Tag: Barcelona

Renault Alps – Barcellona, Libere: la Prema batte tutti

a cura di Marco Borgo

Alla sua seconda partecipazione al campionato di Formula Renault Alps, e di ritorno dalla trasferta del Nec a Spa a cui hanno preso parte per proseguire il lavoro di sviluppo e messa a punto delle vetture, il team vicentino Prema Powerteam ha comandato le libere sul circuito di Barcellona, sede della tappa conclusiva della stagione 2012.

Il brasiliano Bruno Bonifacio ha infatti preceduto il compagno Luca Ghiotto sulla pista catalana, relegando gli inseguitori ad oltre tre decimi. Terzo posto per Victor Franzoni, leader nella mattinata con la pista bagnata. Dietro al brasiliano troviamo lo svizzero Michael Heche del team BVM, anche quest’ultimo al debutto nell’Alps così come la Cram di Giorgio Roda e l’AV Formula che schiera tre vetture.

Mossa davvero impeccabile quella dell’organizzazione: ospitando sulla stessa pista sia Alps ed Eurocup a cui molti concorrono parallelamente, ha impedito agli iscritti all’europeo di prendere parte alle libere dell’Alps, evitando così favoritismi e concedendo a tutti due uniche sessioni di libere (e non quattro per quelli iscritti anche all’Eurocup).

Barcellona, Libere (riepilogativa)

1. Bruno Bonifacio – Prema Powerteam – 1’46.248
2. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 0.129
3. Victor Franzoni – Koiranen Motorsport – 0.318
4. Michael Heche – BVM Target – 0.433
5. Gabriel Casagrande – Mark Burdett Motorsport – 0.724
6. Stefano De Val – GSK Motorsport – 0.986
7. Emanuele Zonzini – AV Formula – 1.011
8. Tristan Papavoine – Arta engineering – 1.385
9. Tatiana Calderon – AV Formula – 1.431
10. Nicola De Val – GSK Motorsport – 1.532
11. Giorgio Roda – Cram competition – 2.273
12. Alexey Chuklin – Team Torino – 2.479
13. Gustavo Lima – Koiranen Motorsport – 2.491
14. Denis Nagulin – AV Formula – 3.069
15. Alex Bosak – One racing – 3.610
16. Alex Abogado – Team Torino – 4.473
17. Andrea Baiguera – Brixia – 4.585
18. Patrick Kujala – Koiranen Motorsport – senza tempo*
19. Esteban Ocon – Koiranen Motorsport – senza tempo*
20. Daniil Kvyat – Koiranen Motorsport – senza tempo*
21. Stefan Wackerbauer – Koiranen Motorsport – senza tempo*
22. Hans Villemi – Koiranen Motorsport – senza tempo*
23. Alex Loan – Arta engineering – senza tempo*
24. Aurelien Panis – RC Formula – senza tempo*
25. Oscar Tunjo – Tech1 racing – senza tempo*
26. Roman Mavlanov – Tech1 racing – senza tempo*
27. Alexander Albon – Epic racing – senza tempo*
28. Konstantin Tereshchenko – Interwetten – senza tempo
29. Guilherme Silva – Interwetten – senza tempo*
30. William Vermont – Arta enginering – senza tempo*
31. Leo Roussel – Arta engineering – senza tempo*
32. Norman Nato – RC Formula – senza tempo*
33. Felipe Fraga – Tech1 racing – senza tempo*
34. Paul-loup Chatin – Tech1 racing – senza tempo*

*Senza tempo: piloti iscritti anche al campionato europeo

WTCC – Terminati i test sul circuito di Barcelona

Il circuito del Montmelo ha ospitato una breve sessione di test che ha visto scendere in pista i team ufficiali Chevrolet, Seat e Volvo. Si è trattato di uno degli ultimi test in vista del debutto stagionale previsto il 20 marzo sul circuito brasiliano di Curitiba. Tutti i partecipanti hanno presentato numerose novità tecniche, riguardanti soprattutto i nuovi motori turbo 1.6. Non sono stati comunicati i rilievi cronometrici ufficiali.

