Tag: f60

Formula1 – Michael Schumacher non si arrende!

formula1testingtvrtquwuer9l

Il pluri campione del mondo di Formula1 Michael Schumacher non getta la spugna, nonostante la Ferrari non ha ottenuto ancora neanche un punto in queste tre gare, secondo il tedesco ancora  non tutto è perduto.

La mancanza di un risultato utile ha fatto si che il team di Maranello abbia iniziato la stagione nei peggiore dei modi, come non accadeva dal lontano 1981, questo obbilga sia Felipe che Kimi a cercare dei punti nel GP del Bahrein che si svolgerà questo weekend.

Stefano Domenicali ha fatto sapere che a Barcellona la F60 sarà aggiornata con una nuova veste aereodinamica e finalmente arriverà questo agoniato diffusore. Questo dovrebbe dare un vantaggio di circa cinque decimi al giro, ma Domenicali non ha escluso un altra possibilità difficile da mandare giù per i ferraristi:

“Se non riusciremo a recuperare il gap che ci divide dai top team penseremo a preparare la stagione per il 2010”

“Con i nuovi regolamenti è diventato molto più difficile portare avanti lo sviluppo della vettura, prima utilizzavamo la galleria del vento il triplo rispetto ad ora.” Ha aggiunto il tedesco.

“La Ferrari non si è mai arresa in passato, e voi non dovreste scrivere che la Ferrari è fuori dal mondiale, in Formula1 non c’é tempo per la frustrazione, si guarda sempre avanti.”

Dario Imbesi

Formula Uno – Cambiamenti in Ferrari: Baldisserri in fabbrica, Chris Dyer al suo posto

baldo

La Ferrari prova a dare una svolta nella stagione spostando Baldisserri in fabbrica e Chris Dyer al suo posto al muretto.

La scuderia del cavallino rampante non iniziava un campionato così male dal lontano 1992, situazione che ha fatto riflettere il team manager Stefano Domenicali, che è stato costretto a fare delle scelte.

Baldisserri si occuperà del coordinamento tra la gestione aziendale di Maranello e gli uomini del muretto box, aiutando Aldo Costa al perfezionamento della F60.

Il suo ruolo al muretto sarà da ora in poi svolto da Chris Dyer, ex ingegnere di pista di Michael Schumacher e di Kimi Raikkonen.

Stefano Domenicali ha affermato che gli errori delle prime due gare sono stati inaccettabili, soprattutto quelli di Sepang con Massa fuori dal Q2 e Raikkonen, che ha perso la possibilità di fare punti, per aver montato le full wet troppo presto.

“Sicuramente non è stato un weekend positivo” – aveva dichiarato Domenicali dopo la gara della Malesia – “E’ la seconda volta di fila che accadono questi errori e sicuramente non è un fatto positivo. In ogni modo, dobbiamo reagire immediatamente.”

“Le persone devono assumersi le proprie responsabilità. Questo è importante sia quando il punto di vista delle performance, sia quello manageriale non è soddisfacente. Questa situazione è inaccettabile e non possiamo accettarla.”

La Ferrari porterà a Shanghai nuovi aggiornamenti: pochi giorni fa Marc Genè ha provato nei test aerodinamici in rettilineo un nuovo alettone anteriore che verrà portato nella trasferta cinese, in attesa di sapere cosa si deciderà sui diffusori.

Vincenzo Carlesimo

F1 – Test Barcellona Giorno 2 – Kimi Raikkonen is back!

kimi

Kimi Raikkonen is back! Con il tempo di 1:20.314, il finlandese batte il miglior giro di Heidfeld realizzato ieri di 1:20.339, ma soprattutto chiude al comando il secondo giorno di test sul circuito di Barcellona.

Il campione del mondo 2007 ha realizzato i suoi migliori giri già in mattinata ma, a causa di un problema tecnico al KERS, è stato costretto a concludere la sua giornata di test prima degli altri. Domani ci sarà Felipe Massa che prenderà il suo posto in Ferrari per gli ultimi 2 giorni di test.

Al secondo posto la Williams di Kazuki Nakajima, il giapponese ha realizzato il suo miglior giro in 1:20.907 e nel giro successivo ha avuto un incidente che ha causato la sospensione temporanea dei test per bandiera rossa.

