Tag: ALMS

FIA WEC – Martin Plowman con Oak Racing

3118700.png

a cura di Marco Borgo

Dal team Conquest al team ufficiale Oak Racing sempre nel segno della Morgan Nissan LMP2. E’ questo il percorso di crescita di Martin Plowman, pilota britannico che dopo l’American Le Mans Series ora debutta nel WEC in equipaggio con Bertrand Baguette e Ricardo Gonzales.

Plowman è stato un ex formulista del vivaio Toyota (con Caldarelli, ndr) prima di uscirne ed approdare in America dove ha tentato di sfondare in Indy light prima ed in Indycar successivamente. Nel 2012 il passaggio alle ruote coperte nell’American Le Mans Series, trampolino di lancio verso il mondiale FIA.

ALMS – Road America, Gara: finale al fotofinish tra Dyson e Pickett

a cura di Marco Borgo

Il team Dyson racing ha colto la sua prima vittoria stagionale nell’American Le Mans Series, il maggiore campionato endurance d’oltreoceano, interrompendo di fatto la striscia vincente del rivali Luhr/Graf su Pickett HPD. Una vera impresa quella messa a segno dall’equipaggio formato da Chris Dyson e Guy Smith, i quali hanno dovuto prendere il via dal fondo della griglia per problemi al cambio e dopo nove giri di gara si trovavano già in seconda posizione.

Una luga sosta ai box ha però costretto l’equipaggio della Lola motorizzata Mazda a rimontare nuovamente diverse posizioni, sferrando l’attacco decisivo proprio sotto al traguardo, dove l’hanno spuntata per soli 83 millesimi. Seconda piazza quindi per il Pickett racing di Luhr/Graf seguiti dall’altra Dyson Mazda di Marsal/Lux/Burgess.

Quarto posto assoluto per la prima LMP2, quella del Conquest guidata da Plowman e Heinemeier davanti alla Formula Le Mans di Popow/Kimber-Smith. Tra le GT vittoria della BMW di Jorg Muller e Bill Auberlen, 13° alla fine, mentre la Porsche l’ha spuntata tra le GTC con l’equipaggio Bleekemolen/MacNeil, giunti 25° al traguardo

Road America, gara (top 10)

01. LMP1 Dyson/Smith – Dyson Lola-Mazda – 4:01’48.009
02. LMP1 Luhr/Graf – Pickett HPD – 0.083
03. LMP1 Marsal/Lux/Burgess – Dyson Lola-Mazda – 47.275
04. LMP2 Plowman/Heinemeier – Conquest Morgan-Nissan – 1’04.709
05. LMPC Popow/Kimber-Smith – CORE FLM – 1 giro
06. LMPC Bennett/Braun – CORE FLM – 1 giro
07. LMPC Marcelli/Ducote/French – Merchant FLM – 1 giro
08. LMPC Junqueira/Gonzalez – RSR FLM – 1 giro
09. LMP2 Dempsey/Foster – Dempsey Lola-Judd – 2 giri
10. LMPC Richard/Ende – Dempsey FLM – 2 giri

IndyCar – Nominato il nuovo direttore di corsa

La IndyCar ha nominato il nuovo direttore di corsa, in sostituzione di Brian Barnhart, che aveva occupato questa posizione sin dalla prima gara nel 1996 e rimosso alla fine della stagione scorsa. Dopo aver parlato con ex piloti come Scott Pruett, Tommy Kendall e Wally Dallenbach Jr, alla fine il prescelto per occupare il ruolo è stato Beaux Barfield, 40enne texano direttore di corsa nella American Le Mans Series dal 2008. Barfield ha un passato da pilota (è arrivato a correre fino in  Indy Lights nel 1995), prima di passare al ruolo di commissario (in Formula Atlantic, Champ Car e ALMS). “La cosa che volevo di più quando ero pilota era di essere coinvolto con la Indy 500“, ha dichiarato Barfield. “Quando la mia carriera di pilota si è chiusa e sono diventato commissario, la Indy 500 era ancora uno dei miei obiettivi da raggiungere. A tale proposito, essa rappresenta l’apice delle mie aspirazioni. Sono davvero onorato di far parte della IndyCar. Penso che ci saranno alcuni cambiamenti generali per quanto riguarda il regolamento, ma bisogna fare in modo di non avere regole troppo rigide che ti chiudono in un box. Questo è quello a cui si deve prestare attenzione, e il mio compito è quello di districarmi nelle aree grigie del regolamento. Per la mia esperienza nelle corse su circuiti cittadini, posso dire che probabilmente ci saranno un minor numero di penalizzazioni per blocking e più penalizzazioni per i contatti. Io credo nel diritto di un pilota di difendere la propria posizione perché è sempre stato parte delle corse. Ai piloti sarà data la possibilità di difendersi, ma se questa operazione diventa pericolosa ci potrà essere una penalizzazione.