I campioni in carica della Chevrolet si sono presentati con due Cruze ufficiali affidate al campione in carica Yvan Muller e a Rob Huff. Presente anche una terza vettura, equipaggiata con il motore 2.0 aspirato, preparata dalla filiale svedese della casa americana. Il lavoro si è concentrato soprattutto sulla messa a punto del nuovo motore turbo 1.6 in configurazione 2011. Pur leggermente contrariato dal numero limitato di test da effettuare prima dell’inizio della stagione agonistica, il campione del mondo Yvan Muller si dichiara ottimista: “Ho avuto delle buone sensazioni, ma fino ad ora quattro sessioni di test sono poche se consideriamo di dover far fronte a una nuova macchina e a dei nuovi regolamenti. Con il motore turbo, la Chevrolet è molto simile alla SEAT in termini di guidabilità e set-up”.

Sul circuito di casa la Seat ha provato quattro Leon Tdi schierate dal team ufficiale SunRed Engineering. In pista i confermati Tarquini e Monteiro che hanno approfittato di questo breve test per portare avanti lo sviluppo delle vetture spagnole. Oltre ai due veterani hanno girato anche Paul Ip e Pepe Oriola. Ip, pilota di Hong Kong lo scorso anno impegnato nell’Asian Gt Championship, ha svolto questo test per valutare un eventuale partecipazione al WTCC. Confermato invece il giovane spagnolo classe 1994 Pepe Oriola, al debutto assoluto lo scorso anno nella Seat Leon Eurocup dove ha ottenuto tre vittorie guidando una vettura schierata dal Monlau Competicion.

Presenti anche gli svedesi del Polestar Racing che sulla pista catalana hanno fatto girare due Volvo C30 equipaggiate con il motore 2.0 aspirato, il nuovo turbo 1.6 verrà proposto solo a stagione inoltrata. Al volante il driver ufficiale Robert Dahlgren e l’esperto James Thompson che nel 2011 prenderà parte al Stcc, il campionato scandinavo per vetture turismo. Dahlgren, che già nel 2010 ha partecipato come wild-card a un paio di tappe del Wtcc, quest’anno disputerà l’intero campionato e dopo la “due-giorni” di test dichiara: “Abbiamo ancora molto lavoro da fare. Non vediamo l’ora di passare al turbo, anche se non sappiamo ancora quando sarà possibile”.

Silvano Taormina

Il circuito del Montmelo ha ospitato una breve sessione di test che ha visto scendere in pista i team ufficiali Chevrolet, Seat e Volvo. Si è trattato di uno degli ultimi test in vista del debutto stagionale previsto sul circuito brasiliano di Curitiba il 20 marzo. Tutti i partecipanti hanno presentato numerose novità tecniche, riguardanti soprattutto i nuovi motori turbo 1.6. Non sono stati comunicati i rilievi cronometrici ufficiali.

I campioni in carica della Chevrolet si sono presentati con due Cruze ufficiali affidate al campione in carica Yvan Muller e a Rob Huff. Presente anche una terza vettura, equipaggiata con il motore 2.0 aspirato, preparata dalla filiale svedese della casa americana. Il lavoro si è concentrato soprattutto sulla messa a punto del nuovo motore turbo 1.6 in configurazione 2011. Pur leggermente contrariato dal numero limitato di test da effettuare prima dell’inizio della stagione agonistica, il campione del mondo Yvan Muller si dichiara ottimista: “Ho avuto delle buone sensazioni, ma fino ad ora quattro sessioni di test sono poche se consideriamo di dover far fronte a una nuova macchina e a dei nuovi regolamenti. Con il motore turbo, la Chevrolet è molto simile alla SEAT in termini di guidabilità e set-up”.

