Tag: Kvyat

F1 – Shanghai Prove Libere 1: Alonso il più veloce davanti a Rosberg, Räikkönen resta a guardare dai box per un guasto tecnico

ShanghaiFP1_Alonso

Nelle prime libere del Gran Premio di Cina, a Shanghai, la Ferrari, dopo le dimissioni inattese di Stefano Domenicali, conquista il miglior tempo con Fernando Alonso proprio davanti agli occhi nel nuovo leader della squadra Marco Mattiacci; sfortunatamente per il nuovo team principal però, dall’altra parte del box, Kimi Räikkönen ha dovuto assistere gli altri 21 piloti girare restando ai box per un guasto tecnico.

I tifosi comunque per la prestazione odierna non devono sognare molto, anche in Bahrain lo spagnolo sembrava poter lottare con le Mercedes e la gara poi ha dimostrato tutto il contrario, le libere vanno prese ed analizzate a seconda della strategia delle varie squadre; in ogni modo sembra che la Rossa stia piano piano facendo progressi per avvicinarsi ai team concorrenti ed almeno Alonso nelle libere riesce a competere, ma in qualifica e gara si riporta in genere sui livelli del compagno di squadra che sta ancora cercando di interpretare questa monoposto.

La Mercedes resta lì con Nico Rosberg che chiude alle spalle dell’asturiano, più in difficoltà invece Hamilton, il quale ha sofferto in questa sessione mattutina anche qualche problema di affidabilità alle sospensioni e per questo non è riuscito a far meglio dell’ottava posizione; positiva ancora una volta la prestazione di Ricciardo (3°) e della McLaren che ottiene la quarta posizione con Button e la sesta con Magnussen, a sandwich tra i due il solito Nico Hülkenberg che vuole riprendersi il grado di capitano della squadra dopo il podio ottenuto da Perez nella scorsa gara.

Williams un po’ indietro rispetto agli altri, 9° Massa e Nasr(che sostituiva Bottas) 13° rispetto alla gran gara disputata in Bahrain sembra che gli altri team abbiamo conquistato un po’ di vantaggio su di loro, ma essendo solo al venerdì è difficile dirlo con certezza.

La sessione è iniziata con un testacoda di Maldonado che distratto continua a girare dopo aver completato la curva toccando l’erba e girandosi come un dilettante, stava controllando qualcosa sul volante ma da un pilota di F1 certe distrazioni non te le aspetti, tutti gli altri competano l’installation lap tranne Bianchi e Räikkönen fermati da un guasto tecnico sulle loro macchine.

Il primo a completare un giro veloce è Jenson Button che si porta davanti con Button (1:42.482) seguito dal compagno di squadra Magnussen(1:42.695); scendono in pista anche le Mercedes con Rosberg che ottiene un 1:41.063 ed Hamilton 1:42.142, tra i due s’intromette Alonso(1:41.435) che risale secondo.

Sia Rosberg sia Alonso continuano a spingere abbassano ulteriormente i loro tempi, 1:40.840 per il tedesco e 1:41.304 per lo spagnolo, il pilota Ferrari si migliora poi nettamente balzando in testa con un tempo di 1:39.783 mentre il suo compagno di squadra rinuncia a girare perché il guasto è più grave del previsto; migliorano anche Lewis Hamilton(1:41.560), Hülkenberg(1:41.865) e Massa(1:41.976), scendendo anche loro sotto il muro del 1:42.

Mentre Kvyat sbaglia la percorrenza della curva 1 toccando l’erba e finendo in testacoda, arrivano sul tracciato anche le Red Bull: 1:41.629 per il 4 volte campione del mondo, battuto però da Ricciardo che ottiene un 1:40.772; c’è il tempo solo per l’ultimo miglioramento di Rosberg che si porta a 4 decimi da Alonso ma resta secondo e di assistere ad un altro testacoda del pilota russo della Toro Rosso, questa volta alla curva 14, che evidentemente non gradisce molto questo tracciato.