Marco Strazzulla

ILMC – Road Atlanta, gara: vittoria Peugeot con l’equipaggio Montagny-Sarrazin-Wurz

a cura di Marco Borgo

Vittoria quasi agevole, l’ennesima messa a segno dalla Peugeot nell’Intercontinental Le Mans Cup di scena a Road Atlanta. La casa francese si è imposta nella Petit Le Mans con l’equipaggio composto da Franck Montagny, Stephane Sarrazin e Alexander Wurz, mentre l’altro equipaggio (Bourdais-Pagenaud-Davidson) è stato costretto al ritiro al 78° giro per la rottura del cambio. Al secondo posto l’Oreca Peugeot di Lapierre-Minassian-Gene davanti alla Lola Aston Martin di Fernandez-Primat-Mucke. Ritiro per entrambe la Audi, anche se classificate al 40° e 41° posto. Le due vetture tedesche hanno infatti dovuto abbandonare anzitempo per la corsa a causa di un contatto con una Porsche e una Lotus Evora. Sembra dunque una stagione terribile quella della casa dei quattro anelli.

In classe LMP2 si sono affermati Tucker-Bouchut-Barbosa, equipaggio del Level 5, mentre tra le GT Pro Fisichella-Bruni-Kaffer hanno avuto la meglio sulla Porsche del Flying Lyzard e sulla BMw M3 di Farfus-Auberlen-Werner, alla fine di una battaglia intensa che ha visto la vettura italiana scontareb una penalità nella prima ora di gara. Vittoria tra gli amatoriali del Krohn Racing, tra i cui piloti era presente anche i nostro Michele Rugolo.