La Seat si è presentata sul circuito di casa con quattro Leon Tdi schierate dal team ufficiale SunRed Engineering. In pista i confermati Tarquini e Monteiro che hanno approfittato di questo breve test per portare avanti lo sviluppo delle vetture spagnole. Oltre ai due veterani hanno girato anche Paul Ip e Pepe Oriola. Ip, pilota di Hong Kong lo scorso anno impegnato nell’Asian Gt Championship, ha svolto questo test per valutare un eventuale partecipazione al WTCC. Confermato invece il giovane spagnolo classe 1994 Pepe Oriola, al debutto assoluto lo scorso anno nella Seat Leon Eurocup dove ha ottenuto tre vittorie guidando una vettura schierata dal Monlau Competicion.

Presenti anche gli svedesi del Polestar Racing che sulla pista catalana hanno fatto girare due Volvo C30 equipaggiate con il motore 2.0 aspirato, il nuovo turbo 1.6 verrà proposto solo a stagione inoltrata. Al volante il driver ufficiale Robert Dahlgren e l’esperto James Thompson che nel 2011 prenderà parte al Stcc, il campionato scandinavo per vetture turismo. Dahlgren, che già nel 2010 ha partecipato come wild-card a un paio di tappe del Wtcc, quest’anno disputerà l’intero campionato e dopo la “due-giorni” di test dichiara: “Abbiamo ancora molto lavoro da fare. Non vediamo l’ora di passare al turbo, anche se non sappiamo ancora quando sarà possibile”.

Formula Uno – Barcellona, Prove Libere 2: La Red Bull replica alla McLaren

Dopo l’1-2 del Team McLaren nella sessione mattutina, è il turno della Red Bull a mettersi davanti a tutti con entrambe le vetture.

Sebastian Vettel ottiene il miglior tempo, l’unico sotto il muro del 1:20, in 1:19.965 distanziando il compagno di squadra di 2 decimi.

Si riconferma in terza posizione Michael Schumacher, che dal duo Red Bull si prende otto decimi da Vettel e sei da Webber; il tedesco guida un gruppo di vetture, dalla terza all’undicesima posizione, tutte racchiuse in un secondo.

Subito dietro al sette volte campione del mondo, Fernando Alonso; la Ferrari si trova molto meglio con il compound soft, soffrendo maggiormente con le gomme dure.

Quinto posto per Hamilton, davanti a Kubica, Rosberg, Massa, Button e Sutil.

La sessione è stata sospesa per l’incidente di Nico Hülkenberg, finito a sbattere contro le barriere nelle fasi iniziali, richiedendo l’esposizione della bandiera rossa ed il rientro di tutti i piloti nei box.

Problemi anche per Alguersuari costretto a parcheggiare, a tre minuti dal termine, la propria monoposto sull’erba per un problema tecnico.

Vincenzo Carlesimo

Classifica Prove Libere 2 Tempo Distacco Giri
1. Sebastian Vettel (Red Bull-Renault) 1:19.965 24
2. Mark Webber (Red Bull-Renault) 1:20.175 + 0.210 35
3. Michael Schumacher (Mercedes) 1:20.757 + 0.792 28
4. Fernando Alonso (Ferrari) 1:20.819 + 0.854 30
5. Lewis Hamilton (McLaren-Mercedes) 1:21.191 + 1.226 23
6. Robert Kubica (Renault) 1:21.202 + 1.237 36
7. Nico Rosberg (Mercedes) 1:21.271 + 1.306 27
8. Felipe Massa (Ferrari) 1:21.302 + 1.337 25
9. Jenson Button (McLaren-Mercedes) 1:21.364 + 1.399 26
10. Adrian Sutil (Force India-Mercedes) 1:21.518 + 1.553 32
11. Pedro de la Rosa (Sauber-Ferrari) 1:21.672 + 1.707 37
12. Vitantonio Liuzzi (Force India-Mercedes) 1:21.904 + 1.939 32
13. Kamui Kobayashi (Sauber-Ferrari) 1:21.931 + 1.966 29
14. Sébastien Buemì (Toro Rosso-Ferrari) 1:22.184 + 2.219 37
15. Rubens Barrichello (Williams-Cosworth) 1:22.192 + 2.227 33
16. Vitaly Petrov (Renault) 1:22.435 + 2.470 35
17. Jaime Alguersuari (Toro Rosso-Ferrari) 1:22.449 + 2.484 34
18. Nico Hülkenberg (Williams-Cosworth) 1:23.765 + 3.800 7
19. Jarno Trulli (Lotus-Cosworth) 1:24.209 + 4.244 26
20. Heikki Kovalainen (Lotus-Cosworth) 1:24.894 + 4.929 22
21. Lucas di Grassi (Virgin-Cosworth) 1:25.066 + 5.101 30
22. Karun Chandhok (HRT-Cosworth) 1:25.972 + 6.007 23
23. Bruno Senna (HRT-Cosworth) 1:26.152 + 6.187 25
24. Timo Glock (Virgin-Cosworth) 1:26.596 + 6.631 21

