preso vantaggio a discapito di altri.

Gli otto penalizzati di 25 secondi sul tempo totale di gara sono: Lucas di Grassi, Nico Hulkenberg, Javier Villa, Roldan Rodriguez, Edoardo Mortara, Luca Filippi, Kamui Kobayashi e Dani Clos.

Con questa nuova classifica Di Grassi perde il terzo posto in favore di  Andreas Zuber, mentre in gara 2 non partirà più in pole Javier Villa ma Pastor Maldonando.

Vincenzo Carlesimo

Gp2 – Il punto sulla Main Series

gp2

Mentre le varie categorie per monoposto, soprattutto quelle di livello internazionale, adottano misure specifiche volte alla riduzione dei costi, in GP2 il budget richiesto per una stagione completa continua ad attestarsi tra 1,2 e 1,5 milioni di euro, non proprio bruscolini insomma, considerando anche che al momento del lancio avvenuto nel 2004 gli organizzatori si erano imposti di non oltrepassare il tetto dei 750mila euro.

Nonostante le cifre elevate il mercato della GP2 si può definire in fermento, tant’è che attualmente sono già 14 i sedili praticamente assegnati per la Main Series edizione 2009.

Formazioni definite per Art Grand Prix, Barwa Campos, Dams e Piquet GP. Il team diretto da Nicolas Todt si affiderà all’esperto Pastor Maldonado e al campione in carica della F.3 Euroseries Nico Hulkenberg, il team dell’ex pilota Adrian Campos al talento by Renault Romain Grosjean e al veloce russo Vitaly Petrov, in casa Dams le speranze sono riposte nel giapponese della filiera Toyota Kamui Kobayashi e nel belga Jerome D’Ambrosio, Piquet GP (già GP Racing) cercherà invece di compiere il salto di qualità con lo spagnolo Roldan Rodriguez e il finora non irresistibile Alberto Valerio.

Decisamente più complessa la situazione per le altre squadre. Ivone Pinton ha da tempo confermato Davide Valsecchi nel team Durango, restano invece dubbi sul nome del secondo pilota, forse Marcello Puglisi. L’altra scuderia italiana, la FMSI di Giancarlo Fisichella ed Enrico Zanarini, si è accaparrata i servizi dell’occhialuto Andreas Zuber, tra i più esperti della categoria, DPR dovrebbe riproporre Michael Herck, Ocean Racing (il team che ha rilevato il BCN di Enrique Scalabroni) risulta essere ad un passo dalla firma con l’ingiustamente sottovalutato Filipe Albuquerque.

Maggiore incertezza regna nei top team iSport International e Arden. In casa iSport è praticamente certo l’olandese Giedo Van der Garde, il titolare Paul Jackson attende però di sapere quali saranno le intenzioni del vice campione 2008 Bruno Senna, indubbiamente un “pezzo” pregiato che ancora non ha sciolto le riserve sul suo futuro. Il team Arden è in trattativa con Edoardo Mortara, fresco viceré della F.3 Euroseries, e Luiz Razia; l’italiano residente a Ginevra ha intavolato discussioni anche con Trident Racing e non ha negato di considerare addirittura l’opportunità di un altro anno nella F.3 Euroseries per puntare a quel titolo sfuggitogli solo per l’eccessiva gioventù dei propulsori Volkswagen che equipaggiavano la sua vettura.

Difficile avventurarsi in pronostici per il campionato 2009 della GP2 Main Series, doveroso invece identificare quei piloti che partono da favoriti. Tra questi, se ovviamente decideranno di riproporsi anche quest’anno, meritano particolare attenzione Bruno Senna e Lucas Di Grassi, attualmente entrambi in trattativa con iSport. Se mancheranno loro due sarà fondamentale tenere d’occhio Kamui Kobayashi, lanciatissimo nella GP2 Asia e osservato speciale Toyota che causa deludenti prestazioni un annetto fa ha dato il benservito all’altro suo protetto Kohei Hirate, oltre naturalmente al duo della Art composto da Maldonado e Hulkenberg, con il venezuelano che non può permettersi un’altra stagione altalenante e il tedesco che potrebbe invece ambire al ruolo di Grosjean del 2009. Lo stesso Romain, passato al team Campos, va inserito tra i più credibili pretendenti alla corona della Main Series 2009, a patto però che si decida a mettere giudizio e dimostri di saper controllare alcuni eccessi di foga palesati nella stagione d’esordio. Possibili sorprese del campionato Davide Valsecchi, ormai maturo e orientato verso ambiziosi traguardi, Edoardo Mortara, il cui passaggio in GP2 costituirebbe la scelta più logica, e i portoghesi Filipe Albuquerque e Alvaro Parente, con quest’ultimo in trattativa addirittura con tre team, ovvero iSport, Racing Engineering e Ocean.