Road Atlanta, gara

 1.  P1     Montagny/Sarrazin/Wurz          Peugeot                 9h34m23.972s
 2.  P1     Lapierre/Minassian/Gene         ORECA Peugeot               + 5 laps
 3.  P1     Fernandez/Primat/Mucke          AMR Lola-Aston              + 6 laps
 4.  P1     Pla/Premat/Yvon                 OAK Pescarolo-Judd         + 10 laps
 5.  P1     Prost/Jani/Belicchi             Rebellion Lola-Toyota      + 13 laps
 6.  P2     Tucker/Bouchut/Barbosa          Level 5 HPD                + 19 laps
 7.  P1     Lahaye/Moreau/Ragues            OAK Pescarolo-Judd         + 24 laps
 8.  PC     Dobson/Richard/Lewis            PR1 Mathiasen FLM          + 26 laps
 9.  PC     Ducote/Ducote/Marcelli          Intersport FLM             + 26 laps
10.  GT     Fisichella/Bruni/Kaffer         AF Corse Ferrari           + 27 laps
11.  GT     Bergmeister/Long/Pilet          Flying Lizard Porsche      + 27 laps
12.  GT     Auberlen/Werner/Farfus          BMW                        + 27 laps
13.  P2     Brown/Johansson/Patterson       United OAK Pescarolo       + 27 laps
14.  GT     Gavin/Magnussen/Westbrook       Corvette                   + 28 laps
15.  GT     Henzler/Sellers/Ragginger       Falken Porsche             + 29 laps
16.  GT     Sharp/van Overbeek/Farnbacher   Extreme Speed Ferrari      + 29 laps
17.  P1     Dyson/Smith/Cochran             Dyson Lola-Mazda           + 31 laps
18.  GT     Firman/Jakubowski/Halliday      Luxury Ferrari             + 33 laps
19.  GT     Neiman/Holzer/Law               Flying Lizard Porsche      + 33 laps
20.  GT     Muller/Hand/Priaulx             BMW                        + 35 laps
21.  GT     Brown/Cosmo/Bell                Exteme Speed Ferrari       + 37 laps
22.  P2     Mailleux/Ordonez/Vernay         Signatech ORECA-Nissan     + 37 laps
23.  GT     Miller/Maassen/Collard          Miller Porsche             + 37 laps
24.  GTE-A  Krohn/Jonsson/Rugolo            Krohn Ferrari              + 39 laps
25.  GTE-A  Bornhauser/Canal/Gardel         Larbre Corvette            + 41 laps
26.  GT     Robertson/Snow/Murry            Robertson Doran Ford       + 44 laps
27.  GTC    Pappas/Bleekemolen/Bleekemolen  Black Swan Porsche         + 48 laps
28.  GTC    Sweedler/Wong/Keen              Alex Job Porsche           + 48 laps
29.  GTC    Ende/Pumpelly/Ludwig            TRG Porsche                + 49 laps
30.  PC     Jeannette/Gonzalez/Junco        CORE Autosport FLM         + 54 laps
31.  GTE-A  Kauffman/Aguas/Bell             AF Corse Ferrari           + 56 laps
32.  P1     Burgess/McMurry/Willman         Autocon Lola-AER           + 58 laps
33.  GTE-A  Giroix/Kauffman/Wainwright      Gulf Aston Martin          + 62 laps
34.  PC     Lux/Julian/Zugel/Grogor         Genoa FLM                  + 67 laps
35.  PC     Bennett/Montecalvo/Dalziel      CORE Autosport FLM         + 70 laps
36.  P2     Nicolet/da Rocha/Lafargue       OAK Pescarolo-Judd         + 70 laps
37.  GT     Ortelli/Makowiecki/Beltoise     Luxury Ferrari             + 78 laps
38.  P2     Tucker/Franchitti/Diaz          Level 5 HPD                + 80 laps
39.  GTE-A  Ehret/Mullen/Wills              CRS Ferrari                + 84 laps
40.  P1     Capello/Kristensen/McNish       Audi                       + 92 laps
41.  P1     Bernhard/Dumas/Fassler          Audi                       + 98 laps
42.  PC     Nicolosi/Boon/Lueders           Performance Tech FLM      + 101 laps

Ritirati

     GTC    von Moltke/Norman/Keating       TRG Porsche                 247 laps
     GT     Rossiter/Mowlem/Hansson         Jetalliance Lotus           237 laps
     GT     Slingerland/Rich/Kasper         Jetalliance Lotus           197 laps
     GTE-A  Lietz/Ried/Bullitt              Proton Porsche              163 laps
     GT     Junqueira/Wilden/James          RSR Jaguar                   92 laps
     P1     Bourdais/Pagenaud/Davidson      Peugeot                      78 laps
     GT     Beretta/Milner/Garcia           Corvette                     76 laps
     P1     Luhr/Graf/Pickett               Muscle Milk Lola-Aston       63 laps
     P1     Al Masaood/Kane/Leitzinger      Dyson Lola-Mazda             29 laps
     GT     Jones/Moran/Lewis               RSR Jaguar                   27 laps

Cosa c’è in TV – Dove si corre il 6 e 7 agosto

 

a cura di Marco Borgo

Ormai le vacanze sono imminenti (per chi non c’è già in ferie…) e gli eventi agonistici ne risentono. Con la F1 e tutto il suo seguito già in vacanza, questo primo week end d’agosto ci riserva l’ottava prova del calendario DTM sul tracciato del Nurburgring, abbinata come di consueto alla Formula 3 continentale.

La F3 Italiana sarà invece di scena sulle Ardenne, assieme alla Formula Abarth, nonché a Superstars, GT sprint e 500 Abarth. Grandi appuntamenti in America con Indycar e American Le Mans Series a Lexington, mentre la Nascar correrà sul tracciato di Pocono.