Disgressione fuori pista anche per Gutierrez alla curva 1, il messicano entra fortissimo e non riesce a curvare ed approfitta dell’asfalto al di là del cordolo per rallentare e riprendere la giusta traiettoria.

Si chiudono così le prime libere con Alonso che precede Rosberg e Ricciardo, nella sessione pomeridiana i piloti proveranno le gomme soft e il passo gara ed avremo sicuramente indicazioni migliori sui reali valori in pista qui a Shanghai.

Vincenzo Carlesimo

Pos Num Pilota Team Tempo Distacco Giri
1 14 Fernando Alonso Ferrari 1:39.783 20
2 6 Nico Rosberg Mercedes 1:40.181 + 0.398 16
3 3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault 1:40.772 + 0.989 23
4 22 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:40.970 + 1.187 23
5 27 Nico Hülkenberg Force India-Mercedes 1:41.175 + 1.392 16
6 20 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes 1:41.366 + 1.583 20
7 25 Jean-Eric Vergne STR-Renault 1:41.505 + 1.722 26
8 44 Lewis Hamilton Mercedes 1:41.560 + 1.777 9
9 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:41.629 + 1.846 19
10 19 Felipe Massa Williams-Mercedes 1:41.699 + 1.916 14
11 26 Daniil Kvyat STR-Renault 1:41.977 + 2.194 23
12 8 Romain Grosjean Lotus-Renault 1:42.090 + 2.307 24
13 40 Felipe Nasr Williams-Mercedes 1:42.265 + 2.482 13
14 36 Giedo van der Garde Sauber-Ferrari 1:42.615 + 2.832 16
15 11 Sergio Perez Force India-Mercedes 1:42.733 + 2.950 13
16 13 Pastor Maldonado Lotus-Renault 1:43.731 + 3.948 22
17 10 Kamui Kobayashi Caterham-Renault 1:44.038 + 4.255 16
18 21 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 1:44.162 + 4.379 17
19 17 Jules Bianchi Marussia-Ferrari 1:44.270 + 4.487 7
20 4 Max Chilton Marussia-Ferrari 1:44.782 + 4.999 20
21 9 Marcus Ericsson Caterham-Renault 1:44.835 + 5.052 22
22 7 Kimi Räikkönen Ferrari Nessun Tempo 1

F1 – Interlagos Prove Libere 1: Rosberg il più veloce con la pioggia, gran prova di Kvyat (8°)

InterlagosFP1_Rosberg

A cura di Vincenzo Carlesimo

La prima sessione di libere ad Interlagos sorride alla Mercedes, la vettura di Stoccarda, infatti, piazza Nico Rosberg davanti a tutti seguito da Lewis Hamilton; ottima la prestazione del neo acquisto della Toro Rosso Daniil Kvyat che, nonostante le condizioni di pista bagnata, ha dimostrato di aver talento chiudendo in ottava posizione.

Il clima variabile caratterizza spesso la gara qui in Brasile e anche quest’anno sembra rispettare la tradizione, è sempre difficile per i team trovare il giusto compromesso ed interpretare al meglio come regolare il set-up in funzione se pioverà o meno.

La maggior parte dei piloti hanno avuto dei problemi, con Gutierrez autore di un testacoda e dei controlli Rallystici ma anche Sebastian Vettel ha avuto un paio di escursioni di pista nonostante la Red Bull abbia una gran trazione anche in queste condizioni climatiche molto difficili.

Il quattro volte campione del mondo nel finale ha strappato la terza posizione a Jenson Button, l’inglese del team McLaren precede Fernando Alonso e l’altra Red Bull, quella di Mark Webber.

Alle spalle della seconda vettura del team di Woking, Perez, c’è Daniil Kvyat; il russo di Roma inizia a prendere sempre più confidenza con la Toro Rosso e sembra davvero in grado di non far rimpiangere Daniel Ricciardo che passerà alla Red Bull nel 2014, esser così davanti sul bagnato dimostra comunque di aver talento e chissà che non sia lui l’erede di Vettel quando il tedesco deciderà di cambiare team, magari per finire la carriera in Ferrari.

