Tag: Nicky Hayden

F1- Alonso vince la sfida al Wroom e va a provare il nuovo sedile

Con una doppietta di Fernando Alonso è calato ieri sera il sipario sulla ventunesima edizione di Wroom.

La tradizionale sfida tra  piloti Ferrari e Ducati sulla pista di ghiaccio realizzata sul laghetto di Madonna di Campiglio, è stata inaugurata dall’esibizione di Luca Badoer a bordo di una F60, come congedo dalla sua lunga attività di collaudatore Ferrari. Nel primo confronto disputato al volante di go-kart, Alonso ha avuto la meglio sul compagno di squadra Felipe Massa e sul ducatista Nicky Hayden; a seguire Jules Bianchi, Valentino Rossi, Marc Gené e Giancarlo Fisichella.

Questo ordine d’arrivo ha poi ha decretato la griglia di partenza della successiva gara su Fiat 500, in cui Alonso ha saputo  mantenere la posizione di vertice a dispetto dell’ingresso della safety car a cinque giri dal termine, concludendo davanti a Hayden e Rossi.

Oggi pomeriggio invece il pilota spagnolo è stato a Maranello per provare il sedile della nuova macchina, toccando così con mano per la prima volta il telaio 288, quello che verrà utilizzato per le prime sessioni di test della stagione; lunedì sarà il turno di Massa.

Moto Gp – Ecco la Desmosedici GP11 di Valentino

Dopo aver svelato il nuovo “look da corsa” per l’anno 2011 (alquanto “originale” in termini di combinazione di colori!), Valentino Rossi oggi ha tolto i veli alla livrea della sua Desmosedici GP 11,  dove ovviamente non poteva mancare… il giallo fluo!

Infatti, il colore che contraddistingue il Dottore, è il protagonista della zona della seduta della moto, oltre che del celeberrimo 46 sul cupolino. Il compagno di squadra Nicky Hayden, invece, si attiene ad una versione più classica della Desmosedici,  con il codone dipinto di nero anziché di giallo. I colori base restano in ogni caso il rosso ed il bianco, firma autentica delle bicilindriche di Borgo Panigale. Combinazioni cromatiche a parte, c’è da notare anche un cambiamento effettivo a livello di carenatura, con l’inserimento di sfoghi d’aria “a branchia” in stile Ferrari F1.

Beatrice Moretto

Moto Gp – Rossi e Ducati, l’attesa è finita!

Questa volta niente fotomontaggio: nella serata di Madonna di Campiglio Valentino Rossi arriva all’apertura dell’evento Wroom per la prima volta in veste di pilota ufficiale Ducati Corse, Rossi di rosso vestito.

Per l’occasione, il campione di Tavullia incontra i colleghi a quattro ruote Fernando Alonso e Felipe Massa, per poi scambiare qualche chiacchiera con il compagno di squadra Nicky Hayden.

Parlando della situazione “spalla”, Rossi conferma che gli esercizi e la terapia proseguono (anche in montagna), ma la mobilità del braccio non è ancora al massimo per il momento: si spera, infatti, in ulteriori miglioramenti nelle prossime settimane, cruciali in vista dei test di Sepang.

L’appuntamento, intanto, è per domani pomeriggio per la conferenza stampa dei piloti Ducati Corse, e mercoledì per l’attesissimo show down della nuova livrea della Desmosedici GP11!

Beatrice Moretto

Moto Gp – Rossi contro Alonso al “Wrooom 2011”

Dopo essersi operato alla spalla destra nei mesi scorsi, per Valentino Rossi, nuovo Desmo-pilota 2011, è iniziato il duro lavoro di riabilitazione che gli permetterà di scendere in pista a Sepang nei test di febbraio. Niente panettone e spumante durante le feste natalizie, bensì lavoro di rieducazione tra palestra e piscina: l’obiettivo del Dottore, infatti, è di arrivare in Malesia in buone condizioni fisiche per poter approvare (o meno) i cambiamenti apportati alla GP11, per poi schierarsi in piena forma il 20 marzo nel Gp del Qatar.