Sabato 6 agosto

sul web – ore 11.10 – F3 Euroseries, diretta gara 1 dal Nurburgring

RAI Sport 2 – ore 16.00 – F3 Italia, diretta gara 1 da Spa

sul web – ore 18.00 – F3 Euroseries, diretta gara 2 dal Nurburgring

sul web – ore 21.30 – ALMS, diretta gara da Mid-Ohio

Domenica 7 agosto

RAI Sport 2 – ore 9.10 – Gt Sprint, diretta gara 1 da Spa

RAI Sport 2 – ore 10.00 – F3 Italia, diretta gara 2 da Spa

Sky Sport 2 – ore 11.00 – 500 Abarth, replica gara 1 da Spa

sul web – ore 11.10 – F3 Euroseries, diretta gara 3 dal Nurburgring

RAI Sport 2 – ore 11.25 – Superstars, diretta gara 2 da Spa

Nuvolari – ore 11.30 – Formula Abarth, replica gara 1 da Spa

Nuvolari – ore 14.00 – Formula Abarth, diretta gara 2 da Spa

SKY Sport 2 – ore 14.00 – DTM, diretta gara dal Nurburgring

SKY Sport 2 – ore 15.20 – 500 Abarth, diretta gara 2 da Spa

RAI Sport 2 – ore 16.20 – Superstars, diretta gra 2 da Spa

RAI Sport 2 – ore 17.20 – GT Sprint, diretta gara 2 da Spa

Sul web/Sportitalia? – ore 18.00 – Nascar, diretta gara da Pocono

SKY Sport 2/sul web – ore 20.45 – Indycar, diretta gara 2 da Lexington

 

Cosa c’è in TV – Dove si corre il 23 e 24 agosto

Week end da gran premio quello che ci apprestiamo a vivere. Con luglio che ormai se ne sta lentamente andando, la Formula 1 sbarca sul tracciato del Nurburgring, per  il tradizionale Gp di Germania (in alternanza con Hockenheim). Come da tradizione al grande circus si affiancheranno GP2, GP3 e Porsche Supercup. A Brands Hatch sbarca il GT Open, col suo seguito di F3 Open e Formula 2. Come di consueto la rete di riferimento dovrebbe essere Nuvolari anche se possibili dirottamenti su Primocanale sono tuttavia possibili.

Al Salzburgring sbarca l’European Touring car championship, mentre in America non manca il fermento. Concomitanza infatti tra IRL a Edmonton (Canada), American Le Mans Series a Mosport (Canada) e la MotoGP, che sbarca da sola negli States per la tappa sull’impegnativo tracciato di Laguna Seca.

Sabato 23 luglio

RAI 2 – ore 14.00 – F1, diretta qualifiche dal Nurburgring

sul web – ore 14.50 – F2, diretta gara 1 da Brands Hatch

RAI Sport 2 – ore 15.30 – GP2, diretta gara 1 dal Nurburgring

Nuvolari(?) – ore 16.00 – GT Open, diretta gara 1 da Brands Hatch

Nuvolari(?) – ore 17.40 – F3 Open, diretta gara 1 da Brands Hatch

Italia 1 – ore 22.45 – MotoGP, diretta qualifiche da Laguna Seca

Domenica 24 luglio

Eurosport – ore 9.00 – GP3, replica gara 1 dal Nurburgring

Eurosport – ore 9.25 – GP3, diretta gara 2 dal Nurburgring

RAI 2 – ore 10.30 – GP2, diretta gara 2 dal Nurburgring

Eurosport 2 – ore 11.00 – Etcc, diretta gara 1 dal Salzburgring

Eurosport – ore 11.45 – Porsche Supercup, diretta gara dal Nurburgring

Nuvolari(?) – ore 13.05 – F3 Open, diretta gara 2 da Brans Hatch

RAI 1 – ore 14.00 – F1, diretta gara dal Nurburgring

Nuvolari(?) – ore 14.10 – GT Open, diretta gara 2 da Brands Hatch

Eurosport 2 – ore 14.30 – Etcc, diretta gara 2 dal Salzburgring

sul web – ore 15.35 – F2, diretta gara 2 da Brands Hatch

sul web – ore 16.00 – IRL, diretta warm up da Edmonton

Sky Sport 2/sul web – ore 20.30 – IRL, diretta gara da Edmonton

sul web – ore 21.00 – ALMS, diretta gara da Mosport

Italia 1 – ore 23.00 – MotoGP, diretta gara da Laguna Seca

fonte: palinsesti tv online (orari passibili di modifiche)

Cosa c’è in TV – Dove si corre il 9 e 10 luglio

Torna il grande circus della F1 sul rinnovato tracciato di Silverstone. Dopo il week end di Valencia, F1, GP2, GP3 e Porsche Supercup sbarcano sul tracciato inglese che ha visto a tempo di record ricostruita la struttura box tra le curve Club e Abbey. In Italia vi sarà grande fermento sul tracciato di Misano Adriatico, dove le ruote coperte la faranno da padrona. Sbarcano infatti in riviera le due categorie Superstar unite al Ferrari Challenge.