Come già successo ad Austin, Heikki Kovalainen fa meglio di Romain Grosjean nella prima sessione chiudendo alle spalle del pilota Toro Rosso in nona posizione, mentre il francese è tredicesimo; completa la top ten Nico Hülkenberg che termina appena davanti a Felipe Massa alla sua ultima gara vestito di Rosso e al compagno di scuderia Esteban Gutierrez.

Il brasiliano corre in casa e tenterà di dare un’ultima soddisfazione al team di Maranello magari aiutando la squadra a far meglio della Mercedes per ottenere il secondo posto nel campionato Costruttori, ma con il risultato di questa sessione mattutina la vettura di Stoccarda sembra in netto vantaggio sulla Ferrari.

Siamo solo alla prima sessione di libere e con un clima così particolare, tutto può succedere!

Trovi altri articoli qui: Facebook/Twitter: @Vincy85

Pilota Team Tempo Distacco Giri
1. Nico Rosberg Mercedes 1:24.781 14
2. Lewis Hamilton Mercedes 1:25.230 + 0.449 13
3. Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:25.387 + 0.606 17
4. Jenson Button McLaren-Mercedes 1:25.391 + 0.610 25
5. Fernando Alonso Ferrari 1:25.593 + 0.812 13
6. Mark Webber Red Bull Racing-Renault 1:25.797 + 1.016 17
7. Sergio Perez McLaren-Mercedes 1:25.946 + 1.165 15
8. Daniil Kvyat STR-Ferrari 1:26.064 + 1.283 17
9. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1:26.133 + 1.352 31
10. Nico Hülkenberg Sauber-Ferrari 1:26.232 + 1.451 17
11. Felipe Massa Ferrari 1:26.248 + 1.467 15
12. Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 1:26.326 + 1.545 28
13. Romain Grosjean Lotus-Renault 1:26.570 + 1.789 28
14. Jean-Eric Vergne STR-Ferrari 1:26.593 + 1.812 22
15. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1:27.115 + 2.334 25
16. Valtteri Bottas Williams-Renault 1:27.269 + 2.488 23
17. Pastor Maldonado Williams-Renault 1:27.358 + 2.577 23
18. James Calado Force India-Mercedes 1:27.436 + 2.655 9
19. Giedo van der Garde Caterham-Renault 1:28.107 + 3.326 18
20. Charles Pic Caterham-Renault 1:28.199 + 3.418 17
21. Jules Bianchi Marussia-Cosworth 1:30.004 + 5.223 24
22. Rodolfo Gonzalez Marussia-Cosworth 1:32.646 + 7.865 19
GP3

GP3 – Test Estoril, Day 2: Carlos Sainz jr rimane al comando

2013 GP3 Series Testing. Estoril, Portugal. Thursday 21st February 2013. Day 2. Carlos Sainz Jr (ESP, MW Arden). Action. Photo: Alastair Staley/GP3 Series Media Serviceref: _R6T0341

a cura di Marco Borgo

Carlos Sainz jr rimane saldamente al comando della classifica dei test invernali della GP3 series sul circuito portoghese di Estoril. Dopo la leadership segnata ieri, oggi il figlio d’arte si è ripetuto con la vettura del team Arden, portandola nuovamente in cima alla classifica di fine giornata. Secondo assoluto è l’italiano Giovanni Venturini, sulla vettura del team Trident che aveva già saggiato durante la stagione scorsa. Ancora tra i primissimi Tio Ellinas, portacolori del team Manor, terzo all’imbrunire.

Quarto tempo per Conor Daly, l’americano pilota del team ART, che ha fatto siglare la miglior prestazione nel team di Nicolas Todt. Quinto è Daniil Kvyat, che al debutto nella giornata di ieri aveva subito impressionato seguendo Sainz in cima alla classifica generale. Dietro al russo ha chiuso Kevin Korjus, l’estone che sembra stia ritrovando il bandolo della matassa per raddrizzare la sua carriera.