Al terzo posto la Brawn Gp di Rubens Barrichello, che è stato il primo a scendere sotto l’1:22 in mattinata rimanendo a lungo in testa, prima che Raikkonen realizzasse il miglior tempo assoluto. Il Brasiliano chiude a pochi millesimi da Nakajima, in 1:20.966.

Trulli chiude al quarto posto limitando il distacco sotto il secondo, dietro di lui Webber, Heidfeld e Sutil.

Ottavo posto per Alonso che procede di pochi centesi la McLaren di Kovalainen. I due riescono a mettersi dietro solo la Toro Rosso di Bourdais, prestazione deludente del francese che in poco tempo ha danneggiato la vettura ed ha completato solamente 14 giri.

Nell’ultima ora di test la scuderia di Faenza ha sostituito il francese con Buemi, ma lo svizzero ha completato solamente l’installation lap.

Vincenzo Carlesimo

Risultati Test Barcellona Giorno 2:
1. Kimi Raikkonen(Ferrari F60) 1:20.314 55 giri
2. Kazuki Nakajima(Williams FW31) 1:20.907 66 giri
3. Rubens Barrichello(Brawn GP001) 1:20.966 111 giri
4. Jarno Trulli(Toyota TF109) 1:21.182 121 giri
5. Mark Webber(Redbull RB5) 1:21.347 66 giri
6. Nick Heidfeld(Bmw-Sauber F1.09) 1:21.615 127 giri
7. Adrian Sutil(Force India VJMO2) 1:21.834 82 giri
8. Fernando Alonso(Renault R29) 1:21.937 111 giri
9. Heikki Kovalainen(McLaren Mp4-24) 1:22.328 87 giri
10. Sébastien Bourdais(Toro Rosso STR04) 1:23.039 14 giri
11. Sébastien Buemi(Toro Rosso STR04) nessun tempo 6 giri

F1 – Test Jerez Giorno 5 – Heidfeld davanti a tutti, Hamilton rompe l’alettone posteriore

heidfeld
Nick Heidfeld nel quinto ed ultimo giorno di test, è il più veloce a Jerez; ottenendo il miglior tempo di 1:20.050.

Il tedesco con la sua Bmw ha impresso un buon ritmo per tutto il giorno; anche se il primo ad ottenere un tempo sotto l’1:21 è stato Kimi Raikkonen, che ha conlcluso i test con un 1:21.414, peggiorandosi di 2 decimi rispetto a ieri.

Al terzo posto il campione del mondo Lewis Hamilton, autore di un incidente alla curva 4 dove ha distrutto l’ala posteriore. L’inglese ha girato in 1:21.272, con una Mclaren che continua ad essere in difficoltà con i nuovi alettoni( gareggia ancora con quelli 2008) e le gomme slick.

Quarto Webber e quinto Nakajima, rispettivamente con un 1:22.219 e 1:22.226; all’ultimo posto posto con un 1:23.119 Jarno Trulli, che ha girato pochissimo a causa di un problema alla sua Toyota.

“E’ stata una giornata breve per noi” – dichiara Trulli – “Abbiamo perso la mattinata per colpa del meteo, nel pomeriggio abbiamo provato le nuove slick bridgestone del 2010. Le condizioni sono rimaste difficili, perché il vento era troppo forte.”

“Ho danneggiato l’ala anteriore saltando sopra un cordolo. Nonostonte ciò, abbiamo completato molti giri che ci hanno fornito informazioni interessanti per il futuro. Per quanto riguarda questa stagione, questi test dimostrano che le donne per noi vanno nella direzione giusta e possiamo essere fiduciosi” – ha concluso l’italiano.

La prossima settimana ci saranno i test di Barcellona, gli ultimi prima di Melbourne.

Vincenzo Carlesimo

Risultati Test Jerez 5° giornata:
Nick Heidfeld( BMW-Sauber F1.09) 1:20.052 123 giri
Kimi Raikkonen( Ferrari F60) 1:20.414 112 giri
Lewis Hamilton( McLaren Mercedes MP4-24) 1:21.272 58 giri
Mark Webber( Red Bull RB5) 1:22.219 47 giri
Kazuki Nakajima( Williams FW31) 1:22.226 54 giri
Jarno Trulli( Toyota TF109) 1:23.119 38 giri

F1 – Test Jerez – Day 2: Timo Glock al comando sotto la pioggia, Ferrari ai box

glock

 