Grande week end invece negli USA con tutte le categorie in pista. L’Indycar sarà di scena a Toronto, mentre la Nascar correrà sul Kentucky Speedway. L’American Le Mans Series correrà invece a Lime Rock, mentre la Grand Am disputerà l’ottava prova del calendario sul circuito di Laguna Seca. Tra le due ruote attenzione puntata alle derivate di serie, con il plotone Superbike impegnato a Brno.

Sabato 9 luglio

RAI 2 – ore 14.00 – F1, diretta qualifiche da Silverstone

RAI Sport 2 – ore 15.30 – GP2, diretta gara 1 da Silverstone

sul web – ore 18.50 – Indycar, diretta qualifiche da Toronto

Domenica 10 luglio

sul web – ore 00.30 – Nascar, diretta gara dal Kentucky Speedway

Eurosport – ore 9.00 – GP3, replica gara 1 da Silverstone

RAI Sport 2 – ore 9.10 – GT Sprint, diretta gara 1 da Misano

Eurosport – ore 9.30 – GP3, diretta gara 2 da Silverstone

RAI 2 – ore 10.30 – GP2, diretta gara 2 da Silverstone

Eurosport 2 – ore 10.30 – Superstock, diretta gara da Brno

Sky Sport 2 – ore 10.30 – Ferrari Challenge, diretta gara 1 da Misano

RAI Sport 2 – ore 11.25 – Superstars, diretta gara 1 da Misano

Eurosport 2 – ore 11.45 – Porsche Supercup, diretta gara da Silverstone

Eurosport/La7 – ore 12.00 – SBK, diretta gara 1 da Brno

Eurosport 2 – ore 13.30 – Supersport, diretta gara da Brno

RAI 1 – ore 14.00 – F1, diretta gara 1 da Silverstone

Sky Sport 3 – ore 14.15 – Ferrari Challenge, diretta gara 2 da Misano

Eurosport 2/La7 – ore 15.30 – SBk, diretta gara 2 da Brno

RAI Sport 1 – ore 16.25 – Superstars, diretta** gara 2 da Misano

RAI Sport 1 – ore 17.30 – GT Sprint, replica gara 2 da Misano

Sky Sport 2/sul web – ore 20.00 – Indycar, diretta gara da Toronto (ore 19.30 speciale pre gara)

**copertura live non assicurata (orari soggetti a possibili modifiche)

Marco Borgo

 

ALMS – ORECA vince a sorpresa la 12 Ore di Sebring

La vittoria nella 59° edizione della 12 Ore di Sebring è andata a sorpresa alla Peugeot 908 HDi del team ORECA guidata da Nicolas Lapierre, Loic Duval e Olivier Panis. La squadra francese è riuscita ad avere la meglio nel finale in una battaglia a tre con la HPD ARX-01 del team Highcroft con Simon Pagenaud, David Brabham e Marino Franchitti, poi seconda, e con la Peugeot ufficiale n.8 guidata da Franck Montagny, Stephane Sarrazin e Pedro Lamy. “E’ stata una grande gara, tutto è andato molto bene“, ha detto Lapierre. “Il piano era quello di rimanere nello stesso giro del leader fino a tre o quattro ore dalla fine. A quel punto abbiamo iniziato a spingere. Siamo stati abbastanza fortunati che non è venuta fuori la safety car più quando abbiamo deciso di spingere.” L’altra Peugeot ufficiale è stata coinvolta in un incidente ad inizio gara con l’Audi n.2, che di fatto ha posto fine alle possibilità di vittoria di entrambe le vetture. L’Audi n.1 ha perso per due volte una gomma, così le due vetture tedesche hanno chiuso al quarto e quinto posto. “L’incidente con Gene ha distrutto la nostra gara e mi ha influenzato mentalmente nel mio ultimo stint. La vettura è stata in grado di andare più veloce, come Tom (Kristensen) Allan (McNish) hanno dimostrato“, ha spiegato Dindo Capello, che era alla guida dell’Audi n.2 al momento dell’incidente. “Guardando il replay dell’incidente in tv, è chiaro che non sono io il responsabile, e solo questo mi fa sentire un po’ più rilassato. Ma vedere la nostra gara sostanzialmente prima di metà gara è una cosa frustrante.”