F1-Spagna,cronaca gara: Brawn pigliatutto

barrichello_spagna

BARCELONA 10.05.2009 E’ una Brawn pigliatutto quella che oggi al Montmelò ha chiuso con una doppietta fantastica, simbolo di una vettura forte, di una squadra organizzata, di uno stratega mostruoso. Sì perché dietro questo successo di Button c’è ancora la mano di Ross, che con un gioco di soste relega Barrichello al secondo posto facilitando la vittoria dell’inglese di turno. Leggi tutto

Formula Uno- Barcellona Prove Libere 1: Button è il più veloce

button1

Nonostante siano arrivati a Barcellona, importanti miglioramenti aerodinamici della Ferrari, McLaren, Bmw e Renault, è ancora Jenson Button a realizzare il miglior tempo.

L’inglese dalla Brawn Gp ottiene un 1:21.799 dimostrando di essere il pilota più in forma in questo momento.

Dietro il leader del mondiale si posiziona Jarno Trulli che precede le due Bmw di Kubica ed Heidfeld, rispettivamente terzo e quarto.

Quinta e sesta posizione le due Williams di Nakajima e Rosberg, settimo posto per Piquet che, come sempre, al venerdì gira piuttosto scarico lasciando l’incarico di tester ad Alonso, con lo spagnolo che chiude solo in diciassettesima posizione.

Le Ferrari chiudono al nono posto con Felipe Massa e undicesimo Kimi Raikkonen, distanziate tra loro di solo 18 millesimi.

Il finlandese campione del mondo 2007 ha testato il nuovo telaio, compresa la nuova ala anteriore, riuscendo a girare sui ritmi del compagno di squadra.

La Red Bull non è riuscita a trovare la giusta combinazione dei pesi, è sempre molto veloce nel primo settore per poi perdere nel secondo e nel terzo settore e chiude al dodicesimo posto con Vettel, autore anche di un dritto per un po’ di sottosterzo e tredicesimo con Webber.

Il campione del mondo Lewis Hamilton chiude al quattordicesimo posto, con il compagno di squadra Kovalainen diciannovesimo.