Prima dei test, però, c’è un altro appuntamento fondamentale per Rossi, dove si avrà l’occasione di vedere per la prima volta il campione di Tavullia nelle vesti di pilota ufficiale Ducati Corse. Dal 10 al 15 gennaio, sulle nevi di Madonna di Campiglio, si svolgerà il tradizionale evento d’incontro tra appassionati di F1 e Moto Gp, il cosiddetto “Wrooom”; ad inaugurare la stagione dei motori 2011 saranno presenti Scuderia Ferrari e Ducati Corse al completo. In particolare, martedì 11 gennaio si potrà seguire la prima conferenza stampa dei centauri di Borgo Panigale, Valentino Rossi e Nicky Hayden.

Altro appuntamento molto interessante per gli appassionati sarà la sfida sul laghetto ghiacciato tra i piloti Ferrari, Fernando Alonso e Felipe Massa, contro i piloti Ducati. Dopo essersi lanciati varie sfide a distanza nel corso degli anni, Rossi e Alonso avranno finalmente la possibilità di confrontarsi: anche se la gara si svolge all’interno di un evento promozionale, sicuramente ci sarà da divertirsi!

Beatrice Moretto

Motogp – Estoril: qualifiche cancellate a causa della fortissima pioggia

Il maltempo che investe il tracciato porteghese dell’ Estoril non accenna a fermarsi: oggi pomeriggio ancora una forte pioggia e raffiche di vento sono stati i veri protagonisti del penultimo appuntamento con il Motomondiale; la direzione gara ha agito dapprima posticipando le qualifiche per la classe 125 cc, poi ritardando la sessione per la classe Moto Gp, ma il meteo non è stato per nulla clemente. La pioggia, infatti, ha continuato a cadere incessantemente quasi allagando la pista che, già in assenza di precipitazioni, non dispone di molto grip e soprattutto non lascia drenare l’acqua in eccesso.

La direzione gara ha quindi deciso di cancellare le sessioni di qualifica per 125cc, Moto 2 e Moto Gp, formando la griglia di partenza con i tempi combinati delle prove libere. Per la classe regina, scatterà dalla pole Jorge Lorenzo, seguito da Nicky Hayden e Valentino Rossi a chiudere la prima fila.

In seconda fila troveremo Casey Stoner (4°), Ben Spies (5°) e Marco Melandri (6°). Chiudono la top ten Andrea Dovizioso (7°), Randy De puniet (8°), Colin Edwards (9°) e Marco Simoncelli (10°).

Beatrice Moretto

Moto Gp World Championship 2010

Estoril, classifica dei tempi combinati

1 99 J.LORENZO SPA Fiat Yamaha Team                                      1’48.522

2 69 N.HAYDEN USA Ducati Team                                                   1’48.657

3 46 V.ROSSI ITA Fiat Yamaha Team                                              1’48.883

4 27 C.STONER AUS Ducati Team                                                    1’49.061

5 11 B.SPIES USA Monster Yamaha Tech 3                                    1’49.721

6 33 M.MELANDRI ITA San Carlo Honda Gresini                          1’49.784

7 4 A.DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team                                  1’50.007

8 14 R.DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP                                1’50.043

9 5 C.EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3                            1’50.313

10 58 M.SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini                   1’50.500

11 41 A.ESPARGARO SPA Pramac Racing Team                           1’50.787

12 26 D.PEDROSA SPA Repsol Honda Team                                  1’50.824

13 65 L.CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP                              1’51.518

14 19 A.BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP                              1’52.734

15 40 H.BARBERA SPA Paginas Amarillas Aspar                        1’53.131

16 7 H.AOYAMA JPN Interwetten Honda MotoGP                     1’53.317

17 71 C.CHECA SPA Pramac Racing Team                                   1’53.933

Motogp – Estoril, prove libere: Lorenzo al top, seguono Hayden e Rossi

La sessione pomeridiana di prove libere classe Moto Gp prende il via sul tracciato dell’ Estoril: la pista è ancora bagnata ma non piove più, e verso fine turno spunta anche qualche raggio di sole che aiuta il progressivo asciugarsi dell’asfalto.