Ottavo tempo per il leader della sessione mattutina, David Fumanelli, che nel pomeriggio ha dovuto cedere il passo allo svizzero Alex Fontana, da pochi giorni nel programma giovani piloti Lotus. Chiudono la top ten il duo ART  Jack Harvey-Facundo Regalia. Bene l’esordiente Patrick Kujala con Koiranen seguito da Nick Yelloly ed Emanuele Zonzini. Risale alcune posizioni la venezuelana Samin Gomez, mentre Vicky Piria sta affinando la vettura del team Manor.

Test Estoril, Day 2

1. Carlos Sainz Jr – MW Arden – 1’27.654
2. Giovanni Venturini – Trident – 1’27.939
3. Tio Ellinas – Manor – 1’27.971
4. Conor Daly – ART – 1’28.026
5. Daniil Kvyat – MW Arden – 1’28.071
6. Kevin Korjus – Koiranen – 1’28.151
7. Alex Fontana – Jenzer – 1’28.156
8. David Fumanelli – Trident – 1’28.261
9. Jack Harvey – ART – 1’28.517
10. Facu Regalia – ART – 1’28.722
11. Patrick Kujala – Koiranen – 1’28.729
12. Nick Yelloly – Carlin – 1’28.734
13. Emanuele Zonzini – Trident – 1’28.787
14. Dino Zamparelli – Manor – 1’29.045
15. Aaro Vainio – Koiranen – 1’29.191
16. Robert Visoiu – MW Arden – 1’29.342
17. Samin Gomez – Jenzer – 1’29.556
18. Roberto La Rocca – Bamboo – 1’29.570
19. Jimmy Eriksson – Status – 1’29.574
20. Josh Webster – Status – 1’29.640
21. Ethan Ringel – Bamboo – 1’29.748
22. Eric Lichtenstein – Carlin – 1’29.768
23. Patric Niederhauser – Jenzer – 1’29.808
24. Melville McKee – Status – 1’30.241  (pomeriggio)
25. Vicky Piria – Manor – 1’30.383
26. Lewis Williamson – Bamboo – 1’30.408 (mattino)
27. Luis Sa Silva – Carlin – 1’30.425
28. Adderly Fong – Status GP – 1’30.987 (mattino)
29. Ryan Cullen – Bamboo – 1’31.347  (pomeriggio)

GP3

GP3 – Test Estoril, Day 1: Sainz e Kvyat tengono alti i colori Red Bull anche in GP3 series

2013 GP3 Series Testing. Estoril, Portugal. Wednesday 20th February 2013. Day 1. Carlos Sainz Jr (ESP, MW Arden). Action. Photo: Alastair Staley/GP3 Series Media Serviceref: _R6T8630

a cura di Marco Borgo

Si è aperta ufficialmente la stagione 2013 nel segno della Red Bull: stiamo parlando però della GP3 series e non della Formula 1! E’ questo il responso della prima giornata di test sul tracciato portoghese dell’Estoril, dove le nove squadre hanno più che altro effettuato il primo shakedown delle vetture con la nuova configurazione aerodinamica e soprattutto dotate del nuovo propulsore, più potente del precedente.

Come dicevamo, la Red Bull ha primeggiato grazie ai suoi due giovani piloti emergenti, Carlos Sainz jr e Daniil Kvyat. Il primo, spagnolo figlio dell’omonimo campione di rally, ha chiuso la giornata al top con un tempo degno di nota. Basti pensare che al campione della Formula Renault Alps 2012, il russo Kvyat, sono stati rifilati ben otto decimi di secondo.

Appena dietro al russo troviamo il pilota di Cipro Tio Ellinas, brillante protagonista della stagione passata e ancora non accasatosi (sempre che intenda restare in GP3 un altro anno, ndr). Quarta posizione finale per David Fumanelli, che al primo giorno conferma quanto fin qui dimostrato in GP3. Dopo ben tre anni di F3 e una stagione di apprendistato il pilota di Lesmo ha tutte le carte in regola per inserirsi nella lotta al vertice.