Seconda sessione di prove resa problematica dalla pioggia in quel di Jerez de la Frontera, in Spagna, dove ieri Timo Glock su Toyota TF109 ha saputo realizzare il giro più veloce scendendo sotto il muro dell’1:31, impresa questa non riuscita agli altri piloti in pista. Secondo tempo ad appannaggio di Robert Kubica che ha avuto modo di provare per la prima volta la Bmw F1.09 in condizioni di bagnato. Per il polacco 70 i giri percorsi, 19 in meno rispetto al tedesco della Toyota. Sul podio della sessione anche Nico Rosberg, capace di completare 114 giri al volante della Williams FW31 con positivi riscontri. A seguire Giancarlo Fisichella su Force India VJM02, Sebastian Vettel su Red Bull RB5, Heikki Kovalainen su McLaren MP4-24 e Nelson Piquet su Renault R29. Nessun tempo cronometrato per Felipe Massa e la Ferrari, con la scuderia di Maranello che ha preferito non scendere in pista a causa della pioggia dal momento che rientrava nei programmi della Rossa provare le nuove gomme Bridgestone in chiave 2010.

“Quest’oggi siamo riusciti a lavorare bene sul set up e sulle gomme – ha dichiarato il manager della Toyota Pascal Vasselon a motori spenti – abbiamo cercato di restare in pista il più a lungo possibile. La nuova TF109 continua a confermarsi affidabile e questo ci ha permesso di completare al meglio la giornata di test, ottenendo risultanze importanti”. Positivo il commento di Fisichella, autore del quarto tempo con la Force India in livrea definitiva: “Considerando i chilometri percorsi oggi la situazione è incoraggiante. Il quarto posto nella tabella dei tempi è positivo, sono abbastanza soddisfatto”.

Ecco la lista dei tempi pilota per pilota della seconda sessione di prove a Jerez:

1. Timo Glock, Toyota, 1:30.979
2. Robert Kubica, BMW Sauber, 1:31.327
3. Nico Rosberg, Williams, 1:31.451
4. Giancarlo Fisichella, Force India, 1:31.547
5. Sebastian Vettel, Red Bull, 1:32.220
6. Heikki Kovalainen, McLaren, 1:33.371
7. Nelson Piquet, Renault, 1:33.476
8. Felipe Massa, Ferrari, nessun tempo

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm

F1 – Test Jerez – Day 1: Sebastian Vettel apre le danze

vettel

 

Iniziano all’insegna di Sebastian Vettel e della nuova Red Bull RB5 i test previsti sul circuito iberico di Jerez de la Frontera. Nella prima sessione disputatasi ieri il tedesco ha ottenuto il miglior tempo in 1:19.055. Secondo tempo per il brasiliano Felipe Massa su Ferrari F60, autore di un positivo 1:20.330. Il ferrarista ha percorso in totale soltanto 63 giri concentrandosi soprattutto sulla messa a punto della sua vettura. Terzo posto per il collaudatore della Toyota Kamui Kobayashi, capace di fermare il cronometro sull’1:20.699, a seguire Nico Rosberg su Williams FW31, Robert Kubica su Bmw F1.09, Giancarlo Fisichella su Force India VJM02, Pedro De la Rosa su McLaren MP4-24 e Nelson Piquet su Renault R29.

“Questa mattina è stata la prima occasione per me di provare la TF109 in condizioni di asciutto – ha dichiarato Kobayashi, autore del terzo tempo – fin dal principio la vettura mi è sembrata facile da guidare e in questo modo siamo riusciti a procedere senza intoppi nel programma della giornata. Una interruzione dovuta ad uno scroscio di pioggia ha interrotto le prove nel pomeriggio, in ogni caso si è trattato di una sessione positiva per noi”.

Non molto soddisfatto il pilota della Bmw Robert Kubica: “Sfortunatamente non ho potuto percorrere i giri che prevedevo. Nel pomeriggio la sessione è stata interrotta a causa del tempo, quindi mi aspetto di lavorare di più domani”.

Sembra abbia tentato di non svelare le sue carte la McLaren, penultima nella lista dei tempi con il tester De la Rosa: “Oggi ho percorso molti giri – ha dichiarato in merito lo spagnolo – il lavoro continua e le sensazioni relative alle gomme sono positive”. Da segnalare qualche guaio di natura tecnica per la sempre lenta Renault che nelle mani di Fernando Alonso pareva invece poter mantenere ben altro ritmo.