Nel finale della sessione balza al comando il neo campione del mondo Jorge Lorenzo, in 1′ 48. 522, deciso a portarsi a casa una solida vittoria per dimostrare ancora una volta (nel caso ci fosse bisogno) di aver meritato il titolo mondiale. Segue staccato di 135 millesimi l’americano di Ducati Nicky Hayden, mentre in terza posizione, a poco più di 3 decimi, si piazza Valentino Rossi, apparso abbastanza in forma e combattivo sulla pista lusitana.

Sfila fino alla quarta posizione, invece, Casey Stoner, rimasto al comando per quasi tutta la sessione, mentre conquista il quinto tempo Ben Spies (su pista sconosciuta); nel penultimo week end della sua stagione in Moto Gp prima dello sbarco in Superbike conquista un buon sesto tempo anche Marco Melandri, mentre chiudono la top ten Randy De Puniet (7°), Marco Simoncelli (8°), Andrea Dovizioso (9°) e Loris Capirossi (10°).

Rientro complicato, invece, per Dani Pedrosa, che con prudenza porta a casa il 13° crono; ultimo tempo per il “debuttante” Carlos Checa, comunque non troppo distante dai tempi dei colleghi.

Beatrice Moretto

Moto Gp World Championship 2010

Estoril, prove libere

1 99 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha 302,2 1’48.522
2 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 311,6 1’48.657 0.135 / 0.135
3 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha 301,7 1’48.883 0.361 / 0.226
4 27 Casey STONER AUS Ducati Team Ducati 299,6 1’49.061 0.539 / 0.178
5 11 Ben SPIES USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 304,6 1’49.721 1.199 / 0.660
6 33 Marco MELANDRI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 307,5 1’49.784 1.262 / 0.063
7 14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda 298,4 1’50.043 1.521 / 0.259
8 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 304,2 1’51.283 2.761 / 1.240
9 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 291,9 1’52.294 3.772 / 1.011
10 65 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 284,9 1’52.575 4.053 / 0.281
11 40 Hector BARBERA SPA Paginas Amarillas Aspar Ducati 285,8 1’53.131 4.609 / 0.556
12 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 264,5 1’53.510 4.988 / 0.379
13 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 277,8 1’53.592 5.070 / 0.082
14 41 Aleix ESPARGARO SPA Pramac Racing Team Ducati 281,9 1’53.769 5.247 / 0.177
15 7 Hiroshi AOYAMA JPN Interwetten Honda MotoGP Honda 272,9 1’54.389 5.867 / 0.620
16 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 287,5 1’54.410 5.888 / 0.021
17 71 Carlos CHECA SPA Pramac Racing Team Ducati 266,6 1’54.444 5.922 / 0.034

Motogp – Phillip Island, gara: dominio Stoner, Lorenzo e Rossi a podio

L’australiano Casey Stoner centra la quarta vittoria in carriera sul tracciato di casa a Phillip Island: il pilota di Ducati conduce una gara quasi a parte, con un ritmo veramente insostenibile per tutti gli altri avversari; Stoner, infatti, parte bene allo spegnersi dei semafori e al primo giro transita già con un secondo e mezzo di vantaggio sul secondo pilota Jorge Lorenzo. Anche il Por Fuera è protagonista di una gara davvero a ottimi livelli: il neo campione del mondo azzecca la partenza, ma nulla può contro il ritmo di Casey, e conduce i 27 giri quasi tutti in solitaria, dando sul traguardo quasi 10 secondi di distacco al resto dei piloti.

La parte emozionante della gara è stata quindi affidata ancora una volta a Valentino Rossi: il campione di Tavullia, infatti, parte di nuovo male dall’ottava casella in griglia, ed è “costretto” nel tempo di qualche giro ad una grande rimonta, giungendo al gruppetto di piloti tutti in lotta per il podio, ossia Nicky Hayden, Ben Spies e il nostrano Marco Simoncelli. Capita la possibilità di arrivare al terzo posto, il Dottore compie i suoi sorpassi prima su Supersic, poi su Texas Terror, che con lo scorrere della gara si staccano da Rossi e Hayden, rimasti a duellare. Il cuore della mini-battaglia sono gli ultimi due giri, con i futuri compagni di squadra che si sorpassano quasi fino al traguardo, dove Valentino ha la meglio per 38 millesimi.

Bella gara, comunque, quella del duo Simoncelli-Spies: l’italiano, infatti, si dimostra sempre più costante e competitivo in sella alla sua Honda, tenendo testa per qualche giro al fenomeno americano, sempre più proiettato a conquistare il “Rookie of the Year”. Prestazione positiva anche per Aleix Espargarò che porta a casa l’ottava posizione nonostante qualche acciacco fisico, mentre sfortuna nera, invece, per Andrea Dovizioso: il pilota HRC è stato costretto al ritiro dopo nemmeno due giri a causa di un problema all’ammortizzatore di sterzo che ha reso impossibile la guida all’italiano. Da ricordare l’assenza di Dani Pedrosa e Loris Capirossi, entrambi fuori per rcuperare dai recenti infortuni.

Beatrice Moretto

2010 Moto Gp World Championship

Phillip Island, gara


1 25 27 Casey STONER AUS Ducati Team Ducati 175.1 41’09.128
2 20 99 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha 174.5 +8.598
3 16 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha 173.8 +17.997
4 13 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 173.8 +18.035
5 11 11 Ben SPIES USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 173.5 +22.211
6 10 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 173.3 +25.017
7 9 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 172.6 +35.168
8 8 41 Aleix ESPARGARO SPA Pramac Racing Team Ducati 171.9 +46.194
9 7 33 Marco MELANDRI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 171.9 +46.294
10 6 14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda 171.0 +59.635
11 5 36 Mika KALLIO FIN Pramac Racing Team Ducati 171.0 +59.664
12 4 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 171.0 +59.732
13 3 7 Hiroshi AOYAMA JPN Interwetten Honda MotoGP Honda 170.6 +1’05.029
14 2 40 Hector BARBERA SPA Paginas Amarillas Aspar Ducati 170.6 +1’05.053
Not Classified
4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 165.8 24 Laps

Motogp – Phillip Island, prove libere: Lorenzo non molla nemmeno sul bagnato

Il tracciato di Phillip Island, terzultima prova del Motomondiale, accoglie i piloti della Moto Gp con una forte pioggia che costringe l’organizzazione a rimandare l’inizio delle prime prove libere di circa due ore, segnate comunque da pista bagnata e condizioni particolarmente difficili.

A mondiale conquistato, Jorge Lorenzo comunque non accenna a fermarsi e si impadronisce del giro più veloce in 1′ 41.146; segue il padrone di casa Casey Stoner, che per 3 anni consecutivi ha vinto il Gp di casa, mentre anche il compagno di squadra Nicky Hayden dà segnali di ripresa dopo le prestazioni non esaltanti di Motegi e Sepang, conquistando il terzo tempo. Dalla quarta alla settima posizione troviamo, invece, una schiera di piloti italiani, nell’ordine Marco Simoncelli (4°), Marco Melandri (5°), Andrea Dovizioso (6°) e solo con il 7° tempo Valentino Rossi. Proprio il Dottore, dopo le critiche verso la sovrapposizione con la F1 a Sepang, polemizza ancora con il calendario, affermando: ” E’ stata una giornata difficilissima. Abbiamo aspettato 2 ore che smettesse di piovere, ma poi era bagnato e faceva un gran freddo. Bisogna venire in Australia a marzo, quando qui è estate. Sono condizioni al limite per un turno di prove “. Inoltre, il campione di Tavullia si rivela preoccupato in vista delle gara: se le condizioni meteo dovessero rimanere uguali, si presenterebbero problemi con le gomme, in quanto con pista bagnata che via via si asciuga le gomme rain non durerebbero, mentre con le slick sarebbe particolarmente pericoloso.

Tornando ai risultati delle libere, da segnalare il ritorno in pista di Dani Pedrosa, il quale giustamente non cerca rischi e fa segnare il 16° tempo; prestazione alquanto insolita, invece, per Ben Spies: Texas Terror ha percorso, infatti, solamente tre giri, rimanendo a fine turno in ultima posizione.