Completano la top ten piloti già visti in GP3, quali Visoiu, Venturini, Niederhauser e Regalia. L’estone Kevin Korjus ha chiuso con la quinta prestazione la sua prima giornata di test. Per il pilota del Gravity Management sarà questo un anno delicato dopo aver deluso molte aspettative in WSR 3.5 l’anno passato. Non sono mancate in questo avvio di pre-campionato le presenze femminili: Samin Gomez ha debuttato in GP3 con il team Jenzer, mentre l’italiana Vicky Piria è andata a conoscere il team Manor.

Test Estoril, Day 1

1. Carlos Sainz Jr – MW Arden – 1’26.816
2. Daniil Kvyat – MW Arden – 0.800
3. Tio Ellinas – Manor – 0.865
4. David Fumanelli – Trident – 0.898
5. Kevin Korjus – Koiranen – 1.030
6. Robert Visoiu – MW Arden – 1.055
7. Giovanni Venturini – Trident – 1.205
8. Patric Niederhauser – Jenzer –  1.252
9. Facu Regalia – ART GP – 1.296
10. Conor Daly – ART GP – 1.493
11. Jack Harvey – ART GP – 1.693
12. Patrick Kujala – Koiranen – 1.798
13. Aaro Vainio – Koiranen – 1.975
14. Alex Fontana – Jenzer – 2.028
15. Nick Yelloly – Carlin – 2.203
16. Adderly Fong – Status – 2.213
17. Emanuele Zonzini – Trident – 2.343
18. Dino Zamparelli – Manor – 2.385
19. Josh Webster – Status – 2.601
20. Samin Gomez – Jenzer – 2.866
21. Vicky Piria – Manor – 3.000
22. Eric Lichtenstein – Carlin – 3.036
23. Ethan Ringel – Bamboo – 3.450
24. Luis Sa Silva – Carlin – 3.661
25. Jimmy Eriksson – Status – 3.878
26. Lewis Williamson – Bamboo – 4.326
27. Roberto La Rocca – Bamboo – 4.497

GP3

GP3 – Robert Visoiu terzo pilota Arden

image

a cura di Marco Borgo

È Robert Visoiu il terzo pilota che il team Arden schiererà nella stagione 2013 della GP3 series. Il rumeno, alla seconda stagione nella categoria cadetta che segue il grande circus nelle tappe europee, affiancherà i già confermati Carlos Sainz jr e Daniil Kvyat, questi ultimi esordienti e provenienti rispettivamente dalla F3 euroseries e dalla Formula Renault Alps. Inizialmente si era pensato che il terzo sedile fosse ad appannaggio di David Fumanelli che ha già disputato la stagione 2012 con Arden, ma l’italiano non ha ancora comunicato i suoi programmi per quest’anno. Il team Arden è inoltre il vincitore della passata stagione con il neozelandese Mitch Evans.

GP3

GP3 – Jack Harvey il primo pilota del Team Lotus Art

a cura di Marco Borgo

Il team Lotus Art di Nicolas Todt e Frederic Vasseur ha già ufficializzato il primo dei tre piloti che schiererà nella stagione 2013 della GP3 series. La squadra francese ha raggiunto l’accordo con il campione uscente della F3 britannica Jack Harvey che debutterà così in GP3. L’inglese di diciannove anni fa già parte del McLaren Young Driver Programme e ha trionfato quest’anno nella terza serie d’oltremanica alla seconda stagione con il team Carlin, mentre nelle tre passate stagioni ha corso nel vivaio della Formula BMW. Harvey va ad aggiungersi agli altri due piloti fin qui ufficializzati, Carlos Sainz jr e Daniil Kvyat, ingaggiati dal team Arden.

WSR – Test Alcañiz, Day 2: Magnussen irresistibile

a cura di Marco Borgo

E’ ancora una volta il danese Kevin Magnussen a chiudere al top i test della World Series by Renault sul tracciato del Motorland Aragon di Alcañiz. Sempre con la vettura del team DAMS, il figlio d’arte ha fatto segnare nella mattinata di ieri il miglior tempo, abbassando ulteriormente il limite fatto fissare nel giorno precedente.

Chiude al secondo posto lo spagnolo Carlos Sainz jr, altro figlio d’arte che sembra aver chiuso la parentesi in F3 per dedicarsi l’anno prossimo alla GP3 nel team Arden di Chris Horner. Subito dietro al pilota spagnolo troviamo Norman Nato, secondo quest’anno nella Formula Renault Alps e che ha girato con il team Tech1. Torna invece dalla trasferta vincente di Macao Antonio Felix Da Costa, tornato quindi a calarsi nell’abitacolo della vettura che ha impiegato nella seconda parte della stagione 2012. Il portoghese sarà quasi sicuramente uno dei pretendenti al titolo nella prossima annata.

Sesta piazza per il campione dell’Eurocup Renault Stoffel Vandoorne. Il belga ha intenzione di approfittare dell’enorme premio in denaro (500’000 euro, ndr) messo in palio dai promoter della Formula Renault Eurocup affinché il vincitore corra nella stagione successiva in WSR 3.5. Ottavo e nono tempo per i due russi Sergey Sirotkin e Daniil Kvyat, anch’egli atteso in GP3 con Arden nel 2013. Ha girato nella seconda giornata anche Riccardo Agostini, ma un’uscita del padovano ha compromesso la prosecuzione della giornata di test.

Test Alcañiz, day 2

1. Kevin Magnussen – DAMS – 1’39.479
2. Carlos Sainz jr – AV Formula – 0.138
3. Norman Nato – Tech1 racing – 0.170
4. Marco Sorensen – Lotus – 0.538
5. Antonio Felix Da Costa – Arden Caterham – 0.596
6. Stoffel Vandoorne – DAMS – 0.658
7. Marlon Stockinger – Lotus – 0.789
8. Sergey Sirotkin – ISR – 0.834
9. Daniil Kvyat – Fortec – 0.872
10. Jazeman Jaafar – Carlin – 0.938
11. Zoel Amberg – Pons – 0.964
12. Lucas Foresti – Comtec – 1.015
13. Paul-loup Chatin – Tech1 racing – 1.074
14. Pietro Fantin – P1 – 1.082
15. Yan Cunha – AV Formula – 1.151
16. Will Stevens – Arden caterham – 1.164
17. Nikolay Martsenko – Tech1 racing – 1.184
18. Will Buller – Comtec – 1.223
19. Carlos Huertas – Carlin – 1.268
20. Josh Hill – Fortec – 1.274
21. Esteban Guerrieri – ISR – 1.468
22. André Negrao – Draco – 1.547
23. Matias Laine – P1 – 1.622
24. Riccardo Agostini – Draco – 1.812
25. Tamas Pal Kiss – BVM Target – 2.271
26. Dimitry Suranovich – Pons – 2.403

GP3 – Test Estoril, Day 1: Daniil Kvyat davanti a tutti

a cura di Marco Borgo

I team della GP3 series si sono ritrovati quest’oggi sul circuito portoghese dell’Estoril, per la seconda due giorni di test collettivi invernali. A fine giornata su tutti spicca il nome di Daniil Kvyat, pilota russo ma residente in Italia, campione 2012 della Formula Renault Alps. L’esordiente seguito da vicino dal programma Red Bull Young Driver ha subito duellato al vertice della classifica con Tio Ellinas, brillante protagonista della stagione appena conclusasi.