Vincenzo Carlesimo

Sessione Classifica Prove Libere 1: Tempo Distacco Giri
1. Jenson Button (Brawn-Mercedes) 1:21.799 21
2. Jarno Trulli (Toyota) 1:22.154 + 0.355 30
3. Robert Kubica (BMW-Sauber) 1:22.221 + 0.422 24
4. Nick Heidfeld (BMW-Sauber) 1:22.658 + 0.859 14
5. Kazuki Nakajima (Williams-Toyota) 1:22.659 + 0.860 24
6. Nico Rosberg (Williams-Toyota) 1:22.667 + 0.868 26
7. Nelson Piquet (Renault) 1:22.753 + 0.954 24
8. Timo Glock (Toyota) 1:22.828 + 1.029 29
9. Felipe Massa (Ferrari) 1:22.855 + 1.056 15
10. Rubens Barrichello (Brawn-Mercedes) 1:22.859 + 1.060 24
11. Kimi Raikkonen (Ferrari) 1:22.873 + 1.074 20
12. Mark Webber (Red Bull-Renault) 1:22.934 + 1.135 25
13. Sebastian Vettel (Red Bull-Renault) 1:22.959 + 1.160 24
14. Lewis Hamilton (McLaren-Mercedes) 1:23.077 + 1.278 21
15. Sébastien Bourdais (Toro Rosso-Ferrari) 1:23.088 + 1.289 30
16. Giancarlo Fisichella (Force India-Mercedes) 1:23.089 + 1.290 25
17. Fernando Alonso (Renault) 1:23.157 + 1.358 18
18. Sébastien Buemi (Toro Rosso-Ferrari) 1:23.185 + 1.386 31
19. Heikki Kovalainen (McLaren-Mercedes) 1:23.522 + 1.723 17
20. Adrian Sutil (Force India-Mercedes) 1:23.536 + 1.737 19

F1:”Kimi alla conquista, Alonso alla riscossa!”

000000001.jpg

BARCELLONA 26.04.2008 Ce lo eravamo predetti in questi giorni antecedenti al gp, e puntualmente le conferme sono arrivate, proprio come le emozioni che nascono dalla Spagna latina e si diffondono a macchia d’olio in tutto il mondo. Capita così che una quasi pole di Zorro Alonso quando meno te lo aspetti, faccia scalpore, rendendo l’attesa per domani una proverbiale corsa contro il tempo, magari alla ricerca del biglietto per la corsa, o alla ricerca di una tv libera per apprezzare le gesta di Zorro&Tornando miracolosamente risolti al ritorno in terra iberica.
Ovviamente questo discorso varrebbe qualora ci trovassimo in Spagna, ma fino a prova contraria noi siamo italiani, e per tutti, o quasi, questa è si una impresa, ma non da tenere d’occhio con tutto questo interesse nazionale. Badando appunto a tale interesse nazionale è possibile notare la Ferrari di Kimi Raikkonen in prima posizione, dopo un giro perfetto da 1’21”813, utile a far sobbalzare dal divano tutti quei fan rossi che non avrebbero comunque digerito una pole di Zorro nella sua terra natia. L’unica terra che al momento non sembra prestare tutto questo interesse al gp spagnolo sembra la Gran Bretagna vista la terza fila conquistata, se così si può dire, dalla McLaren al termine della sessione ufficiale di qualifiche. Leggi tutto

Scommettiamo che… : Preview Spagna

pre_barcellona.jpg

BARCELLONA 25.04.2008 Dopo tre settimane di agonia lo show della Formula Uno torna ad ammaliare e suggestionare il pubblico mondiale, in particolare quello latino-iberico, nello specifico quello di Barcellona visto che da quest’anno anche Valencia avrà un suo gran premio: quello d’Europa. E pensare che fino allo scorso anno non potevano esserci due Gp nella stessa nazione…
Comunque analizzando questo Gp dal punto di vista “economico” non poteva mancare il solito appuntamento con Scommettiamo che, la rubrica sulle scommesse. Leggi tutto

Michael non perde il vizio…di vincere!

0jr1gbdq-400×280.jpg

Accade raramente che un campione di uno sport tenti di cambiare disciplina e ottenga buoni risultati. Ci ha provato Valentino Rossi qualche anno fa, provando la Ferrari. Ci sta provando, con le moto, dal giorno del suo ritiro, Michael Schumacher.
Sicuramente a Michelone le corse mancano. I test di Barcellona ne sono stati una prova, ma oggi ci ritroviamo ad esaminare la sua prima vittoria, avvenuta nel week-end pasquale, in una gara semiufficiale di…moto!
Leggi tutto