La vittoria nella classe LMP2 è andata alla Lola-Honda del Level 5 Motorsports guidata da Luis Diaz, Ryan Hunter-Reay e Scott Tucker, che hanno preso la leadership quando la vettura dominatrice della corsa, l’ORECA-Nissan del team Signatech è stata rallentata da problemi al cambio. Nella classe GT è invece arrivata una doppietta per la BMW, con Andy Priaulx, Dirk Muller e Joey Hand che hanno preceduto la vettura gemella di Augusto Farfus, Dirk Werner e Bill Auberlen. L’auto vincente è riuscita a risalire dopo un contatto ad inizio gara con una delle Jaguar che ha causato un testacoda e la foratura di un pneumatico. “La vettura era veramente buona“, ha commentato Hand, autore anche del giro più veloce. “Quando sono salito in macchina per le prove ho pensato: ‘Questa è una macchina che può fare una grande gara.’ Quando è a posto posso andare veloce e farlo per molto tempo. Il Rahal Letterman Lanigan Racing ha lavorato molto bene e macchine sono davvero buone. Hanno fanno tutto al meglio. Le gomme Dunlop erano ottime ad ogni stint e ho avuto dei compagni di squadra ideali.” Al terzo posto ha concluso la Corvette guidata da Olivier Beretta, Antonio Garcia e Tommy Milner, davanti alla vettura gemella di Gavin/Magnussen/Westbrook e alla Ferrari dell’AF Corse di Fisichella/Bruni/Kaffer.

Marco Strazzulla

Cosa c’è in TV – Dove si corre il 2 e 3 ottobre

La prima domenica di ottobre ci riserverà non pochi appuntamenti da seguire in TV o direttamente in pista. Partendo dalle due ruote (per una volta) il motomondiale farà tappa a Motegi per il gran premio del Giappone non disputatosi la passata stagione a causa del blocco aereo causato dal vulcano islandese. A Magny Cours invece le tre classi della serie Superbike scendono in pista per l’ultima tappa stagionale.

Guardando all’America, l’Indycar affronta il Miami Speedway, mentre la Nascar correrà a Kansas city. L’American LeMans Series invece disputerà la tappa di Road Atlanta, parte della Petit Le Mans serie. Si torna poi in Italia (e qui la possibilità di andare direttamente in pista). A Monza si sfideranno i ragazzini dell’European F3 Open, mentre i veterani si daranno battaglia a bordo delle vetture del GT Open e dell’AutoGP (oltre alla Formula 2000light). A Vallelunga invece spazio solo al turismo, con Targa tricolore Porsche, Cayman cup e la divertente Fun cup sul circuito di Campagnano romano.