Terzo posto per Lewis Williamson, pilota uscito dal giro Red Bull e ritornato in GP3 dove corse la passata stagione. Quarta miglior prestazione di giornata per il milanese David Fumanelli, che ha preceduto il compagno di squadra Robert Visoiu. Stabile tra i primi anche Jack Harvey, trionfatore quest’anno nella F3 d’oltremanica. Nella top ten poi si sono visti anche Adderly Fong, Eric Lichtestein e Giovanni Venturini, passato dalla Trident con cui ha esordito a metà stagione al team Status GP. Fuori dalla top ten Alex Brundle, non nuovo alle vetture della formula cadetta, mentre dodicesimo è Mario Marasca, il napoletano che ha militato nella F3 nazionale. Debutto assoluto anche per Emanuele Piva ed il venezuelano Roberto La Rocca, mentre attardati hanno chiuso Zonzini, Fontana (vettura danneggiata dopo un uscita nel mattino) e Shiddiqi, quest’ultimo su ritmi a sé stanti. Ha girato anche il campione 2012 Mitch evans, con la vettura aggiornata nella configurazione 2013.

Estoril, Test Day 1 (riepilogativa)

1. Daniil Kvyat – MW Arden – 1’30.902
2. Tio Ellinas – Manor – 1’31.024
3. Lewis Williamson – Atech CRS – 1’31.131
4. David Fumanelli – MW Arden – 1’31.248
5. Robert Visoiu – MW Arden – 1’31.365
6. Jack Harvey – Carlin – 1’31.430
7. Adderly Fong – Manor – 1’31.465
8. Eric Lichtestein – Carlin – 1’31.555
9. Giovanni Venturini – Status GP – 1’31.597
10. Miki Weckstrom – Status GP – 1’31.703
11. Alex Brundle – Lotus ART – 1’31.728
12. Mario Marasca – Trident – 1’32.240
13. Meindert Van Buuren – Atech CRS – 1’32.287
14. Roberto La Rocca – Atech CRS – 1’32.364
15. Alex Fontana – Jenzer Motorsport – 1’32.441
16. Samin Gomez – Jenzer Motorsport – 1’32.577
17. Emanuele Zonzini – Lotus ART – 1’32.944
18. Ryan Cullen – Status GP – 1’33.723
19. Emanuele Piva – Trident – 1’33.865
20. Sheban Shiddiqi – Lotus ART – 1’37.630

Renault Alps: Barcellona, Gara 1 e 2: Kvyat campione

a cura di Marco Borgo

Il week end catalano della Formula Renault Alps ha sancito la vittoria in campionato di Daniil Kvyat. Il russo del team Koiranen ha dovuto lasciar scappare Norman Nato, che vinceva gara 1 davanti a Paul-loup Chatin e lo stesso Kvyat che si vedeva così rosicchiare il vantaggio in classifica per una gara finale che avrebbe deciso l’assegnazione del titolo in una lotta diretta tra i due contendenti.

E lotta diretta è stata! In un epilogo simile a quanto successo tra Bianchi e Frijns in WSR 3.5, anche nell’Alps i due rivali nella corsa al titolo sono venuti a contatto e hanno terminato la loro corsa nella ghiaia. Poker quindi del team Tech1 nella seconda corsa, che con un altro secondo posto per Paul-loup Chatin non poteva comunque aiutarlo nella lotta al titolo. Si conferma al top anche il team Prema, compagine al debutto nella categoria che ha piazzato Bruno Bonifacio all’ottavo posto nella prima corsa e Luca Ghiotto al settimo in Gara 2.

Barcellona, Gara 1 (top 10)

1. Norman Nato – RC Formula – 11 giri
2. Paul-loup Chatin – Tech1 racing – 1.067
3. Daniil Kvyat – Koiranen Motorsport – 1.607
4. Hans Villemi – Koiranen Motorsport – 3.063
5. Oscar Tunjo – Tech1 racing – 4.443
6. Victor franzoni – Koiranen Motorsport – 5.706
7. Aurelien Panis – RC Formula – 8.453
8. Bruno Bonifacio – Prema Powerteam – 9.104
9. Roman Mavlanov – Tech1 racing – 9.772
10. William Vermont – Arta engineering – 11.150

Barcellona, Gara 2 (top 10)

1. Oscar Tunjo – Tech1 racing – 14 giri
2. Paul-loup Chatin – Tech1 racing – 0.435
3. Felipe Fraga – Tech1 racing – 8.848
4. Roman Mavlanov – Tech1 racing – 11.932
5. Patrick Kujala – Koiranen Motorsport – 12.507
6. Hans Villemi – Loiranen Motorsport – 15.664
7. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 18.000
8. Victor Franzoni – Koiranen Motorsport – 23.355
9. Matthieu Vaxiviere – Tech1 racing – 27.005
10. William Vermont – Arta engineering – 31.658

Renault Alps – Barcellona, Qualifica: Nato agguanta l’ultima pole, ma Kvyat lo bracca

a cura di Marco Borgo

Battaglia sul filo dei centesimi per Norman Nato e Daniil Kvyat. Il primo, francese del team RC Formula, ha preceduto il russo del Koiranen Motorsport per soli 60 millesimi di secondo, assicurandosi la partenza al palo per Gara 1. Nato tenterà di recuperare i tredici punti che lo vedono distaccato da Kvyat che comanda la classifica generale a quota 201 punti. Per il russo che vive a Roma domani dovrebbe essere la passerella finale, salvo colpi di scena.

In seconda fila scatterà il duo del team Tech1 racing: Paul-loup Chatin avrà al suo fianco Oscar Tunjo, protagonista dell’Eurocup dove ha siglato pole e vittoria in gara 1. Da notare che i due hanno fatto registrare un ritardo di mezzo secondo dai primi due.

Chiude la top ten Luca Ghiotto della scuderia italiana Prema Powerteam, seguito dal compagno Bruno Bonifacio, che ieri approfittando dell’assenza dei big dell’Eurocup aveva primeggiato nelle libere alla seconda presenza nell’Alps. Ancora in difficoltà Stefan Wackerbauer, pilota seguito dalla Red Bull così come Kvyat, ma che non sta facendo registrare le stesse prestazioni.

Barcellona, Qualifica

1. Norman Nato – RC Formula – 1’44.728
2. Daniil Kvyat – Koiranen Motorsport – 0.060
3. Paul-loup Chatin – Tech1 racing – 0.528
4. Oscar Tunjo – Tech1 racing – 0.599
5. Hans Villemi – Koiranen Motorsport – 0.903
6. Roman Mavlanov – Tech1 racing – 0.936
7. Aurelien Panis – RC Formula – 0.942
8. Felipe Fraga – Tech1 racing – 0.956
9. Victor Franzoni – Koiranen Motorsport – 0.961
10. Luca Ghiotto – Prema Powerteam – 0.997
11. Bruno BOnifacio – Prema Powerteam – 1.140
12. Matthieu Vaxiviere – Tech1 racing – 1.227
13. Patrick Kujala – Koiranen Motorsport – 1.257
14. Stefan Wackerbauer – Koiranen Motorsport – 1.279
15. Alexander Albon – Epic racing – 1.309
16. Esteban Ocon – Koiranen Motorsport – 1.347
17. William Vermont – Arta engineering – 1.430
18. Konstantin Tereshchenko – Interwetten – 1.559
19. Michael Heche – BVM Target – 1.584
20. Guilherme Silva – Interwetten – 1.597
21. Leo Roussel – Arta engineering – 1.792
22. Gabriel Casagrande – Mark Burdett Motorsport – 1.834
23. Tatiana Calderon – AV Formula – 1.895
24. Stefano De Val – GSK Motorsport – 2.041
25. Nicola De Val – GSK Motorsport – 2.116
26. Emanuele Zonzini – AV Formula – 2.240
27. Alexey Chuklin – Team Torino – 2.471
28. Tristane Papavoine – Arta engineering – 2.601
29. Denis Nagulin – AV Formula – 2.620
30. Giorgio Roda – Cram Motorsport – 2.829
31. Gustavo Lima – Koiranen Motorsport – 2.988
32. Alex Loan – Arta engineering – 3.149
33. Andrea Baiguera – Brixia – 3.640
34. Alex Bosak – One racing – 4.092
35. Alex Abogado – Team Torino – 4.361