Beatrice Moretto

2010 Moto Gp World Championship

Phillip Island, prove libere

1 99 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha 296.7 1’41.146
2 27 Casey STONER AUS Ducati Team Ducati 304.8 1’41.480 0.334 / 0.334
3 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 296.4 1’41.631 0.485 / 0.151
4 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 290.8 1’41.881 0.735 / 0.250
5 33 Marco MELANDRI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 297.1 1’41.982 0.836 / 0.101
6 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 304.5 1’42.271 1.125 / 0.289
7 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha 296.6 1’42.626 1.480 / 0.355
8 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 288.1 1’43.013 1.867 / 0.387
9 14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda 294.4 1’43.476 2.330 / 0.463
10 65 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 289.8 1’43.984 2.838 / 0.508
11 36 Mika KALLIO FIN Pramac Racing Team Ducati 293.6 1’44.179 3.033 / 0.195
12 7 Hiroshi AOYAMA JPN Interwetten Honda MotoGP Honda 297.5 1’44.704 3.558 / 0.525
13 40 Hector BARBERA SPA Paginas Amarillas Aspar Ducati 290.7 1’45.695 4.549 / 0.991
14 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 277.8 1’46.160 5.014 / 0.465
15 41 Aleix ESPARGARO SPA Pramac Racing Team Ducati 271.9 1’48.127 6.981 / 1.967
26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 265.4 1’51.210 10.064 / 3.083
11 Ben SPIES USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 249.8 1’58.613 17.467 / 7.403

Motogp – Sepang, qualifiche: Lorenzo in pole, Hayden stupisce, Rossi 6°

Sessione di qualifiche per il piloti della Moto Gp sul tracciato malese di Sepang valevoli per il Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix, segnate da un caldo afoso che ha reso problematico il grip con l’asfalto. Proprio nel fine settimana che, salvo catastrofi, lo vedrà campione del mondo 2010, Jorge Lorenzo decide di iniziare bene e si prende la pole position in 2′ 01. 537; in seconda posizione, distanziato di solo un decimo, ribalta la situazione Nicky Hayden: dopo aver navigato nelle ultime posizioni in tutte le libere, Kentucky Kid scatterà dalla prima fila, forse pronto a fare uno “scherzetto” allo spagnolo in stile Aragòn. Chiude la prima fila ancora un positivo Andrea Dovizioso in 2′ 01. 829, che sembra però avere un passo meno convincente del Por Fuera.

Apre la seconda fila un ottimo Ben Spies: anche lui alle prese con delle libere piuttosto complicate, Texas Terror riesce a risolvere il tutto portando a casa il quarto crono; di fianco all’americano scatterà Casey Stoner, distanziato di soli 30 millesimi dal tempo di Spies, mentre per 7 millesimi Valentino Rossi partirà domani dalla 6° casella in griglia.

Giornata positiva in casa Rizla Suzuki: entrembi i piloti, infatti, sono riusciti a qualificarsi dentro la top ten, rispettivamente Alvaro Bautista in 8° posizione e Loris Capirossi in 9° posizione; anche Texas Tornado Colin Edwards fa bene partendo dalla 7° casella, mentre chiude la top ten Marco Melandri in 10°.

Beatrice Moretto

Moto Gp World Championship 2010

Sepang, qualifiche

1 99 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha 309.2 2’01.537
2 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 306.6 2’01.637 0.100 / 0.100
3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 310.3 2’01.829 0.292 / 0.192
4 11 Ben SPIES USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 304.5 2’01.993 0.456 / 0.164
5 27 Casey STONER AUS Ducati Team Ducati 309.1 2’02.023 0.486 / 0.030
6 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha 306.6 2’02.030 0.493 / 0.007
7 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 308.8 2’02.097 0.560 / 0.067
8 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 308.1 2’02.394 0.857 / 0.297
9 65 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 310.1 2’02.522 0.985 / 0.128
10 33 Marco MELANDRI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 309.6 2’02.624 1.087 / 0.102
11 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 304.7 2’02.690 1.153 / 0.066
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Pramac Racing Team Ducati 306.6 2’02.723 1.186 / 0.033
13 14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda 305.4 2’02.775 1.238 / 0.052
14 7 Hiroshi AOYAMA JPN Interwetten Honda MotoGP Honda 308.8 2’02.778 1.241 / 0.003
15 40 Hector BARBERA SPA Paginas Amarillas Aspar Ducati 311.1 2’02.928 1.391 / 0.150
16 36 Mika KALLIO FIN Pramac Racing Team Ducati 308.0 2’04.167 2.630 / 1.239