Sabato 2 ottobre

Italia 1 – ore 6.00 – 125, diretta qualifiche da Motegi

Italia 1 – ore 7.00 – MotoGP, diretta qualifiche da Motegi

Italia 1 – ore 8.10 – Moto2, diretta qualifiche da Motegi

Nuvolari – ore 15.30 – F3 Open, diretta gara 1 da Monza

Nuvolari – ore 16.25 – GT Open, diretta gara 1 da Monza

sul web – ore 17.00 – ALMS, diretta gara da Road Atlanta

sul web – ore 22.00 – IRL, diretta gara dal Miami Speedway

Domenica 3 ottobre

Italia 1 – ore 4.50 – 125, diretta gara da Motegi

Italia 1 – ore 6.15 – Moto2, diretta gara da Motegi

Italia 1 – ore 8.00 – MotoGP, diretta gara da Motegi

Eurosport 2 – ore 10.30 – Superstock, diretta gara da Magny Cours

Nuvolari – ore 11.45 – F3 Open, diretta gara 2 da Monza

Eurosport/La7 – ore 12.00 – SBK, diretta gara 1 da Magny Cours

Nuvolari – ore 12.45 – GT Open, diretta gara 2 da Monza

Eurosport – ore 13.00 – Supersport, diretta gara da Magny Cours

Nuvolari – ore 14.50 – Prototipi, diretta gara da Monza

Eurosport – ore 15.30 – SBK, diretta gara 2 da Magny Cours

sul web – ore 19.00 – Nascar, diretta gara da Kansas City

Marco Borgo

Cosa c’è in TV – Dove si corre il 28 e 29 agosto

Dopo la pausa estiva, ecco che il mondo del motorsport si risveglia, e alla grande. La Formula 1 sbarca in Belgio, su quello che molti considerano la pista più bella del mondo: Spa Franchorchamps. Assieme alla Formula 1, come di consueto, GP2, GP3 e Porsche Supercup. Si torna poi in Italia, dove sul tracciato di Varano de’ Melegari si svolgono i campionati ACI-CSAI. Spazio dunque a Formula Abarth, Formula 3, Superstars GT, 500 Abarth e Prototipi.

Fuori dalle piste, l’IRC affronta la nona tappa stagionale sulle strade ceche che compongo il Barum Rally. Per gli amici delle due ruote appuntamento a Indianapolis, con tutte e tre le categorie mondiali in pista sull’ovale più grande d’america. Sul web sarà invece possibile seguire in diretta gli streaming dell’Indycar da Joliet, del FIA GT1 dal Nurburgring e dell’American Le Mans Series da Mosport (fare riferimento ai siti ufficiali).

Sabato 28 agosto

RAI 2 – ore 14.00 – F1, diretta qualifiche da Spa

Eurosport  – ore 15.00 – IRC, diretta Ps del Barum Rally

RAI Sport 2 – ore 15.40 – GP2, diretta gara 1 da Spa

Italia 1 – ore 18.55 – 125, diretta qualifiche da Indianapolis

Eurosport 2 – ore 19.00/21.00 – Sintesi day 1 Barum Rally

Italia 1 – ore 19.55 – Moto2, diretta qualifiche da Indianapolis

Italia 1 – ore 21.10 – MotoGP, diretta qualifiche da Indianapolis

Domenica 29 agosto

sul web – ore 1.00 – Indycar, diretta gara da Joliet

Eurosport – ore 9.00 – GP3, replica gara 1 da Spa

Sky sport 2 – ore 9.00 – 500 Abarth, diretta gara 1 da Varano

Eurosport – ore 9.30 – GP3, diretta gara 2 da Spa

Nuvolari – ore 9.50 – Formula Abarth, diretta gara 1 da Varano

sul web – ore 10.15 – FIA GT1, diretta warm up dal Nurburgring

RAI 2 – ore 10.30 – GP2, diretta gara 2 da Spa

Nuvolari – ore 10.40 – Superstars GT, diretta gara 1 da Varano

Nuvolari – ore 11.30 – Formula 3, diretta gara 1 da Varano

Eurosport – ore 11.45 – Porsche Supercup, diretta gara da Spa

Nuvolari – ore 12.20 – Prototipi, diretta gara da Varano

Eurosport – ore 12.30/22.00 – Sintesi day 2 Barum rally

RAI 1 – ore 14.00 – F1, diretta gara da Spa

Nuvolari – ore 14.50 – Formula Abarth, diretta gara 2 da Varano

sul web – ore 15.15 – FIA GT1, diretta gara dal Nurburgring

Nuvolari – ore 15.40 – Superstars GT, diretta gara 2 da Varano

Nuvolari – ore 16.30 – Formula 3, diretta gara 2 da Varano

Sky sport 2 – ore 17.00 – 500 Abarth, replica gara 2 da Varano

Canale 5 – ore 17.45 – 125, diretta gara da Indianapolis

Canale 5 – ore 19.15 – Moto2, diretta gara da Indianapolis

Canale 5 – ore 20.30 – MotoGP, diretta gara da Indianapolis

sul web – ore 21.00 – ALMS, diretta gara da Mosport

Marco Borgo