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm

Gp2 – Andreas Zuber con FMSI nella Main Series

zuber

 

Le trattative degli ultimi giorni sono andate a buon fine. Andreas Zuber, pilota austriaco con passaporto di Dubai, ha firmato per disputare il campionato 2009 della GP2 Main Series con il team Fisichella Motor Sport International.

Enrico Zanarini, manager del pilota Force India F.1 Giancarlo Fisichella e coinvolto nella proprietà del team FMSI, si occuperà anche di gestire la carriera di Andreas Zuber, alla sua quarta stagione in GP2 dopo le esperienze con Trident, iSport e Piquet.

Non si conosce ancora il nome del pilota che andrà ad affiancare Andreas Zuber in GP2 nel team Fisichella Motor Sport International.

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm

Gp2 – Che farà Bruno Senna?

83716285MT036_BRUNO_SENNA_T

Sembra essere questo il quesito che attanaglia i team manager delle squadre impegnate nella GP2 Main Series: che farà Bruno Senna? Il brasiliano, nipote dell’indimenticato Ayrton, si è proposto tra i protagonisti in GP2 nel 2008 lottando fino all’ultimo appuntamento con il nostro Giorgio Pantano, poi aggiudicatosi meritatamente il titolo forte anche di una maggiore costanza nei risultati. Lo scorso novembre Bruno ha effettuato un positivo test con Honda F.1 prima che la scuderia anglo-giapponese decidesse improvvisamente di cessare ogni attività nel Circus. Un vero peccato dal momento che l’ex pilota del team iSport International aveva dimostrato di meritare un posto da titolare in squadra nel 2009 molto più del rivale Lucas Di Grassi, la cui prestazione sulla Honda F.1 a Montmelò non aveva convinto né i vertici della scuderia né tantomeno gli addetti ai lavori.  Ora Bruno Senna si ritrova in una situazione di stand-by, sa infatti di non poter contare sull’appoggio della Honda, Casa automobilistica in passato legata a doppio filo con suo zio Ayrton, ma al tempo stesso è ben consapevole di aver impressionato favorevolmente non solo il direttore sportivo Ross Brawn ma anche i tecnici presenti al test di novembre. Resta però ancora avvolto nel mistero il nome di chi rileverà le strutture appartenute al team Honda F.1, un particolare non di poco conto dal momento che da questo nome dipenderanno le sorti di Jenson Button, attualmente senza un sedile per la prossima stagione, e dello stesso Senna.

In attesa di sapere quale sarà il destino dell’ex team Honda F.1 e dei suoi dipendenti David Sears, proprietario del team Super Nova, da sempre presente in GP2 e prima ancora nell’ormai dismessa F.3000 Internazionale, ha dichiarato in una intervista rilasciata alla radio Crash.net che il mercato piloti della categoria propedeutica alla F.1 è fermo proprio a causa di Bruno Senna, driver ormai esperto il cui talento farebbe comodo a molti, il quale sta tergiversando nella definizione del suo futuro agonistico mosso dalla speranza di poter essere incluso nel “pacchetto” della compagnia che  assumerà la proprietà della squadra guidata da Ross Brawn. Sears non nega contatti con Luca Filippi e Andreas Zuber, indubbiamente due nomi di peso della GP2 Series, ma ammette candidamente che la sua preferenza è per Bruno Senna, reduce da due stagioni nella serie affrontate rispettivamente con Arden e iSport.

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm

GP2 Monza Gara 1 – Pantano campione, Di Grassi superiore

00_giorgio1

Quanta sofferenza per Giorgio Pantano che, nonostante abbia commesso numerosi errori quest’oggi, è riuscito a conquistare il titolo 2008. Dunque, successo per Lucas Di Grassi del team Campos davanti a Pastor Maldonado, mai domo nella sfida contro il brasiliano anche se alla fine si è dovuto arrendere. A chiudere la zona podio, Buemi. Nonostante abbia commesso numerosi errori durante la corsa, soprattutto il taglio della corsia box dopo il pit, Giorgio Pantano è riuscito lo stesso a resistere in classifica contro i timidi attacchi di Senna, il quale si è dovuto accontentare di un desolante quinto posto in questa pazza gara 1. Nove punti, questi bastano per poter garantire al padovano il successo che personalmente non lo soddisfa poichè c’era un podio e la gloria ad attenderlo a pochi giri prima del fattaccio. Leggi tutto