Questi i tempi pilota per pilota della prima sessione di prove a Jerez:

1. Sebastian Vettel, Red Bull, 1:19.055
2. Felipe Massa, Ferrari, 1:20.330
3. Kamui Kobayashi, Toyota, 1:20.699
4. Nico Rosberg, Williams, 1:21.171
5. Robert Kubica, BMW Sauber, 1:21.292
6. Giancarlo Fisichella, Force India, 1:21.584
7. Pedro de la Rosa, McLaren, 1:21.831
8. Nelson Piquet, Renault, 1:22.011

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm

F1 – Test Sakhir – Day 4: Felipe Massa chiude al comando

massa1

 

Nel quarto e ultimo giorno di prove sul circuito di Al Sakhir, in Bahrain, la Ferrari si rifà con gli interessi dei guai incontrati nelle precedenti sessioni (cablaggio difettoso a parte) piazzando il vice campione del mondo in carica Felipe Massa in cima alla lista dei tempi col suo 1:32.162. Il brasiliano ha portato a termine 113 giri al volante della nuova F60 sperimentando inoltre diverse soluzioni aerodinamiche volte a individuare il set up ideale per la vettura. Il secondo tempo l’ha ottenuto Nick Heidfeld che con la sua Bmw F1.09 non è riuscito ad andare oltre all’1:32.225. Per il tedesco 122 tornate percorse in questa sessione di prove. A chiudere la classifica, neanche troppo lontano da Heidfeld, il suo connazionale Timo Glock che su Toyota TF109 ha completato il miglior giro personale in 1:32.445.

“Oggi le condizioni della pista erano le migliori possibili – ha dichiarato Nick Heidfeld al termine delle prove – in ogni caso possiamo ancora migliorare sotto alcuni punti di vista. La vettura reagisce alle modifiche come previsto, quindi ritengo che stiamo lavorando nella giusta direzione”. Disturbata da problemi idraulici la sessione odierna per la Toyota, come testimonia Timo Glock: “E’ stato un peccato perché oggi abbiamo perso parecchio tempo ai box quando avremmo potuto provare in pista. I meccanici hanno comunque svolto un buon lavoro e tutto sommato i chilometri percorsi in questi giorni sono stati parecchi. Abbiamo fatto dei notevoli progressi col set up e sono dell’idea che possiamo continuare su questa strada”.

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm

F1 – Test Sakhir – Day 3: Timo Glock leader con Toyota, noie al cambio per la Ferrari

glock1

 

Terzo giorno di prove all’insegna del forte vento sul circuito di Al Sakhir, in Bahrain, dove i team Bmw, Ferrari e Toyota hanno comunque potuto portare a termine i programmi previsti senza che ci si mettesse il meteo a compromettere il regolare svolgimento dei test.

Il giro più veloce della sessione l’ha realizzato Timo Glock, il pilota tedesco della Toyota chiamato a rilevare Jarno Trulli. L’ex campione della GP2 Series ha fermato il cronometro su un interessante 1:32.492. Secondo tempo per Felipe Massa, subentrato a Kimi Raikkonen nella guida della Ferrari F60, autore di un 1:32.917, terzo Nick Heidfeld su Bmw F1.09 (1:32.993). Sia Ferrari che Bmw hanno dovuto vedersela con problemi di varia natura. Per la F60 noie al cambio in mattinata con Massa che è poi ugualmente riuscito a proseguire le prove percorrendo in totale 105 giri, guai meccanici invece sulla F1.09 di Heidfeld, rimasto fermo lungo il circuito.

“E’ stato un altro giorno positivo per noi – ha commentato Timo Glock, autore oggi del miglior tempo – non abbiamo incontrato problemi rilevanti e questo ci ha permesso di portarci ancora più avanti col lavoro. E’ stato abbastanza difficile girare con così tanto vento, ma in fin dei conti posso dirmi soddisfatto perché abbiamo potuto lavorare molto trovando i necessari parametri per sviluppare la vettura”. Deluso per il tempo perso ai box ma tutto sommato ottimista Nick Heidfeld: “E’ chiaro che l’inconveniente ci è costato del tempo. Nonostante ciò ho percorso 444 chilometri e posso dire che abbiamo fatto buoni progressi in merito allo sviluppo della monoposto. Stiamo ancora sperimentando il metodo con cui rapportarci alla nuova macchina e sappiamo già dove possiamo migliorare”.