Motogp – Aragòn, gara: Ducati a podio con Stoner e Hayden, Pedrosa 2°

Dopo quasi un anno dalla sua ultima vittoria targata Malesia 2009, ecco che torna il Casey Stoner imprendibile che tutti conosciamo: in sella alla sua Desmosedici totalmente rivoluzionata negli assetti compie una gara-capolavoro e porta a casa la prima vittoria di quest’anno veramente altalenante. Il ritmo dell’australiano è stato imprendibile anche per il pilota attualmente più in forma dello schieramento, ossia Dani Pedrosa: lo spagnolo, contrariamente al solito, non azzecca una partenza a razzo, anzi perde parecchie posizioni al via. Dopo un paio di giri, però, recupera subito giungendo “alle caviglie” di Jorge Lorenzo, passandolo sul rettilineo con una facilità imbarazzante, e portandosi quindi in seconda posizione.

Ed è proprio Jorge oggi a non suonare la carica: questo circuito certamente non è stato favorevole a Yamaha, ma anche il Por Fuera non è sembrato poi così irresistibile in termini di prestazioni (girando un secondo più alto rispetto a Pedrosa e Stoner); il maiorchino, infatti, ha tenuto testa fino all’ultimo giro a Nicky Hayden, costantemente dietro di lui per tutta la gara, quando proprio Kentucky Kid poco prima del rettilineo finale lo infila e si porta a casa il terzo gradino sul podio. Ducati felice e che si può rivelare sicuramente l’ago della bilancia nella lotta tra Pedrosa e Lorenzo per la vittoria mondiale, soprattutto in vista di tracciati “amici” come Sepang e Motegi.

Altro accento di vitalità in una gara che non ha dato poi così molte emozioni (a parte le battute finali) è il buon Ben Spies, sempre costante in sella alla sua M1, che è sembrata di gran lunga la Yamaha più in forma di tutte durante la gara: nulla ha infatti potuto Andrea Dovizioso contro le staccate al limite di Texas Terror che ottiene un altro buon risultato (5°); a farne le spese è stato proprio l’italiano di Honda che, in un tentativo estremo di sorpasso all’ultimo giro è caduto.

E si conlcude qui anche il difficilissimo week end di gara di Valentino Rossi, 6° al traguardo: dopo una partenza non particolarmente brillante, il Dottore cerca di recuperare posizioni, ma i tempi sul giro suggeriscono che ad Aragòn non ci sono buone possibilità di riuscita. Recentissima è la conferma dell’aggravarsi del problema alla spalla che lo porterà ad operarsi a fine stagione: forma fisica che viene a mancare, quindi, ma che non vuole essere una scusa dietro alla quale nascondersi; il vero problema sembra infatti trovare il giusto assetto sia in previsione di qualifiche che in gara, problematiche che portano il pesarese a ridimensionare i buoni propositi dichiarati dopo il ritorno dall’infortunio.

Chiudono la top ten Marco Melandri (7°), a pochissimo da Rossi, Alvaro Bautista (8°), buon risultato per lui con la Suzuki, Marco Melandri (9°) e Aleix Espargarò (10°).

Beatrice Moretto

Moto Gp World Championship 2010

Aragòn – Gara

1 25 27 Casey STONER AUS Ducati Team Ducati 165.8 42’16.530
2 20 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 165.4 +5.148
3 16 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 165.1 +9.496
4 13 99 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha 165.1 +9.580
5 11 11 Ben SPIES USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 164.9 +13.771
6 10 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha 164.0 +27.330
7 9 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 163.9 +28.511
8 8 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 163.5 +35.254
9 7 33 Marco MELANDRI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 163.5 +35.393
10 6 41 Aleix ESPARGARO SPA Pramac Racing Team Ducati 163.5 +35.467
11 5 40 Hector BARBERA SPA Paginas Amarillas Aspar Ducati 163.5 +35.522
12 4 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 162.8 +45.360
13 3 7 Hiroshi AOYAMA JPN Interwetten Honda MotoGP Honda 162.7 +48.319
14 2 36 Mika KALLIO FIN Pramac Racing Team Ducati 162.1 +58.047
Not Classified
4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 164.9 1 Lap
14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda 163.3 8 Laps