Gp2 – Belgio, gara 1:”Favoloso Grosjean, Pantano e Valsecchi out”

00_grosjspa

Una pista da campioni quella di Spa che ha premiato l’astro nascente del motorsport Grosjean, trionfatore in gara 1 del week-end belga. Una corsa impegnativa che ha visto protagonista la pioggia all’inizio per poi veder resuscitare il sole durante gli ultimi giri. Leggi tutto

Gp2 – Europa, qualifiche:”Vamos a Ganar, Pantano!”

00_pantanovalencia

Prosegue il cammino trionfale di Giorgio Pantano per quanto concerne la stagione in corso della Gp2 Main Series. Sul tracciato pseudo cittadino di Valencia, il padovano si assicura la pole più bella, che lo spedisce negli annali di questa categoria. Alle sue spalle troviamo Pastor Maldonado, dietro per soli 71 millesimi, ma la soddisfazione rimane molta visti i problemi in mattinata, con conseguente “bacio” e alettone posteriore rotto nel settore antecedente il ponte. Dunque, Valencia si propone come la fonte d’ispirazione per un altro pilota che prende il nome di Petrov; il russo, più volte opaco in questa stagione, si regala il primo vero sorriso in vista delle due gare che dovranno riportarlo ai vertici, quindi stessa cosa si può dire per Romain Grosjean. Per il francese del team Art rimane il rammarico di non aver potuto sfruttare l’ultimo giro a disposizione, quello buono, pronto a riportarlo in prima fila. Parlare di probabile pole è abbastanza eccessivo, ma l’obiettivo Maldonado era già stato posto con cura, quasi in maniera maniacale nonostante le speranze siano andate perse per colpa di un rallentamento, causato sfortunamente da un pilota Bcn.

Terza fila interessante con la presenza ingombrante di un Zuber in fase di studio della pista. Accanto troverà il belga D’Ambrosio, giocherellone con il volante e passionale nei tratti in cui la sua Dallara targata Dams non ne vuole sapere di girare tra ponti e stradine secondarie. Dispiace ricordare la sfortunata esibizione del suo compagno di team, tale Kamui Kobayashi che sbaglia la chicane “Alinghi” e finisce per pagare l’enorme sottosterzo procuratosi. Il risultato? Semplice, sia l’alettone posteriore che anteriore disintegrati, quindi qualifica finita ed ultima fila assicurata, accanto al deludente figlio di “papà” Herck.

Proseguendo con l’ordine di partenza di gara 1, che sarà di scena domani pomeriggio, da far registrare la mediocre prestazione di Bruno Senna, il quale a mese iniziato decise di prender parte all’appuntamento, sempre sullo stesso tracciato, riguardante la F3 spagnola. Il brasiliano, nonostante la minima esperienza avuta in quei giorni, sembra aver accusato le mille variabili di questo circuito: sorpassi infiniti, un assetto poco indicato e la scarsa predilizione alle curve lenti e veloci. Il talento è da sempre a disposizione, quindi aspettiamoci un Bruno Senna in piena rimonta, a partire da domani. Il primo ostacolo da affrontare sarà Sebastien Buemi, tenace abbastanza da poter chiudere la porta al maggior indicato ad approdare la prossima stagione in Toro Rosso. Pertanto, il pubblico valenciano potrà godersi l’immenso spettacolo che da sempre la Gp2 regala alla sua numerosa schiera di tifosi sparsi in Europa. Ma visto che siamo in Italia, vale la pena chiudere l’articolo con i piazzamenti dei nostri altri due alfieri; solo decimo posto per Filippi, mentre Valsecchi non è andato oltre il diciannovesimo piazzamento, alle spalle dello sciagurato Yamamoto.

Stefano Chinappi

Gp2 – Ungheria, gara 2:”Buemi si lancia, Filippi precipita”

00_buemi11

Trionfo di Sebastien Buemi nella seconda gara del week-end ungherese sul toboga dell’Hungaroring. Lo svizzero, partito dalla seconda piazza, tenta in tutti modi sin dalla partenza l’attacco su Soucek. Lo spagnolo si difende, ma la pressione esercitata dal driver del team Arden distrugge le velleità di vittoria del poleman, che sbaglia alla terzultima curva, lascia andare la sua vettura, per poi crollare definitivamente alle spalle dello svizzero. Leggi tutto