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm

F1 – Test Sakhir – Day 2: La zampata di Raikkonen e i problemi della Ferrari col Kers

raikkonen1

 

Secondo giorno di prove per Bmw, Ferrari e Toyota sulla pista di Al Sakhir, in Bahrain, con Kimi Raikkonen e Jarno Trulli ancora alla guida delle rispettive vetture e l’unica novità rappresentata dal rientro in servizio di Nick Heidfeld al posto di Christian Klien, autore ieri del miglior tempo nella prima sessione della settimana.

Il giro più veloce è stato oggi ad appannaggio dall’ex campione del mondo Kimi Raikkonen, autore di un incoraggiante 1:32.102 che solo ad una prima affrettata analisi può nascondere i problemi incontrati dalla F60 con il sistema KERS, opportunamente installato sulla Ferrari ma che non voleva saperne di raffreddarsi. Questi inconvenienti non hanno di certo giovato a Raikkonen, obbligato ad una sosta forzata di circa tre ore nel box della rossa nel tentativo di porre rimedio alla situazione. Il finlandese, nonostante abbia fatto segnare il giro più veloce della sessione, non ha potuto percorrere più di 107 giri, pochi se consideriamo il tempo a disposizione dei piloti nell’intera giornata. Secondo crono per Jarno Trulli che ha portato la sua Toyota TF109 ad un onorevole 1:32.230 neanche troppo lontano da quanto fatto registrare da Raikkonen. A chiudere la classifica il tedesco Nick Heidfeld su Bmw F1.09 (1:32.585), che ha ammesso di non aver minimamente cercato la prestazione.

“Per noi è stata una sessione positiva – ha dichiarato Trulli, autore oggi del secondo tempo – ho percorso moltissimi chilometri negli ultimi giorni e mi sento a posto con la macchina. Sembra competitiva, quindi direi che questa situazione ci fornisce un solido punto di partenza per la stagione che comincerà tra breve. C’è comunque ancora tempo prima di Melbourne e nel mentre è ancora possibile compiere ulteriori passi in avanti. Non ci resta che spingere forte approfittando del momento favorevole”. Decisamente più abbottonato nelle dichiarazioni Heidfeld, concentratosi oggi nella ricerca di un buon set up per la F1.09: “Attualmente la cosa più importante per me è apprendere il più possibile in merito al bilanciamento della vettura. In generale questa è stata una buona sessione perché ho potuto provare diverse soluzioni per indovinare il set up ideale. Sono soddisfatto per come la monoposto reagisce alle modifiche”.

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm

F1 – Test Sakhir – Day 1: Christian Klien con Bmw in cima alla lista dei tempi

klien

 

Sono ripresi oggi in Bahrain i test pre-stagione per i team Bmw, Ferrari e Toyota, nuovamente impegnati come la settimana scorsa sul circuito di Al Sakhir. Stavolta, almeno per quanto riguarda il primo giorno, con maggiore fortuna, visto che nell’intera giornata Christian Klien, Kimi Raikkonen e Jarno Trulli hanno avuto modo di macinare moltissimi chilometri senza l’intoppo delle avverse condizioni climatiche.

Il miglior tempo della prima giornata è stato ottenuto dal collaudatore di Bmw F.1 Christian Klien, autore di un 1:32.544, alle sue spalle Kimi Raikkonen che con la Ferrari F60 è riuscito a fermare il cronometro su 1:32.804. A chiudere la classifica Jarno Trulli su Toyota (1:33.064).

Soddisfatto del rendimento della propria vettura il tedesco Klien: “Quella di oggi è stata una sessione produttiva, abbiamo raccolto dati in abbondanza e sul finale sono anche riuscito a simulare un long run. Nuovamente non abbiamo riscontrato problemi tecnici, quindi direi che la nostra situazione è incoraggiante”. Entusiasta della sua Toyota TF109 Jarno Trulli: “Abbiamo coperto l’equivalente di due Gran Premi oggi, infatti non ho mai girato così tanto in una singola sessione prima d’ora. Mi sento di dire che abbiamo compiuto dei progressi risultando costantemente competitivi per tutto il giorno. Questo rappresenta un buon inizio per noi”. Raikkonen si è invece concentrato sui diversi possibili set up da adottare sulla sua F60, percorrendo un totale di 116 tornate.

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm